Jump to content
Sign in to follow this  
sundance76

Maledetta batteria!

Recommended Posts

La parola al "Drago", Sandro Munari.

 

"Non hanno ancora inventato un termine che sappia con efficacia raccogliere il sentimento di frustrazione che si prova dopo aver dominato per un?intera gara e, a pochi chilometri dalla vittoria, vedere che tutto svanisce come una nuvola di fumo.

 

E? esattamente ci? che mi ? capitato nel 1971 in una competizione difficilissima, una competizione che univa due prove in una: Sanremo e Sestriere.

 

Tradotto significa cinque giorni e cinque notti passati al volante senza mai perdere la concentrazione e oltretutto alternando l?asfalto allo sterrato, la neve alla pioggia. Quell?anno io e il mio navigatore, Mannucci, correvamo con la Fulvia HF, una macchina fantastica sotto tanti punti di vista. E che infatti ci aveva concesso di rimanere sempre in testa seguiti da un?altra Fulvia e, molto pi? dietro, dalla Alpine.

 

Arrivati al quinto giorno, stanchi, provati sia fisicamente che psicologicamente, dovevamo soltanto affrontare l?ultima prova prima di arrivare intorno alle 9 e 30 del mattino a Sestriere, dove avremmo tagliato per primi il traguardo.

 

Quest?ultima prova era anche piuttosto semplice: una decina di chilometri in tutto senza particolari problemi, non dico da fare in relax ma quasi.

 

Fatto sta che intorno alle cinque e trenta, quindi mentre stavamo ancora al buio, a un certo punto vedo la spia dell?alternatore che si accende. ?Accidenti - dico a Mannucci - e adesso? Va beh, poco male, giusto il tempo di arrivare all?assistenza per vedere se ? il caso di cambiare la batteria. Ma anzi forse ? meglio continuare con questa..?.

 

Insomma mentre ragionavamo sul da farsi, ma affatto preoccupati perch? il vantaggio sugli altri era notevole, arriviamo all?assistenza. Dopo una breve consultazione con i ragazzi, decidiamo infine che s?, in fondo era meglio cambiarla la batteria. Tanto era questione di pochi minuti.

 

Mentre ripartiamo rinfrancati e sicuri di avere la vittoria in mano, arriva la prima coltellata. Con terrore vedo che le luci dei fari si affievoliscono.

Spengo gli abbaglianti e vado avanti.

Ma dopo un po? la seconda coltellata: anche gli anabbaglianti iniziano a fare cilecca. La terza coltellata nemmeno ve la vorrei raccontare: il motore si pianta. Fermi. Fermi come dei sassi. A cinque chilometri dalla fine. Ci credete se vi dico che Mannucci cominci? a vomitare per la rabbia? Io intanto tiravo pietrate contro gli alberi, perch? sinceramente le forze di prenderli a pugni mi mancavano. Non ci fu nulla da fare. Vedemmo gli altri passarci, prima la Fulvia poi la Alpine e con loro anche la nostra vittoria, che fra l?altro consisteva anche in un premio di 5 milioni di lire (era il 1971?).

 

Volete sapere cosa era successo? Semplicissimo. Uno dei meccanici aveva preso da una scatola nuova una batteria, presumendo che anch?essa fosse nuova. Invece quella batteria era stata usata dall?assistenza per illuminare il campo di notte. Ovviamente scoppi? un putiferio, perch? francamente perdere una gara in questo modo non pu? essere accettato. Poi le acque si calmarono e anche i responsabili della vicenda furono fra virgolette ?graziati?. "

 

munari71.jpg

 

Uploaded with ImageShack.us

Share this post


Link to post
Share on other sites

no, aveva proprio l'alternatore che non funzionava, hanno cambiato la batteria per non rischiare che si scaricasse, che rabbia :incazzato:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che sfortuna... Perdere un rally da 300 km a 5 dalla fine "ci pu? stare" (si fa per dire), ma buttare via in questo modo 5 giorni e 5 notti fa veramente rabbia

Share this post


Link to post
Share on other sites

La sfortuna di Munari non fu l'unica per la Lancia in quella corsa. Infatti, dopo il suo ritiro, in testa and? il compagno Lampinen (citato nel topic "Il regno dei furbi"), ma anche lui si ritir? negli ultimi metri della brevissima prova speciale-spettacolo allestita al Sestriere prima del traguardo! La vittoria and? cos? all'Alpine di Therier (altro grande pilota, che sfortunatamente ? rimasto paralizzato a met? anni '80).

 

In quel Sanremo-Sestriere '71, cos? sfigato per la Lancia, partecip? anche Luca di Montezemolo, navigato da Daniele Audetto (per ironia della sorte, entrambi andarono poi alla Ferrari, Luca nel '73-'75, Audetto nel '76 prima di ritornare nei rally con Fiat e Lancia).

 

Ho una pagina di AS col commento di Montezemolo, anch'egli ritirato, ma nelle fasi iniziali della gara. Una vera disfatta per la Lancia.

 

as711344.jpg

 

Uploaded with ImageShack.us

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×