Jump to content
Sign in to follow this  
sundance76

Alain PROST

Recommended Posts

No anche, solo a Suzuka 1987 (almeno per quello che riguarda le gare di cui stiamo parlando) :asd:

Quella su Austria 1987 era una considerazione mia, a parte, per testimoniare un'altra rimonta fatta da Prost sempre quell'anno. L? come giri veloci, il francese ? risultato solo sesto

Ah ok ora mi risulta un po'pi? chiaro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' vero. Ho visto una sintesi di circa 40 minuti del G.P. del Sudafrica 1982 ed ? proprio come dice Andre92: rimonta di Prost quasi ignorata e Poltronieri dubbioso che Alain possa essersi riportato al comando dopo aver bucato una gomma, fatto un giro lentamente e zoppicando, essersi fermato ai box e venendo doppiato di un giro.

 

guarda caso qualche giorno fa ho trovato questo

 

http://www.youtube.com/watch?v=RRB77tm1yTM&feature=fvwrel

 

non ho capito niente :asd: anche se ci sono dei cambiamenti strani di telecronaca :asd: credo nemmeno Walker e compagnia abbiano capito molto

Edited by F.126ck

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'ulitma vittoria di lauda in olanda,che sanci forse la nascita del professore prost.poteva superarlo ma forse memore dell'errore su piquet di 2 anni prima,si accontento' del secondo posto.erano passati 2 anni dall'incidente con piquet,probabilmente era un altro alain prost.

 

La mia impressione ? che quando Prost arriva negli scarichi del compagno si aspetti che questo gli dia strada perch? il Francese ? in lotta per il mondiale e l'Austriaco no. Quando questo non avviene si innervosisce leggermente mettendo anche 2 ruote sull'erba e poi cerca un varco per passare ma con molta cautela e senza forzare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Possiedo questo corposo fascicolo uscito con la "Gazzetta dello Sport" nell'inverno 89-90. Tratta di tutti gli aspetti della carriera di Prost, le sue dichiarazioni famose, il racconto dei suoi anni nelle formule minori, le sue squadre in F1, le vittorie significative, i rapporti coi tecnici con cui ha lavorato, i paragoni coi grandi del passato, le cifre della carriera in F1 e altre cose che non ricordo.

 

Ci vorr? del tempo per scannerizzarlo e postarlo, ma pian piano lo far?:

 

d80235.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

leggere questi Topic, fa un po' male, mi viene una nostalgia matta della rivalit? Senna-Prost: la RIVALITA'!

 

Che tempi col Leone pronto a sorpassare anche sopra e sotto, e Piquet che con la Benetton fece miracoli e gett? le basi per quella che sarebbe diventata con Schumi.

 

Poi le macchine del 1989-1994 le pi? belle in assoluto della storia della F1, tecnologia, innovazione tecnica e bellezza delle vetture identificabili a colpo d'occhio anche se fosse state tutte rosa, la Golden Era.

Share this post


Link to post
Share on other sites

leggere questi Topic, fa un po' male, mi viene una nostalgia matta della rivalit? Senna-Prost: la RIVALITA'!

 

Che tempi col Leone pronto a sorpassare anche sopra e sotto, e Piquet che con la Benetton fece miracoli e gett? le basi per quella che sarebbe diventata con Schumi.

 

Poi le macchine del 1989-1994 le pi? belle in assoluto della storia della F1, tecnologia, innovazione tecnica e bellezza delle vetture identificabili a colpo d'occhio anche se fosse state tutte rosa, la Golden Era.

 

Pi? che i duelli rimpiango la mancanza delle loro personalit?, anche perch? immaginare i loro duelli con il drs mi vien difficile :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prost ? un pilota che ? sempre stato stimato dagli addetti ai lavori (parlo di tecnici, ingegneri, team manager, piloti etc),ma sottovalutato dai media e quindi dal pubblico.

Basti pensare che di recente Stewart lo ha posto (giustamente) tra i 5 top driver di ogni epoca con Ascari, Clark, Fangio e Moss, mentre nei vari sondaggi sul web non ? mai al vertice.

 

Direi che in un certo senso regge anche il parallelismo con klitschko (sebbene dr iron fist non sia forse classificabile tra i 5 migliori pugili all time): la loro concretezza, la poca concessione allo spettacolo, il loro essere persone pi? che personaggi, direi anche il loro stile, li ha penalizzati nella percezione dell'opinione pubblica rispetto a colleghi pi? appariscenti e sopra le righe, anche in senso negativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prost ? un pilota che ? sempre stato stimato dagli addetti ai lavori (parlo di tecnici, ingegneri, team manager, piloti etc),ma sottovalutato dai media e quindi dal pubblico.

