Jump to content
Yellow

Pirelli 2013, considerazioni...

Recommended Posts

100 volte meglio le gomme che durano un gp piuttosto che queste pastefrolle di m***a

Share this post


Link to post
Share on other sites

eppure guardate che la mercedes ha fatto vari giri in più con ottimi tempi all'inizio

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma un conto è dare spettacolo, un conto è diventare ridicoli....

tra pochino facciamo entrare il camion che spara contro i piloti stile Death Race per far aumentare gli ascolti?

 

le gare belle c'erano anche nel 2005 con le michelin! se si ricerca lo spettacolo si può benissimo chiamare più costruttori, liberalizzare l'utilizzo di qualsiasi set di gomme, reintrodurre i rifornimenti, lo sviluppo su questi importanti come freni e/o componenti aerodinamiche nuove...

 

secondo me con gomme da 5-6 giri non si crea spettacolo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non ci vedo nulla di male in queste gomme... semplicemente oltre al manico del pilota conta anche l'approcio dei meccanici nel far si che la vettura tragga i maggior benefici da qualunque gomma gli si metta sù... alla fine di merd@ o no le gomme sono uguali per tutti no?

 

Cioè ormai lo si sà, le gomme sono cosi', al massimo peggiorano, se poi un team non riesce a fare un auto decente per sfruttarle peggio per loro, inutile che sviluppino un auto per le michelin o le bridgestone se abbiamo le pirelli :asd: no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me con gomme da 5-6 giri non si crea spettacolo...

La Mercedes con le Supersoft (nonostante la pista non fosse nelle temperature ideali per queste gomme) ne ha fatti 13 con Hamilton e 14 con Rosberg (e ancora con ottimi tempi sul giro)...

Raikkonen con le Medie e'arrivato tranquillamente a 25,Sutil ne ha fatti 21...non vedo tutto questo disastro...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel rispetto di tutte le opinioni

io dico che Nella formula 1 odierna dove tutto è bloccato standardizzato per fini economici ( che poi vorrei vedere in quale aree si risparmiano i $$ ) l'unica variabile sono le gomme ;

 

Se togliamo queste , ci si addormenta dopo un paio di giri;

 

anch'io sono a favore delle gomme che durino tutta la gara, ma con questi regolamenti no! 100 volte meglio le Tyres pastafrolla , almeno ci si confronta su un qualcosa in pista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

Secondo me le cose sono due:

 

A) O le gomme NOn sono uguali per tutti

B) Oppure le macchine non usano le gomme nello stesso modo

 

Esemplare secondo me è l'esempio di Sutil con le Super Soft nell'ultimo stint.

Era lentissimo, non stava praticamente in pista.

 

Bianchi con la Marussia aveva le stesse gomme in quello stint, e girava come Vettel.

 

O la Marussia è migliore della Force India nell'uso delle gomme super-morbide (non ci credo nemmeno se lo vedo), oppure le super-soft che ha usato Sutil non sono le stesse che ha usato Bianchi con la Marussia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare ovvio che le monoposto per ora utilizzano le gomme in maniera decisamente diversa l una dall altra.. La mercedes ha fatto pi? giri di tutti con le SS, stessa cosa della lotus ma con le medie, la FI invece si ? triturata le SS e la stessa RB le ha consumate molto in fretta..

 

Ma penso che questo sia dovuto tutto alla non comprensione delle gomme.. Pi? avanti la situazione si stabilizzer?..!

 

Fare solo 2 soste oggi comunque era possibile (e quindi un numero nella norma)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra strano, ma per un fattore che per ora e' imponderabile, le supersoft rendono meglio a vettura carica.

 

 

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me le cose sono due:

 

A) O le gomme NOn sono uguali per tutti

B) Oppure le macchine non usano le gomme nello stesso modo

 

Esemplare secondo me è l'esempio di Sutil con le Super Soft nell'ultimo stint.

Era lentissimo, non stava praticamente in pista.

 

Bianchi con la Marussia aveva le stesse gomme in quello stint, e girava come Vettel.

 

O la Marussia è migliore della Force India nell'uso delle gomme super-morbide (non ci credo nemmeno se lo vedo), oppure le super-soft che ha usato Sutil non sono le stesse che ha usato Bianchi con la Marussia.

