Jump to content
The frog

F1: indicatore di riuscita di sprpasso.

Recommended Posts

Per tutti: l'indicatore di riuscita di sorpasso e' uno strumento che entra in funzione su tutti e soli quei rettilinei che durano dai sette secondi in poi, a partire dalla accelerazione iniziale.

 

 

 

Regards,

The frog

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora a che serve? I piloti lo sanno quando sono usciti bene da una curva abbastanza da provare un sorpasso, lo senti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sprpasso, effettivamente con il drs sarebbe più appropriato chiamarli sprrrrrpassi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora a che serve? I piloti lo sanno quando sono usciti bene da una curva abbastanza da provare un sorpasso, lo senti.

Quanti sorpassi hai visto abortire? Con in piu' la penalizzazione di perdere terreno rispetto al sorpassando perche' si e' usciti dalla scia.

 

 

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Allora a che serve? I piloti lo sanno quando sono usciti bene da una curva abbastanza da provare un sorpasso, lo senti.

Quanti sorpassi hai visto abortire? Con in piu' la penalizzazione di perdere terreno rispetto al sorpassando perche' si e' usciti dalla scia.

 

 

 

Regards,

The frog

 

 

Abortire un sorpasso in fondo al rettilineo in velocità? Mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora vediamo due campionati di Formula Uno differenti. Io molte volte ho visto uscire le vetture dalla scia e non riuscire ad effettuare il sorpasso, per poi perdere metri preziosi nei confronti dell'avversario.

 

 

 

Regards,

The frog

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma che centra? Uno esce dalla scia per vari motivi, per farsi vedere negli specchietti e cercare di disturbare l'avversario, per cercare di far prendere aria al motore o semplicemente per avere una visuale migliore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma che centra? Uno esce dalla scia per vari motivi, per farsi vedere negli specchietti e cercare di disturbare l'avversario, per cercare di far prendere aria al motore o semplicemente per avere una visuale migliore.

E cosi' facendo

 

a) Perde la scia

 

b) Percorre piu' strada e pertanto perde terreno

 

c) Quando rientra in traiettoria non e' piu' in scia e dopo la curva successiva viene classicamente staccato dall'avversario in accelerazione.

 

 

 

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa, ma la fai facile a dire "metto un sensore qui, ne metto un altro là" Ma il CONTROLLO di questo sistema elettronico, tra l'altro nemmeno così banale? Cosa succede con più vetture nello stesso rettilineo? E se c'è un doppiaggio? E se è bagnato, con le distanze che ovviamente variano, come si comporta questo fantomatico "sensore"? E in caso di malfunzionamento? E se l'avversario cambia traiettoria per difendersi, che succede? La luce da verde diventa rossa? E magari il pilota nel frattempo continua a guardare la lucina? E questo sensore è davvero così preciso da considerare arancioni i sorpassi al pimite, con tanto di contatto? Che poi che senso ha avere tre luci, per un pilota arancione significa VERDE :asd:

 

 

Mi sembra che si abbia una visione un po' distorta di come sono le corse, forse è colpa di questo DRS e delle zone di sorpasso predeterminate...Si vuole lasciare un minimo di abilità e gestione al pilota, oppure lo rendiamo davvero un premipulsante umano? Ti ricordo che è uno sport...

Edited by Mistral

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altra cosa: non significa nulla conoscere velocità relative e lunghezza del rettilineo, perchè la staccata varia da pilota a pilota, da vettura a vettura, da gomma a gomma, dal peso della vettura...Ma di che stiamo parlando? :asd:

Edited by Mistral

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di F1 2012 con le freccette che aumentano quando quello dietro si avvicina.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di F1 2012 con le freccette che aumentano quando quello dietro si avvicina.

:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appunto. non ci vedo nulla da ridere.

 

 

 

 

Regards,

The frog

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appunto. non ci vedo nulla da ridere.

 

 

 

 

Regards,

The frog

 

 

Che è appunto la cosa grave.

Share this post


Link to post
Share on other sites

gravissima.

 

 

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Appunto. non ci vedo nulla da ridere.

 

 

 

 

Regards,

The frog

 

 

Che è appunto la cosa grave.

 

 

ahahahahaaha

 

bella questa ^^! :up:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E fatti sta risata, bravo. Sai come dicevano i latini su chi rideva troppo.....

 

 

 

 

Senza regards,

The frog

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma perchè non sostituiamo direttamente i piloti con computer che fanno 55 volte la stessa traiettoria?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma perchè non sostituiamo direttamente i piloti con computer che fanno 55 volte la stessa traiettoria?

Dicevano cosi' anche quando introdussero il cambio con i paddles.....

 

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il sorpasso è ben diverso da un cambio marcia. E' un'azione totalmente a discrezione del pilota e deve rimanere tale. Consigli su quando sorpassare, oltre a creare distrazione e nervosismo, non possono essere veritieri come nel caso della cambiata, che è individuata da regole ben precise. Nel sorpasso ci sono diverse variabili, tra cui quelle, incontrollabili, dell'essere umano. Diventerebbe solo una luce a cui nessuno darebbe retta, nemmeno nei pochi casi in cui funzionasse.

 

Immagina il caso in cui il tuo avversario fa un piccolo errore nella staccata, piccolo ma cruciale. E magari sul tuo volante il sensore lampeggiava di rosso, con te che di conseguenza eri rimasto buono dietro la macchina rivale per tutto il rettilineo...Magari l'avresti scavalcato se avessi provato a uscire dalla scia ritardare un attimo la frenata, senza dare retta al LED. E tanti saluti al sorpasso, con altri interminabili minuti spesi dietro il rivale (problema tra l'altro abbastanza risolto dal DRS, i casi che tu citi non mi sembrano una marea).

 

Non so come spiegartelo in altri modi...

Edited by Mistral

Share this post


Link to post
Share on other sites

×