Vai al contenuto
Mito Ferrari

SBK 2012

chi vincer? il titolo 2012?  

29 utenti hanno votato

  1. 1. chi vincer? il titolo 2012?

    • Carlos Checa (Althea Racing-Ducati 1098R)
    • Davide Giugliano (Althea Racing-Ducati 1098R)
      0
    • Max Biaggi (Aprilia Racing Team-Aprilia RSV4 1000)
    • Eugene Laverty (Aprilia Racing Team-Aprilia RSV4 1000)
    • Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport-BMW S1000RR)
    • Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport-BMW S1000RR)
      0
    • Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia-BMW S1000RR)
      0
    • Jonathan Rea (Castrol Honda-Honda CBR1000RR)
      0
    • altro


Messaggi raccomandati

Nurburgring, Libere 1: Giugliano ci ha preso gusto

Il ducatista guida il gruppo davanti a Biaggi e Melandri, subito in lotta da inizio weekend

 

Come aveva gi? fatto anche il Russia, Davide Giugliano ha messo tutti in fila fin dalla prima sessione di prove libere dell'appuntamento del Nurburgring del Mondiale Superbike. Il portacolori della Ducati Althea ha girato in 1'56"395, precedendo i due principali antagonisti nella corsa al titolo.

 

Dopo diversi weekend un po' in ombra, Max Biaggi ? infatti riuscito a partire con il piede giusto, portando la sua Aprilia RVS4 in seconda posizione, proprio davanti alla BMW di Marco Melandri: i due italiani sono separati tra loro da appena 73 millesimi, quindi si preannuncia un weekend davvero incandescente per quanto riguarda la corsa al titolo.

 

In quarta posizione troviamo poi Jonathan Rea, tornato sulla sua CBR1000RR dopo aver concluso i test sulla Honda RC213V di MotoGp. Il britannico si ? inserito davanti alla Kawasaki di Tom Sykes, che ambisce ancora ad un ruolo da terzo incomodo nella lotta per il Mondiale, anche se ha chiuso a quasi mezzo secondo di distacco.

 

Seguono poi le due Ducati di Sylvain Guintoli e Carlos Checa, con lo spagnolo che si ? visto rifilare ben sette decimi dal compagno di squadra. Discorso che vale anche per Leon Haslam ed Eugene Laverty, rispettivamente nono e decimo, alle spalle anche della Suzuki di Leon Camier. L'irlandese dell'Aprilia si ? anche reso protagonista di una caduta senza conseguenze, cos? come Ayrton Badovini.

 

Da segnalare il ritorno a sorpresa di Lorenzo Lanzi, che sostituisce Jakub Smrz in sella alla Ducati del Liberty Racing: per ora il pilota italiano ha faticato un po', non riuscendo a fare meglio del 17esimo tempo.

 

21195_nurburgring,_libere_1:_giugliano_ci_ha_preso_gusto.jpg

http://www.****/magazine/21195/nurburgring,_libere_1:_giugliano_ci_ha_preso_gusto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nurburgring, Libere 2: Checa davanti a Giugliano

La Ducati piazza l'1-2 davanti a Sykes. Biaggi ? quinto, mentre Melandri cade ed ? 12esimo

 

La classifica non gli sorride pi? da tempo, ma Carlos Checa non ? mai stato un tipo arrendevole. Anche se sono ben 75 le lunghezze che deve recuperare su Marco Melandri, il pilota della Ducati ha chiuso da protagonista assoluto il venerd? del weekend del Nurburgring del Mondiale Superbike.

 

In sella alla sua 1198R ha sfoderato un ottimo 1'55"307. Un tempo che gli ha consentito di staccare di oltre quattro decimi il compagno di squadra Davide Giugliano, che comunque si ? confermato particolarmente a suo agio sul saliscendi tedesco, completando la doppietta Althea Racing in seconda posizione.

 

Pochi millesimi pi? indietro troviamo la Kawasaki di Tom Sykes, mentre Aprilia e BMW hanno portato avanti le loro seconde linee, con Eugene Laverty e Leon Haslam che sono andati ad occupare rispettivamente la quarta e la quinta posizione.

 

Attaccato al trenino dei primi per? c'? anche Max Biaggi che con la sua Aprilia occupa la sesta posizione staccato di mezzo secondo. Il "Corsaro" sembra decisamente voglioso di rilanciarsi nella corsa al titolo dopo aver perso la leadership in campionato in Russia e per lui il weekend ? iniziato meglio che per il rivale Marco Melandri. Il portacolori della BMW ? solamente 12esimo ed ? anche incappato in una caduta senza conseguenze pochi istanti dopo l'inizio della sessione.

