Jump to content
John Portuguese

Abitacoli chiusi

Recommended Posts

Ma come fate a dire che avrebbe frenato se andava sparato come un missile?

 

Perché le ruote che toccano terra frenano, quelle staccate da terra no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ricordo un certo massa che con tutte le ruote si andò a schiantare a muro dopo uno scivolone lungo centinaia di metri e aveva tutte e quattro le ruote... Che sia andata bene è un conto... Ma la decelerazione improvvisa da impatto è indiscutibilmente più pericoloso di un cappottmento

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io resto sempre a favore della sabbia (anche se in questo caso è meglio chiamarla ghiaia): con la sabbia si possono fare delle bellissime sculture, con l'asfalto no... esso scotta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che il problema del lancio in aria sia dovuto alle gomme che restano attaccate alla vettura. Vedasi Perez in Ungheria 2015, la gomma si infila sotto e fa da perno, l'auto dunque si ribalta.

Ovviamente non si può rinunciare al cavo di metallo che tiene gli pneumatici fissati alla vettura, però questi possono innescare rotolamenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

le ruote a sinistra erano completamente staccate, con l'asfalto Alonso non avrebbe rallentato molto

 

per far si che il vetro non crei danni al pilota si mette del materiale plastico all'interno degli strati di vetro come nei nostri parabrezza

Share this post


Link to post
Share on other sites

al capitombolo finale Alonso ha rischiato per pochi metri di finire con la macchina messa in verticale proprio contro la recinzione e rimanerci ghigliottinatinato... grazie alla catapulta fatta dal passaggio verso la sabbia. O di prendere una gomma, di quelle legate con il cavo di ritenzione, proprio dritta in bocca, durante la bella piroetta.

 

Era di sicuro meglio decelerare, anche a velocità, ma in maniera "studiata", con la macchina saldamente nel piano, contro delle barriere studiate in laboratorio, con numerosi crash test, per accogliere le macchine a quelle velocità senza ucciderli (come Sainz a Sochi o Verstappen a Monaco). Le barriere sono lì appositamente per funzionare in coppia con la cellula di sicurezza. Se la macchina non finisce contro le barriere, in piano, l'esito diventa un punto interrogativo.

 

Lo stesso discorso vale per alcuni cordoli "trampolino" anche in presenza di fughe asfaltate (piroetta di Perez se non erro l'anno scorso)

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il rotolamento non è pericoloso di per se... Ma se ti vai a schiantare a 300 su un muro si... Fortuna che Fernando abbia disperso l'energia col cappottamento... Quella via di fuga è abbastanza corta considerata la velocità.... Fosse stata in asfalto l'impatto sarebbe stato fortissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il rotolamento non è pericoloso di per se... Ma se ti vai a schiantare a 300 su un muro si...

 

ma se le barriere sono fatte appositamente, perchè tu dici che non si può? (Tanto MURI lasciati di cemento nelle fughe non ci sono...)

 

Capottarsi invece introduce, variabili casuali, che non sono previste nel sistema.

Alonso è vivo principalemente grazie alla fortuna, se finiva sulla recinzione si sarebbe di sicuro ferito in maniera grave.

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

I muri sono coperti da gomme, è vero, ma se ti schianti a quella velocità hai molte più probabilità di farti male così che con un cappottamento... Sul fatto che poi il cappottamento di alonso fosse pericoloso perché è volato su questo ti do ragione... Ma un cappottamento in sé non lo trovo pericoloso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aerozack ma i crashtest secondo te li fanno per hobby? Guarda che ci arrivi tu in finale quest'anno. :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche secondo me è piu facile progettare la barriera per non far male ad uno che arriva rotolando, contro una forte decelerazione c'è poco da fare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Shhhhh non farmi scoprire....

No, scherzi a parte, i crash test li fanno ma con dei limiti... Non è che la cellula ti protegge se vai ad 800 all'ora

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se hai notato che c'erano due metri di protezione, cosa che non c'era a Melbourne

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello è perchè ci sono dei geni che affidano la possibile frenata alla capacità frenante della sabbia invece che alle barriere. Ma ieri si è visto che Alonso sulla sabbia non ci è passato nemmeno...ci è volato sopra.

