Jump to content
Beyond

Scappare prima che la nave affondi

Recommended Posts

ma di cosa discuti Yellow?

gli extracomunitari non arrivano al 10% della popolazione ma commettono il 50% dei reati...

poi su stupri e quelle cose lì la percentuale aumenta, in particolare grazie alle "civili" popolazioni dell'est....

 

bene non arrivano al 10% e fanno il 50% di reati...

supponendo che la metà facciano i reati, allora il 5% della nostra popolazione produce il 5,5% del pil, mi sembra che non tutti siano così criminali...se poi consideriamo tutti quelli che si fanno le ossa lavorando a nero, forse si arriva a parecchio di più! e non mi dite che lavorare a nero fa di loro criminali perché altrimenti qui il 95% della popolazione italiana è deve andare dentro..

 

quindi non parliamo più di immigrati come criminali visto che ci sono anche quelli che si fanno il c*lo...iniziamo a non fare di tutta l'erba un fascio! i criminali non hanno razza, possono essere cinesi come nigeriani o statunitensi....così come chi è onesto

 

 

In Congo e Venezuela no di certo, mica sono fessi. Li, molto probabilmente, se fai come ti permetti di fare in Italia, il giorno dopo sparisci e non soffri più. Qua lo dichiarano loro stessi sfacciatamente, meglio in prigione in Italia che da liberi in xyz-landia.

 

Io poi onestamente raramente sento parlare di senzatetto "nazionale" che stupra le ragazzine e fidati che conosco altre realtà e non solo quella italiana e non è un modo di fare notizia "leghista".

 

Ripeto, la gente onesta straniera SE SERVONO ben vengano, il resto per appesantire ancora di più la situazione economica-sociale, già abbastanza critiche, possono andare in Germania, Austria, Svizzera dove stanno sicuramente meglio di noi (però ho paura che li difficilmente fai quel cavolo che ti pare tutto il giorno) e torno alla prima frase, mica sono fessi.

 

quindi loro vengono dal venezuela e dal gongo per delinquere in italia? intelligenti si...

oppure vuoi rimandarli lì dove magari per una rapina se ne vanno all'altro mondo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

in Germania ed in Austria non li vogliono punto e basta.

l'altro giorno ho trovato uno che lavorava nei cantieri di una impresa che conosco, mi ha detto che qui lavoro non c'è ma che non può andare in Germania o in Austria (che sono ancora messe meglio) a cercare lavoro perchè o ci và con i soldi o dorme in strada. ha detto che solo in Italia ti danno l'assistenza se sei straniero, non se ne và no, eppure è senza lavoro da 2 anni ma ha sempre un tetto dove dormire...

Share this post


Link to post
Share on other sites

e ti pare poco?

sinceramente da italiano ne vado fiero...

 

o vogliamo mettere tutti per strada? perché ricordiamo che in queste condizioni ci sono anche famiglie italiane e pensionati...

Share this post


Link to post
Share on other sites

e ti pare poco?

sinceramente da italiano ne vado fiero...

 

o vogliamo mettere tutti per strada? perché ricordiamo che in queste condizioni ci sono anche famiglie italiane e pensionati...

 

si ma così si ritorna al discorso che faceva qualcuno prima:se stai parcheggiato in Italia senza lavoro tanto puoi tornartene a casa tua senza far spendere allo stato soldi per mantenerti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

e ti pare poco?

sinceramente da italiano ne vado fiero...

 

o vogliamo mettere tutti per strada? perch? ricordiamo che in queste condizioni ci sono anche famiglie italiane e pensionati...

Si anche io ne vado fiero, le nostre aziende stanno morendo di tasse per mantenere questo sistema, per non parlare dei danni diretti che fanno questi qua e l'apporto nullo che danno all'economia anche quelli che "lavorano"

Share this post


Link to post
Share on other sites

e ti pare poco?

sinceramente da italiano ne vado fiero...

 

o vogliamo mettere tutti per strada? perché ricordiamo che in queste condizioni ci sono anche famiglie italiane e pensionati...

 

Ma sei serio? Ci sono cittadini italiani che tra un po' vanno sotto i ponti e dobbiamo andare fieri per l'accoglienza ai clandestini? Ma diamo i numeri?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ma sei serio? Ci sono cittadini italiani che tra un po' vanno sotto i ponti e dobbiamo andare fieri per l'accoglienza ai clandestini? Ma diamo i numeri?

