Jump to content
Sign in to follow this  
IcemanKR9

Parolacce nelle interviste sul podio...

Recommended Posts

sarei curioso di sapere cosa penserà Kimi quando gli diranno "guarda che non puoi dire shit sul podio perchè è diseducativo"

Share this post


Link to post
Share on other sites

sarei curioso di sapere cosa penserà Kimi quando gli diranno "guarda che non puoi dire shit sul podio perchè è diseducativo"

 

"ok"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Londra, 7 novembre 2012 – David Coulthard si è dovuto scusare col pubblico per il linguaggio volgare utilizzato da Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel sul podio di Yas Marina.

“Non mi piace fare questo genere di interventi. Va tutto in diretta televisiva e non credo che sia educativo” – ha detto David Coulthard che si è trovato nell’imbarazzo generale dopo che Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel hanno utilizzato un linguaggio scurrile durante le interviste effettuate sul podio dopo la gara.

Ad Abu Dhabi, Coulthard aveva chiesto al pilota finnico della Lotus quanto sia stato emozionante tornare alla vittoria e Raikkonen ha detto: “L’ultima volta che ero arrivato primo, molti di voi mi avevano riempito di m… perché non avevo sorriso. Ebbene, non lo farò adesso. Sono soltanto contento per la squadra”.

Non soltanto “Iceman” ha risposto davanti al pubblico con volgarità ma anche Vettel, dopo che Coulthard aveva chiesto se il suo terzo posto dopo essere partito ultimo dai box era un passo avanti verso il terzo titolo, ha utilizzato un espressione colorita nella risposta:

“Dopo quello che è successo sabato in qualifica ho dovuto disputare una gara ben differente. Ed è andata molto bene. Ma ho rischiato di mandare tutto a p…. E anche durante il Gran Premio ho corso un grosso pericolo, danneggiando quella f… ala anteriore” – ha dichiarato Vettel sul podio.

Vettel in particolare non é nuovo all’utilizzo di espressioni volgari nelle interviste. Ora si attende un’eventuale reazione della FIA che potrebbe richiamare i piloti all’utilizzo di un linguaggio più consono. Ma sicuramente meno spontaneo.

 

fonte F1Passion.it

 

Cosa ne pensate?

 

 

comunque ho riascoltato le interviste, ma la parolaccia di Vettel quando parla dell'alettone non la sento mica...

 

mi pare che ne abbiano detta una a testa, "shit" Kimi e "fuck it up" Vettel...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che in effetti potevano un pò limitarsi, considerando che la gara era passata, ma è sempre difficile considerando quello che c'è in gioco. Poi dobbiamo considerare che gli sportivi di quel livello, in generale, non sono propriamente dei fini intellettuali. Anche nelle moto più che di f... e di moto non sanno parlare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo. E' come aspettarsi frasi filosofiche e intellettuali in una conferenza stampa di Cassano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah non so. Una cosa e' certa che David ne ha fatte di tutti i colori IN GARA e secondo me e' l'ultimo a potersi indignare per qualche cattiva parola di piloti tesi allo spasimo dopo un GP come quello che si e' visto.

 

 

 

 

Regards,

The frog

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo ammetto. Quando Domenica hanno annunciato Coulthard come intervistatore ho goduto come un riccio.

 

Insomma proprio lui che aveva duramente criticato la carriera del finlandese che lo intervista dopo la vittoria. Impagabile.

 

Adesso lo critica pure per aver usato un linguaggio scurrile, dopo il suo dito medio in mondovisione. La goduria è diventata quadrupla :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

«È davvero una nostra responsabilità collettiva assicurarci che i piloti siano a conoscenza che questo linguaggio non deve trovare spazio durante gli eventi con i media» :blah1:

 

 