 

Alle spalle di Biaggi ci sono invece Jonathan Rea e Leon Camier, che completano il gruppettino dei primi, precedendo di circa quattro decimi l'Aprilia di Chaz Davies, dietro alla quale completa la top ten Lorenzo Zanetti, che oggi si ? tolto la soddisfazione di essere pi? veloce del suo caposquadra Sylvain Guintoli.

 

21204_nurburgring,_libere_2:_checa_davanti_a_giugliano.jpg

http://www.****/magazine/21204/world-superbike-nurburgring-libere-2-checa-davanti-a-giugliano-biaggi-quinto-melandri-cade

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

N?rburgring, Q2: Rea batte il duo Melandri-Biaggi

Checa scende quarto davanti a Sykes e Giugliano, Guintoli escluso dalla Superpole

 

Grande spettacolo e massimo equilibrio nella seconda e decisiva sessione di qualifica al N?rburgring.

 

Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) con 1'55"157 ha migliorato il primato in gara da lui stesso registrato nell'edizione 2010, precedendo all'ultimo istante i due principali candidati alla conquista del titolo.

 

Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) ha soltanto 67 millesimi di vantaggio su Max Biaggi, che insegue anche in classifica generale, staccato di 18,5 punti su 150 disponibili.

 

I sedici ammessi alla Tissot-Superpole sono racchiusi in appena un secondo. Carlos Checa (Althea Racing Team), primatista del venerdi, ? arretrato al quarto posto incalzato da Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) e dal compagno di squadra Davide Giugliano.

 

Sylvain Guintoli (PATA Racing Team), due volte vincitore in questa stagione, ? scivolato senza danni fisici restando escluso (18? tempo) dalla Tissot-Superpole.

 

Invece continua il buon momento della FIXI Crescent Suzuki con Leon Camier autore dell'ottavo crono in 1'55.594, a soli 437 millesimi dal primato di Rea.

 

http://www.****/magazine/21223/superbike-2012-nurburgring-qualifica-2-rea-si-lascia-alle-spalle-melandri-biaggi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

N?rburgring, Superpole: Biaggi da record

Il romano, velocissimo in Germania, batte Tom Sykes e Marco Melandri

 

Grande prestazione di Max Biaggi, che al N?rburgring conquista la sua prima Superpole della stagione.

 

Il Corsaro ha interrotto una lunghissima striscia di 17 gare senza pole ed ha battuto il solito velocissimo Tom Sykes e soprattutto il suo rivale in campionato Marco Melandri, terzo in griglia.

 

Chiude la prima fila l'altra Aprilia di Eugene Laverty, nella posizione migliore per dare una mano al suo compagno di squadra provando a togliere punti alla BMW.

 

Apre la seconda fila Jonathan Rea, che scatter? affiancato dalla Ducati di Carlos Checa, che pare molto competitivo come passo gara.

 

Settima la Suzuki di Leon Camier, molto staccata dalle moto che la precedono, davanti all'altra "verdona" di Loris Baz.

 

Esclusi alla fine della seconda parte della Superpole Davide Giugliano, per soli 4 centesimi, Chaz Davies (che aveva fatto segnare il migliro tempo nella SP1, giocandosi per? un treno di morbide che gli ? mancato in SP2), Lorenzo Zanetti e Leon Haslam, caduto al primo giro della SP2 nella Superpole del round di casa della BMW.

 

Non hanno passato il primo taglio della SP1 invece Michel Fabrizio (13esimo) e John Hopkins (14esimo), mentre nessun tempo per Niccol? Canepa (caduto fratturandosi una gamba nelle Libere 2) e David Salom che, di fatto, non ha preso parte alla Superpole, incappato subito nei primi minuti della SP1 in un rovinoso high-side in uscita dalla ?Coca Cola Kurve? che immette sul rettilineo dei box provocando l?esposizione della bandiera rossa per pulire la ghiaia lasciata in piena traiettoria.

 

Il maiorchino ? finito anche lui al Centro Medico con un trauma cranico ed ? difficile che possa correre domani. La speranza per lui ? di riprendersi per correre la prossima settimana a Misano in MotoGp.

