Jump to content
Sign in to follow this  
teto

Supercross 2013

Recommended Posts

Lo scorso sabato ad Anaheim in California è iniziato il campionato Supercross AMA 2013.

La prima gara stagionale della 450 va a Millsaps su Suzuki,che finisce davanti a Canard, Dungey e Reed.. più indietro il debuttante Barcia (che arriva dalla lites), settimo, Bubba Stewart (ottavo) e il campione 2012 Villopoto (sedicisimo dopo una caduta).

Personalmente la gara non l'ho vista, ma guardando i best lap si capisce che quest'anno la 450 è molto equilibrata, con i primi 4 vicinissimi, senza contare che Stewart e Villopoto non erano in giornata e Barcia forse deve ancora prendere la mano sul 450.

http://www.****/magazine/24123/ama-supercross-il-2013-si-apre-nel-segno-di-david-millsaps-ad-anaheim

Share this post


Link to post
Share on other sites

Millsaps è tornato sulla Suzuki? :zrzr:

 

Reed guida ancora la Honda presa dal concessionario? A posto siamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Primo sigillo per il rookie Justin Barcia a Phoenix

Villopoto chiude secondo dopo una bella rimonta, Reed è terzo e ancora leader in campionato

 

Dopo il dominio della passata stagione, nelle prime due gare dell'AMA Supercross 2013 il campione in carica Ryan Villopoto ha commesso qualche errore di troppo ed è rimasto ancora a secco di successi. Se ad Anaheim sul gradino più alto del podio era salito il già affermato Davi Millsaps, nel round di Phoenix è arrivata a sorpresa la vittoria del rookie Justin Barcia.

 

 

Il portacolori della Honda si è portato davanti a tutti fin dall'apertura del cancelletto di partenza ed ha approfittato della battaglia che si è sviluppata alle sue spalle per prendere subito il largo sulla concorrenza. Comandando dall'inizio alla fine, quindi, è diventato meritatamente il 56esimo vincitore nella storia della classe regina.

 

"Non riesco a spiegare quanto io sia eccitato in questo momento. Non pensavo che sarei stato in grado di vincere così rapidamente, è stata davvero una grande serata" ha detto Barcia una volta salito sul podio.

 

Come detto, alle sue spalle però la lotta per la piazza d'onore è stata molto accesa: all'inizio è stato Millsaps ad impossessarsene, tallonato dalla Honda di Chad Reed. Nel corso dell'11esimo giro però quest'ultimo è stato scavalcato da uno scatenato Trey Canard, che poi tre tornate più tardi è riuscito a scalzare anche Millsaps.

 

Dopo aver commesso un errore che lo aveva retrocesso all'ottavo posto nel corso del primo giro, anche Villopoto però ha iniziato una rimonta furibonda: Al 13esimo passaggio si è liberato pure lui di Reed e poco più tardi ha fatto la stessa cosa anche con Millsaps, gettandosi all'inseguimento di Canard.

 

A questo punto i due hanno dato vita ad un duello spettacolare, che si è concluso solamente quando Canard è finito ruote all'aria proprio nel corso dell'ultima tornata, scivolando al quinto posto, quindi alle spalle non solo di Villopoto, ma anche di Millsaps, che dunque mantiene la leadership in classifica, e di Reed.

 

Nella classe 250SX invece prosegue incontrastata la marcia trionfale di Eli Tomac: per lui quella di Phoenix è la seconda affermazione in altrettante gare e ovviamente gli ha permesso di consolidare la sua posizione in vetta alla classifica del campionato. Inoltre la sua vittoria ha reso praticamente perfetta per la trasferta in Arizona per la Honda, che ha trionfato in entrambe le classi.