E aggiungo Sainz ci è andato in piena velocità per rogne proprio al sistema frenante...eppure nel pomeriggio stesso già era di ritorno dal centro medico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Il rotolamento non è pericoloso di per se... Ma se ti vai a schiantare a 300 su un muro si...

 

ma se le barriere sono fatte appositamente, perchè tu dici che non si può? (Tanto MURI lasciati di cemento nelle fughe non ci sono...)

 

Capottarsi invece introduce, variabili casuali, che non sono previste nel sistema.

Alonso è vivo principalemente grazie alla fortuna, se finiva sulla recinzione si sarebbe di sicuro ferito in maniera grave.

 

 

Che poi si riduce tutto ad una sola domanda:

 

nel momento dell'impatto, con quale parte della vettura avverrà?

 

a - muso

b - fiancata

c - posteriore

d - apertura dell'abitacolo

 

naturalmente - come nell'incidente di ieri - l'eventualiutà "d" è quella più temuta, le altre credo che, se non si viaggia a velocità supersoniche, causano impatti che le attuali vetture riescono ad assorbire in maniera stupefacente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello è perchè ci sono dei geni che affidano la possibile frenata alla capacità frenante della sabbia invece che alle barriere. Ma ieri si è visto che Alonso sulla sabbia non ci è passato nemmeno...ci è volato sopra.

E aggiungo Sainz ci è andato in piena velocità per rogne proprio al sistema frenante...eppure nel pomeriggio stesso già era di ritorno dal centro medico.

 

Questo è stato causato dal dislivello esistente fra sabbia ed erba, non è una peculiarità della sabbia, quella di "far volare le vetture sopra di sè". Capita, non sempre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non vi seguo più, se il muro dove è finito Alonso fosse stato perfettamente dritto (cioè senza dislivelli da muro a rete) con la velocità ridotta dalla ghiaia non ci sarebbero state possibilità di far del male al pilota grazie a rollbar e cellula di sicurezza mentre Sainz è uscito in barella

 

non vedo altri dubbi, meglio rotolare che schiantarsi dritto senza decelerare almeno da quando i seggiolini restano ancorati alla scocca

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma in una vasca contente qualche centimetro di sabbia appena una gomma ci entra girata di lato, come ieri, cioè offrendo lo spigolo come primo punto di approdo, anzichè lungo il batistrada, la sabbia si abbasserà in quel punto di 2-3cm (o di quello che è, magari 5) e la gomma quindi a quel punto fa perno sul suo stesso spigolo esterno (la formula della Pressione è Forza su Area e lo spigolo ha una area ben minore del batistrada pieno, quindi la pressione esercitata in quel punto è notevole da provocare un abbassamento instantaneo della sabbia...) Questo è dovuto alla natura di quel manto che non è solido e quindi non offre resitenza al punzonamento, e può anzi plasmarsi liberamente.

Anche un materasso di gomma steso per terra creerebbe lo stesso problema con una macchina a sopraggiungere lateralmente come ieri.

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

non vi seguo più, se il muro dove è finito Alonso fosse stato perfettamente dritto (cioè senza dislivelli da muro a rete) con la velocità ridotta dalla ghiaia non ci sarebbero state possibilità di far del male al pilota grazie a rollbar e cellula di sicurezza mentre Sainz è uscito in barella

 

non vedo altri dubbi, meglio rotolare che schiantarsi dritto senza decelerare almeno da quando i seggiolini restano ancorati alla scocca

 

Alonso ieri non è uscito in barella, ma si è sbrigato a mettersi in piedi, perchè ha detto che è voluto uscire subito di sua volontà perchè la madre ieri lo guardava in TV, per non spaventarla.

Ma dal punto di vista medico, un incidentato grave andrebbe sempre caricato in barella perchè non si sa se ci sono traumi interni o altro da controllare.

Infatti poco dopo è stato visitato dai medici anche Alonso.

 

Sainz è semplicemente stato più saggio ad affidarsi direttamente allo staff medico, magari anche perchè è più giovane, ma già dalla barella faceva il pollice in alto per dire Amici Tutto Ok.

 

Edited by Pneumatico Usurato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×