 

Sì ma non stai considerando gli assetti che non sono un particolare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo sia possibile giudicare le gomme definitivamente, sia per le temperature inaspettatamente basse che per le mescole che c'erano a disposizione in Australia, vale a dire quelle meno compatibili e meno utilizzate a Barcellona.

 

Prima di tutto va detto che sfruttare bene le gomme non significa tenerle fresche, e mangiare le gomme non significa farle surriscaldare. Quindi la definizione "mandare subito le gomme in temperatura equivale a consumarle pi? velocemente" ? errata.

Ogni mescola ha un suo range termico di esercizio ideale, un'auto che fa lavorare le gomme fuori da quella zona le consuma pi? in fretta. Con temperature pi? basse si forma il graining (crepe) mentre con temperature pi? alte si forma blistering (bolle).

 

In considerazione di questo, ovviamente la mescola pi? morbida permette comunque di ottenere buoni tempi all'inizio ma ? quella che risente di pi? del degrado, mentre la mescola pi? dura, se non sfruttata a dovere, tender? a essere lenta fin dal primo giro ma senza cali improvvisi.

 

 

Infatti, proprio quest'ultimo ? stato il problema di Vettel. Partito forte con le supersoft, ha subito un degrado pi? elevato della Ferrari, e con le medie non ? mai riuscito a portarle in temperatura, rimanendo costantemente pi? lento di qualche decimo rispetto alle Rosse.

 

Nel caso dei piloti con le supersoft a fine gara - Sutil su tutti - c'era da aspettarsi che andassero in difficolt? in virt? del fatto che a fine gara ci sono temperature pi? basse e soprattutto non c'? pi? il peso del carburante ad aiutare la gomma a scaldarsi.

Inoltre, proprio per il fatto che le medie e le supersoft hanno temperature di esercizio diverse (anche se non di molto) un assetto votato al massimo sfruttamento delle gomme medie - e sarebbe lecito immaginare che fosse cos? visto quanto andava proprio Sutil con le medie - logicamente creerebbe grossi problemi quando si va a montare le supersoft.

Poi magari Sutil, a differenza di Bianchi, non ha avuto pazienza e ha spinto appena uscito dai box senza aspettare qualche curva per scaldarle almeno un po', distruggendo al primo giro le posteriori - Alonso fu protagonista l'anno scorso di un episodio simile a Silverstone.

 

 

 

In generale, pare che queste gomme diano la possibilit? a qualcuno - per il momento i piloti di Lotus e Force India - di scegliere se spingere con il bisogno di fare 3 soste o risparmiare una sosta gestendo la gomma con una guida attenta da parte del pilota stesso.

Non vedo come questo aspetto possa essere negativo da un punto di vista sportivo, gli anni scorsi tutti facevano sempre le stesse soste e le differenze di ritmo erano tutte determinate dalle caratteristiche tecniche delle monoposto. Forse quest'anno qualche pilota potrebbe fare la differenza con gare stile Schumacher a Budapest 1998, sarebbe un male?

Edited by Rubster Steels

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra strano, ma per un fattore che per ora e' imponderabile, le supersoft rendono meglio a vettura carica.

Come ha spiegato Rubster nel post sopra,ieri c'era troppo freddo per riuscire a far lavorare al meglio le Supersoft,ma il peso del carburante aiuta le gomme a scaldarsi di piu'...

 

Comunque Massa ha detto che per la Ferrari fare 2 soste era impossibile mentre Fry invece ha detto che era assolutamente possibile ma che non hanno voluto rischiare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma un conto è dare spettacolo, un conto è diventare ridicoli....

tra pochino facciamo entrare il camion che spara contro i piloti stile Death Race per far aumentare gli ascolti?

 

le gare belle c'erano anche nel 2005 con le michelin! se si ricerca lo spettacolo si può benissimo chiamare più costruttori, liberalizzare l'utilizzo di qualsiasi set di gomme, reintrodurre i rifornimenti, lo sviluppo su questi importanti come freni e/o componenti aerodinamiche nuove...

 

secondo me con gomme da 5-6 giri non si crea spettacolo...

 

D'accordo su quasi tutto, ma non vedo i rifornimenti che aggiungano, se non maggiori costi, più uomini necessari al pit-stop e minore sicurezza ed appiattimento delle strategie, impostate a simil-qualifiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'e'anche da considerare che le squadre sono arrivate a Melbourne avendo lavorato pochissimo sulle Supersoft durante i test invernali e quindi,secondo me,la situazione non e'stata cosi tragica (nonostante il ''freddo'' 10-11 giri si potevano fare senza nessun problema)...

