Vai al contenuto
Villeneuve

Corso intensivo per "entrare" in IndyCar

Messaggi raccomandati

Da quest'anno sono attrezzato con il pacchetto Sport di Sky. Ergo, voglio vedere la IndyCar.

 

In linea di massima so di cosa si tratta, ma per quanto l'inside? Cioè: top team, qualità dei singoli piloti, dei tracciati, etc...

 

Chi è questo? Chi è quello? E quell'altro? Questo tracciato è meglio stimato di quello? Perché? Quali e quanti sono i top team? Perché?

 

Etc

 

Ogni contributo è ben accetto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, si era già fatta una specie di presentazione qui http://forum.motorio...ic=21180&st=800 quindi non mi ripeto, in questa discussione http://forum.motorio...showtopic=24432 avevo fatto un piccolo riassunto sulla fine degli ultimi campionati.

 

Se a te interessa sapere qualcosa riguardo ai protagonisti diciamo che team e piloti top sono:

 

Penske Racing: è la squadra che ha vinto di più nella storia delle corse americane, sia in termini di campionati che di 500 miglia di Indianapolis. Corrono anche in Nascar e l'anno scorso hanno vinto il titolo. Roger Penske è il proprietario e fondatore, la squadra è nata negli anni sessanta, ha corso e vinto anche nei prototipi e a metà anni '70 anche in formula uno, vincendo la corsa in Austria nel '76 con John Watson. I piloti confermati sono Will Power ed Helio Castroneves. Power, australiano, è il pilota più forte e veloce sugli stradali, ma è ancora poco a suo agio sugli ovali e questo gli è costato gli ultimi tre campionati, tutti persi all'ultima gara in condizioni rocambolesche. Castroneves, brasiliano, è uno dei veterani della serie. Un pilota completo che insegue la sua quarta vittoria a Indianapolis (eguaglierebbe il record) ma non ha mai vinto il titolo, un po' per sfortuna un po' per sua inconsistenza cronica.

 

Target Chip Ganassi Racing: la squadra che negli ultimi 15 ha lanciato la sfida alla Penske come team di riferimento. Per loro hanno vinto Vasser, Zanardi, Montoya e recentemente Dixon e Franchitti. Organizzazione tecnica perfetta, piloti eccellenti, ogni anno portano sempre a casa qualcosa. Dal '96 hanno vinto 9 titoli e 4 Indy500. Almeno come Indy siamo lontani dalle 16 di Penske ma piano piano... I piloti sono Dario Franchitti e Scott Dixon. Franchitti, 38 anni, scozzese di origine italiana, ha vinto tre titoli di fila dal 2009 al 2011 (più uno nel 2007 col team Andretti) e 3 Indy500, compresa quella del 2012. E' un pilota molto veloce, assolutamente versatile dopo anni di esperienza e molto concreto, sbaglia pochissimo anche se l'anno scorso ha avuto un'annata difficile, Con Castroneves è l'unico che frena col piede destro. Dixon, neozelandese, ha corso per quasi tutta la carriera con Ganassi, ha vinto due titoli e una 500 miglia. Forse il pilota più talentuoso, sbaglia pochissimo, è efficace in ogni tipo di circuito, specie negli stradali permanenti. Riesce quasi sempre a portare il miglior risultato possibile a casa ed è abilissimo nel risparmiare carburante. è però incredibilmente sfortunato, cosa che gli è costa almeno gli ultimi due titoli.