 

24238_primo_sigillo_per_il_rookie_justin_barcia_a_phoenix.jpg

 

http://www.****/magazine/24238/ama-supercross-primo-sigillo-per-il-rookie-justin-barcia-a-phoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites

Povero Bubba, a forza di cadute si è rovinato. Poteva diventare il migliore di sempre, è sarà comunque considerato uno dei migliori, forse anche superiore a Carmichael e a McGrath come talento puro, ma come testa questo ragazzo non c'è mai stato: sempre all'attacco, mai calcolatore. Nel cross non si vince solo in questo modo, può funzionare così a 17-18-19 anni, ma poi ti devi dare una calmata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ryan Villopoto ritrova la vittoria ad Anaheim

Primo centro stagionale per il campione in carica, ma in testa al campionato c'è ancora Millsaps

 

Per la sua terza uscita stagionale l'AMA Supercross ha fatto ritorno all'Angel Stadium di Anaheim, proprio dove aveva aperto i battenti due settimane fa. In quell'occasione fu Davi Millsaps ad imporsi, ma ieri notte il copione è stato decisamente differente, perchè davanti a poco meno di 40.000 spettatori è arrivato la prima affermazione stagionale del campione in carica Ryan Villopoto e della sua Kawasaki, che quindi hanno messo la parola fine ad una striscia senza successi che durava da cinque gare.

 

Al via della finale è stato il suo compagno di squadra Jake Weimer a prendere il comando delle operazioni, tallonato dal vincitore della gara di Phoenix, Justin Barcia, e Trey Canard, con Villopoto che invece ha girato alla prima curva solamente in sesta posizione.

 

Nell'arco di poche curve però è toccato a Canard prendere le redini della corsa, scavalcando Weimer ed approfittando della caduta di Barcia, che ha danneggiato irreparabilmente la sua Honda, finendo per essere costretto ad alzare bandiera bianca.

 

Canard ha anche provato a fare un po' il vuoto alle sue spalle, ma dal modo in cui hanno cominciato a rifarsi sotto Millsaps e Villopoto è stato immediatamente chiaro che per il portacolori della Honda sarebbe stato praticamente impossibile involarsi solitario verso il successo. Anzi, il campione in carica ci ha messo davvero poco a rompere gli indugi: al quarto giro si è sbarazzato di Millsaps ed una tornata più tardi è andato a prendersi anche la leadership con una manovra piuttosto aggressiva ai danni di Canard.

 

A questo punto le posizioni si sono stabilizzate abbastanza, con Villopoto che è riuscito a prendere un piccolo margine su Canard, che a sua volta si è distanziato dagli inseguitori. Alle sue spalle invece ha preso vita un bellissimo duello per il gradino più basso del podio tra Millsaps e Chad Reed, che alla fine ha premiato quest'ultimo, permettendogli di presentarsi alla premiazione per la prima volta nel 2013.

 

A Millsaps rimane comunque la "consolazione" di mantenere la leadership nella classifica del campionato, che al momento appare davvero cortissima: il portacolori della Suzuki è a quota 63 punti, 3 in più rispetto a Canard, con Reed a -7 e Villopoto a -11.

 

Nella classe 250 SX prosegue invece il dominio incontrastato della Honda di Eli Tomac, che ha centrato la sua terza affermazione in altrettante apparizioni. Il pilota del Colorado, dunque, procede a punteggio pieno, ma deve comunque fare attenzione a non commettere errori, visto che la KTM di Ken Roczen lo tallona a soli 9 punti di distanza.

 

http://www.****/magazine/24350/ama-supercross-ryan-villopoto-ritrova-la-vittoria-ad-anaheim

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo centro di fila per Villopoto ad Oakland

Il pilota della Kawasaki domina dall'inizio alla fine, precedendo Millsaps e Dungey. Nella 250 SX vince Roczen

 

Ryan Villopoto è tornato: dopo aver ritrovato il successo nella gara di Anaheim della settimana scorsa, il campione in carica dell'AMA Supercross ha concesso il bis ad Oakland, mettendo la sua Kawasaki davanti a tutti fin dai primi metri di gara e dominando la finale per l'intera durata davanti ad un'arena gremita a livelli da record (si parla di quasi 47.000 spettatori).