 

http://www.****/magazine/21235/world-superbike-2012-nurburgring-superpole-tom-sykes-batte-max-biaggi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Biaggi vince gara 1, Melandri cade: Max torna leader!

Storica tripletta per l'Aprilia, con Laverty e Davies a completare il podio. Ora ci sono 6,5 punti tra i due italiani

 

Il weekend del Moscow Raceway aveva avuto quasi il sapore della resa per Max Biaggi, ma questa mattina il pilota dell'Aprilia ha reso pan per focaccia a Marco Melandri in gara 1 al Nurburgring, andando ad imporsi mentre il rivale ? finito ruote all'aria, riprendendosi cos? la vetta del Mondiale Superbike con 6,5 punti di vantaggio sul rivale della BMW.

 

Al via ancora una volta il pi? bravo ? stato Tom Sykes, che ormai ci ha abituati a fare da "lepre" nelle prime fasi di gara con la sua Kawasaki. Il "Corsaro" per? si ? incollato subito ai suoi scarichi, tallonato dalla BMW di Melandri, sul quale aleggiava un sospetto di partenza anticipata, scongiurato subito per? dal direttore di gara.

 

Il ravennate per? ha avuto giusto il tempo di togliersi il sudore dalla fronte per il pericolo scampato prima di incappare in un clamoroso errore che ha ribaltato nuovamente le sorti del campionato. Marco ? arrivato lunghissimo alla curva 7, l'anteriore della sua S1000RR si ? chiuso e lo ha scaraventato nella via di fuga, mandando in fumo il suo vantaggio in classifica.

 

Il ko del rivale per? non ha messo alcuna fretta a Biaggi, che ha atteso il consueto calo della gomma posteriore di Sykes per portare l'attacco ai danni del pilota britannico e prendersi la leadership quando mancavano 9 passaggi al termine della corsa. Nell'arco di un paio di giri poi Max ha costruito un margine di sicurezza, involandosi solitario verso un successo che potrebbe essere fondamentale per le sorti della corsa al titolo.

 

Dietro di lui invece Sykes ha perso completamente il ritmo e nel finale ? stato raggiunto anche da Eugene Laverty e Chaz Davies, che quindi hanno completato una mattinata davvero trionfale per l'Aprilia, andando a formare un podio tutto composto da RSV4 (? la prima volta che accade in SBK). Il pilota della Kawasaki invece si ? dovuto accontentare del quarto posto, riducendo comunque a 34,5 punti il suo ritardo dalla vetta della classifica.

 

Spettacolore poi la rimonta che ha portato Leon Camier a risalire dall'ultimo posto sullo schieramento fino alla quinta piazza finale, approfittando anche della caduta di Loris Baz ad un paio di giri dal termine. Il portacolori della Suzuki avrebbe dovuto prendere il via dalla seconda fila, ma una perdita d'olio gli ha impedito di andare a schierarsi regolarmente. Visto il passo mostrato in gara 1, il britannico sar? sicuramente uno dei piloti da tenere d'occhio oggi pomeriggio.

 

Veniamo ora alla disfatta di casa Ducati: sia Carlos Checa che Davide Giugliano sono finiti ruote all'aria nello spazio di pochi giri, quindi la migliore delle 1198R ? stata quella di Sylvain Guintoli, sesto al traguardo. Il campione del mondo in carica ? anche riuscito a riprendere la via della pista, ma alla fine si ? dovuto accontentare del 12esimo posto, quindi con 77,5 punti da recuperare su Biaggi, la corsa al titolo sembra davvero finita per lui. Cos? come per Jonathan Rea, ritirato dopo poche curve.

 

21266_biaggi_vince_gara_1,_melandri_cade:_max_torna_leader!.jpg

http://www.****/magazine/21266/world-superbike-nurburgring-biaggi-vince-gara-1-melandri-cade-e-max-torna-leader!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prima vittoria per Chaz Davies in gara 2 al Nurburgring

Cadono sia Biaggi che Melandri, ma Max riparte e finisce 13esimo: ora ? a +9,5

 

Non si pu? di certo dire che la seconda gara del weekend del Nurburgring del Mondiale Superbike non abbia regalato spunti interessanti. La copertina se la merita senza ombra di dubbio Chaz Davies, che ? andato a conquistare la sua prima affermazione in carriera nella serie, regalando la stessa gioia anche alla al team ParkinGo di Giuliano Rovelli, proprio nella giornata in cui verr? ufficializzato come prossimo pilota ufficiale della BMW.

