Jump to content
Sign in to follow this  
gerardopernientecodardo

Jean Claude Andruet

Recommended Posts

Colgo l'occasione dei 70 anni del mitico pilota francese per aprire un topic su di lui. Riporto l'omaggio del direttore di Quattroruote Carlo Cavicchi:

Ultimamente, per gli appassionati di rally, sono giorni tristi. Tra incidenti che si accavallano, tragedie troppo frequenti, e disgrazie extra corse che colpiscono gente dell?ambiente, pare proprio che nulla giri per il verso giusto.

Oggi, 13 agosto, vorrei ricordare con un grande sorriso un campione che compie 70 anni e che per tutta la lunga carriera agonistica ha sempre portato alla disciplina una ventata di imprevedibilit? che ne ha fatto un protagonista unico.

Lui ? il francese Jean Claude Andruet, ?cavallo matto? per tutti noi che lo abbiamo conosciuto e frequentato nei suoi anni d?oro. Sempre allegro, con uno sguardo perso nel nulla, era velocissimo e con un talento fuori dal comune sfortunatamente frenato da un carattere un po? fragile che non lo facilitava a nuotare in un mare infestato da squali.

Che tipo era Andruet, e perch? lo chiamavano tutti ?cavallo matto?? Dal bloc-notes che ho in testa potrei sfogliare pagine intere sull?argomento, ma un solo appunto potr? bastare.

Durante le prove del Rally dell?Elba del ?75, che lui correva al volante di un?Alfetta ufficiale, tra i piloti in gara aleggiava il panico. Al tempo le ricognizioni erano libere, e siccome i piloti erano soliti testare alla massima velocit? pur in presenza di strade aperte al transito, di solito si provava la notte. Sempre all?Elba, in quelle edizioni, le stesse prove speciali si correvano poi in entrambi i sensi di marcia (l?isola ? piccola e le strade poche), quindi era sempre molto alto il rischio di fare spiacevoli incontri (scontri).

Ebbene, si era sparsa la voce che Andruet provasse a tutta velocit? e a fari spenti, cosa che faceva venire i brividi a chi temeva di incrociarlo, con l?anticipo che i potenti fari dell?epoca permettevano, senza accorgersi della sua presenza.

Cos?, una sorta di collegio formato dai pi? prestigiosi piloti iscritti si port? in delegazione da lui per capire in primo luogo se le voci corrispondevano alla realt?, e poi per capirne eventualmente il motivo.

La risposta di Andruet, nella sua disarmante innocenza, mise ko gli? investigatori: ?S?, ? vero, vado senza luci perch? se faccio un gran tempo cos? poi, in gara e a luci accese, non mi star? davanti nessuno??.

Ricordo che gli astanti rimasero talmente senza parole davanti a quell?assurdit?, che non seppero far altro che mettersi a ridere, andandosene via con la convinzione radicata che quello fosse proprio matto, pi? matto che ?cavallo matto?.

Per la cronaca Andruet vinse 19 prove speciali e non fece sua la corsa che aveva dominato perch? si dovette ritirare per noie elettriche sulla sua vettura.

Buon compleanno Jean!

Fonte:http://viamazzocchi.quattroruote.it

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×