 

Al portacolori della "verdona" sono infatti bastati appene tre giri per mettere 7" tra sé e gli inseguitori, inizialmente capitanati dalla Yamaha di Justin Brayton, che però ha ceduto all'attacco della Suzuki di Davi Millsaps proprio nel corso della terza tornata.

 

Complice anche una maxi-carambola che coinvolto Chad Reed, James "Bubba" Stewart e Justin Barcia, costringendo gli ultimi due a sventolare bandiera bianca con largo anticipo, Villopoto ha dovuto badare solamente a gestire la sua leadership nei confronti di Millsaps, che a sua volta non ha attaccato troppo, limitandosi a cercare di non commettere errori, visto che il secondo posto finale gli ha consentito di mantenere la vetta nella classifica del campionato.

 

Dopo il suo ottimo avvio, Brayton ha retto in terza posizione solamente fino all'11esimo passaggio, prima di cedere all'attacco della KTM di Ryan Dungey, che quindi ha conquistato il gradino più basso del podio davanti a Trey Canard e Mike Alessi. Brayton invece è precipitato inesorabilmente, chiudendo solo decimo, giusto due posizioni davanti a Reed.

 

Come detto, la classifica del campionato vede ancora Millsaps al comando a quota 85 punti, 7 in più rispetto a Canard. Si avvicina sensibilmente però Villopoto, che ora è distanziato solo di 8 lunghezze dal portacolori della Suzuki. Perdono colpi invece Dungey e Reed, con quest'ultimo che paga già 20 punti.

 

Cambia il vento anche nella classe 250 SX, con Ken Roczen che ha condotto la sua KTM al primo successo stagionale, fermando la striscia di tre vittorie consecutive di Eli Tomac, costretto al ritiro a causa di una caduta avvenuta nel corso del quinto giro. Un errore pagato a caro prezzo dal pilota della Honda, che si è visto portare via la leadership in campionato proprio da Roczen, che ora lo precede di ben 15 lunghezze.

 

http://www.****/magazine/24467/ama-supercross-secondo-centro-di-fila-per-ryan-villopoto-ad-oakland

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stewart Reed e Barcia invece malissimo :nope:.

Bubba sembra l'ombra del pilota di qualche anno fa :zizi: purtroppo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono caduti tutti all'inizio, per Chad è stata dura risalire, peccato perché ha perso punti per la classifica, anche se non mi sembra più vincente come qualche anno fa. Idem per Stewart.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La terza gara di Anaheim sorride a Ryan Dungey

Prima vittoria per il pilota della KTM, davanti a Millsaps che resta leader in classifica

 

Per la terza volta in questa stagione l'AMA Supercross ha fatto visita all'Angel Stadium di Anaheim e per la terza volta è salito sul gradino più alto del podio un pilota diverso. Dopo le affermazioni di Davi Millsaps e del campione in carica Ryan Villopoto, ieri notte è stato il turno di Ryan Dungey, che ha messo anche la sua firma nella stagione 2013, diventando il quarto vincitore differente nelle cinque gare andate in scena fino ad oggi.

 

Pur essendosi guadagnato un posto per la finale solamente nella Last Chance Qualifier, il portacolori della KTM è riuscito a portarsi al comando della corsa fin dal primo giro, approfittando anche della caduta di Justin Brayton e di un incidente che ha visto coinvolti Mike Alessi e Villopoto.

 

Una volta presa la vetta della classifica, Dungey non l'ha più lasciata fino alla bandiera a scacchi, mentre alle sue spalle la battaglia è stata davvero infuocata, con Millsaps e James Stewart grandi protagonisti: prima è stato "Bubba" a portare la sua Suzuki al secondo posto al sesto giro, ma al 13esimo giro è arrivata la risposta di Millsaps, con Stewart che poco più tardi si è arreso anche alla Honda di Justin Barcia, che ha ritrovato il podio dopo due ritiri consecutivi.