:sticazzi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adesso mi sovviene un Kubica che dopo Canada 2008 (gara vinta dal Polaccco) al giornalista di Sky che gli chiedeva come erano stati gli ultimi giri rispose, in Italiano: "una gran rottura di p...e"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adesso mi sovviene un Kubica che dopo Canada 2008 (gara vinta dal Polaccco) al giornalista di Sky che gli chiedeva come erano stati gli ultimi giri rispose, in Italiano: "una gran rottura di p...e"

lo disse nella saletta prima di salire sul podio,mi ricordo che si sentì bene un "mi sono rotto i co****ni"

Share this post


Link to post
Share on other sites

per che si rompono tanto i co****ni? è una cosa che dopo tanti compleanni non ne capisco ancora :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

e perche' non gli hanno dato una reprimenda gia' anni fa quando ha detto "i was having a shit"?

tirano fuori la morale come comoda a loro, cioe' alla FIA?

Share this post


Link to post
Share on other sites

bravo Coulthard, non ? molto educativo, insegnaci tu

 

David_Coulthard-fingers.jpg

Me lo ricordo come ieri quell'episodio :rotfl:

A fine gara, in conferenza si scuso in diretta "mi dispiace per i bambini che mi hanno guardato" o una cosa del genere :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

e perche' non gli hanno dato una reprimenda gia' anni fa quando ha detto "i was having a shit"?

tirano fuori la morale come comoda a loro, cioe' alla FIA?

 

Beh è diverso, quella non era un'intervista "ufficiale" ma era stata rilasciata a una TV. La FIA non può (e meno male!) mettersi a controllare tutte le parole dette dai piloti ai vari media.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono d'acordo , non era sul podio, ma se ben ricordo, nessuno ha gridato allo scandalo, il tutto e'stato considerato come una battuta molto originale di kimi,. premesso che kimi e' comunque il piu' originale dei piloti, non capisco questa improvvisa onda di puritanesimo. non giustifico le parolacce, ma si sentono piu' sconcerie quotidiane profferite proprio da coloro che dovrebbero dare l'esempio di buona educazione.

 

cmi scuso -accordo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io cambierei il titolo con "David Coulthard si è dovuto scusare col pubblico di m... per il linguaggio volgare usato da Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel sul podio di quel f... posto chiamato Yas Marina" :asd:

 

Scherzi a parte, credo che indignarsi per delle "parolacce" sia una pratica talmente preistorica, che nel ventunesimo secolo dovrebbe essere estinta.

Inoltre, trovo che queste interviste sul podio siano molto più spontanee e sincere di quelle in sala conferenze.

 

Non ho mai guardato le interviste in sala stampa.

Un'accozzaglia di frasi fatte che non meritano il mio tempo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sembra normale che dicano qualcosa a chi usa termini scurrili sul podio ... con tutti i termini che ci sono non vedo perchè usarne certi !

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Non ho mai guardato le interviste in sala stampa.

Un'accozzaglia di frasi fatte che non meritano il mio tempo

 

Nemmeno io.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nessuno si ricorda di quando la f1ca fu modificata in foca perchè in Italia suonava male ( bene :asd: ) ?

 

Ho impression e che non se ne ricordo nessuno, perchè si è sempre chiamata FOCA

 

Come diceva Marlon Brando in Apocalypse now "Noi addestriamo dei giovani a scaricare Napalm sulla gente, ma i loro comandanti non gli permettono di scrivere "ca**o" sui loro aerei perché è osceno".

:zizi:

E a proposito di parolacce:

http://www.youtube.com/watch?v=3QXk5M8OQKM&feature=related

:asd:

 

mica i pilkoti di F1 anmmazzano la gente.... proprio vero piùà che scrivere quello che si pensa, a volte dobbiamo pensare a quello che scriviamo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non letterale ma suonava così

"oggi le F1 sono talmente sensibili che in curva basta una scoreggia per finire fuori pista"

 

Toh :zizi: David Coulthard ad una TV USA nel periodo di un GP a Indianapolis

 

Non è il caso di montare chissachè per due parolette che non scandalizzano nessuno, è successo e basta.

Solo credo sia meglio un po' più di autocontrollo (a volte anche per il sottoscritto :whistling:) e buone maniere senza scadere nel moralismo soprattutto in pubblico

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×