 

A mio parere sì, anche se è improponibile pensare di poter dare un valido sostegno a tutti. Semplicemente non c'è la possibilità.

Il problema non sarebbe l'essere "clandestini" in sè, non è che perchè uno è clandestino sia per forza un farabutto anche se, dal punto di vista legale è dalla parte del torto. Certi clandestini lo sono per forza dato che nei loro paesi è impossibile per un poveraccio ottenere passaporto e visto, e provando a mettersi nei loro panni cercherei anch'io di fuggire dalla miseria.

La vera stortura da parte nostra è il non poter/voler liberarsi da quelli che una volta arrivati qua, si mettono a delinquere. E troppi lasciano il loro paese con tale intenzione.

Non c'è giustificazione alcuna che li possa comparare, nel territorio Italiano, sullo stesso piano dei delinquenti nostrani: non che valgano di meno o di più, ma non è giusto riversare anche la propria monnezza nel giardino altrui. E naturalmente vale anche per i nostri malfattori all'estero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'altro giorno ho trovato uno che lavorava nei cantieri di una impresa che conosco, mi ha detto che qui lavoro non c'è ma che non può andare in Germania o in Austria (che sono ancora messe meglio) a cercare lavoro perchè o ci và con i soldi o dorme in strada.

Quindi parli per sentito dire o sei sicuro di questa cosa?

 

Io poi onestamente raramente sento parlare di senzatetto "nazionale" che stupra le ragazzine e fidati che conosco altre realtà e non solo quella italiana e non è un modo di fare notizia "leghista".

La stragrande maggioranza delle violenze sessuali avvengono IN FAMIGLIA.

Ancora con questa storia degli immigrati arrapati?

 

ma di cosa discuti Yellow?

gli extracomunitari non arrivano al 10% della popolazione ma commettono il 50% dei reati...

poi su stupri e quelle cose lì la percentuale aumenta, in particolare grazie alle "civili" popolazioni dell'est....

Da quali stime escono fuori queste percentuali?

Quella sulle popolazioni dell'est è di infim'ordine.

 

DOMANDA PER TUTTI:

Riuscite a spiegare il meccanismo secondo il quale sono gli italiani a "mantenere" gli immigrati?

Perchè a me non è chiaro in che modo manteniamo le persone che pisciano in strada :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

A mio parere sì, anche se è improponibile pensare di poter dare un valido sostegno a tutti. Semplicemente non c'è la possibilità.

 

Ma infatti il succo del discorso sta là. Il "volemose bene" è una gran bella cosa, ma il nostro sistema paese non è in grado di gestirlo, e non lo è mai stato, sebbene sembri che il problema sorga ora.

 

DOMANDA PER TUTTI:

Riuscite a spiegare il meccanismo secondo il quale sono gli italiani a "mantenere" gli immigrati?

Perchè a me non è chiaro in che modo manteniamo le persone che pisciano in strada :)

 

Ospedali, infrastrutture, centri di accoglienza...non stanno su con le nostre tasse?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ospedali, infrastrutture, centri di accoglienza...non stanno su con le nostre tasse?

1. a quanto ammonta il danno?

2. quindi quando sei turista e sfrutti infrastrutture e servizi (ti auguro non ospedali :) ) esteri ti senti in colpa? Stai rubando tasse quindi.

Io che vivo e studio in Germania sono un ladro? Mica lavoro qui.

3. non parlo di te, ma come mai non c'è altrettanto accanimento contro gli evasori fiscali che si avvalgono di ospedali, infrastrutture, servizi... aggratis? Loro passano per martiri di solito.

4. Se i clandestini generalmente bivaccano e pisciano in strada, di quali servizi che noi paghiamo si stanno avvalendo?

 

5. (per tutti) Per quale motivo un polacco non è clandestino e un ucraino sì? Perché i greci vanno bene e i macedoni no? La lista è lunga ma avete afferrato il concetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

1. Sinceramente non saprei che dire

 

2. Un turista, per definizione sta per un tempo ristretto ed ha anche un biglietto di ritorno (ad esempio, per andare negli USA, devi avere il biglietto di ritorno, altrimenti non entri). E in più direi che il turista porta i suoi soldi là (se non altro quelli della pernottazione).

