Vai al contenuto
konradkid

Le nostre carriere a GP2/3/4...

Messaggi raccomandati

GARA 6 – AUSTRIA: nelle qualifiche, dopo un po’ di errori strappo un giro discreto in 1’10”582, che mi varrà la pole per soli 0”118. Cerco inutilmente di migliorare ancora ma comunque nessuno riesce a battere il mio tempo, ed è pole per la 5° volta consecutiva!!

Gara, partenza…i semafori sembra che durino troppo poco; a tratti ho paura di aver fatto jump start, invece no, ma siccome non dò subito gas Schumi mi affianca, mi vedo 2°; ma alla prima, prudente, staccata torno in testa. Nel primo giro sembro volare, al terzo settore i miei avversari non li vedo più…ma recuperano e fanno il giro più veloce (di poco); al 2° giro Schumi inizia ad attaccarmi alla Gosser, mentre io guadagno nel settore centrale, nei due curvoni veloci gli do un bel distacco; nel giro successivo ci affianchiamo all’uscita della Remus, ci tocchiamo persino, inavvertitamente, per fortuna è lui che fa un bel voletto (innocuo), mentre io riporto come unica conseguenza quella di vederlo per aria negli specchietti :asd: , ah ah ah, una volta tanto ho avuto fortuna (i contatti nelle libere e non erano stati certo confortanti, così come un paio di testacoda miei nel warm up). Lui perde un po’ di terreno e mi accorgo che viene superato dalla McLaren di Hakkinen. Inizialmente sembra che sia sotto controllo, ma mi raggiunge improvvisamente all’uscita della Remus, e io mi devo difendere all’interno per affrontare la Gosser. Ma poi lo stacco bene nel mio punto forte, mi riprendo il giro più veloce della corsa, che miglioro altre due volte nei passaggi seguenti, e trovo il sistema per tenerlo a distanza: non staccare troppo tardi alla prima curva e poi uscire a bomba: non mi prende :emovedi: !! Ralf mi ruba il giro più veloce. A un tratto leggo che è 2° Schumi a 2”7. Tengo duro. Segna il giro più veloce, mi rimonta 0”5 in una botta sola e si porta a 2”3. Nel giro successivo mi prende altri 0”2. Poi fa nuovamente il giro più veloce ma il mio vantaggio resta invariato: mi ha preso pochi milesimi. Mancano ancora 3 giri, penso “al limite se mi piglia 1” al giro mi raggiunge a 1 giro dal termine e poi resisto”. A 1 giro dalla fine ho 1”9, sono stato solo pochi millesimi più lento. Da un giro si intravede un doppiato all’orizzonte. Per fortuna è abbastanza veloce, forse non lo raggiungo. All’ultimo giro faccio una scodata pericolosa a mezzo giro dalla fine (perché mi distraggo pensando a come urlerebbe Mazzoni :asd: , e alla mia riscossa dopo Imola e la non convincente Barcellona), ma controllo, perdo 0”6 ma chi se ne frega: vinco il gran premio davanti a Schummi (il mio giro più veloce dista 80 millesimi dal suo ed è appena il 4° miglior giro della corsa: che battaglia!), mio rivale numero uno in classifica, e vado a 40 punti contro i suoi 29 e i 25 di Montoya.

Hakkinen era andato in testacoda alla Castrol come un principiante. Il doppiato che intravedevo all’orizzonte era la Sauber di Heidfeld, ecco perché era così veloce (fiuuu…pericolo scampato). Ho vinto una gara tiratissima e sono rimasto concentratissimo dall’inizio fino alla fine, freddo (beh…fatti tremare mani e/o piedi col volante…addio! Il volante costringe a stare freddi e concentrati), tutt’altra cosa rispetto a quando mi gasavo per essere in testa e magari sbagliavo per l’emozione, ora ero freddo, granitico, non ho fatto una piega nemmeno quando Schumi mi ha toccato, e poi ho vinto!!! Volevo vincere il GP d’Austria, lo volevo vincere, e ci sono riuscito. Tutte cose che mi rendono felice!!! Grande progresso psicologico (e la psicologia è molto importante). E ora…Montecarlo…ho due conti in sospeso, sia per come è andata l’altra volta (k.o., si ringrazia Alonso doppiato) sia per le prove invernali con tempi altissimi…ma siccome lo standard che sto mantenendo in campionato è molto più alto, ecco la mia sfida: cercherò di fare in modo che a Monaco il mio standard prestazionale non sia da meno rispetto alle altre piste!

 

GARA 7 – MONACO: Dopo altre ricerche disperate sui forum di GP4, trovo finalmente il modo per utilizzare le levette dietro il volante e avere il cambio semiautomatico!!! E fare a meno dell’automatismo di GP4. Come? Usando una piccola applicazione chiamata rb-joy!!! Finalmente potrò sfruttare appieno il volante!! :yeah: Tra l’altro con questa applicazione posso girare anche la schermata dei tempi. A Monaco sarà un’innovazione fondamentale il cambio con le levette!! Il settaggio dell’applicazione però all’inizio è un po’ cervellotico. Non riesco subito a farla funzionare a dovere. Ma va tutto ok in tempo per le prove ufficiali.

 

Non sono molto costante nei tempi, e non mi riesce nemmeno un giro buono, fra errori e auto lente e problemi di slow motion del pc, faccio a fatica un misero 1’19”133 che mi vale la seconda fila! Ero in prima fila fino a pochi secondi dal termine delle qualifiche, ma sono stato scavalcato dalle Williams di Montoya. Per fortuna che Schumi è invischiato in 20°posizione, sta peggio di me il mio miglior rivale, bene! Cerco allora di puntare ad arrivare al traguardo, fare punti per il mondiale.

Dopo il warm up, le premesse per la gara non sono certo le migliori, poiché le mie prestazioni sono scarse (8°tempo) ma almeno riesco a non sbattermi (salvo per una distrazione a fine sessione).

Nella gara, la mia partenza è eccezionale: dopo la Sainte Devote mi trovo affiancato a Montoya ma esco meglio in accelerazione e lo supero, portandomi al 2°posto. Ottimo!!! A quel punto il mio obiettivo è mantenere la posizione, anche perché Hakkinen lì in testa vola, mi sparisce subito dalla visuale, e pur girando bene e guidando pulito, non riesco a tenere il suo ritmo…e logicamente non sono disposto a correre rischi per cercare di acciuffarlo, dal momento che ha 21 punti meno di me in classifica, e io ne ho 11 più di Schumi, che oggi è indietro…una buona occasione per me per distanziarlo. Preferisco controllare Montoya, cosa che mi riesce senza problemi. Su di lui ho un vantaggio che oscilla da 1 a 2 secondi. Non rischio, faccio giri tranquilli, Hakkinen è quasi sempre più veloce di me e lo lascio andare…a due giri dalla fine spuntano i primi doppiati…all’ultimo giro supero Enge sotto il tunnel (all’ingresso gli sono a fianco) e non si vede nulla per colpa del buio, ho paura di tamponare la Minardi che mi è davanti (è…Alonso!). Avevo circa 2” su Montoya, si era avvicinato, credo di poter stare tranquillo fino al traguardo, invece alla Piscina supera anche lui il primo doppiato (che mi copriva le spalle), così alla Rascasse ce l’ho nuovamente dietro, ma difendo bene il secondo posto e passo sul traguardo con appena 3 decimi su di lui. Mentre Hakkinen mi prende altri 5” solo nell’ultimo giro (ero a 10” da lui…). 6 punti d’oro, pesantissimi, e su Schumi vado a +17 nel mondiale :D : 46 a 29. Hakkinen ha adesso anche lui 29 punti, ha agganciato Schumi. Tutto sommato, viste le premesse, sono proprio contento per come è andata questa gara, anche se i miei picchi prestazionali nelle libere potevano far presagire a ben altro…ma è meglio non pretendere troppo, con tutti gli errori che, sempre nelle libere, ho fatto, avrei potuto anche restare a secco. Invece quel che è successo è un’ottima cosa in chiave mondiale!

