Jump to content
Beyond

The Iceman is back to vodka

Recommended Posts

@ KimiSanton: se davvero vuoi vincere il Torneo Bannato devi procurarti un avatar più gioviale e sorridente... come il mio, per esempio! :yes:

 

Preferisco questo che esprime anche il morale della mia parte motoristica ad oggi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

1) che fosse piu' veloce seb e' tutto da dimostrare

 

non c'è bisogno di avere la sfera di cristallo per saperlo, aveva solo 1s su seb e sarebbe bastato un giro più lento o un pit sfigato a farlo finire dietro. ovvio che non stava dando il massimo ma seb aveva qualcosa in tasca.

 

 

 

Insomma alla fine nonostante quei giri della morte è riuscito ad entrargli davanti solo perchè è stato lento nel rientro/sosta, tanti giri per un secondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi dispiace ma non sono d accordo su alcuni punti.

1) che fosse piu' veloce seb e' tutto da dimostrare nella prima parte dello stint lo era kimi nella seconda parte seb ma non possiamo valutare se e quando fossero in gestione..se vogliamo in qualifica a vite chiusa in q2 e in tutta la sessione del q3 e' stato piu' veloce il bollito.

2) sono sostanzialmente d'accordo

3)non so se ci sono favoritismi o meno ma quest'anno l undercut non e' sempre la scelta migliore come in passato e questo al muretto lo sanno meglio di noi.

4) non se pensi di dover allungare lo stint.

5)seb ha dichiarato che le gomme sembravano essere ritornato come nuove, bene prendiamo per vera l asserzione e constatiamo che ha abbassato i tempi con la mescola piu' performante..kimi ha trovato traffico ( 2 doppiati a Montecarlo perdi piu' di 1 sec) con 1 pit piu' lungo, ha pista libera ha ottenuto ottimi tempi con le SS..entrambi stavano spingendo al limite non solo il fenomenale.

Per me senza pensar male Vettel l ha vinta perche' e' stato piu' fortunato..poi s intende la fortuna bisogna anche cercarsela. Imho

 

Non devi dispiacerti se non sei d'accordo, ci sta. :yes:

 

Va beh, mi riferivo alla gara ovviamente. In qualifica Kimi è andato fortissimo e la cosa mi ha riempito di gioia, ma la gara è un'altra cosa e da quello che si visto sembrava averne di più Seb. Poi oh, può essere benissimo il contrario.

 

Come prestazioni il fermarsi prima da sempre un vantaggio, l'unico a rimetterci è stato Bello Figo in Australia (perchè non è riuscito a sopravanzare Verstappen, visto che le prestazioni a gomme nuove erano nettamente migliori di quelle di Seb). Il rischio-traffico è sicuramente un fattore da considerare, ma per me il tempo perso dietro ai doppiati non è stato così tanto.

 

Secondo me il "tornate come nuove" può essere dovuto al fatto che si era liberato della scia di Kimi.

 

Bravo, fortunato, Kimi sfigato, ordini di scuderia... è uguale, sono 7 punti che per il campionato piloti servono più a Seb che a Kimi. A me va bene così, anche se mi spiace per Kimi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

1) che fosse piu' veloce seb e' tutto da dimostrare

non c'è bisogno di avere la sfera di cristallo per saperlo, aveva solo 1s su seb e sarebbe bastato un giro più lento o un pit sfigato a farlo finire dietro. ovvio che non stava dando il massimo ma seb aveva qualcosa in tasca.

 

Stiamo parlando del sesso degli angeli..se non dava il max non sappiamo neanche quale fosse il suo max , poi magari e' vero che il fenomenale ne avesse di piu' ma non e' cosi' scontato..ripeto il nodo cruciale per me e' che kimi non pensava di doversi fermare cosi' presto..IMHO

Edited by Sentenza

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Insomma alla fine nonostante quei giri della morte è riuscito ad entrargli davanti solo perchè è stato lento nel rientro/sosta, tanti giri per un secondo.

