Jump to content
Sign in to follow this  
Osrevinu

Le minigonne mobili

Recommended Posts

U? ma x? sono spariti i miei vecchi post? :rotfl:

me li avr? censurati Mau su suggerimento di ken? :pensieroso: :sbonk:

CIAO GIGI!dopo un terribile BAN tra capo e collo,sono rientrato in questo forum sotto nuova identit? :ph34r: a discutere di ci? che nella vita mi fa guadagnare la pagnotta e che mi permette di dare il meglio di me,(immagina il peggio B) ,l'aerodinamica.

ebbene si,ho contattato l'amministratore del forum al quale sono molto simpatico :D:-P:down: e ho prontamente fatto cancellare tutti i tuoi precisissimi post,per me croce e delizia,pi? croce che delizia...Spero davvero che tu possa ricominciare a partecipare alle discussioni da competente quale hai sempre dimostrato d'essere.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Spero davvero che tu possa ricominciare a partecipare alle discussioni da competente quale hai sempre dimostrato d'essere.

Grazie magic e grazie Ken (anche per il generoso titolo di competente) ma in realt? non ho mai smesso di partecipare, solo che non ho sempre qualcosa da dire :rotfl:

e infatti spesso mi ripeto :pensieroso:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peter Wright, incoraggiato e guidato da Colin Chapman, ? l'uomo al centro di questo processo. Alla base di tutto quesato, racconta, ci sono state i problemi con gli alettoni sulle Lotus 49b al G.P. di Spagna del 1969:"All'epoca lavoravo x la BRM e Tony Rudd(il progettista capo) mi chiedo se era possibile ottenere la deportanza senza gli alettoni, cos? cominciammo ad esplorare quest'idea in galleria del vento. Iniziammo a costruire una vettura a forma di ala, ma non aveva le minigonne e probabilmente non avrebbe mai funzionato in modo ottimale. Il suo sviluppo fu bloccato dai dirigenti".

Qualche anno dopo Rudd e Wright si ritrovarono alla Lotus. Insieme al progettista Ralph Bellamy, costruirono un modellino in galleria del vento e notarono che, quando le fiancate a forma di ala erano sigillate con delle bandelle (minigonne) in cartone, il rapporto tra la deportanza e la resistenza aerodinamica diventava straordinariamente efficiente. "Eravamo un preoccupati perch? non sapevamo se ci avrebbero permesso di montare le (minigonne), dato che avrebbero potuto essere interpretate come un dispositivo aerodinamico mobile (vietato)", spiega Wright.

"All'inizio corremmo con le minigonne a spazzola e non funzionarono molto bene. Poi passammo al prolipopilene. Mala vera rivoluzione avvenne quando utilizzammo le estremit? in ceramica per evitare che le minigonne si consumassero completamente. Cos? riuscimmo ad avere delle minigonne mantenute al suolo dalla pressione, anzich? aspirate contro le molle che premevano verso il basso. Questo trasform? la loro efficacia". ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×