 

GARA 8 – CANADA: dopo il buon secondo posto di Monaco, buono in ottica mondiale, aumenta la mia sete di vincere, quell’istinto animalesco che mi fa vedere i piazzamenti come fossero un contentino, come se solo nella vittoria trovassi la vera gioia. Mentalità pericolosa, ma quella di Montreal è una pista storicamente amica.

 

In qualifica, strappo ad Hakkinen la pole position con 1’17”119. Insisto con un altro treno di gomme e faccio 1’16”879, stavolta la pole non me la può più levare nessuno… Infatti! Ed è la prima pole position col cambio manuale!

Dopo un buon warm up (2°tempo in 1’17”352 contro 1’17”283 di Schumi e 1’17”517 di Hakkinen), in gara faccio sì una buona partenza, ma dopo solo mezzo giro Hakkinen mi attacca al tornante, io mi difendo all’interno, riallargo la traiettoria e BUM, lo tocco, va in testacoda e riparte dalle retrovie. Poco male, fin qua, anzi benone, ma Michael mi attacca come uno squalo prendendo la mia scia nel rettilineo, io per difendermi arrivo lungo e taglio la chicane andando nella sabbia, gli taglio la strada rientrando in pista, lui perde la ruota anteriore sinistra e si ritira al volo, io perdo metà del mio alettone anteriore :doh: . Mi infila la Williams di Montoya ma sono pur sempre secondo, e ci resto per tutto il giro, sicchè rinuncio alla sosta per le riparazioni (Hakkinen è 19°) e tento il tutto per tutto resistendo. All’ 8°giro, ho un distacco abissale dal primo, ma sono ancora secondo! Nel frattempo la Williams di Ralf, che mi attaccava, è andata pure lei in testacoda alla famosa ultima chicane…io l’ho toccato in entrata, ma lui mi ha chiuso! Pure Trulli sulla Jordan si è dovuto arrendere alla mia stoica resistenza…insomma, l’inarrestabile Konradkid non lo ferma più nessuno!!! :asd: Un’impresa alla Gilles Villeneuve, sarebbe un secondo posto storico, e se Montoya lì davanti rompesse qualcosa… io insisto, decido di farlo finchè sono a punti, e confido anche nella pochezza dei rivali che mi inseguono (BAR e Jordan). Purtroppo ad un tratto vado lungo al tornante e la Williams di Ralf, nel frattempo tornata sotto, mi passa all’interno, e passa anche la Jaguar di Irvine. Stringo i denti, sono pur sempre quarto, ma noto con orrore che Hakkinen è in piena rimonta, e a un tratto…me lo trovo dietro! Coadiuvato da Coulthard, che a un tratto mi passa, nel primo settore…è molto più aggressivo delle Williams e proprio non riesco a resistergli, con la macchina così menomata (che oltretutto non supera i 303 km/h sul rettilineo!!!), e poco dopo mi passerà anche Hakkinen, al tornante, e la Benetton di Fisichella imiterà Irvine approfittando della manovra. A questo punto buonanotte, il sogno è sfumato, sono 7° :dott?: ed entro ai box; all’uscita mi lancio con aggressività all’inseguimento, e nonostante qualche sbavatura sfioro il giro più veloce di appena un millesimo!!! Arrivo 19° e ultimo, con il rimpianto di avere sprecato una grossa occasione per andare a +21 in classifica, dove ora Ralf è secondo a 12 punti da me, Hakkinen, con tutta la botta iniziale ha preso 2 punti ed è a 15 punti, Michael è 4°, fermo a 17 lunghezze da me.

Che pasticcio: errore di guida prima, errore di strategia poi! :doh:

Mi fa specie il non riuscire a tirare fuori, per fifa o chissà per quale ragione, tutto il mio potenziale quando davvero serve. Ho sprecato, qui in Canada, una grande occasione. Cercassi, piuttosto di non strafare!!

 

GARA 9 – EUROPA (Nurburgring): Nelle qualifiche ho uno screzio con la Minardi di Alonso nella prima serie di giri…poi un incidente con Coulthard che mi attacca in malo modo nella curva a sinistra che segue la chicane veloce (Schell). Torno in pista furibondo e faccio prima il 3°tempo, poi la pole in 1’16”6, poi ritocco ancora il tempo con 1’16”2.

In gara, primo giro alla grande, Schumi è a 0”8; poi recupera qualcosa al secondo giro, ma in seguito lo distanzio di oltre 1” e continuo a marciare a ritmo da qualifica. Ma al 7°giro, cercando di forzare ulteriormente, vado largo sull’erba all’uscita del tornante, faccio un testacoda e torno in pista 6°. Schumi va in testa alla gara e vincerà facile. Nella mia sfortuna la fortuna: Hakkinen rompe il motore e passo 5°, mi getto all’inseguimento di Coulthard, sono a 3”2, poi 2”9, poi 1”circa…faccio il giro più veloce e a tre giri dalla fine gli sono a 0”9, poi 0”8, poi 0”5. Al penultimo giro un leggero “largo” prima del rettilineo mi vanifica la possibilità di un attacco alla chicane, ma all’ultimo giro non sbaglio, gli prendo la scia, lo sorpasso all’esterno!!! E la frenata è perfetta, non vado lungo… 4°posto, a un tiro di schioppo dalle due Williams che sul podio faranno compagnia a Schumi! Mi sarebbe bastato non avere fifa per vincere la gara! Accidenti, accidenti, accidenti!! Sono ancora in testa al mondiale, ma ora Ralf è a 9 punti da me, Michael a 10.

Ho fatto appena 3 punti nelle ultime 2 gare, mi devo risvegliare!! :pensieroso:

 

[…continua…]

Modificato da konradkid

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le ultime due gare hai fatto due prestazioni non proprio da ricordare... Peccato per l'errore in Canada...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

GARA 10 – FRANCIA: certamente l’obiettivo di inizio stagione, quello di pareggiare i tempi realizzati con la tastiera, lo sto centrando in pieno e sto lottando per il mondiale. A questo punto è ovvio che l’obiettivo diventa quello di vincerlo! Sono in testa alla classifica nonostante svariati errori, ma le prestazioni ci sono, come dimostra la raffica di pole (7 su 9) ottenute sinora. Svegliamoci dunque! :emovedi:

 

Nelle qualifiche, dopo due incidenti da asino appena uscito dai box :incazzato:, stampo un buon 1’14”1, poi un pazzesco 1’13”294!!! Sono scatenato!!! Distacco sul secondo: era 1”7, scende a poco meno di 1”5 solo a fine sessione. Il mio più grosso rivale sarà l’emotività.