Basti pensare che di recente Stewart lo ha posto (giustamente) tra i 5 top driver di ogni epoca con Ascari, Clark, Fangio e Moss, mentre nei vari sondaggi sul web non ? mai al vertice.

 

Direi che in un certo senso regge anche il parallelismo con klitschko (sebbene dr iron fist non sia forse classificabile tra i 5 migliori pugili all time): la loro concretezza, la poca concessione allo spettacolo, il loro essere persone pi? che personaggi, direi anche il loro stile, li ha penalizzati nella percezione dell'opinione pubblica rispetto a colleghi pi? appariscenti e sopra le righe, anche in senso negativo.

 

OT

 

dr. Ironfist ha la sfortuna che gli mancano gli avversari credibili quei pochi credibili se la fanno sotto e non lo affrontano, da quel che ho visto negli ultimi 30 anni vedo solo due pugili superiori a Vitali Klitschko (che ? un fenomeno sia tecnico che fisico), Lennox Lewis e Mike Tyson. Wladimir fisico e atletismo da spavento con potenza alla Foreman sul colpo singolo lo reputo due-tre spanne sotto al fratellone.

 

fine OT

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT

 

dr. Ironfist ha la sfortuna che gli mancano gli avversari credibili quei pochi credibili se la fanno sotto e non lo affrontano, da quel che ho visto negli ultimi 30 anni vedo solo due pugili superiori a Vitali Klitschko (che ? un fenomeno sia tecnico che fisico), Lennox Lewis e Mike Tyson. Wladimir fisico e atletismo da spavento con potenza alla Foreman sul colpo singolo lo reputo due-tre spanne sotto al fratellone.

 

fine OT

 

E non dimentichiamo la mascella invulnerabile: Vitali non lo butta gi? nemmeno un bulldozer, il match con lewis ? emblematico. Peccato per la mancata rivincita, penso sarebbe stato un ottimo spot per tutto il mondo della boxe. fineOT

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prost ? un pilota che ? sempre stato stimato dagli addetti ai lavori (parlo di tecnici, ingegneri, team manager, piloti etc),ma sottovalutato dai media e quindi dal pubblico.

Basti pensare che di recente Stewart lo ha posto (giustamente) tra i 5 top driver di ogni epoca con Ascari, Clark, Fangio e Moss, mentre nei vari sondaggi sul web non ? mai al vertice.

 

Direi che in un certo senso regge anche il parallelismo con klitschko (sebbene dr iron fist non sia forse classificabile tra i 5 migliori pugili all time): la loro concretezza, la poca concessione allo spettacolo, il loro essere persone pi? che personaggi, direi anche il loro stile, li ha penalizzati nella percezione dell'opinione pubblica rispetto a colleghi pi? appariscenti e sopra le righe, anche in senso negativo.

 

Anche se mi spiace non conosco il pugilato, hai saputo ben tratteggiare il profilo di Prost...anche se ammetto, all'epoca non lo trovavo un mostro di simpatia. Ma questo ? marginale.

In sostanza un bel quoto :up:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa paradossale ? che alla fine Prost riscuote molta stima e affetto presso i sennisti, che magari un tempo lo odiavano ma che hanno imparato ad apprezzarlo andandosi a informare meglio su ci? che all'epoca hanno vissuto da tifosi (? il mio caso, eh). La popolarit? di Prost ? sempre stata piuttosto scarsa, in primis per la sua fama di "cauteloso" completamente deformante la complessit? del suo approccio e la sua immensa classe, in secondo luogo per il grande appeal verso il pubblico (anche giusto, sia ben chiaro) di un leone come Mansell e di un samurai come Senna. Prost, potr? sembrare marginale ma a livello di mass media non lo ? per nulla, ha anche scontato il fatto di essere brutto in un epoca televisiva che ovviamente si ? innamorata di Senna il bello, tenebroso, comunicativo, magnetico. Mediaticamente Senna ? stato percepito da subito, e la sua leggenda lo conferma, come IL pilota: veloce, rivoluzionario, maledetto, morto giovane, bello e capace di imprese leggendarie. In Senna si sono uniti tutti i tratti "mitologici" che prima di lui erano sparsi in altri campioni ma mai erano stati presenti insieme nello stesso. Prost ha finito per essere adombrato e quasi dimenticato, a dispetto di una lunga carriera senza Senna, di una grande prova di forza contro Senna (di cui nessun altro sarebbe stato capace, punto), e di un grande rispetto e affettuoso ricordo (salvo alcune posizioni mantenute con orgoglio ma che ci possono stare in pieno) verso Senna dopo la morte del brasiliano.