 

I colpi di scena pi? grossi per? li ha regalati la lotta per il titolo, con i due principali protagonisti Max Biaggi e Marco Melandri che sono stati entrambi protagonisti di cadute. Il pilota dell'Aprilia addirittura nel corso del primo giro, quando ? arrivato lunghissimo alla chicane finale. Il "Corsaro" ? poi riuscito a ripartire, ma sembrava caduto nuovamente in un incubo, con Melandri che era nelle primissime posizioni.

 

E il ravennate della BMW pochi giri pi? tardi ? riuscito anche a portarsi al comando della classifica. L'errore per? era dietro l'angolo anche per lui: nel corso del nono giro ha perso nuovamente l'anteriore della sua S1000RR proprio come in gara 1, finendo ruote all'aria mentre stava tentando di staccare proprio Davies e la Kawasaki di Tom Sykes.

 

E qui la gara di Max ha cambiato colore, perch? il rivale invece ? stato costretto al ritiro, quindi il suo 13esimo posto finale gli ha consentito di allungare di qualche punto, portando il suo vantaggio su Melandri a 9,5 punti. E anche Sykes gli ? stato in un certo senso alleato, non riuscendo a fare meglio del quinto posto, rimanendo quindi a 26,5 punti di distacco.

 

Con tutti i big in difficolt?, per Davies ? stato quasi un gioco da ragazzi involarsi solitario verso la sua prima vittoria in SBK, precedendo il tandem tutto britannico composto da Eugene Laverty e Leon Camier, che ha regalato un duello spettacolare per la seconda posizione, nel quale alla fine ? stato il portacolori dell'Aprilia a spuntarla.

 

Seguono poi Jonathan Rea, anche lui molto aggressivo nella prima parte di gara, e Sykes. Per trovare la prima delle Ducati bisogna invece andare immediatamente fuori dalla top five, dove in sesta e settima posizione si sono piazzate le due 1198R di Carlos Checa e Davide Giugliano. In questo modo lo spagnolo ha recuperato qualche punticino in classifica, ma 70,5 sembrano davvero troppi da recuperare quando in palio ce ne sono appena 100.

 

21277_prima_vittoria_per_chaz_davies_in_gara_2_al_nurburgring.jpg

http://www.****/magazine/21277/world-superbike-prima-vittoria-per-chaz-davies-in-gara-2-al-nurburgring-cadono-biaggi-e-melandri

 

 

 

 

Bel modo di salutare l'Aprilia direi: http://www.****/magazine/21283/world-superbike-ufficiale-la-bmw-ha-ingaggiato-chaz-davies-per-il-2013

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non ho visto le gare, ma leggo di un doppio zero pesantissimo di Melandri. Sinceramente ieri avevo visto un po'di prove e la sua BMW mi sembrava la moto da battere, accidenti se sono cambiate in fretta le cose.

 

1 MAX BIAGGI ITA APRILIA 318

2 MARCO MELANDRI ITA BMW 308,5

3 TOM SYKES GBR KAWASAKI 291,5

4 CARLOS CHECA ESP DUCATI 247,5

5 JONATHAN REA GBR HONDA 225,5

6 EUGENE LAVERTY IRL APRILIA 213,5

7 LEON HASLAM GBR BMW 189

8 CHAZ DAVIES GBR APRILIA 156,5

9 SYLVAIN GUINTOLI FRA DUCATI 143,5

10 DAVIDE GIUGLIANO ITA DUCATI 125

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non ho visto gara2,contento comunque per Davies,mi sembra uno da tenre d'occhio per il futuro.Appena la mettono su La7.tv rimedio.

Melandri oggi ha visto la classifica "implodere" su di se :zizi:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

melandri ha fatto la cavolata del secolo in gara2, biaggi cade nei primi giri si ritrova ultimissimo a quasi un giro, lui continua a tirare come un dannato, non sa accontentarsi del secondo posto vuole per forza la vittoria, e ha buttato via una fettina di mondiale visto poteva essere a +10 circa si ritrova a -10.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

si ma non ? un ragazzino ormai ha 30 anni, e deve capire se sei il lotta per il titolo, ? meglio prendere x punti invece di rischiare nel 0 in casella. fin quando non lo capir? non avr? la mentalit? vincente per un titolo, perch? ora deve sperare per forza in passi falsi della rsv4 di biaggi, mentre se manteneva il controllo la situazione era opposta, e chi sta dietro deve sempre rischiare di pi? di chi ? davanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

×