Parto per la gara, concentratissimo, partenza perfetta, primo giro “cauto” e dò 0”7 a Schumi, poi faccio il giro più veloce, migliorato ancora (definitivamente) al terzo giro in 1’14”862, il mio vantaggio si incrementa piano piano, salvo al 4° giro dove cedo 0”4 a Schumi per un’ incertezza alla chicane Nurburgring. È ora sui 4”; va sui 5” a metà gara, a quattro giri dalla fine piomba a 10”, avrà fatto qualche errore…si, un’uscita alla Estoril che gli costa 4”, ed è pure fortunato a non farsi sorpassare da Coulthard, che sopraggiungeva. Intanto io giro piuttosto costante, come un orologio svizzero, i miei tempi fluttuano entro pochi decimi di secondo. Solo negli ultimi due giri Schumi mi ruba qualcosa: 1” al penultimo per un mio errore alla Imola, 1”8 all’ultimo giro per i doppiati. Uno, il solito Alonso, lo doppio all’ultimo giro dopo la Chateau d’eau (non rallenta di un solo chilometro orario!!! Anzi, cerca pure di resistermi affiancandomi alla Lycéé!!!! Il solito c….one, meno male che stavolta non corro grossi pericoli come a Interlagos, o peggio…Monaco del campionato scorso), ma intanto vinco con 8”4 di margine (il massimo vantaggio era 11”2 dopo 12 giri, a due dal termine), pole, vittoria, gara sempre in testa…il mio secondo grand chelem stagionale!!! Ed è la mia prima vittoria col cambio manuale! :auguri: Una delle mie vittorie più belle, visto che prima di questa per tre gare non ho vinto ed ero teso.

Classifica: Io 59, Schumi 45, Ralf 41, Hakkinen 33.

 

GARA 11 – GRAN BRETAGNA: Nelle qualifiche, faccio subito un 1’21”5 che sembra buono, lo miglioro con 1’21”211 che sembra “il tempo della sicurezza” (rovinato da un terzo settore non al top, poteva scendere sotto l’1’21”!!!), ma Coulthard a 8 minuti dalla fine mi si avvicina a soli 0”014!!! Altro che sicurezza, sono stato fortunato! :ph34r: E salvo la pole.

 

Mi preparo per la gara. Se me la dovessi giocare con Coulthard, male che vada non è un mio diretto rivale nella lotta al titolo, quindi non devo fare una tragedia se mi supera. Ma dovrà sudarsela. Sarà dura, ma sono pronto alla sfida.

Il warm up è abbastanza brillante: visto che il primo fa 1’21”5 con poca benzina e io 1’21”7 ma con auto carica di benzina, un po’ me la rido.

La gara invece è molto più dura del previsto. Partenza, ottima, ma Montoya dalla seconda fila fa un balzo pazzesco e si mette alle mie calcagna. Esce benissimo dalla chapel e tenta un primo attacco già alla Stowe. Guadagno un po’ solo in uscita dalla Club ma alla frenata della Abbey lui si sposta all’interno, non so se per difendersi da Coulthard, minaccioso alle sue spalle, o se per farsi vedere da me. Ma io nel secondo settore ho guadagnato 2 decimi su di lui. Purtroppo non riesco ad essere brillante come vorrei, anche se gli prendo altri 0”2 nel terzo settore. Siamo solo al primo giro, il mio vantaggio è di appena 0”543. Per fortuna lui ha Coulthard dietro, ma alla Chapel esce sempre meglio di me e mi prende la scia per il rettilineo. Ho un po’ di sottosterzo all’entrata della Priory, in compenso reggo bene e poi esco molto meglio dalla Woodcote, giusto per respirare sul rettilineo d’arrivo. Al 2°giro faccio appena 1’23”848, ho 0”851 di vantaggio. Ma vado un po’ largo alla Chapel e lui mi si riappiccica come un francobollo. Mi prende ben 7 decimi al primo settore (ma sono io che vado piano!!! 23”7, uno schifo, e non so perché, forse per colpa della slow motion) e alla Stowe mi devo difendere all’interno, cerco di non farmi prendere la scia. Gli prendo 0”4 al 2°settore, ma sbando alla Abbey per colpa del cordolo, lui si scansa leggermente ma non ha spazio per passarmi. Con uno schifoso 1’25”492 ho 0”695 di vantaggio dopo 3 giri. Ma perchè vado così piano? :scalaspecchio: Eppure mi sentivo in forma…ora è persino Alesi che fa il giro più veloce, in 1’23”352. Montoya prende ancora la mia scia e cerca di attaccarmi alla Stowe, ecco, è la battaglia la cosa che mi rallenta. Ma se tirassi fuori ciò che so fare… Si deve difendere da Coultard, per la seconda metà del 4°giro respiro, faccio1’23”417, ma Coulthard con 1’23”333 segna il nuovo limite (e so che posso fare oltre 1” meglio!!!). Ho 0”785 di vantaggio. Al 5° giro mi sfugge di mano la situazione, con Montoya appiccicato in scia sull’hangar straight, negli specchietti vedo anche Coulthard, uno da una parte uno dall’altra, e non capisco chi mi sia più vicino, perché io mi difendo all’interno e non posso inquadrare entrambi contemporaneamente. Montoya è deciso, io resto all’interno ma lui mi sorpassa all’esterno! E io non riesco a contrattaccare subito. Logicamente, stando all’interno, perdo un po’ i punti di riferimento per la frenata e freno un po’ prima di quanto potrei. Del resto lui fa una manovra veramente ardita :stralunato:. Avevo scodinzolato troppo nella serie di curve Maggots-Becketts-Chapel (i miei punti deboli) e lui si è riappiccicato. Il sorpasso però sortisce i suoi effetti sui miei tempi: ho Coulthard appiccicato dietro, seguito dalla rossa di Schumi, non posso permettermi altri sgarri, e poi non voglio favorire la slow motion. Intanto nel resto del giro non perdo troppo terreno e sul traguardo ho 1”334, anche se ho perso ben 1”8 al secondo settore (e sono arrivato un po’ lungo alla Club), d’altra parte recupero 3 decimi netti nel terzo settore. Montoya fa 1’22”777, giro più veloce della corsa. Al 6°giro faccio una Stowe tranquilla perché Coulthard è vicino ma non troppo, poi il mio crono è 1’22”564, giro più veloce della corsa, più veloce di Montoya che ha fatto 1’22”749! Suono la campanella del risveglio? Sembra, ma purtroppo è quasi un fuoco di paglia. Dico quasi perché ora ho 1”149 da lui e Coulthard è a 1”3 da me (gli ho dato 0”6 in questo giro. La battaglia però è per settori…considerate le scie) e al 7° giro insisto e mi porto sulla sua scia (elastico tra primo e secondo settore, 3 decimi alla volta, prima lui a me poi viceversa) facendo 1’22”037, distacco 0”563: ora sono io a mettergli pressione! :D Coulthard è a 1”5. 8°giro perdo i soliti 3 decimi (scarsi, stavolta) al primo settore, guadagno 77 millesimi nel centrale, non riesco a essere perfetto alla Brookland e perdo la possibilità di attaccarlo sul traguardo (peccato, avrei voluto vedere la scena…) ma gli sono a 0”351!!! 4 decimi recuperati nel terzo settore (il mio preferito eh?) 3 giri stoici, dal 6° all’8°, ora ho fatto 1’22”216. Purtroppo la mia rimonta vendicativa finisce qui (sarebbe stato bello vincere con una contromossa simile..), poiché al 9° giro lui risponde…per la verità sono io che ripiombo nel sonno: nonostante un primo settore perfetto dove perdo solo poco più di un decimo (eh, forse con la macchina leggera riesco a gestire meglio questo setup?), perdo sprint e non riesco ad essere incisivo nel secondo, dove perdo 0”3, anche se gli prendo un decimo nel terzo, lui si è portato a 0”621 (Tempi: Montoya 1’22”299, Io 1’22”569). In realtà ancora non è detta l’ultima parola sul nome del vincitore di questa corsa. Coulthard è a 1”6 da me. Ma al 10°giro arrivo leggermente lungo alla Club, ingannato da un’illusione ottica (mi sembrava a momento di poterlo superare in stile sorpasso mitico su Fisichella a GP2…) e pizzico l’erba. Un errore che vanifica le speranze di rimonta. Addio sogni di gloria, perché ora mi devo grattare Coulthard :angry: , che si rifà minaccioso (anzi, almeno ho evitato il testacoda, che sarebbe stato ben peggio). 8 decimi persi al secondo settore (uno abbondante al primo), gliene rimonto due nell’ultimo. Distacco 1”347, 1’22”984 il mio tempo, contro 1’22”258. Mancano due giri al termine, sono forse i più sofferti, devo stringere i denti per un secondo posto (avrei ben preferito farlo per la vittoria): Coulthard è a 1” dietro, Montoya 1”3 davanti a me, ma sbando tra la Beckets e la Chapel (una sbandata da 1”) e Coulthard così può ben appiccicarsi a me, prendere la mia scia, sarebbe capacissimo di infilarmi all’interno, dove gli lascio uno spazio appena sufficiente (non mi sposto troppo per non perdere nuovamente i punti di riferimento), o all’esterno, ma per fortuna non ci riesce perché gli chiudo adeguatamente la porta in faccia. La memoria corre al duello del Nurburgring, da me vinto, ma non c’è tempo per i ricordi: alla Club ci riprova, io mi metto un po’ all’interno, vado un po’ lungo, rallento troppo, lui mi affianca e mi sorpassa sulla sinistra, in uscita, in accelerazione (ha potuto accelerare un po’ prima di me), ma io gli rispondo immediatamente: mi metto prepotentemente all’interno alla staccata della Abbey, lui cerca di resistermi all’interno ma sbaglia prendendo troppo il cordolo, rientra in pista lento, io sterzo a destra e lo infilo definitivamente!!! TIE’!!! In stile Barrichello su Raikkonen nel 2003, all’entrata della Bridge! :lol2: Ora ho 5”260 da Montoya e manca un giro, e ho circa 7 decimi su Coulthard. Ho girato in 1’26”265, contro 1’22”352 di Montoya. L’ultimo giro è abbastanza tranquillo, Montoya mi dà 3 decimi sia nel primo che nel secondo settore, gliene rendo uno nel terzo, Coulthard mi prende solo 4 millesimi nel giro (tre decimi lui nel primo, due e un decimo negli altri due settori, a mio favore). Arrivo secondo ma in classifica guadagno e porto a 17 punti il mio vantaggio su Schumacher, mio più diretto inseguitore, giunto 4° qui.

