Jump to content
John Portuguese

Abitacoli chiusi

Recommended Posts

non vi seguo più, se il muro dove è finito Alonso fosse stato perfettamente dritto (cioè senza dislivelli da muro a rete) con la velocità ridotta dalla ghiaia non ci sarebbero state possibilità di far del male al pilota grazie a rollbar e cellula di sicurezza mentre Sainz è uscito in barella

 

non vedo altri dubbi, meglio rotolare che schiantarsi dritto senza decelerare almeno da quando i seggiolini restano ancorati alla scocca

 

Ma io su questo sono d'accordo. Ho solo evidenziato una possibilità di pericolo che si potrebbe verificare se - nel rotolare - la vettura dovesse pure impennarsi e colpire le barriere (o altro) in un punto più alto e meno protetto.

 

Io credo che la sabbia (o ghiaia), soprattutto se la vettura non si mette a rotolare, rallenti decisamente di più.

 

 

 

Alonso ieri non è uscito in barella, ma si è sbrigato a mettersi in piedi, perchè ha detto che è voluto uscire subito di sua volontà perchè la madre ieri lo guardava in TV, per non spaventarla.

Ma dal punto di vista medico, un incidentato grave andrebbe sempre caricato in barella perchè non si sa se ci sono traumi interni o altro da controllare.

Infatti poco dopo è stato visitato dai medici anche Alonso.

 

Sainz è semplicemente stato più saggio ad affidarsi direttamente allo staff medico, magari anche perchè è più giovane, ma già dalla barella faceva il pollice in alto per dire Amici Tutto Ok.

 

 

 

Sainz non vuole bene alla propria madre...

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo è dovuto alla natura di quel manto che non è solido e quindi non offre resitenza al punzonamento, e può anzi plasmarsi liberamente.

 

èh? parla potabile che io ho fatto le scuole basse :asd:

 

Alonso è uscito dalla ghiaia sorridendo e Sainz dall'asfalto in barella o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

state discutendo del nulla, non ci capisce dove vogliate andare a parare

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Questo è dovuto alla natura di quel manto che non è solido e quindi non offre resitenza al punzonamento, e può anzi plasmarsi liberamente.

 

èh? parla potabile che io ho fatto le scuole basse :asd:

 

Alonso è uscito dalla ghiaia sorridendo e Sainz dall'asfalto in barella o sbaglio?

 

 

Poi Alonso su twitter ha scritto sempre sorridendo che gli fanno male le ginocchia. :asd: Non è che basta sorridere e il male va via.

 

Punzonamento: prova a camminare con i tacchi da donna sul fango umido e poi provaci con delle nike da running e vedi quale delle due affonda più dell'altro e quale no. A parità di peso caricato; una superficie piccola "entra più facilmente" ==> ecco perchè i chiodi hanno la punta sennò non entrebbero.

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

 

 

A parità di peso caricato; una superficie piccola "entra più facilmente" ==> ecco perchè i chiodi hanno la punta sennò non entrebbero.

 

 

Ed ecco perchè si sta già lavorando a un nuovo concept di cupolino.

 

e-qui-il-gioco-di-parole-sarebbe-troppo-

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema sarebbe potuto esserci se il volo della vettura si fosse concluso direttamente contro le protezioni, gomme o recinzione) specialmente con il casco rivolto verso di esse. Non eravamo tanto distanti. Negli altri casi il cappottamento dissipa energia in maniera migliore, anche se voglio pensare (e ne sono quasi certo) che le protezioni attuali siano arrivate a un livello tale da aver superato il problema della decelerazione.

 

L'incidente di Sainz mi fa pensare questo, è rimasto "incastrato", ma lui alla fine non si è fatto nulla, anzi ha corso il giorno dopo. L'intervento della barella può essere considerato " prassi". Anche l'incidente avvenuto in GP2 a Spa l'anno scorso, per dire. Alonso è uscito con dolori alle ginocchia. Cambia relativamente poco, peró...

Edited by KimiSanton

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se in ogni tracciato ci metti 3 metri di protezioni gommate ad ogni muro, potrei anche pensare che la decelerazione sia il pericolo minore...ma non in tutti i tracciati è cosi...prendete monaco, fuori dal tunnel e la situazione di perez...e c'erano protezioni là...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sulla protezione proposta per il 2017, bisognerebbe testare delle pressioni alla struttura per verificare la deformazione dell'elemento. Mi pare chiaro che se dovesse presentarsi un tale livello di deformazione una struttura del genere non possa essere applicata. Sul vetro, rivedetevi certi schianti visti nella LMP1, tipo Rockenfeller a Le Mans o di Duval. Esiti diversi, ma pilota non rimasto danneggiato dal vetro.

 

Preferisco la soluzione Red Bull di gran lunga.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Schumacher giusto?

Andò dritto per dritto perchè la velocità era molto alta e la ruota planava sopra...il problema è questo...è che ci sono due tipi di incidenti...quello di ieri era l'incidente nel quale la macchina ha perso il controllo e torna utile la sabbia che ti arresta, come è stato fatto nel caso di Gutierrez...quello di schumy è il caso in cui torna utile l'asfalto ovvero a ruote ancora direzionabili l'impatto poteva evitarsi...il problema secondo me sta nei materiali...non serve la ghiaia ma un materiale denso che fermi la vettura incollandola a terra...risolveremmo tutto...certo, se esci poi sei fuori dalla gara....e avremmo anche dell'ottima selezione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

la decelerazione non è stata combattuta secondo me...rimane ancora molto pericolosa....

 

Per combattere in maniera efficace la decelerazione devi diminuire drasticamente la velocità, oppure creare vie di fuga enormi, magari utilizzando delle reti per raccogliere le vetture, come nello sci. E potrebbe non bastare...

 

 

https://www.youtube.com/watch?v=yu2kexdW3a8

Share this post


Link to post
Share on other sites

la decelerazione non è stata combattuta secondo me...rimane ancora molto pericolosa....

 

Però quella potresti combatterla diminuendo la velocità.

 

Come aveva proposto Rosberg l´anno scorso: velocitá massima di una F1, 250 kmh.

 

Con le strutture di sicurezza moderne (e cupolino), i rischi dati dalla decelerazione dovrebbero essere contenuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come aveva proposto Rosberg l´anno scorso: velocitá massima di una F1, 250 kmh.

che m***a....scusate!davvero ha detto così?mio dio quetso è proprio un fifone...ci manca pure che una F1 non arrivi ai 300 che follia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

un materiale denso che fermi la vettura incollandola a terra...

 

facile, mettiamo le sabbie mobili

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente è già stato postato, comunque ho appena visto il progetto red bull

 

 

 

 

f1-red-bull-canopy-2016-a-possible-futur

f1-red-bull-canopy-2016-a-possible-futur

f1-red-bull-canopy-2016-a-possible-futur

 

 

 

 

Oh, che devo dirvi, a me piace... le preferisco aperte tutta la vita, ma se un passo deve essere fatto, che almeno sia bello a vedersi... e non sarebbe nemmeno così "anti-formula1", solo una versione più grande di quanto già esisteva in passato

 

Goodwood-Lotus-v1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti sarebbe un "parabrezza" rinforzato, evoluzione della cosa microscopica esistente anche sulle attuali vetture, se non erro, o su quelle di qualche anno fa...è un po' come se ingradissero enormemente gli alettoni...e si è fatto...nessuno ha avuto un embolo per la novità...ci si è abituati...

Quella dei 250 è una vaccata, vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites

×