 

Nonostante la vittoria di Dungey, il campionato dunque sorride ancora a Millsaps, che porta a 14 lunghezze il suo vantaggio in classifica nei confronti proprio del vincitore. Perde colpi invece Villopoto: scivolato al 19esimo posto per la toccata con Alessi, il pilota della Kawasaki ha chiuso ottavo ed ora è quarto in campionato (dietro anche a Trey Canard), a -17 dalla vetta.

 

Per quanto riguarda la classe 250 SX bisogna invece registrare il secondo successo consecutivo della KTM di Ken Roczen, che in questo modo è riuscito ad incrementare a 20 punti il suo vantaggio in classifica nei confronti di Eli Tomac, terzo al traguardo dopo essere stato penalizzato da una brutta partenza.

 

24624_la_terza_gara_di_anaheim_sorride_a_ryan_dungey.jpg

 

http://www.****/magazine/24624/ama-supercross-la-terza-gara-di-anaheim-sorride-a-ryan-dungey

Share this post


Link to post
Share on other sites

Millsaps domina a San Diego e tenta la fuga

Sul podio insieme a lui sono saliti Barcia e Dungey, con quest'ultimo che ora è a -19 in campionato

 

Davi Millsaps non avrebbe potuto chiedere di meglio al sesto appuntamento stagionale dell'AMA Supercross, al Qualcomm Stadium di San Diego. Davanti ad oltre 55.000 spettatori, il portacolori della Suzuki è riuscito in un colpo solo a centrare la seconda affermazione del 2013 e ad allungare nella classifica del campionato, approfittando della giornata no dei rivali più pericolosi.

 

La sua finale è stata praticamente perfetta: si è portato davanti a tutti fin dall'uscita dal cancelletto di partenza, comandando per tutti i 20 giri previsti, nonostante i tentativi di infastirlo arrivati da parte di Chad Reed prima e di Justin Barcia poi.

 

L'australiano della Honda sembrava anche in grado di portargli via la leadership, ma nel corso del nono giro è incappato in un errore che lo ha fatto precipitare al settimo posto. A questo punto è toccato a Barcia provare ad andare all'attacco della prima posizione, ma nel finale Millsaps è stato più smaliziato del rookie della Honda nelle fasi di doppiaggio e quindi è andato meritatamente ad imporsi.

 

Una volta capito che non ci sarebbe stato più nulla da fare, Barcia si è quindi accontentanto della piazza d'onore, precedendo la KTM del vincitore della settimana scorsa Ryan Dungey, che ora quindi occupa il secondo posto in campionato, anche se staccato di ben 19 punti da Millsaps.

 

La top five si completa poi la Suzuki di James Stewart e con Reed, risalito nelle tornate conclusive, nelle quali si è resto protagonista anche di un bel duello con la Kawasaki del campione in carica Ryan Villopoto, autore di una gara anonima, così come Trey Canard, solo ottavo alla fine: ora i due sono entrambi a quota 105 in classifica, a ben 27 punti dalla vetta, con Reed che è addirittura 8 lunghezze più indietro.

 

Per quanto riguarda la classe minore, la 250 SX, è arrivato il quarto sigillo stagionale di Eli Tomac. Un successo che ha consentito al portacolori della Honda di ridurre a 17 punti il suo ritardo in classifica sulla KTM di Ken Roczen, che ha chiuso alle sue spalle a San Diego. Pur avendo vinto solo due gare, infatti, il tedesco è stato molto più regolare quando è rimasto lontano dal gradino più alto del podio.

