Jump to content
marcostraz

2013 IZOD IndyCar Series Season

Recommended Posts

Indycar in Italia: si parla di settembre 2013

Ancora incerta la sede: oltre al Mugello, sono candidate anche Imola, Vallelunga e Monza

 

Comincia a prendere corpo il progetto di portare la Indycar in Italia nel 2013. Un paio di giorni fa, infatti, ? stato firmato un accordo preliminare tra Matthew Breeden, presidente della serie a stelle e strisce, ed il gruppo che sta lavorando per organizzare l'evento.

 

Stando a quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, questo sarebbe capitanato da un imprenditore armeno che lavora nel settore farmaceutico, ma ne farebbero parte anche Paolo Scudieri della Adler, l'ex capitano della Nazionale di calcio Fabio Cannavaro ed il pilota Luca Filippi nelle vesti di consulente tecnico.

 

L'obiettivo sarebbe pi? ad ampio raggio, in quanto si propone di organizzare anche altri due eventi, a Dubai e a Mosca, sulla stessa pista che quest'anno ha ospitato anche il Mondiale Superbike e la World Series by Renault.

 

Per quanto riguarda la tappa italiana, sono state ipotizzate le date del 22 o del 29 settembre 2013, ma non ? ancora certo che possa essere il Mugello la sede. Il tracciato toscano rimane in pole position, ma non bisogna escludere le candidature di Imola, Vallelunga e Monza. Quest'ultima rimane la pi? complicata per?, visto che teoricamente la Indycar non pu? correre sulle stesse piste della Formula 1 a causa di una clausola contrattuale.

 

22442_indycar_in_italia:_si_parla_di_settembre_2013.jpg

http://www.****/magazine/22442/indycar-in-italia-si-parla-di-settembre-2013-con-anche-imola-monza-e-vallelunga-candidate

Share this post


Link to post
Share on other sites

se corressero a monza sarei il primo ad andarci, ma non verr? mai

a parte la f1 ormai non c'? niente di decente, hanno storpiato anche la coppa intereuropea.

se penso una anno mi sono fatto: f1, wtcc, 1000km e ancora qualcosa.

ma a parte la f1 4 gatti anche se sinceramente la 1000km l'ho trovata molto pi? interessante

per me a monza dovrebbero prendere il dtm in periodo di ferie, sarebbe pieno di tedeschi credo, visto la presenza sul lago di garda ma anche di iseo(dove abito, ma ci sono pi? olandesi e belgi)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per Monza ci dovrebbe essere una clausola che impedisce di correre negli stessi circuiti della Formula 1, anche nella notizia ? riportato che sembra l'ipotesi meno probabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per Monza ci dovrebbe essere una clausola che impedisce di correre negli stessi circuiti della Formula 1, anche nella notizia ? riportato che sembra l'ipotesi meno probabile.

 

aspetta la indy ha una clausola che impedisce di coorere dove corre la f1, o la formula1 ha un accordo coi circuiti che non possono far correre li l? indycar?

Share this post


Link to post
Share on other sites

aspetta la indy ha una clausola che impedisce di coorere dove corre la f1, o la formula1 ha un accordo coi circuiti che non possono far correre li l? indycar?

credo che sia una clausola messa da Ecclestone, per evitare che categorie rivali, vadano sugli stessi circuiti.

 

comunque meglio cosi, se vanno al Mugello o a Imola ? ancora meglio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stando a quanto si legge nei siti americani l'eventuale gara italiana ora ? l'ultimo dei problemi. Da mesi si vocifera di un gruppo di proprietari di team e altri personaggi intenzionati a comprare la serie dalla famiglia Hulman-George e far fuori Randy Bernard. Tony George ieri ha rinunciato al suo posto nel consiglio di amministrazione proprio per non avere un conflitto di interessi, in quanto capo di questo fantomatico gruppo di investitori. Ufficialmente la posizione di IMS e IndyCar ? che il campionato non ? in vendita, ma non ci si capisce pi? niente. La mossa di George a questo punto ? facilmente leggibile come una discesa in campo ufficiale. Vediamo cosa succede. Dal punto di vista sportivo, io con l'uscita di scena di Barnhart e la fine della regola sul blocking sono a posto, anche se non mi piace il push to pass non mi posso lamentare. Spero che, se ci dovessero essere le partenze da fermo l'anno prossimo, siano limitate ai doubleheader come variante tra una gara e l'altra e, soprattutto, che si trovi un metodo meritocratico per stabilire la griglia delle gare, senza inversioni, estrazioni a sorte e ca**ate del genere. Non mi piacciono le voci che vogliono l'IndyCar andare a correre in piste orientali, scimmiottando la F1. Gi? l'Europa ? un passo rischioso, ho gi? esternato le mie perplessit? sulla gara italiana. Spero che, qualora si faccia, sia un successo, ma ho forti dubbi. Il cuore del campionato deve restare americano. Trasferte in Brasile, Messico, Canada, Australia, Giappone hanno dimostrato di poter funzionare, ma la gente vuole ovali e stradali americani. Se non si ricostruisce una base in casa ? inutile andare a cercar fortuna fuori. Tutto questo per dire che il "regno" di Randy non ? tutto rose e fiori anzi, c'? ancora molto da fare e molti errori da evitare. Per? non si pu? dire che Bernard non si sia fatto un c*lo cos? per l'IndyCar. Tony George ha gi? distrutto tutto una volta, ha comandato, ha fallito, lo avevano tolto di mezzo e ora ci vuole riprovare. Direi che non ? il caso. Sulla gara italiana, per me delle quattro il Mugello ? l'ipotesi pi? interessante, la pista pi? completa.

