Jump to content
John Portuguese

Abitacoli chiusi

Recommended Posts

13 ore fa, Beyond ha scritto:

Non ho capito perché il "parabrezza" sarebbe una modifica che cambia il DNA delle vetture di F1 secondo @L.Costigan

 

Ma stiamo parlando di parabrezza o di halo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
44 minuti fa, L.Costigan ha scritto:

 

Ma stiamo parlando di parabrezza o di halo?

 

è la stessa cosa scusa, aeroscreen non è altro che un halo con un vetro

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ClaudioMuse ha scritto:

 

nome della categoria?

Formula 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, chatruc said:

Formula 1

 

no, va cambiato

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Beyond ha scritto:

 

è la stessa cosa scusa, aeroscreen non è altro che un halo con un vetro

 

Si e no.

 

Se si tratta di un "parabrezza", come visti in passato, si mi sta anche bene. Ma non se è uno schermo trasparente che copre l'abitacolo come aeroscreen no.

 

Un altro elemento a sfavore è il pilone centrale che ostruisce la visuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il pilone centrale è quello dell'halo

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, L.Costigan ha scritto:

Se si tratta di un "parabrezza", come visti in passato, si mi sta anche bene. Ma non se è uno schermo trasparente che copre l'abitacolo come aeroscreen no.

 

Un altro elemento a sfavore è il pilone centrale che ostruisce la visuale.

 

beh scusa ma parabrezza nelle auto è qualcosa di grande e trasparente :boh:

per il pilone, non capisco il problema, sappiamo bene che non dà impedimenti particolari in quanto si trova proprio al centro 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Beyond ha scritto:

 

beh scusa ma parabrezza nelle auto è qualcosa di grande e trasparente :boh:

per il pilone, non capisco il problema, sappiamo bene che non dà impedimenti particolari in quanto si trova proprio al centro 

 

Premetto che non sono nessuno, ma da quest'anno sto prendendo parte a un campionato di kart. Correndo ho imparato che la differenza la fanno i dettagli. Perdere la traiettoria migliore anche di poche decine di centimetri ha una ripercussione finale che può valere secondi. Io non vorrei mai avere un palo al centro della vista: tappa la visuale ed'è deconcentrante. Se già nei kart questa differenza è così evidente pensa in F1, dove addirittura contano anche i millesimi.

 

Il pilone altera i valori in campo. I piloti di F1 sono dei fenomeni, per loro non è un grosso problema certo, ma comunque è li. E' come se io ti tagliassi una falange e ti dicessi che bene o male riesci a fare le stesse cose e non hai impedimenti particolari. Ciò non toglie che con la tua falange al suo posto faresti di meglio. 

PS: dopo mi dilungo per bene sul discorso halo perchè per me coinvolge degli aspetti che forse avrei dovuto spiegare meglio. Ora vado a cena.

Edited by L.Costigan

Share this post


Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, L.Costigan ha scritto:

Il pilone altera i valori in campo.

 

mi pare che nessun pilota di f1 abbia evidenziato questa cosa, anzi tutti hanno ammesso già dal primo giorno di prova che non avevano impedimenti o fastidi con halo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prova a mettere un dito davanti a te e guarda. Noterai come questo non si noti nemmeno poi troppo se cerchi di guardare oltre. Uguale con Halo. 

 

C'era oltretutto un video che riprendeva Magnussen al simulatore (mi pare fosse lui) con un sensore per indicare esattamente dove stesse guardando. Ebbene, rare volte aveva lo sguardo rivolto esattamente davanti, molto più spesso già rivolto alla curva successiva. Da pilota di kart dovresti saperlo anche tu :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Beyond ha scritto:

 

mi pare che nessun pilota di f1 abbia evidenziato questa cosa, anzi tutti hanno ammesso già dal primo giorno di prova che non avevano impedimenti o fastidi con halo.

 

3 minuti fa, KimiSanton ha scritto:

Prova a mettere un dito davanti a te e guarda. Noterai come questo non si noti nemmeno poi troppo se cerchi di guardare oltre. Uguale con Halo. 

 

C'era oltretutto un video che riprendeva Magnussen al simulatore (mi pare fosse lui) con un sensore per indicare esattamente dove stesse guardando. Ebbene, rare volte aveva lo sguardo rivolto esattamente davanti, molto più spesso già rivolto alla curva successiva. Da pilota di kart dovresti saperlo anche tu :)

 

Mi avete preceduto. Concordo.

 

@KimiSanton (è pericoloso, in questo ameno luogo, iniziare una frase con "Prova a mettere un dito...")

  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 16/10/2019 Alle 12:10, White Star ha scritto:

 

Hamilton ha detto che Suzuka è la sua pista preferita con il pubblico migliore di sempre. :asd:

 

...

 

mi sembra che in tutti i circuiti in cui vince si trova nella sua pista preferita con il pubblico migliore di sempre...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Provai una guida col VR sulla ferrari del 2017... la simulazione rende molto bene ed effettivamente il piloncino non si nota a meno di non metterlo direttamente a fuoco...certo si ha la percezione che ci sia davanti qualcosa ma è questione di abitudine...dopo poco tempo non ci si fa più caso, diventa praticamente invisibile... penso che sia stata più probante il cambio di posizione dei piloti nelle monoposto negli anni

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, KimiSanton ha scritto:

Prova a mettere un dito davanti a te e guarda. Noterai come questo non si noti nemmeno poi troppo se cerchi di guardare oltre. Uguale con Halo. 