Che gara tirata!!

 

[…continua…]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ehi Konra scusa l'assenza ma da me l'abbondante neve a causato un guasto e per un po sono rimasto senza internet :D... Comunque aparte il fatto che ci puo stare alle prime volte col volante alternare gare da urlo a gare del piffero... Ti invidio tanto lo sai?? io ultimamente non riesco piu a fare niente... F1 ch non so come o perso praticamente la mano... c'è o proprio disimparato O.o... Vorrei giocare a Gp4 o Gp3... anche perchè l'altro giorno io e un mio amico durante una pausa sigaretta ci siamo messi a parlare del magico Ayrton... e quindi mi e venuta voglia di simulare i vari 1991,1992,1993,1994... solo che gp3,gp4 mi danno un bordello di problemi ad aggiornarli... F1 ch mi sa che non tornero mai piu a guidarlo come facevo un po di tempo fa ovvero il passo degli altri lo tenevo anche a livelli altissimi di difficoltà... ora proprio a F1 ch metto su si e no 3 giri prima di andare in testacoda... nel 2006 alternavo garoni di F1 Challenge alle partite del mondiale in Germania :wub: :wub:... Amen trovero una soluzione... Forza Konra siamo tutti con te :yeah:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La soluzione è la pratica! :P Io stesso prima di iniziare col volante ho fatto qualche migliaio di km di test, decine di sessioni, un mese di tempo, un'oretta o due al giorno quasi tutti i giorni. Niente fretta ;) . Altrimenti sarei andato molto peggio.

 

Col senno di poi un grosso problema che mi ha penalizzato era la slow motion del pc, risolto a un terzo del campionato "Asso" (successivo a quello che sto raccontando). Era più decisivo di quanto sembrasse...

 

Quelle che racconto sono gare disputate tempo fa...tratte dai resoconti scritti; ora io stesso sono fermo: avevo aggiornato gp4 al mod 1997, avevo fatto dei test ed ero competitivo; avevo ripreso dopo una pausa ed ero diventato più lento di 1" al giro ma avendo nel contempo modificato le performances forse era una sensazione non veritiera...ora anche rimettendo i valori originali sono tutti più lenti di 1" al giro...insomma, non capisco che incasinamento sia successo, penso che reinstallerò da capo e tornerò a fare dei test, così vedrò il mio attuale stato di forma :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

GARA 12 – GERMANIA: Nelle qualifiche, dopo un errore, faccio 1’39”039 buono in tutti i settori ma non eccezionale, eppure dà 2”5 a Montoya che è secondo! Poi Hakkinen riduce il divario a 1”5, ma la gara si prospetta una passeggiata, allietata dal 6° posto del mio peggior rivale (Schumi). In qualifica ho anche fatto duri, coraggiosi ma correttissimi sorpassi ai doppiati (si, vanno trattati così :asd: !).

