Jump to content
Beyond

The Iceman is back to vodka

Recommended Posts

Secondo me state discutendo del nulla. Vettel era più veloce, anche se non di molto. Non ha rubato nulla. Räikkönen - purtroppo, perchè mi piace molto - dovrebbe chiedersi per quale motivo abbia rallentato in maniera impressionante ad un certo punto, al punto che Bottas era quasi negli scarichi di Vettel...

 

Questa mancanza di decisione e di sicurezza fa la differenza. A Räikkönen non è stato rubato nulla ed a Vettel nulla è stato regalato. Dura da accettare, perchè avrebbe anche potuto finire diversamente, ma è così.

 

Io spero vivamente che Kimi abbia la velocità sufficiente per fare p1 a Spa, Mercedes permettendo. Mi farebbe molto piacere.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

dai leno stai facendo veramente una esagerazione che non sta in cielo nè in terrà

 

Wait and see, Beyond, wait and see.

E aspetto con ansia quando Arrivabene dovrà rimangiarsi ufficialmente il suo "non c'è stato ordine di scuderia, noi queste cose non le facciamo", domenica è riuscito a nasconderlo abbastanza bene ma non andrà sempre così temo.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me non cambierà nulla.

 

Poi ora arriva una pista dove spesso e volentieri Lic è diastroso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me sembra che dimentichiate che era fuori anche Ricciardo, che era il più veloce in pista, e che in teoria avrebbe potuto fare l'overcut anche su Vettel come gli è riuscito con Bottas e Verstappen (del resto i meccanici Ferrari mi pare fossero usciti a fare il pit a Vettel il giro dopo Raikkonen ma sono rientrati dopo che al muretto hanno visto i tempi sul giro del tedesco, che erano in linea con quelli di Ricciardo).
Io avrei pagato per una vittoria di Kimi, ma in tutta onestà la differenziazione delle strategie non mi è sembrata una scelta sbagliata (l’hanno fatta praticamente tutti i team). Ovvio che quando si fanno due strategie diverse si corre di rischio di scontentare qualcuno (infatti anche Verstappen era parecchio incazzato).
Ma anche ci fosse stato dolo da parte del muretto Raikkonen avrebbe comunque potuto rimanere primo se avesse spinto come doveva prima e dopo il cambio gomme, cosa che non ha fatto. Io sono abbastanza convinto che a posizioni invertite - Vettel pitta prima e Raikkonen 4 giri dopo - avrebbe vinto sempre Vettel: molto semplicemente ne aveva di più.

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh anche a Monaco si pensava che avrebbe fatto schifo e invece ha fatto la pole, quindi non sarei così pessimista per Montreal prima ancora di vedere come va. Certo lì la Mercedes non sarà quella vista qui.

 

 

A me sembra che dimentichiate che era fuori anche Ricciardo, che era il più veloce in pista, e che in teoria avrebbe potuto fare l'overcut anche su Vettel come gli è riuscito con Bottas e Verstappen (del resto i meccanici Ferrari mi pare fossero usciti a fare il pit a Vettel il giro dopo Raikkonen ma sono rientrati dopo che al muretto hanno visto i tempi sul giro del tedesco, che erano in linea con quelli di Ricciardo).
Io avrei pagato per una vittoria di Kimi, ma in tutta onestà la differenziazione delle strategie non mi è sembrata una scelta sbagliata (l’hanno fatta praticamente tutti i team). Ovvio che quando si fanno due strategie diverse si corre di rischio di scontentare qualcuno (infatti anche Verstappen era parecchio incazzato).
Ma anche ci fosse stato dolo da parte del muretto Raikkonen avrebbe comunque potuto rimanere primo se avesse spinto come doveva prima e dopo il cambio gomme, cosa che non ha fatto. Io sono abbastanza convinto che a posizioni invertite - Vettel pitta prima e Raikkonen 4 giri dopo - avrebbe vinto sempre Vettel: molto semplicemente ne aveva di più.

 

quoto, senza contare che con Raikkonen e Vettel rientrati dietro Ricciardo (di 14-15s), se fosse uscita una sc/vsc nel momento sbagliato regalavano la vittoria alla RB.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me sembra che dimentichiate che era fuori anche Ricciardo, che era il più veloce in pista, e che in teoria avrebbe potuto fare l'overcut anche su Vettel come gli è riuscito con Bottas e Verstappen (del resto i meccanici Ferrari mi pare fossero usciti a fare il pit a Vettel il giro dopo Raikkonen ma sono rientrati dopo che al muretto hanno visto i tempi sul giro del tedesco, che erano in linea con quelli di Ricciardo).