 

Ma pensate che non saranno nemmeno due anni e persino uno come Briatore lo cit? come pilota pi? forte in un'intervista proprio per non nominare i soliti Senna o Schumacher.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa paradossale ? che alla fine Prost riscuote molta stima e affetto presso i sennisti, che magari un tempo lo odiavano ma che hanno imparato ad apprezzarlo andandosi a informare meglio su ci? che all'epoca hanno vissuto da tifosi (? il mio caso, eh). La popolarit? di Prost ? sempre stata piuttosto scarsa, in primis per la sua fama di "cauteloso" completamente deformante la complessit? del suo approccio e la sua immensa classe, in secondo luogo per il grande appeal verso il pubblico (anche giusto, sia ben chiaro) di un leone come Mansell e di un samurai come Senna. Prost, potr? sembrare marginale ma a livello di mass media non lo ? per nulla, ha anche scontato il fatto di essere brutto in un epoca televisiva che ovviamente si ? innamorata di Senna il bello, tenebroso, comunicativo, magnetico. Mediaticamente Senna ? stato percepito da subito, e la sua leggenda lo conferma, come IL pilota: veloce, rivoluzionario, maledetto, morto giovane, bello e capace di imprese leggendarie. In Senna si sono uniti tutti i tratti "mitologici" che prima di lui erano sparsi in altri campioni ma mai erano stati presenti insieme nello stesso. Prost ha finito per essere adombrato e quasi dimenticato, a dispetto di una lunga carriera senza Senna, di una grande prova di forza contro Senna (di cui nessun altro sarebbe stato capace, punto), e di un grande rispetto e affettuoso ricordo (salvo alcune posizioni mantenute con orgoglio ma che ci possono stare in pieno) verso Senna dopo la morte del brasiliano.

 

Ma pensate che non saranno nemmeno due anni e persino uno come Briatore lo cit? come pilota pi? forte in un'intervista proprio per non nominare i soliti Senna o Schumacher.

 

Quoto ogni singola parola.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa paradossale ? che alla fine Prost riscuote molta stima e affetto presso i sennisti, che magari un tempo lo odiavano ma che hanno imparato ad apprezzarlo andandosi a informare meglio su ci? che all'epoca hanno vissuto da tifosi (? il mio caso, eh). La popolarit? di Prost ? sempre stata piuttosto scarsa, in primis per la sua fama di "cauteloso" completamente deformante la complessit? del suo approccio e la sua immensa classe, in secondo luogo per il grande appeal verso il pubblico (anche giusto, sia ben chiaro) di un leone come Mansell e di un samurai come Senna. Prost, potr? sembrare marginale ma a livello di mass media non lo ? per nulla, ha anche scontato il fatto di essere brutto in un epoca televisiva che ovviamente si ? innamorata di Senna il bello, tenebroso, comunicativo, magnetico. Mediaticamente Senna ? stato percepito da subito, e la sua leggenda lo conferma, come IL pilota: veloce, rivoluzionario, maledetto, morto giovane, bello e capace di imprese leggendarie. In Senna si sono uniti tutti i tratti "mitologici" che prima di lui erano sparsi in altri campioni ma mai erano stati presenti insieme nello stesso. Prost ha finito per essere adombrato e quasi dimenticato, a dispetto di una lunga carriera senza Senna, di una grande prova di forza contro Senna (di cui nessun altro sarebbe stato capace, punto), e di un grande rispetto e affettuoso ricordo (salvo alcune posizioni mantenute con orgoglio ma che ci possono stare in pieno) verso Senna dopo la morte del brasiliano.

 

Ma pensate che non saranno nemmeno due anni e persino uno come Briatore lo cit? come pilota pi? forte in un'intervista proprio per non nominare i soliti Senna o Schumacher.

 

quoto anch'io,anche se forse "adombrato o dimenticato" mi sembra troppo,per un 4 volte campione.comunque e' vero che anche l'immagine aveva la sua importanza,prost era basso brutto e risultava antipatico,anche a molti francesi che fino alle prime vittorie gli preferivano arnoux.

 

inoltre la sua fama di "politico" nuoceva alla sua immagine,vera o presunta che fosse.poi correva nell'epoca di senna il"mitologico" e mansell "l'erede naturale" di villeneuve

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prost in F1 ha avuto tutti compagni di squadra non proprio facili: Watson, Arnoux, Cheever, Lauda, Rosberg, Johansson, Senna, Mansell, Alesi, Hill.

 

Tra questi, ben cinque campioni del mondo: Lauda, Rosberg, Senna, Mansell, Hill.

 

E Alain ha vinto tutti i suoi 4 Mondiali avendo sempre a fianco un campione del mondo (cio? Lauda nell'85, Rosberg nell'86, Senna nell'89 e Hill nel '93, tranne Mansell, anche se nel '90, quando Alain e Nigel erano in Ferrari, Prost non vinse ma sfior? comunque il titolo ).

 

Insomma, tranne Piquet, Prost ha avuto in squadra quasi tutti i top drivers della sua epoca.

 

Non so quale altro pilota possa vantare una cosa del genere.

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×