Jump to content
Sign in to follow this  
sundance76

Alain PROST

Recommended Posts

4 titoli con in squadra un campione del mondo ? un gran bel record se pensiamo che l'ultimo a riuscire in questa impresa ? stato Damon Hill nell'96 che aveva a fianco Jacques Villeneuve.

Schummy per esempio forse proprio memore della lotta intestina Senna-Prost si ? sempre tenuto lontano da queste situazioni.

Tra gli ultimi gli unici che ci sono andati vicino sono stati Hamilton e Alonso nell'07 e poi ancora Hamilton nel 2010.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche Massa nel 2008 a dire il vero, me lo ero completamente dimenticato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prost in F1 ha avuto tutti compagni di squadra non proprio facili: Watson, Arnoux, Cheever, Lauda, Rosberg, Johansson, Senna, Mansell, Alesi, Hill.

 

Tra questi, ben cinque campioni del mondo: Lauda, Rosberg, Senna, Mansell, Hill.

 

E Alain ha vinto tutti i suoi 4 Mondiali avendo sempre a fianco un campione del mondo (cio? Lauda nell'85, Rosberg nell'86, Senna nell'89 e Hill nel '93, tranne Mansell, anche se nel '90, quando Alain e Nigel erano in Ferrari, Prost non vinse ma sfior? comunque il titolo ).

 

Insomma, tranne Piquet, Prost ha avuto in squadra quasi tutti i top drivers della sua epoca.

 

Non so quale altro pilota possa vantare una cosa del genere.

 

Considerando tutto ci?, vanno certamente rimesse in discussione certe derisioni verso Prost, del tipo "piangina", "cauteloso" ecc. ecc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Considerando tutto ci?, vanno certamente rimesse in discussione certe derisioni verso Prost, del tipo "piangina", "cauteloso" ecc. ecc.

 

 

Le derisioni stanno a zero ovviamente per? non bisogna nascondere che Prost aveva sicuramente un approccio meno aggressivo e pi? cauteloso dei vari Senna e Mansell, era una sua chiara caratteristica che tra l'altro gli ha permesso di vincere tanto.

Cos? come a onor del vero era un tipo non direi piangina ma sicuramente a volte un po' lamentoso.

Farlo presente non vuol dire sminuirlo secondo me.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le derisioni stanno a zero ovviamente per? non bisogna nascondere che Prost aveva sicuramente un approccio meno aggressivo e pi? cauteloso dei vari Senna e Mansell, era una sua chiara caratteristica che tra l'altro gli ha permesso di vincere tanto.

Cos? come a onor del vero era un tipo non direi piangina ma sicuramente a volte un po' lamentoso.

Farlo presente non vuol dire sminuirlo secondo me.

 

Non ne sarei cos? sicuro, altrimenti anche Mansell potrebbe essere definito un p? lamentoso.

 

Ho un lungo servizio con interviste incrociate a Piquet e Prost su un Quattroruote di novembre 1983, con alcuni commenti di Franco Lini: Prost viene dipinto come troppo impulsivo, velocissimo, poco portato alla messa a punto, poco riflessivo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le derisioni stanno a zero ovviamente per? non bisogna nascondere che Prost aveva sicuramente un approccio meno aggressivo e pi? cauteloso dei vari Senna e Mansell, era una sua chiara caratteristica che tra l'altro gli ha permesso di vincere tanto.

Cos? come a onor del vero era un tipo non direi piangina ma sicuramente a volte un po' lamentoso.

Farlo presente non vuol dire sminuirlo secondo me.

 

l'unici non lamentosi tra i grandissimi dell'epoca moderna sono Mansell, Schumacher e direi anche Piquet, Senna era lamentoso quanto e pi? di Prost.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ne sarei cos? sicuro, altrimenti anche Mansell potrebbe essere definito un p? lamentoso.