 

 

io credo di sì, se vai a vedere kimi con le ss nuove è stato velocissimo, seb gli ha guadagnato poco. il grosso del vantaggio lo ha preso nel giro di rientro, dove kimi è stato molto più lento

 

 

Stiamo parlando del sesso degli angeli..se non dava il max non sappiamo neanche quale fosse il suo max , poi magari e' vero che il fenomenale ne avesse di piu' ma non e' cosi' scontato..ripeto il nodo cruciale per me e' che kimi non pensava di doversi fermare cosi' presto..IMHO

 

 

ripeto, per quale motivo kimi a metà del primo stint avrebbe dovuto tirare i remi in barca ed andare "lentuccio" con il compagno incollato dietro che avrebbe potuto fregarlo facilmente? se aveva nel piede molta più velocità in modo costante sarebbe andato più forte per provare a distanziare seb come aveva fatto nei primissimi giri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quello che sto vedendo da tifoso non coinvolto, nel senso che non mi frega nulla della ferrari, di vettel o di raikkonen, è che i ferraristi sono a bocca asciutta da troppi anni, e questo fa uscire il peggio anche da parte dei tifosi piu pacati e misurati. Parlo di esultanze plateali per problemi degli avversari, di sacrificare senza pensarci quello che, dice turrini, è ancora oggi l'ultimo campione del mondo con la ferrari, e parlo di esaltare oltre modo prestazioni di un pilota in realtà molto vicine a quelle del compagno.

Troppi anni senza una macchina per vincere, perché i ferraristi hanno potuto sperare nel 2010, 2012 e parte del 2013, ma quelle non erano macchine all'altezza della situazione, questa si, come non siccedeva dal 2008. Un digiuno così lungo da far chiudere la vena a molti, pronti a sbraitare solo 15 giorni fa perché bottas era stato usato dalla mercedes, ed oggi nervosissimi perché la ferrari non faceva accostare kimi gia nei primi giri, quando in realtà la ferrari stava correndo da sola, non rischiavate nulla.

 

L'altra cosa che sto vedendo è che kimi raikkonen non è il pilota giusto per giocare nel ruolo di paggio, ancor peggio quando va forte, perché è uno dei 2/3 piloti piu tifati al mondo, ancora oggi ben piu popolare del suo compagno di squadra.

Sacrificarlo vorrà sempre dire creare problemi, sdegno, nervosismo.

Non dico se mancassero due gare, pochi in quel caso si lamenterebbero, ma ad inizio campionato è un suicidio mediatico.

 

Io sto vedendo questo, senza nessuna partecipazione o interesse per le parti in causa, ma la situazione mi pare chiara.

Edited by effe

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me è invece parso chiarissimo che una volta finito dietro abbia palesemente alzato il piede.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me è invece parso chiarissimo che una volta finito dietro abbia palesemente alzato il piede.

 

questo è evidente, appena si è visto secondo ha cominciato a passeggiare in pista

Share this post


Link to post
Share on other sites

effe, Kimi è simpatico, un campione, vende magliette, regala cappellini, ed è perfetto per l'armonia della Ferrari è inutile che continui a cercare del marcio dove fila tutto liscio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

finché arriva dietro e sta zitto :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.formulapassion.it/2017/05/f1-monaco-sfuriata-raikkonen-alla-ferrari-nel-post-gara/

 

Intanto qualche record (o miglioramento nelle graduatorie) l'ha fatto segnare anche in questo weekend:

 

- Record del "tempo passato tra una pole e un'altra", di 8 anni, 11 mesi e 6 giorni. In termini di GP, 129 GP passati, per rendere l'idea, l'intera durata della carriera in F1 di Mario Andretti.

 

- Diventa il terzo pilota di sempre per "distanza temporale tra la prima pole e l'ultima", con 13 anni, 10 mesi e 29 giorni (GP Europa 2003 la prima). Supera ufficialmente Alain Prost e Michael Schumacher (ufficiosamente sarebbe avanti il tedesco). Davanti a lui Mario Andretti e Rubens Barrichello.

 

- E' il primo pilota di sempre per numero di 2° e 3° posti combinati. Superato Fernando Alonso (66 vs 65).

 

- 3° per "distanza temporale tra il primo podio e l'ultimo", supera Riccardo Patrese, dovesse fare un podio tra tre mesi passerebbe Barrichello al secondo posto. Schumacher imprendibile con 20 anni.