Per la gara, rilassato e impreparato a combattere, aspettandomi una passeggiata da 2” al giro, vado già largo alla prima curva, freno per non andare in testacoda, così Hakkinen mi passa, e noto con orrore che Schumacher è alle mie spalle! Subito tallono Hakkinen, che mi chiude in rettilineo mettendosi a centro pista, che è stretta e ricordo quanto fosse facile qui andare sull’erba e dare addio al GP…e così alla frenata lo tampono violentemente (avrei fatto meglio a spostarmi leggermente a destra, o a seguire la traiettoria ideale per farlo spostare nuovamente all’esterno o fregarlo proprio all’esterno, o rallentare e aspettare un po’, invece…) rimettendoci l’alettone anteriore :censura2: . A lui va peggio perché perde la posteriore destra e dà addio anche al mondiale, in pratica. Dietro succede un’ecatombe che elimina la Williams di Ralf, costretto al pit stop, e l’altra McLaren di Coulthard. Ma io ho altre gatte da pelare… ho nonostante tutto un vantaggio enorme su Schumi, spero di poter restare primo, ma al tornante del motodrom mi distraggo e vado fuori, torno in pista dietro Schumi, entro coscienziosamente ai box a rimettere in forma la macchina, seguito da Ralf, rientro in pista 19° e come una furia mi butto in una raffica di sorpassi. Faccio inevitabilmente il giro più veloce, al 7° giro sono 12°, aprofittando tra l’altro della rottura di motore di uno davanti a me. L’ultimo sorpasso pulito è sulla Benetton di Button, al secondo tentativo, visto che il primo era fallito a causa di un mio errore. Ma quando arrivo dietro due piloti che sono in lotta, una Sauber e l’altra credo fosse un’Arrows, sono affiancati e alla seconda chicane non c’è spazio per me, così per non tamponarli vado lungo tagliando la chicane, pur rallentando, ma nonostante il mio rallentamento la macchina va in testacoda, Button idiota mi viene addosso e resto senza la posteriore destra :porcoquiporcola:. Cerco di guadagnare i box, ma…errore fatale al motodrom, Schumacher passando mi evita di un pelo e va a vincere (proprio lui!! :doh: ) la gara, portando da 17 a 7 i punti di divario da me, pazzo suicida che ho buttato, non alle ortiche ma proprio nel cesso, una gara che avrei sicurissimamente vinto in carrozza! Solo 7 punti di vantaggio a 5 gare dalla fine…ben 5 incidenti in questo campionato :bastonate: (Melbourne, Imola, Canada, Nurburgring, Hockenheim!!!) e altrettante vittorie (Malesia, Brasile, Spagna, Austria, Francia), se mettessi la testa a posto le vincerei tutte, per le prestazioni che ho, se perdo il titolo peggio per me visto che certi giorni guido come un testa di *** e così imparo. O è forse la paura di vincere?

 

Sapevo che il peggior nemico sarei stato io, ma evidentemente le cose troppo facili mi sono indigeste, mi piace complicarmi la vita, e lo faccio con una gara di m***a che anziché chiudere il campionato a mio favore, lo riapre!!! Per questo, come in F1 anche a GP4, non bisogna mai dire mai e anche la gara più facile, la vittoria più garantita, può sfumare!

 

 

GARA 13 – UNGHERIA: Come per Monaco, anche qui modifico la sensibilità del volante a 8° anziché 12°.

Nelle qualifiche faccio 1’15”6…pole!! Migliorato poi con un 1’15”505 strano: record allucinante nel terzo settore, ma 0”6 persi nel secondo, primo settore non particolarmente brillante. Coulthard è a 1”1. Al 6°giro mi incidento per colpa di Button (di nuovo!) e poi non giro più. A un minuto dalla fine Schumacher non figura nei primi sei, già gongolavo…invece all’ultimo istante strappa la prima fila a sei decimi da me. Ennesima pole position mia, vediamo se stavolta riesco a vincere, in questa che tra l’altro è stata una pista abbastanza stregata per me in gara, se tiro al wc l’ennesima pole (ma stavolta anche il mondiale andrebbe nel wc!) o se finalmente metto la testa a posto e riesco a raccogliere quanto ho seminato. Tra l’altro anche stavolta, (e, a differenza di Hockenheim, inaspettatamente), ho un vantaggio enorme! Quindi mi raccomando: evitiamo incidenti alla partenza e poi non rischiamo! Ma soprattutto, guidiamo concentrati! Non ho nessuna voglia di fare altri regali a Michael :doh: .

Faccio un ottimo warm up facendo parecchie volte 1’15”9 e una buona prova di partenza. Miglior tempo Schumi in 1’15”813, io secondo in 1’15”860. Mi concentro bene, voglio vincere e sono disposto a soffrire, sapendo che incontrerò sicuramente dei doppiati :dott?: .

Ecco la gara. La mia partenza è ottima, nel primo settore vado via, ma dalla curva 5 Michael mi si riappiccica; nel terzo settore lo stacco nuovamente e ho 0”8 di vantaggio al traguardo. Al secondo giro la scena si ripete, lui guadagna nel secondo settore, ma guadagno un decimo e porto il vantaggio a 0”9. Dal terzo giro mi scrollo di dosso la paura e lo stacco nettamente in tutti e tre i settori, rapidamente guadagno su di lui, faccio il giro più veloce in 1’16”230, ho un vantaggio di 1”5. Guadagno costantemente su di lui ma i miei tempi iniziano a salire un po’. Il mio massimo vantaggio è, poco dopo metà gara, 4”5. Poi per due giri consecutivi mi prende 0”4 al giro…in seguito gli prendo io 0”1. Al 13° giro ho Alonso da doppiare, perdo 1”5 circa (giro in 1’18”) ma lo passo senza troppi patemi alla curva 5. Schumi lo doppia subito, il mio vantaggio è sceso a 2”8. All’ultimo giro doppio anche Enge, Schumi mi rosicchia ancora qualcosa, ma vinco io!!!! :yeah: Finalmente vinco a Budapest, sfatando la maledizione di questa pista che fin dai tempi di GP2 mi vedeva coinvolto in incidenti. E con la pole, il giro più veloce e la gara tutta in testa, è il terzo Grand Chelem stagionale!!!!!!!!! 6° vittoria. Schumi 2° è l’unico che mi tiene botta, e ora è a 11 punti in classifica da me. Coulthard è terzo al traguardo ma a oltre 13”!!! Hakkinen ha 50 punti meno di me e dice addio matematicamente al titolo :asd: !

 

[…continua…]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Innanzitutto i miei complimenti :)... Poi volevo specificare... I problemi ad aggiornare Gp4 sono dovuti al fatto che le mod.... NON LE TROVO... sono davvero introvabili... io ne trovo davvero poche in giro... tipo la 1992 1993 sono introvabili... non le trovo O.o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per i complimenti...per le mod non so dirti, 92 e 93 non le trovo nemmeno io anche se onestamente non mi interessano. Prova a spulciare un po' di siti... ;) Io avevo scaricato: 79, 83, 86, 91, 95, mentre il 97 me l'ho costruito io da un carset e trovando le piste di Jerez e Buenos Aires

 

Tra poco la cronaca del finale di campionato....quando sarete pronti :D

4 gare alla fine, ancora tutto in bilico con +11 in classifica...come finirà? :rolleyes:

 

A seguire, un altro campionato di quelli.... :confuso: ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mr.Kamikaze Konradkid :asd: Continuo sempre più a rivedere me stesso :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mr.Kamikaze Konradkid :asd: Continuo sempre più a rivedere me stesso :D

 

Fantastico!! Forse in Germania ho offerto il fior fiore di quest'arte :asd: più diffusa che rara :rotfl: ...ho toccato l'apice

 

Cmq...ce ne saranno anche altre in futuro ;) , sai che meraviglia :asd: .... :doh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

GARA 14 – BELGIO: Eccoci nella pista più bella del mondiale!!! Dopo l’assaggio dei test invernali, ora mi devo allenare sul serio in un paio di sessioni private e superare la sindrome dell’Eau Rouge, che col volante è una curva tremenda! :dott?: Imparo il trucchetto per non ammazzarmi lì: anticipare leggermente la traiettoria, mentalmente, e non aspettare a muovere il volante all’ultimo momento, perché anche se lo spostamento viene fatto impercettibilmente, il testacoda in piena curva a 300 km/h con incluso il cambio di pendenza è inevitabile.