 

Ho un lungo servizio con interviste incrociate a Piquet e Prost su un Quattroruote di novembre 1983, con alcuni commenti di Franco Lini: Prost viene dipinto come troppo impulsivo, velocissimo, poco portato alla messa a punto, poco riflessivo...

 

 

Nell'83 in effetti Prost era proprio cos?,fu dalla convivenza con Lauda che matur? una visione diversa delle corse che gli permise di portarsi a casa i suoi 4 titoli mondiali.

Per quanto riguarda Mansell quando voleva e sottolineo quando voleva era mooolto lamentoso, oltre che vittimista e a sparzzi come tutti sanno completamente fuori di melone.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'unici non lamentosi tra i grandissimi dell'epoca moderna sono Mansell, Schumacher e direi anche Piquet, Senna era lamentoso quanto e pi? di Prost.

Per? anche Mansell fu lamentoso quando insinu? che Prost lo avesse fatto cacciare dalla Williams.

Schumacher in effetti non ? stato mai lamentoso.

Piquet non saprei, forse nel 1986-1987 qualche lamentela gli sar? sfuggita, comunque non ricordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'unici non lamentosi tra i grandissimi dell'epoca moderna sono Mansell, Schumacher e direi anche Piquet, Senna era lamentoso quanto e pi? di Prost.

 

senna esercitava un enorme pressione sulla squadra,prost a volte tendeva soprattutto nelle gare sul bagnato e su qualche gara un po' arrendevole a giustificarsi.schumacher era lamentoso anche di piu',inoltre abbastanza impulsivo e soffriva le tenesione delle gare.la realta' era molto diversa dall'immagine che appariva al pubblico.la gente ha creduto fino alla fine che fosse un automa freddo e calcolatore,che dormiva fino a mezz'ora prima delle partenze.

schumacher era gia' nell'epoca degli addetti stampa,in cui l'immagine pubblica veniva filtrata a dovere,poi la ferrari non poteva permettersi di ledere un immagine che era gia' abbastanza criticata per vari motivi.

 

piquet se lo cose non andavano non esitava a dare dell'idiota al progettista,come ai tempi della lotus,ma li poteva avere anche ragione.

Edited by rumpen78

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per? anche Mansell fu lamentoso quando insinu? che Prost lo avesse fatto cacciare dalla Williams.

Schumacher in effetti non ? stato mai lamentoso.

Piquet non saprei, forse nel 1986-1987 qualche lamentela gli sar? sfuggita, comunque non ricordo.

 

 

Mansell (che sulla vicenda del 93 aveva comunque ragione) fu comuque parecchio lamentoso anche nel 90 anche se poi prese il sopravvento la sua indole pazzoide e si mise in testa di regolare i conti a modo suo.

Per quanto riguarda Piquet nei due anni di convivenza con Mansell si lament? un bel po' di presunti favoritismi verso il Leone.

Di Senna ha gi? detto Muresan.

L'unico che non ho mai visto lamentarsi ? Schummy, da questo punto di vista l'ho smepre ammirato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

senna esercitava un enorme pressione sulla squadra,prost a volte tendeva soprattutto nelle gare sul bagnato e su qualche gara un po' arrendevole a giustificarsi.schumacher era lamentoso anche di piu',inoltre abbastanza impulsivo e soffriva le tenesione delle gare.la realta' era molto diversa dall'immagine che appariva al pubblico.

 

piquet se lo cose non andavano non esitava a dare dell'idiota al progettista,come ai tempi della lotus,ma in generale non tendeva troppo a lamentarsi.