 

C'era oltretutto un video che riprendeva Magnussen al simulatore (mi pare fosse lui) con un sensore per indicare esattamente dove stesse guardando. Ebbene, rare volte aveva lo sguardo rivolto esattamente davanti, molto più spesso già rivolto alla curva successiva. Da pilota di kart dovresti saperlo anche tu :)

 

Guarda, una cosa è il fuoco, una cosa è il campo visivo. Non è che guidando giri la testa a destra e sinistra, muovi solo gli occhi e il piloncino resta dentro il campo visivo, sulla destra o sulla sinistra di quello che stai guardando. Nel mezzo se guardi al centro, quando sorpassi ad esempio. Io non vorrei mai una roba del genere in mezzo mentre sto spingendo.

 

Comunque

 

Questione piloncino a parte, c’è un altro motivo per cui non penso che l’halo sia una soluzione adatta. Il problema sta nella cellula di sopravvivenza delle auto. Esse infatti hanno una forma pensata per adattarsi a quella delle monoposto, il che presenta due punti deboli:

1) la parte superiore lascia scoperta la testa del pilota.

2) il fianco della cellula non regge a un impatto tanto quando la parte anteriore e posteriore.

Se vogliamo salvare la vita dei piloti e mettere la sicurezza davanti a tutto, bisogna partire da una cellula con una forma e una struttura che garantisca la sicurezza del pilota a 360 gradi. E in un secondo momento progettarvi la macchina attorno. Questa soluzione porterebbe intanto ad abitacoli chiusi e cambierebbe la forma delle vetture.
Io sarei contrario, ma in nome della sicurezza è molto più sensato dell'halo perchè ridurrebbe il rischio di morte sulla totalità di tipologie di incidente (Hubert compreso).

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, L.Costigan ha scritto:

 

Guarda, una cosa è il fuoco, una cosa è il campo visivo. Non è che guidando giri la testa a destra e sinistra, muovi solo gli occhi e il piloncino resta dentro il campo visivo, sulla destra o sulla sinistra di quello che stai guardando. Nel mezzo se guardi al centro, quando sorpassi ad esempio. Io non vorrei mai una roba del genere in mezzo mentre sto spingendo.

 

Comunque

 

Questione piloncino a parte, c’è un altro motivo per cui non penso che l’halo sia una soluzione adatta. Il problema sta nella cellula di sopravvivenza delle auto. Esse infatti hanno una forma pensata per adattarsi a quella delle monoposto, il che presenta due punti deboli:

1) la parte superiore lascia scoperta la testa del pilota. 

2) il fianco della cellula non regge a un impatto tanto quando la parte anteriore e posteriore.

Se vogliamo salvare la vita dei piloti e mettere la sicurezza davanti a tutto, bisogna partire da una cellula con una forma e una struttura che garantisca la sicurezza del pilota a 360 gradi. E in un secondo momento progettarvi la macchina attorno. Questa soluzione porterebbe intanto ad abitacoli chiusi e cambierebbe la forma delle vetture.
Io sarei contrario, ma in nome della sicurezza è molto più sensato dell'halo perchè ridurrebbe il rischio di morte sulla totalità di tipologie di incidente (Hubert compreso).

 

L'incidente di Hubert non ha soluzione. La quantità di moto in un incidente del genere è troppo alta per poter essere assorbita. Lo stesso dicasi per Moore, Wheldon, Dana.

 

Sono casi dove serve evitare un impatto così violento. Come? Credo che i piloti siano da sensibilizzare perchè l'eccesso di sicurezza porta i piloti praticamente a sbattersi di proposito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono d'accordo, la protezione laterale sicuramente sarà irrobustita con gli anni, ma in casi come hubert o bianchi è la velocità unita all'impatto da fermo o contro un ostacolo ad essere tendenzialmente fatale

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'halo protegge da oggetti grossi, una molla, una dado o un oggetto piccolo ha comunque più probabilità di finire contro il casco o comunque nell'abitacolo rispetto a un parabrezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
33 minuti fa, JLP ha scritto:

l'halo protegge da oggetti grossi, una molla, una dado o un oggetto piccolo ha comunque più probabilità di finire contro il casco o comunque nell'abitacolo rispetto a un parabrezza.

Infatti c'è parecchia confusione tra Halo, parabrezza e altri incidenti. Halo e parabrezza proteggono da oggetti volanti e in parte da monoposto una sopra l'altra. Invece non proteggono da enormi ostacoli come muri, trattori, reti o monoposto lanciate a piena velocità.

 

Ho sentito dire che "Campos si sarebbe salvato con l'halo", che pure "Bianchi si sarebbe salvato con l'Halo".

  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

NO COSTIGAN HUBERT NON SI SALVAVA....Non centra nulla HALO CON QUEGLI IMPATTI...ECCO PERCHè NON AVREMO MAI QUEL FAMOSO 100%

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Beyond ha scritto:

sono d'accordo, la protezione laterale sicuramente sarà irrobustita con gli anni, ma in casi come hubert o bianchi è la velocità unita all'impatto da fermo o contro un ostacolo ad essere tendenzialmente fatale

La fia ha già chiesto di irrobustire la cellula, ma l notizia è passata sotto traccia

3 ore fa, chatruc ha scritto:

Infatti c'è parecchia confusione tra Halo, parabrezza e altri incidenti. Halo e parabrezza proteggono da oggetti volanti e in parte da monoposto una sopra l'altra. Invece non proteggono da enormi ostacoli come muri, trattori, reti o monoposto lanciate a piena velocità.

 

Ho sentito dire che "Campos si sarebbe salvato con l'halo", che pure "Bianchi si sarebbe salvato con l'Halo".

 

Campos boh, Bianchi no, ucciso dalla decelerazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

×