 

Andretti Autosports: squadra risorta l'anno scorso dopo molte stagioni in cui non hanno lottato per il titolo. Hanno dominato la metà del decennio precedente con i motori Honda, vincendo tre titoli e due Indy500. La squadra originale, quella con cui Jacques Villeneuve ha vinto tutto nel '95, è stata totalmente acquisita da Michael Andretti nel 2010. Schierano tre vetture per: Ryan Hunter Reay, James Hinchcliffe e Marco Andretti. Hunter Reay, americano, è il campione in carica. Un pilota molto forte sui cittadini/stradali ma che col tempo si è scoperto grande interprete anche degli ovali. Anche lui molto solido e veloce, ha vinto 4 corse nel 2012 battendo Power all'ultima gara. Per anni ha raccolto quello che poteva ma alla prima occasione di acchiappare il titolo non se l'è fatto sfuggire. James Hinchcliffe, canadese, è uno dei volti nuovi della serie. Estremamente popolare tra i fan, è alla terza stagione, l'anno scorso è partito alla grande ma si è un po' spento nel finale. è atteso ad una prova di consistenza. Marco Andretti, nipote di Mario e figlio di Michael, pilota di talento che non ha ancora capito come farlo fruttare per portare a casa risultati. Due vittorie all'attivo e una Indy500 persa in volata al debutto nel 2006. Deve dimostrare di meritare un volante in un top team.

 

Tra gli altri segnalo Tony Kanaan, veterano brasiliano che corre nel team KV Racing, pilota completo che sta faticando in qualifica ma in gara è sempre redditizio e tra i più spettacolari, specie nelle ripartenze. Seppur sempre grande protagonista, non ha mai vinto Indianapolis. Simon Pagenaud è stato il miglior debuttante nel 2012, ha sfiorato diverse vittorie ed è considerato un contendente al titolo per il 2013. Corre per l'ex pilota Sam Schmidt. Tra i protagonisti ci sarà anche Sebastien Bourdais, 4 volte campione ChampCar, con una vettura del team di Jay Penske, figlio di Roger.

 

Tra le piste, ovviamente Indianapolis è la più importante. Poi altri eventi prestigiosi sono Long Beach (cittadino), Fontana(super speedway) (corsa di 500 miglia che chiude la stagione), Pocono (ovale di oltre 2.5 miglia che ritorna quest'anno dopo più di 20 anni d'assenza) e Milwaukee, ovale corto di un miglio, una delle piste più vecchie del mondo. Appuntamenti storici sono anche il cittadino di Toronto e il permanente di Mid Ohio. L'unica corsa fuori dagli States si svolge in Brasile, nel cittadino di San Paolo.

Modificato da penske fan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Entrando nel dettaglio.... il format di ciascun week-end? E generalmente a che ora vengono trasmesse in Italia le corse?

 

PS: per quanto riguarda i box, sapevo che in America usano separarli con un muretto ma... le macchine non le entrano dentro?!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che le gare spaziano dalle 18 alle 4 del mattino a causa del fuso orario che abbiamo con l'America

Le macchine quando arrivano ai box si "affiancano" e saranno i meccanici a saltarlo per fare il pit

 

Come puoi già vedere è un campionato con meno fronzoli rispetto la F1

 

Io sono quello che ha postato le domande 2 anni fa.

Alla fine senza Sky e a causa degli orari ho lasciato stare. Vederla in streaming era veramente dura e da casa mia ho una connessione pessima.

Vediamo quest'anno con Sky se inizio a seguirla con costanza ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Entrando nel dettaglio.... il format di ciascun week-end? E generalmente a che ora vengono trasmesse in Italia le corse?

In generale, il formato è tre giorni (venerdì libere, sabato qualifiche e domenica gara) quando si corre su cittadini e stradali, e due giorni quando si corre sugli ovali...per gli orari ri hanno già risposto...

 

per quanto riguarda i box, sapevo che in America usano separarli con un muretto ma... le macchine non le entrano dentro?!

No...durante le sessioni di libere e qualifiche restano comunque fuori...

 

Comunque ti consiglio questo mio articolo in cui è spiegata cos'è la 500 Miglia di Indianapolis:

http://www.***********/2010/16th-and-georgetown-%E2%80%93-la-500-miglia-di-indianapolis/

 

E questo sui finali di stagione più emozionanti:

http://www.***********/2010/16th-and-georgetown-%E2%80%93-indycar-championship-rewind/

 

Risalgono a qualche anno fa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×