Edited by penske fan

Share this post


Link to post
Share on other sites

In ogni caso se per qualche motivo la cosa andra' in porto di sicuro non manchero'. Imola mi sarebbe piu' comodo ma col mugello ci facciamo una figura migliore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
http://italiaracing.net/notizia.asp?id=37838&cat=3 e ora sono curioso di vedere chi mai avr? voglia di comandare questa serie adesso. Gran parte della base di spettatori ? dichiaratamente ostile a un ritorno di Tony George, per ovvi motivi. Vediamo come va avanti la telenovela ma ? chiaro che il futuro dell'IndyCar ? appeso a un filo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

vedendo i circuiti dove corre la irl invece secondo me l'ideale per quelle vetture ? vallelunga o imola.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chi vuole capire che diavolo sta succedendo e ha un po' di dimestichezza con l'inglese si legga questi:

http://auto-racing.speedtv.com/article/pruett-the-firing-of-indycar-ceo-randy-bernard-part-1/

http://auto-racing.speedtv.com/article/pruett-the-firing-of-indycar-ceo-randy-bernard-part-2/

Edited by penske fan

Share this post


Link to post
Share on other sites

IndyCar - Rahal pronto a schierare due vetture:

http://indycaritaly.myblog.it/archive/2012/11/07/indycar-rahal-pronto-a-schierare-due-vetture.html

 

Chi vuole capire che diavolo sta succedendo e ha un po' di dimestichezza con l'inglese si legga questi:

http://auto-racing.s...bernard-part-1/

http://auto-racing.s...bernard-part-2/

Hanno silurato Bernard...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hanno silurato Bernard perchè i vari Firestone, Izod e partner vari gliel'hanno imposto, se no per loro la telenovela poteva andare avanti a oltranza, tenendolo sulla graticola per mesi senza intanto preparare un piano alternativo, come dimostra la confusione sul ruolo di Belskus che è CEO a interim ma dice che non deve essere considerato tale, per cercare di dare una parvenza di stabilità. Se, come pare, il paddock non era contento dell'operato di Bernard, si poteva prendere una decisione e pianificare il futuro, invece un giorno dicono che è tutto a posto, il giorno dopo riunione d'emergenza (da dove è venuta fuori quest'emergenza dato che fino a ieri andava tutto bene) e licenziamento del CEO. Non è un cambio al vertice "normale" e mi sembra chiaro dal malcontento suscitato, non solo tra i tifosi ma anche da parte di personaggi come Penske e Rahal. Il tutto è stato gestito in modo dilettantesco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma che vengono a fare?

1.all'Italia delle corse senza la Ferrari (Formula1) o senza Valentino Rossi non gliene frega un ca**o (il DTM insegna)

2.i team Indycar hanno tutti sponsor americani,che guadagno hanno a correre in Italia?

 

secondo me rischiano di correre davanti ad un pubblico misero in termini numerici..

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma che vengono a fare?

1.all'Italia delle corse senza la Ferrari (Formula1) o senza Valentino Rossi non gliene frega un ca**o (il DTM insegna)

2.i team Indycar hanno tutti sponsor americani,che guadagno hanno a correre in Italia?

 

secondo me rischiano di correre davanti ad un pubblico misero in termini numerici..

Io finchè non vedo non credo...anche perchè in questi ultimi giorni negli USA non se ne è più parlato (il che magari non è per forza un segnale negativo)...

Share this post


Link to post
Share on other sites

×