Lo studente è, praticamente un lavoratore, quindi stiamo parlando del nulla.

 

3. Ovvio che c'è da accanirsi pure contro gli evasori, con la differenza che quelli sono i famosi criminali italiani di cui sopra che già da soli bastano a tenere paralizzato un paese.

 

4. Se il clandestino si sente male, lo si lascia morire per strada? Le strade/piazze o le baraccopoli non sono forse tenute da noi?

 

5. Quelli sono accordi tra stati e noi non ci possiamo fare niente, ma mi sembra più un appigliarsi a questioni di lana caprina, però.

Share this post


Link to post
Share on other sites

1. a quanto ammonta il danno?

2. quindi quando sei turista e sfrutti infrastrutture e servizi (ti auguro non ospedali :) ) esteri ti senti in colpa? Stai rubando tasse quindi.

Io che vivo e studio in Germania sono un ladro? Mica lavoro qui.

3. non parlo di te, ma come mai non c'è altrettanto accanimento contro gli evasori fiscali che si avvalgono di ospedali, infrastrutture, servizi... aggratis? Loro passano per martiri di solito.

4. Se i clandestini generalmente bivaccano e pisciano in strada, di quali servizi che noi paghiamo si stanno avvalendo?

 

5. (per tutti) Per quale motivo un polacco non è clandestino e un ucraino sì? Perché i greci vanno bene e i macedoni no? La lista è lunga ma avete afferrato il concetto.

 

1) Non ho dati precisi, ma siamo nell'ordine di miliardi.

2) Un turista porta liquidità attraverso il pagamento della vacanza, gli acquisti ecc..., su cui poi si pagheranno le tasse che contribuiranno a mantenere quei servizi. Inoltre in certi paesi, non in europa, devi comunque pagare per dei servizi come quello sanitario; se vai negli usa un'assicurazione è d'obbligo. Se tu vivi in germania immagino che in qualche modo pagherai le spese quotidiane.

3) Ma se c'è una campagna contro l'evasione che fa paura (ovviamente contro quella del commerciante che non fa lo scontrino, mica quella di banche o multinazionali), dove li vedi i martiri?

4) Ordine pubblico, manutenzione parchi,giardini ecc..., più tutti i costi indiretti dovuti ai mancati incassi di commercianti e così via; se io so che in quella zona ci sono magrebini, albanesi o chi per loro che fanno quello che vogliono col cavolo che vado a comprare qualcosa.

5) Per me un rumeno o in marocchino sono uguali, se vengono qua per fare i loro comodi meglio che spariscano, che facciano parte dell'UE o meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo studente è, praticamente un lavoratore, quindi stiamo parlando del nulla.

 

Quelli sono accordi tra stati e noi non ci possiamo fare niente, ma mi sembra più un appigliarsi a questioni di lana caprina, però.

No. Qui l'uni è praticamente gratis. Avessi studiato in Italia avrei potuto dire che studiavo grazie alle tasse pagate dai miei genitori. Qui non vale la stessa cosa. Sto rubando ai contribuenti tedeschi :)

 

La seconda non è esattamente così :)

 

A me fa tristezza vedere che molti di quelli che scrivono in questo topic sono nati nella fine degli anni 80 e hanno vissuto praticamente tutta la vita sotto bombardamento mediatico. ora se ne vedono gli effetti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le utenze non le paghi? Non compri prodotti (legalmente) sui cui poi si pagheranno tasse al governo tedesco?

 

Poi parli della Germania che è lo stato messo meglio in Europa al momento...loro se lo possono permettere di mantenere cittadini di altri stati, è quello il discriminante tra noi e loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le utenze non le paghi? Non compri prodotti (legalmente) sui cui poi si pagheranno tasse al governo tedesco?

 

Poi parli della Germania che è lo stato messo meglio in Europa al momento...loro se lo possono permettere di mantenere cittadini di altri stati, è quello il discriminante tra noi e loro.

Quelli sono contributi diretti, che sono una piccola parte che non basta a pagare i servizi che utilizzo. Quando avrai una busta paga te ne accorgerai. Gran parte delle tasse sono contributi diretti e patrimoniali. Non avendo stipendio e proprietà in Germania non ne pago.