 

24833_millsaps_domina_a_san_diego_e_tenta_la_fuga.jpg

 

http://www.****/magazine/24833/ama-supercross-davi-millsaps-domina-a-san-diego-e-tenta-la-fuga

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ryan Villopoto cala il tris al Cowboys Stadium

Con il secondo posto però Millsaps consolida la sua leadership su Dungey, terzo

 

Sicuramente Ryan Villopoto non sta vivendo la sua miglior stagione da quando calca la scena dell'AMA Supercross, ma è anche vero però che al momento il campione in carica è stato l'unico capace di conquistare tre successi nel 2013. L'ultimo è maturato proprio ieri notte al Cowboys Stadium, dove il portacolori della Kawasaki ha condotto la finale per ogni singolo giro.

 

All'uscita dal cancelletto di partenza il leader del campionato Davi Millsaps ha provato a portare la sua Suzuki in testa al gruppo, ma la sua leadership è durata appena pochi metri, prima che Villopoto riuscisse a stabilire le gerarchie, rimettendo la sua "verdona" in prima posizione.

 

Anzi, ancora nel corso del primo giro, Chad Reed ha provato un attacco piuttosto aggressivo ai danni di Millsaps, che ha fatto perdere parecchio tempo ad entrambi, permettendo a Villopoto di aprire la forbice sul resto dello schieramento dopo appena poche centinaia di metri dal via.

 

Mentre Villopoto scappava, alle sua spalle la battaglia per le posizioni da podio invece è stata molto calda: al terzo giro Millsaps si è ripreso la seconda posizione ai danni della Honda di Reed. Quest'ultimo poi ha dovuto difendersi dal ritorno della KTM di Ryan Dungey, che al 14esimo giro però ha trovato il sorpasso vincente con tanto di contatto.

 

Il portacolori della Casa austriaca poi ha provato anche ad andare a caccia della piazza d'onore, ma ormai Millsaps si era costruito un vantaggio di sicurezza importante. Dunque, al termine delle 20 tornate previste Villopoto ha tagliato il traguardo davanti a Millsaps, che con il sesto podio in sette gare ha consolidato la sua leadership, Dungey, Reed e Justin Brayton.

 

La classifica del campionato, dunque, ora vede ancora Millsaps davanti a tutti con 154 punti, ben 19 in più rispetto a Dungey. Il campione in carica invece risale in terza posizione a quota 130, quindi ancora distanziato di ben 24 punti: con ancora dieci gare da disputare però è ancora tutto possibile.

 

Per quanto riguarda la classe 250 SX invece bisogna registrare la vittoria della Kawasaki di Dean Wilson, che ha aperto la stagione dei protagonisti che partecipano al campionato riservato alla Costa Est.

 

24976_ryan_villopoto_cala_il_tris_al_cowboys_stadium.jpg

 

http://www.****/magazine/24976/ama-supercross-ryan-villopoto-cala-il-tris-al-cowboys-stadium

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al Georgia Dome rispunta anche "Bubba" Stewart

Primo centro per il pilota della Suzuki. Secondo Villopoto che torna a -22 da Millsaps, terzo

 

Dopo un avvio di stagione particolarmente esaltante, l'AMA Supercross ha vissuto un sabato di ordinaria tranquillità al Georgia Dome di Atlanta, dove davanti a quasi 70.000 spettatori James Stewart ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale.

 

Per "Bubba" e per la sua Suzuki è stato tutto anche fin troppo facile, visto che ha preso il comando delle operazioni fin dall'apertura del cancelletto di partenza e lo ha mantenuto per tutti i 20 giri previsti per la finale.

 

L'unico che ha provato a dargli fastidio è stato Ryan Villopoto: il campione in carica ha portato la sua Kawasaki in seconda posizione fin dalla partenza, insidiando Stewart da vicino per buona parte della corsa, ma finendo poi farsi un po' staccare e chiudendo con circa 1"5 di distacco dal vincitore.