La frenata però è sbilanciata all’indietro e questo mi causa problemi in alcune curve; allora modifico il ripartitore. :emovedi:

Nelle libere del venerdì faccio il miglior tempo (le faccio col peso benzina per la gara) in 1’48”7, i rivali fanno 1’48”8. Niente male! :D Nelle qualifiche faccio un primo giro con un primo settore non irresistibile, record nel secondo, così così nel terzo (35”3), tempo 1’48”5, è pole provvisoria ma Montoya è a soli 0”2. Spingo, faccio 1’48”1 migliorando in tutti e tre i settori. Poi esce il tempone, in 1’47”801, nuovo record assoluto e pole assicurata, con 0”9 su Montoya!!! Schumi è solo 12°, ma sono certo che in gara rimonterà. È meglio che io pensi solo a me stesso, per la gara. :rolleyes:

 

Parto bene, resto in testa alla prima curva, ma Montoya è più minaccioso del previsto, sul rettilineo Kemmel mi devo difendere. Ma al primo giro gli do già una bella sgagnassata :asd:, +0”8. Al 2° giro mi prende lui 0”2 e si porta a 0”6. Poi prendo coraggio e non ce n’è più per nessuno, vado a +1”4 al 3°giro, poi faccio ancora il giro più veloce della corsa e vado a +2”. Guadagno ancora pur non eccellendo in prestazioni (1’49”) però sono costante. Al 3°giro entrano ai box Yoong e Button. A metà gara un incidente alla Bus Stop elimina Fisichella e Alonso, e io dico “bene, uno in meno da doppiare!!!”. Si ritira anche Heidfeld. Schumi era partito indietro e non è ancora in zona punti. È incredibile, però io penso alla mia gara. Che finora è una bella passeggiata vista la facilità con cui stacco tutti non appena mi concentro…ma non la devo sbagliare, quindi è importante restare molto concentrati fino alla fine. Al penultimo giro segno il giro più veloce (guidando finalmente con più coraggio) lasciando Montoya a 5” di distanza. All’ultimo giro mi prende qualcosa ma vinco con 4”9 di vantaggio. 7° vittoria stagionale, 4° Grand chelem (il 3° col cambio manuale), visto che faccio pole e giro veloce e resto sempre in testa; inoltre ho guadagnato su tutti i rivali quasi ad ogni giro (salvo al 2° e all’ultimo). Schumi arriva solo 7°, per cui in classifica volo a +21 e sono veramente a un passo dal titolo!!! A Monza mi basterà, in pratica, tenermi dietro Schumi!!! :yeah:

 

Grazie a questo trionfo, Spa resta l’unica pista dove ho sempre vinto fin dai tempi di GP2. Ora vediamo se riusciamo a sfatare il tabù delle 3 vittorie consecutive in questo campionato (già due vittorie consecutive mi mancavano dall’accoppiata Malesia-Brasile. Ma stavolta sono addirittura due Grand Chelem consecutivi!). :bravo: Ma sarà molto più importante chiudere il campionato anche matematicamente.

 

[…continua…]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Bene bene!!

 

Anche io ho una gara pronta da raccontare, freschissima :D

 

Siamo anche qui in Belgio, a Spa Francorchamps, una delle più belle piste del mondiale. Io scelgo Heidfeld. Nelle qualifiche una Sauber vola, ma non è la mia, è quella di Kimi! Il finlandese (ho ritoccato alcune performance per renderle più adatte alla pista, molto più competitivo) stampa la pole. Io faccio un pò più di fatica e sono 5° a 3 decimi da lui. I tempi sono un pò più lenti rispetto a quelli di konradkid (il passo gara sarà 1'51'' basso).

 

La partenza è ottima e mi piazzo in terza posizione dietro a Kimi e Barrichello, che riesco a saltare subito dopo l'Eau Rouge. Sono secondo, e sento un buon feeling con la vettura. Difatti al secondo giro piazzo un giro veloce, ma non guadagno nulla sul finlandese. Il distacco anzi aumenta, un secondo, due secondi e si stabilizza sui due secondi e mezzo. Dietro non tengono il nostro passo, e dopo 5 giri ho già 5 secondi di vantaggio su Barrichello, che tiene dietro le Williams, Schumacher e le due McLaren. Provo a spingere un filo di più e faccio il giro più veloce della gara (che resterà fino alla fine): 1'50''216. Peccato che il guadagno sia di un misero decimo. La situazione rimane così sino alla prima tranche di pit-stop. Si ferma prima Kimi, al 7° giro. Ho strada libera, anche se per solo un giro, perchè all'8° mi fermo io. Incredibilmente riesco a guadagnare circa 1 secondo su Raikkonen ed esco molto vicino. Peccato che non basti, perchè all'Eau Rouge per non so quale motivo il fondo gratta e perdo 10 km/h, ovvero 3 decimi al primo intertempo. Mi devo anche difendere da Trulli, che prova uno stint lungo. Difesa riuscita e di nuovo alla caccia. Se il primo e il terzo settore mi sono avversi, il secondo settore è da favola, ogni giro sono 6/7 decimi guadagnati. Così a poco a poco mi riavvicino. Nel frattempo, M.Schumacher va lungo a Malmedy, tocca ed è costretto al ritiro. La gara prosegue e dopo essere arrivato a 1 secondo e mezzo di distacco arriva il pit di Kimi. Ancora strada libera. Stavolta sono più giri, anche se commetto qualche errore di troppo. Dopo il mio pit sono a 2 secondi. Il feeling sembra migliore, e guadagno più decisamente.

 

Siamo al 25° giro, uscita dalla Pouhon, sono incollato. Aspetto, poi dopo la Stavelot attacco deciso Kimi! La difesa è ottima, e allora preparo l'attacco alla Bus Stop, dove ho un'ottima staccata. E infatti, sorpasso!!! Sono in testa! Si ricomincia a spingere deciso. Enge tra l'altro mi da una mano, evitando il doppiaggio di Raikkonen per metà giro. Il mio vantaggio sale a 3 secondi e mezzo. Dodici giri dopo il sorpasso la situazione vede me in testa, Raikkonen secondo, Barrichello terzo e non si vedono nè le Williams, ne le McLaren. Hakkinen e Montoya si sono autoeliminati tra Eau Rouge e Kemmel, scoprirò invece più tardi che Coulthard e Ralf Schumacher han rotto il motore. Ho un doppiato davanti. Chi sarà mai? Ma ovvio, ALONSO! Cerco di passarlo prima del Pouhon, ma tiene più del previsto, mi tocca leggermente in entrata, costringendomi ad allargare. Metto l'anteriore destra un pelino oltre il cordolo. E' finita, la macchina parte in testacoda. Per grazia non vado contro le protezioni e posso ripartire. Il vantaggio su Rubinho è talmente grande che me la prendo con calma. Arriverò con 30 secondi di vantaggio su di lui. La gara è però persa, Raikkonen si invola, io la do un pò su perchè il secondo posto mi serve e nel frattempo mi prendo lo sfizio di assistere al ritiro di Alonso (ma che dispiacere...). Alla fine è doppietta Sauber!!! Terzo e completa il podio Barrichello.

