Jump to content
Sign in to follow this  
The frog

Rendimento motore elettrico?

Recommended Posts

Ho cercato su google e in tutti i link che ho ottenuto si legge che il rendimento del motore elettrico e' elevato, precisamente FINO AL 90%. Ora mi domando qual'e' l'esatto range del rendimento del motore elettrico e in quali condizioni si ottengono rendimento minimo e rendimento massimo.

 

Informazioni in merito sono gradite.

 

Thanks in advance,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi piacerebbe inoltre conoscere il rendimento minimo e massimo di una Fuel cell a idrogeno.

 

Thanks in advance and regerds,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda i motori elettrici: il rendimento è generalmente definito come il rapporto tra la potenza meccanica misurata sull'albero (uscita), e la potenza elettrica assorbita dalla rete (ingresso). Le norme a riguardo suggeriscono ai costruttori di indicare sulla targa il rendimento raggiunto dalla macchina al 50% del carico nominale e al 75% del carico nominale.

 

I rendimenti dei motori elettrici dipendono da vari fattori:

 

- temperature e condizioni di esercizio (surriscaldamenti sugli avvolgimenti rotorici e di statore per effetto Joule)

- rendimento degli organi di macchina (cuscinetti o bronzine dell'albero ed altro, meglio sono lubrificati più alto sarà il rendimento perchè minori saranno le perdite per strisciamento)

 

Generalmente, maggiore è la taglia del motore elettrico, più elevato sarà il rendimento massimo ottenibile. I piccoli motori elettrici hanno un rendimento intorno al 75/80 %. Ad esempio, un motore da 1,5 kW di potenza nominale, ha un rendimento che va dal 75% all'88% circa, il range è dato dal numero di coppie polari, da 2 poli fino a 6 poli il rendimento aumenta (dati estratti da cataloghi).

I motori elettrici di grande potenza (trascinamento di grosse pompe ad esempio), possono raggiungere anche il 95%, dato che sono raffreddati in maniera più efficace: quelli destinati a grandi impianti hanno appositi moto-ventilatori o scambiatori di altro genere che mantengono la temperatura di esercizio ottimale.

Edited by Max Payne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie per la dettagliata ed esaustiva risposta, egregio.

 

 

 

Best regards a te,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sorge un dubbio. Il riscaldamento degli avvolgimenti del motore elettrico dovrebbe essere causato dalla resistenza intrinseca del materiale conduttore utilizzato. Allora non si potrebbero costruire dei motori elettrici con avvolgimenti in litio in forma metallica, litio che e' un materiale a bassissima resistenza elettrica?

 

Opinioni in merito sono gradite.

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sorge un dubbio. Il riscaldamento degli avvolgimenti del motore elettrico dovrebbe essere causato dalla resistenza intrinseca del materiale conduttore utilizzato. Allora non si potrebbero costruire dei motori elettrici con avvolgimenti in litio in forma metallica, litio che e' un materiale a bassissima resistenza elettrica?

 

Opinioni in merito sono gradite.

 

Regards,

The frog

 

Non vorrei dire una castroneria, ma litio mi pare sia anche un pessimo conduttore elettrico. A confronto con il rame:

 

conducibilità rame: 59,6*10^6 m*Ohm

conducibilità litio: 10,6 *10^ (-6) m*Ohm

 

E' un pessimo conduttore. In sostituzione al rame si può usare l'alluminio per gli avvolgimenti, ma i risultati in termini di dispersione di potenza per effetto Joule sono simili.

I costruttori preferiscono puntare, più che sui materiali, sull'efficienza di asportazione del calore dal motore elettrico. E comunque, un rendimento che può arrivare al 97%, è quasi un caso più unico che raro per una macchina di conversione come un motore asincrono trifase...

Edited by Max Payne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stavolta non sono d'accordo http://it.wikipedia.org/wiki/Litio se il litio e' utilizzato nelle batterie per la sua bassissima resistenza non puo' essere un conduttore meno efficiente del rame per la corrente elettrica.

 

 

 

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

D'altronde non so a cosa ti riferisca con m ma Ohm e' una resistenza e dunque i tuoi valori m*Ohm sembrerebbero confermare che il litio metallico e' circa cinque milioni di milioni di volte meno resistivo del rame.

 

 

 

Regards,

The frog

Edited by The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

la conduttività del litio è 1.08*107 S/m

quella del rame è 5.96*107 S/m

(S=Siemens ; m = metro)

 

visto che resistività = 1/conduttività

litio: 9.3 *10-8 Ω*m

rame: 1.7 *10-8 Ω*m

 

vince il rame :)

quello che è migliore nel litio rispetto al rame è il prodotto resistività*densità

Edited by jeremy.clarkson

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, come non detto allora. Mi hai convinto.

 

 

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×