 

Sul gradino di più basso del podio è salita l'altra Suzuki del leader del campionato Davi Millsaps, che quindi ha in un certo senso consolidato la sua posizione. Autore di una partenza non particolarmente brillante, quest'ultimo ha però prodotto una grande rimonta nelle prime tre tornate, portandosi dalla parte centrale fino alla terza posizione.

 

Dietro di lui hanno completato la top five Justin Barcia e Trey Canard, che hanno preceduto la KTM di Ryan Dungey, che quindi ha perso il secondo posto in campionato a favore di Villopoto, che comunque ha ancora la bellezza di 22 punti da recuperare.

 

Da segnalare che con il successo di Atlanta Stewart, oltre a diventare il quinto vincitore stagionale in otto gare, è entrato nel club esclusivo di quei piloti che sono riusciti ad ottenere dei successi nella serie per ben nove stagioni, andando ad affiancare Jeremy McGrath e Chad Reed.

 

Successo targato Honda invece nella classe 250 SX, con Wil Hahn che ha preceduto la Kawasaki di Dean Wilson, che comunque continua a condurre la classifica del campionato, forte anche della vittoria ottenuta la settimana scorsa.

 

25174_al_georgia_dome_rispunta_anche__bubba__stewart.jpg

 

http://www.****/magazine/25174/ama-supercross-al-georgia-dome-rispunta-anche-bubba-stewart

Edited by Fede

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ryan Villopoto piazza il poker a St. Louis

Il pilota della Kawasaki riapre prepotentemente i giochi, portandosi a -12 da Millsaps

 

L'avvio della stagione 2013 non è stato sicuramente dei più esaltanti, ma piano piano Ryan Villopoto sta rimettendo insieme i pezzi e il suo nome sta ritornando alla ribalta come quello di uno dei più concreti candidati alla conquista del titolo dell'AMA Supercross.

 

Il campione in carica ha infatti guidato la sua Kawasaki alla quarta affermazione stagionale all'Edward Jones Dome di St. Louis, davanti ad oltre 60.000 spettatori, riducendo ad appena 12 lunghezze il suo distacco in campionato dal leader Davi Millsaps, che in questa occasione non è riuscito a fare meglio del sesto posto con la sua Suzuki.

 

Alla partenza, il più lesto a scattare è stato Mike Alessi, tallonato da Justin Barcia e da James Stewart. Quest'ultimo però ha immediatamente rotto gli indugi, portando la sua Suzuki in seconda posizione nel corso della prima tornata, con Villopoto che nel frattempo si era portato in quarta piazza.

 

Al terzo giro un incidente ha costretto la direzione gara ad esporre la bandiera rossa e alla ripartenza le posizioni hanno subito diverse variazioni: questa volta è stato Stewart a mettere tutti in fila, seguito da Barcia, Chad Reed e proprio da Villopoto.

 

Due giri più tardi il campione in carica è riuscito a sbarazzarsi di Reed, poi nello spazio di poche curve ha fatto la stessa cosa anche con Barcia. A cavallo tra il nono e l'11esimo giro Villopoto ha infine dato vita ad un duello spettacolare con Stewart, riuscendo poi a trovare il sorpasso definitivo ed involandosi verso la vittoria.

 

Stewart invece ha accusato il colpo, subendo anche il sorpasso di Barcia, che però nella 13esima tornata ha commesso un errore, finendo a terra e perdendo diverse posizioni, favorendo anche il piazzamento a podio finale di Reed.

 

Per quanto riguarda invece la classe 250 SX, la vittoria è andata alla Honda di Wil Hahn, che ha avuto la meglio al termine di una bella battaglia con la Kawasaki di Dean Wilson. In questo modo è anche riuscito a guadagnarsi la leadership nella classifica della costa Est, scavalcando proprio Wilson per appena 1 punto.

 

http://www.****/magazine/25351/ama-supercross-ryan-villopoto-piazza-il-poker-a-st-louis-e-riapre-il-campionato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×