 

schumacher lamentoso? portami degli esempio forse ci sfugge qualcosa, perch? anche altri hanno fatto notare che non si lamenta almeno davanti alle telecamere

Edited by Muresan80

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mansell (che sulla vicenda del 93 aveva comunque ragione)

Come si fa a dire che aveva ragione? Era l'unico a sostenere una tesi complottista mai provata e smentita dalle altre parti in causa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

schumacher lamentoso? portami degli esempio forse ci sfugge qualcosa, perch? anche altri hanno fatto notare che non si lamenta almeno davanti alle telecamere

 

si davanti alle telecamere,cosi come davanti alle telecamere appariva freddo e calcolatore.nel 98' il dt della goodyear sbotto' dicendo che in squadra era difficilissimo lavorare con lui all'interno della squadra,cosi come piu' tardi si scopri che la sua freddezza era in realta' timidezza,e che soffrisse molto la tensione delle gare,ben piu' di barrichello.

pero' con la stampa era perfetto.almeno quella italiana.ricordo invece che nel 96' quando la ferrari subi' ritiri in serie trovai un autospor tedesco in francia in cui schumacher si lamentava molto dell'affidabilita' ferrari,invece sulla stampa italiana non compariva nulla

Share this post


Link to post
Share on other sites

si davanti alle telecamere,cosi come davanti alle telecamere appariva freddo e calcolatore.nel 98' il dt della goodyear sbotto' dicendo che in squadra era difficilissimo lavorare con lui all'interno della squadra,cosi come piu' tardi si scopri che la sua freddezza era in realta' timidezza,e che soffrisse molto la tensione delle gare,ben piu' di barrichello.

pero' con la stampa era perfetto.almeno quella italiana.ricordo invece che nel 96' quando la ferrari subi' ritiri in serie trovai un autospor tedesco in francia in cui schumacher si lamentava molto dell'affidabilita' ferrari,invece sulla stampa italiana non compariva nulla

 

Guido Schittone grande fan di Schumacher gi? nel 1993 e 1994 diceva che era tutt'altro che freddo e calcolatore, ma lo stesso Schittone ne parla come uno che non si lamenta mai, rispettando tutti e che punta solo sul miglioramento del metodo di lavoro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come si fa a dire che aveva ragione? Era l'unico a sostenere una tesi complottista mai provata e smentita dalle altre parti in causa.

 

se intendi prost e frank williams e' ovvio che smentirono.poi se ci fu complotto non firmarono certo nessun documento per provarlo.

 

non e' un mistero che la renault spingeva per prost gia' dal 91',e il francese mise il veto su senna.per quanto riguarda mansell,frank williams aveva alain prost praticamente gratis e poteva liberarsi dell'ingaggio di mansell,comincio' quindi la storia della contrattazione dell'ingaggio,tipica di quando si vuol mandar via qualcuno in maniera elegante.il fatto che non abbiano rinnovato mansell per qualche milione di dollari,non e' credibile,mansell era il pilota piu' sponsorizzato insieme a senna e la williams la squadra piu' ricca.

 

diciamo che la renault spingeva per prost,prost voleva la macchina migliore per "vendicarsi" dopo la debacle ferrari,e frank poteva avere i piloti praticamente gratis per il 93'.

 

Non ne sarei cos? sicuro, altrimenti anche Mansell potrebbe essere definito un p? lamentoso.

 

Ho un lungo servizio con interviste incrociate a Piquet e Prost su un Quattroruote di novembre 1983, con alcuni commenti di Franco Lini: Prost viene dipinto come troppo impulsivo, velocissimo, poco portato alla messa a punto, poco riflessivo...

 

nel 1983 per prost pesava molto l'incidente di zandvort,che molti giornalisti ritenevano un episodio decisivo in cui il francese aveva dimostrato poca freddezza.le valutazioni sulle doti di colaudatore poi sono spesso semplicistiche.i piloti ragionieri sono tutti ottimi sviluppatori,i piloti combattivi invece no

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ripeto: un conto ? che Frank Williams voglia liberarsi di Mansell offrendogli meno di quanto lui volesse, un altro conto ? dire che Prost non voleva correre con Mansell e impose un diktat a Frank.

 

Ecco una interessante intervista a Prost nella primavera '93.

 

img122wm.jpg

 

img118tb.jpg

 

img119b.jpg

 

img120nz.jpg

 

img121s.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×