 

Ordine di arrivo:

 

1) Kimi RAIKKONEN - Sauber Petronas

2) Nick HEIDFELD - Sauber Petronas + 18'151

3) Rubens BARRICHELLO - Ferrari + 40'587

4) Jarno TRULLI - Jordan Honda

5) Olivier PANIS - BAR Honda

6) Heinz-Harald FRENTZEN - Prost Acer

7) Jean ALESI - Jordan Honda

8) Enrique BERNOLDI - Arrows Asiatech

9) Giancarlo FISICHELLA - Benetton Renault

10) Alex YOONG - Minardi European

11) Tomas ENGE - Prost Acer

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fantastico...sempre Alonso su Minardi in mezzo ai... :asd: nel doppiaggio. Mannaggia anche tu, farti prendere dalla fretta di passarlo, oramai era quasi fatta per la vittoria...potevi doppiarlo prima di Fagnes, o...con calma sul Kemmel :doh: . E' anche vero che quando il primo avversario non è lontanissimo, la fretta ti viene, perchè non è bello perdere in un botto svariati secondi. Mi sono rivisto però :rotfl:

 

100% della distanza? Il primo pit era molto anticipato rispetto ai valori standard di GP4, sembra più in linea con i tempi di oggi delle Pirelli di burro...

Cmq bella gara, complimenti! :D

Nel passo gara rispetto a me considera che, a parte il primo stint, avevi più benzina e quindi eri legittimato ad andare un po' più piano. ;)

 

A presto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sisi, 100% della distanza :) Diciamo che non avevo molta scelta, in un nulla Kimi poteva prendermi anche un secondo, ero quasi al limite... Per i pit non saprei, anche perchè più o meno tutti abbiam fatto le soste in quei due-tre giri (a parte Trulli)....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ora vorrei raccontare io una delle mie gare :)..

Prima una domanda per konrakid... Come si creano le mod??? tipo la tua 97 come ai fatto?? grazie mille :)

Gp Austria 1998 Gp3 con la Minardi.

Come gia detto all'inizio della discussione ricordo poco o niente di quei Gp quindi mi limitero alla telecronaca senza tempi sul giro set up e sicuramente scordero alcuni punti tra i piu salienti (scusate la memoria corta :P )Nelle prove libere giro piu che altro per fare esperienza e non per fare il tempo.. Erano gli inizi con Gp3 ero inesperto e giravo con la tastiera.. Erano da fracassarsi le dita i tornanti di Zeltweg con la tastiera. Modifico un po a caso vari parametri finchè mi faccio dare una mano da mio padre (all'epoca era molto piu esperto di me,ma ora in quanto a cultura sulla F1 non mi sta dietro :P ) e come per magia comincio a girare sui tempi di Hakkinen Schumi e company.. Qualifiche come le prove e gara sono asciutte. Alla fine della sessione mi bastano 4/5 giri per piazzarmi sorprendentemente in prima fila in seconda posizione dietro a Frentzen sulla Williams e davanti a Schumi.. Miglior risultato a Gp3 in un turno di qualificazione..La domenica mattina la gara semafori accesi:4 su 5. Le mani mi sudano da far schifo tensione a mille.. Poi mia madre mi chiama... "Vieni di qua sono arrivati gli zii"... <_<.. Pausa corro di la saluto veloce e via di nuovo sul Gp. Partenza schifosa mai vista partenza piu schifosa.. Alla prima curva sono sceso da 2° a 7°.. primo giro in 7° posizione ma non mollo e alla fine del primo giro sul corto rettilineo dell' A1Ring prendo la scia di Villeneuve che sorpasso in pieno rettilineo quindi senza problemi. 6°.. inizio la mia rimonta ... al 5° giro sono ancora 6° con la seguente situazione: 1° Hakkinen 2° Frentzen 3° Schumi 4° Irvine 5° Hill 6° io... Notare lo scatto di Hakkinen da 4° sullo schieramento a primo :o.. al 7° giro spettacolo delle 2 Ferrari e di Damon Hill che scatafascia la sua Jordan alla Jochen Rindt alla fine del 6° giro.. Risalgo al 5° posto.. Al 7° giro Irvine attacca Schumi all'esterno alla Power Horse contatto tra i due e 3° posizione che praticamente mi casca sulla testa senza che io spinga più di tanto :rolleyes:.. Scambio di posizioni tra Frentzen e Hakkinen al 15° di 21 giri e al 16° giro sorpasso Hakkinen all'esterno dell'ultima curva la A1.. Finisce la gara e io sono secondo sul traguardo... Primo podio a Gp3 e da li a poco il primo volante :sbav:... In futuro vi racontero Gp molto più emozionanti ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grande :up:

Bella gara! Attendiamo le altre cronache. ;)

 

La mod 1997 l'ho creata scaricando le auto di quell'anno, le piste di Buenos Aires e Jerez e sistemato l'ordine col TSM, mentre le gomme Goodyear e i battistrada lisci li ho presi dal mod 1995...anzi devo ancora perfezionare qualcosa. Poi mi sono creato le performances con Team Editor, programma col quale ho anche sistemato le coordinate delle ruote (carreggiate larghe, ecc).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E prima delle vacanze di Pasqua, ecco le ultime 3 gare del campionato Pro...

 

 

GARA 15 – ITALIA: Ah, come mi piacerebbe vincere a Monza, circuito di casa!! Anche perché a Imola la vittoria mi era rimasta in gola…

Nelle qualifiche faccio subito un buon 1’23”, poi 1’22”7….mentre il mio rivale Schumi ha 1’23”800. Ed è pole per oltre 1”!!! :caldo:

Ecco la gara! Faccio la partenza più bella della mia vita, staccando tutti nettamente, e al primo giro ho già 1”3 su Schumi! Poi allungo a +1”7, terzo giro 1”6, mi prende un decimo. Sembro non avere rivali, sembra una passeggiata verso una vittoria che sancirebbe alla grande il mio titolo ma…alla Roggia al 4°giro scodo un po’, devo correggere in controsterzo, vado un po’ sulla sabbia in uscita, Schumi mi raggiunge e mi sta alle calcagna. Guidare con qualcuno alle spalle che ti prende la scia non è per nulla comodo e non riesco a staccarmelo di dosso come prima, anzi mi devo difendere all’interno. Al 5°giro mi supera all’esterno della prima variante! :o Complice la presenza di Hakkinen, e poi devo dire che non lo vedevo più negli specchietti e non volevo rischiare. Buttarlo fuori non è da me, poi nella gara più bella, a Monza, quando posso diventare campione del mondo… Così dal 5° giro diventa lui la lepre e io lì ad inseguirlo… Sogno di vendicarmi con un controsorpasso in grande stile, in qualunque punto della pista. Sono assetato di duello ruota a ruota da titolo mondiale! Al 6°giro al primo settore riesco finalmente ad avvicinarmi, alla staccata della Roggia è lui che deve difendersi all’interno…non ce ne sarebbe ancora bisogno perché sono molto distante, ma zigzaga idiotamente, io resto impassibile sulla traiettoria ideale e freno nello stesso punto di sempre sperando di appiccicarmi a lui in uscita e con l’idea di attaccarlo successivamente, ma lui si rimette all’ultimo nella traiettoria ideale, tagliandomi la strada :incazzato: ….è inevitabile l’urto, e io ci rimetto l’alettone! :doh: Ma perché è così str***o da zigzagarmi davanti? Che rabbiaaaa!!!!! Lui, Schumi, aspetta tutti per ripartire, peggio per lui, io devo rientrare ai box per riparare l’ala, Coulthard va in testacoda alla seconda di Lesmo. I meccanici sono lentissimi e io rientro penultimo (20°, poiché Verstappen si è ritirato e Coulthard è ultimo) anziché 15° come speravo visti i distacchi che avevo dato. Miglioro il giro più veloce facendo 1’23”439 (avevo 1’24” basso). Arrivo a essere 16° all’ultimo giro, Schumi è appena due posizioni davanti a me, ha 4” su di me; per questione di principio vorrei sorpassarlo, ma per il nervosismo faccio testacoda alla Roggia e poi esco pure come un salame alla parabolica e arrivo 19°, superato anche da Coulthard. Ma Schumi è 15°, fuori dai punti anche lui, io resto a +21 quindi vinco il mondiale. Nel più brutto dei modi ma lo vinco. Ma che cavolo di modo di diventare campione! :angry: E l’incidente non l’ho provocato apposta, è stato un incidente di gara. Sono triste perché volevo vincere il GP. In questo mondiale mai tre vittorie consecutive. Il fatto di essere campione mi passa in secondo piano, oggi. Uffff!!!!!!