 

P.S. visto che non possiamo permetterci atti di carità come la mettiamo con l'8x1000 alla Chiesa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ClaudioMose che lavoro fai x curiosit??

Perche sai questi discorsi di accogliere gli extracomunitari li sento quasi sempre dai ragazzini che ancora vanno a scuola e si fanno mantenere dai genitori.

Mi piacerebbe sapere che lavoro fai, e sei contento di pagare le (tante) tasse per vederle spese per questi

Share this post


Link to post
Share on other sites

1. a quanto ammonta il danno?

2. quindi quando sei turista e sfrutti infrastrutture e servizi (ti auguro non ospedali :) ) esteri ti senti in colpa? Stai rubando tasse quindi.

Io che vivo e studio in Germania sono un ladro? Mica lavoro qui.

3. non parlo di te, ma come mai non c'è altrettanto accanimento contro gli evasori fiscali che si avvalgono di ospedali, infrastrutture, servizi... aggratis? Loro passano per martiri di solito.

4. Se i clandestini generalmente bivaccano e pisciano in strada, di quali servizi che noi paghiamo si stanno avvalendo?

 

5. (per tutti) Per quale motivo un polacco non è clandestino e un ucraino sì? Perché i greci vanno bene e i macedoni no? La lista è lunga ma avete afferrato il concetto.

1- Il danno? Rendere invivibile zone di città mi sembra un danno importante.

2- Quando vado all'estero ci lascio dei bei soldini, come i turisti che vengono in Italia, in certe zone addirittura l'economia va avanti solo grazie ai turisti. Quindi non ha alcun senso questo paragone.

3- Evasori? Sono il problema principale del paese. Chi ha scritto che sono dei poveri martiri? Sono il cancro della società.

4- Evidentemente a qualcuno non da fastidio. Vedi punto 1.

5- Io infatti parlo di stranieri. Che può essere anche un tedesco, finlandese :asd:, del bangladesh o americano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questa discussione sta diventando un polverone: cercate, per favore, di moderare tutti i toni.

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi la soluzione se un immigrato si sente male è chiedere il permesso di soggiorno, se ce l'ha lo mandiamo in ospedale altrimenti lo lasciamo pure morire, tanto che ci frega! :up:

sinceramente spiegatemi cosa fareste a un immigrato che ha un incidente stradale per esempio...

 

Ma sei serio? Ci sono cittadini italiani che tra un po' vanno sotto i ponti e dobbiamo andare fieri per l'accoglienza ai clandestini? Ma diamo i numeri?

 

si sono serio, e sinceramente non so cosa tu abbia capito del mio discorso...

 

Si anche io ne vado fiero, le nostre aziende stanno morendo di tasse per mantenere questo sistema, per non parlare dei danni diretti che fanno questi qua e l'apporto nullo che danno all'economia anche quelli che "lavorano"

 

abbiamo uno dei migliori sistemi sociali d'europa e del mondo per quanto riguarda i poco abbienti anche se stanno diventando decisamente troppi per gestirli tutti! e sinceramente non si distingue, come dice la costituzione, le persone né dal sesso, né dalla religione, né dalla nazionalità ecc....

un bisognoso è sempre un bisognoso!

 

poi ripeto quello che ho detto in qualche post fa, gli immigrati sono un falso problema! in questo decennio ci siamo impegnati molto per aver sempre meno lavoro e lo stato è al collasso e non è per colpa degli immigrati che probabilmente avrebbero trovato posti migliori di accoglienza a e anche un lavoro se l'italia avesse fatto le scelte giuste qualche decennio fa...

Edited by Yellow

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi la soluzione se un immigrato si sente male è chiedere il permesso di soggiorno, se ce l'ha lo mandiamo in ospedale altrimenti lo lasciamo pure morire, tanto che ci frega! :up:

sinceramente spiegatemi cosa fareste a un immigrato che ha un incidente stradale per esempio...

 

Forse non è chiaro: per quanto mi riguarda, un immigrato clandestino non dovrebbe neanche trovarcisi in un incidente stradale italiano, perchè dovrebbe essere rispedito a casa. Mi pare ovvio che il sistema è malato e, quindi, se il clandestino si trova qua è necessario dargli i soccorsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×