 

E ora la statistica che probabilmente non raggiungerà mai:

 

- Qualora vincesse un GP, supererebbe Michael Schumacher come "distanza temporale tra la prima vittoria e l'ultima". Il tedesco si è fermato a 14 anni, 1 mese, 1 giorno. Il finlandese è già oltre questa cifra (al GP di Monaco 2017, 14 anni, 2 mesi, 9 giorni).

Edited by KimiSanton

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo la pole di Monaco, passata l'euforia per il grandissimo risultato (chi se l'aspettava una pole position nel Principato dopo anni di carestia sia di pole sia di buoni risultati a Monaco), il fortissimo sospetto che non avrebbe vinto / non lo avrebbero fatto vincere mi è subito venuto. Avevo ragione.

 

Non voglio stare a discutere di strategie varie o della Scuderia Ferrari, l'ho già fatto e non voglio riprendere il discorso. Questa per me, da tifoso ormai si può dire di lunga data del finlandese, è stata una botta durissima da digerire, e fa ancora male. Sarà stato il pensiero che forse la ventunesima poteva veramente arrivare, il fatto di vederlo guidare per praticamente metà gara in testa, dopo anni in cui sembrava impossibile anche vederlo in P1 per più di cinque giri, ma questa gara è veramente quella in cui ho sofferto maggiormente di tutte perché, nonostante le condizioni che erano maturate in pista, era comunque possibile riuscirci.

 

Dovrei essere contento, alla fine è una P2 a Monaco, senza l'incidente in Spagna potevano essere anche 3 podi consecutivi, sta andando meglio della passata stagione... Vero, ma se vi ricordate un mio post di tempo fa quando si parlava del perché tifare un certo pilota se si sa che difficilmente possa vincere, citavo un certo barlume di speranza che rimaneva acceso. Dopo domenica, visto anche come si sta sviluppando il campionato e visto quello che molto probabilmente accadrà a fine stagione (ritiro), sto assumendo la consapevolezza (o meglio, ho già assunto) che quella maledetta vittoria numero 21 non arriverà mai. Ed è questa, personalmente, da tifoso, la botta peggiore. Sul podio la sua faccia era tutto un programma, vero che non è mai molto espressivo, ma bastava seguirlo un po' e si notava che qualcosa non andava.

 

Spero che lui piuttosto che demoralizzarsi come sto facendo io si incazzi e corra come una furia da qui alla fine della stagione (e forse carriera). Sabato ho rivisto il Kimi che al tempo (2003 e poi 2005) mi fece cominciare a seguirlo. E sebbene fosse solo una pole, cavoli se ho esultato, non mi accadeva da tantissimo tempo.

 

Comunque vada, grazie Kimi.

 

 

Purtroppo per il suo compagno di squadra si sta giocando un mondiale tirato nelle prestazioni.

L'unica possibilità di vincere domenica sarebbe stata un Bottas secondo alla prima curva, ma con lui davanti a Vettel non ne avrebbe mai avute.

Ma ripeto che per il mondiale è giusto così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno dei prossimi gran premi Hamilton è primo, Kimi secondo, Vettel terzo in rimonta.

Vettel prova ad attaccare Kimi che gli chiude la porte in faccia a suo di staccatone, i due rischiano di uscire.

Team radio.

Vettel, col suo ben noto amplomb: Sono più veloce, deve lasciarmi passare!!! Maurizio, Fuck off, honestly!!!

Arrivabene a Raikkonen: Ehm...Kimi, ci sembra che Sebastian is faster than you, se solo potessi...

Raikkonen ad Arrivabene: Leave me alone, I know what i'm doing.

Vettel: FUCK OFF!!! IT'S RIDICOLOUS!!!!!

 

:lol2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

e questo è vero come quanto è vero che "il 26 marzo il forum sarà deserto" cit.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'altra tanata, continuiamo così.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un'altra tanata, continuiamo così.

 

cambierà molto tra 26 e 27, che poi il 26 era il giorno della gara (alle 7 di mattina). comunque l'importante è che gioisci per le tanate (fasulle) e non per il rapper. va bene così :zizi:

Edited by ema00

Share this post


Link to post
Share on other sites

×