 

GARA 16 – STATI UNITI: Per me è il secondo GP in questa pista. La scorsa edizione, bagnata, la persi. Ma stavolta voglio legittimare il titolo vincendo la gara che non ho vinto a Monza.

Riesco ad essere subito sorprendentemente veloce…tanto che sarei competitivo anche al livello Asso!!!!

Posso fare la pole cantando….infatti in qualifica faccio subito 1’12”3, poi miglioro con 1’12”1…cerco di fare 1’11” ma trovo una Minardi che esce dai box e non mi dà strada, allora mi vendico buttandola fuori poco dopo :asd: . Comunque era Yoong e non Alonso. Al mio ultimo tentativo faccio meglio di soli 3 millesimi, ma non sotto l’ 1’12”. Comunque è pole, non serve a niente strafare. Il secondo è a oltre 0”7. Cerchiamo stavolta di non fare cavolate in gara!!

La partenza è buona, ma alla prima staccata sono troppo prudente (forse ho paura che la slow motion mi confonda…) e Schumi mi supera all’esterno. Gli resto attaccato per tutto il primo giro ma resisto alla tentazione di affondare subito il contrattacco, sapendo bene che in quelle curve è perlomeno pericoloso. Lui già si difende. Lo fa pure in fondo al rettilineo a metà pista, ma io resto in traiettoria e non abbocco. Non voglio incidenti come a Monza, so dove poter affondare tranquillamente il mio sonoro contrattacco, e lo faccio: nel rettilineo del traguardo, lo passo tranquillamente come se fossi in autostrada, ben prima della staccata. Poi per 3 giri gli do 1” al giro. Ho 3” di vantaggio, poi 3”6, poi 4”4, poi resta invariato, poi amplio ulteriormente…5”…6”, fino agli 8” al penultimo giro, che restano invariati al traguardo. A 4 giri dalla fine segno il giro più veloce, che era già abbondantemente nelle mie mani, ma era un 1’12”8 fatto segnare al 2° e poi al 3°giro, invece ora faccio 1’12”4. Vinco sonoramente, è la mia prima vittoria a Indianapolis, e legittimo così il mio titolo mondiale, che qui posso sul serio festeggiare :yeah: , mentre a Monza, anche se già matematico, non era certo festeggiabile a causa dell’incidente e del mesto 19° posto. Il mio primo titolo col volante (e senza traction control!).

 

GARA 17 – GIAPPONE: Ultima gara della stagione, faccio un po’ di fatica per arrivare a tempi decenti in sessioni private… La slow motion è davvero infernale, soprattutto quando ho una macchina dietro, al punto da innescare un sottosterzo che mi fa uscire fuori numerose volte, ritardo nella risposta ai comandi che mi fa anche andare lungo nelle frenate, alla faccia dei 128 mb della scheda video…che seccatura!

Nelle qualifiche, al primo giro lanciato esco fuori alla prima curva, per fortuna riesco a non danneggiare la macchina e a rientrare in pista ancora in testa al plotone (evito il traffico…tutta mia la pista), poi sono virtualmente 14°, ma dopo, con 1’33”998, mi assicuro la pole. Avevo fatto un primo settore super (30”2) ma avevo pizzicato l’erba entrando nel cucchiaione, vanificando la possibilità di un tempo ancora migliore. Ho 1” su Schumi, ma al passaggio successivo miglioro con 1’33”756 pur non brillando eccessivamente nel primo settore (prima curva un po’ bislacca). Poi sono sotto di 0”3, ma alla chicane vado troppo all’esterno e per soli 98/1000 non batto la mia stessa pole. Pazienza, sono primo lo stesso, con quasi 1” su Montoya, che ora scavalca Schumi. A priori credevo che avrei penato di più. Splendida 15° pole stagionale su 17 gare. Ora vediamo la gara…lì occorre non fare errori.

Dopo un warm-up penoso (14° tempo e incidenti vari), in gara tiro fuori il massimo della concentrazione. La partenza è perfetta, tanto che mi metto subito nella traiettoria ideale. Primo settore cauto, ma spingo forte e do 1”5 a Montoya al primo giro. Ottimo anche il secondo giro nonostante il parziale 1’06”000 al secondo settore mi sembrasse un tantino alto. Al terzo giro sono sotto di 0”7 ma alla chicane scodo troppo, ciononostante è il nuovo giro più veloce della corsa in 1’34”5, che in qualifica mi sarebbe valso la pole! Dimenticavo do dire che sto dando 1” al giro a tutti, mediamente, infatti il mio distacco sale via via a 2”0, poi 3”0, 4”0, etc, la mia gara è perfetta e i miei tempi piuttosto costanti. Perfino nella gara del campionato scorso avevo avuto più pressione, visto che vinsi con 1” di vantaggio su Schumi. Resto concentratissimo, guadagno 5”, poi 5”9, 6”8, 7”8, 8”9. Costante guadagno…ecco, all’ultimo giro ho la tremarella, sento avvicinarsi una vittoria bellissima, forse la più bella…per questo non riesco ad essere velocissimo, soprattutto nel secondo settore, e Montoya riesce per l’unica volta a girare 0”2 più veloce di me. Grande gara, grande vittoria con pole e giro più veloce, e gara tutta in testa… :7salterelli: Hat Trick, Grand Chelem, e quasi “perenne guadagno”, sfumato solo all’ultimo giro. Sono campione del mondo con ben 32 punti di vantaggio sul secondo!!! :auguri: Eppure ho buttato via così tante gare…

 

Sentivo, stavolta, già l’aria del campionato al livello “Asso”… e poi noto una cosa che ha dell’incredibile, (visto che nelle scorse gare spesso NON ho battuto i miei vecchi record sulla distanza, o al massimo li battevo di un paio di secondi): in 10 giri, ho migliorato di ben 17”1!!! Vale a dire 1”71 al giro!!! A ciò aggiungiamo il lusso del volante…e del fatto che all’inizio, cioè nei test invernali, prendevo 2” e più dal mio vecchio record con la tastiera…insomma, ho migliorato tantissimo. Ma d’altra parte per il livello Asso su questa pista (sicuramente anche su altre…ma NON a Indianapolis :D ) mi manca ancora almeno 1” per poter raggiungere la piena competitività.

 

FINE DEL CAMPIONATO…presto il racconto della massima sfida: livello Asso!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×