Sulle Medie hanno fatto molte piu'prove e si e'visto (la media di 20 giri senza problemi)...

Continuo a non vedere tutta questa negativita'sulle gomme...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io credo che la FIA (o la FOM?) faccia bene a chiedere alla Pirelli di stravolgere le gomme di anno in anno. E' il terzo anno di fila che i risultati di inizio stagione non sono scontati. Verso metà stagione tutti si addatteranno bene alle nuove coperture e ci saranno meno sorprese. Forse quest'anno sono un po' troppo morbide ma l'idea è quella di non consentire a chi è andato bene l'anno prima di rimanere in cima alle graduatorie.

 

Credo che la Red Bull genera più carico di tutte le macchine, quindi se le mangia velocemente. Di fatto, guadagnano sul giro ma perdono troppo con le fermate. La Ferrari genera meno carico ed è lenta di un secondo in qualifica ma fa durare le gomme in gara. Invece, le macchine dietro o sono troppo lente da non compensare la maggiore durata oppure generano TROPPO POCO carico in modo tale che la vettura scivola sempre e si mangia le gomme lo stesso.

 

La situazione è analoga alla Riley & Scott del 1998 che a Indianapolis generava TROPPO carico e finiva per essere troppo lenta in rettilineo, non a causa del coefficiente Cx, ma per la semplice componente verticale del carico che genera attrito sulle ruote.

 

Conclusione: è più facile togliere carico e guadagnare sulla durata delle gomme, che guadagnare carico, ergo la Red Bull tornerà presto molto vincente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chi genera più carico consuma meno le gomme, chi ha meno carico consuma di più le gomme.

 

Anche se è impossibile ridurre l'utilizzo delle gomme ad una mera questione aerodinamica eliminando l'assetto meccanico della monoposto (DECISAMENTE più importante).

Edited by joseki

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto joseki, infatti Vandone ha isolato il vantaggio della Lotus nella sospensione posteriore, che da un notevole vantaggio nei circuiti cittadini come Melbourne.

 

Con il caldo e la pista della Malesia - sempre se non piove - la Red Bull dovrebbe riuscire a esprimere il suo potenziale al 100% perch? non dovrebbe pi? avere problemi a portare le gomme in temperatura.

La Lotus dovrebbe perdere vantaggio sul degrado delle gomme posteriori quel tanto che basta per impedirle di fare una sosta in meno rispetto alla concorrenza, e se ci prover? rischier? di trovarsi a fine gara con il gruppo in rimonta come l'anno scorso.

 

Quindi il fattore gomme dovrebbe essere ridimensionato quel che basta per capire quale sia realmente la monoposto pi? veloce in gara - in qualifica si sa gi?, anche se mi aspetto distacchi pi? contenuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Rhobar_III

Ho verificato ieri dagli onboard: la Lotus aveva un vantaggio sul consumo delle gomme perché aveva un comportamento molto "rotondo" in curva rispetto agli altri: il pilota sterzava in ingresso, saliva sul cordolo interno, la macchina non si scomponeva e il pilota poteva accelerare dolcemente in tutta tranquillità senza generare bruschi sovrasterzi in uscita.

Il tutto mantenendo comunque elevate velocità di percorrenza in curva.

 

Di sicuro avevano quindi un vantaggio in grip e in trazione.

Staremo a vedere che succederà su asfalti più abrasivi e con più grip.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho verificato ieri dagli onboard: la Lotus aveva un vantaggio sul consumo delle gomme perché aveva un comportamento molto "rotondo" in curva rispetto agli altri: il pilota sterzava in ingresso, saliva sul cordolo interno, la macchina non si scomponeva e il pilota poteva accelerare dolcemente in tutta tranquillità senza generare bruschi sovrasterzi in uscita.

Il tutto mantenendo comunque elevate velocità di percorrenza in curva.

 

Di sicuro avevano quindi un vantaggio in grip e in trazione.

Staremo a vedere che succederà su asfalti più abrasivi e con più grip.

Su asfalti più abrasivi e con alte temperature per me la Lotus "asfalta" tutti... almeno fino a quando i top team non imparano a trarre il massimo dalle Pirelli, magari lo faranno già in malesia, ma la E21 in generale è una buona auto, come lo era la E20...

Share this post


Link to post
Share on other sites

×