Io avrei pagato per una vittoria di Kimi, ma in tutta onestà la differenziazione delle strategie non mi è sembrata una scelta sbagliata (l’hanno fatta praticamente tutti i team). Ovvio che quando si fanno due strategie diverse si corre di rischio di scontentare qualcuno (infatti anche Verstappen era parecchio incazzato).

Ma anche ci fosse stato dolo da parte del muretto Raikkonen avrebbe comunque potuto rimanere primo se avesse spinto come doveva prima e dopo il cambio gomme, cosa che non ha fatto. Io sono abbastanza convinto che a posizioni invertite - Vettel pitta prima e Raikkonen 4 giri dopo - avrebbe vinto sempre Vettel: molto semplicemente ne aveva di più.

 

 

Ma no dai, cosa c'entra Ricciardo e il suo impossibile overcut adesso, dopo la sosta di Vettel i due Ferraristi son usciti appaiati e l'australiano era 5" dietro, il margine per uscirgli davanti c'era ed era ampio con entrambe le strategie.

La strategia di Vettel è stata impostata per sopravanzare il compagno non certo per guardarsi da Ricciardo.

Come ha fatto giustamente notare Rimatt qualche post più indietro gli anni scorsi alla Mercedes quando Ham e Rosberg erano vicini e si giocavano la vittoria pittavano invariabilmente a un giro di distanza proprio per non favorire nessuno dei due contendenti, qui invece è stata data la possibilità a uno dei due di sfruttare una migliore strategia senza la quale non avrebbe mai vinto la gara.

Normale che il finnico se ne sia risentito secondo me.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Ma no dai, cosa c'entra Ricciardo e il suo impossibile overcut adesso, dopo la sosta di Vettel i due Ferraristi son usciti appaiati e l'australiano era 5" dietro, il margine per uscirgli davanti c'era ed era ampio con entrambe le strategie.

La strategia di Vettel è stata impostata per sopravanzare il compagno non certo per guardarsi da Ricciardo.

Come ha fatto giustamente notare Rimatt qualche post più indietro gli anni scorsi alla Mercedes quando Ham e Rosberg erano vicini e si giocavano la vittoria pittavano invariabilmente a un giro di distanza proprio per non favorire nessuno dei due contendenti, qui invece è stata data la possibilità a uno dei due di sfruttare una migliore strategia senza la quale non avrebbe mai vinto la gara.

Normale che il finnico se ne sia risentito secondo me.

 

 

Questo è vero, ma lo fecero sempre (non ricordo, per questo chiedo) anche con avversari cosí vicini?

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì ma infatti il paragone con la Mercedes c'entra come cavoli a merenda visto che gli avversari erano ad anni luce.

Share this post


Link to post
Share on other sites

soprattutto adottavano quella tattica perché chi pitttava prima dava due secondi in un giro a chi pittava dopo e non aveva alcun senso rimanere in pista di più. A montecarlo ricciardo e vettel sono riusciti a dargli un senso (ricciardo aiutato ampiamente da sainz) a discapito di max e kimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì ma infatti il paragone con la Mercedes c'entra come cavoli a merenda visto che gli avversari erano ad anni luce.

 

Domenica nessuno dei due Ferraristi rischiava di finire dietro a chicchessia.

Se invece mi dici che la Mercedes era davanti anni luce in campionato e allora non avevano bisogno di favorire un pilota a scapito dell'altro questo può anche essere vero ma è tutto un altro discorso.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me non cambierà nulla.

 

Poi ora arriva una pista dove spesso e volentieri Lic è diastroso.

 

Visto come sta procedendo la stagione, ci sono tutti i presupposti per vedere di nuovo Bello Figo che tampona Kimi in corsia box... :lol2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

sì ma infatti il paragone con la Mercedes c'entra come cavoli a merenda visto che gli avversari erano ad anni luce.

 

Domenica nessuno dei due Ferraristi rischiava di finire dietro a chicchessia.

Se invece mi dici che la Mercedes era davanti anni luce in campionato e allora non avevano bisogno di favorire un pilota a scapito dell'altro questo può anche essere vero ma è tutto un altro discorso.

 

 

Appunto, è da domenica che saltiamo da un discorso all'altro sembra di giocare a tennis :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma no dai, cosa c'entra Ricciardo e il suo impossibile overcut adesso, dopo la sosta di Vettel i due Ferraristi son usciti appaiati e l'australiano era 5" dietro, il margine per uscirgli davanti c'era ed era ampio con entrambe le strategie.

La strategia di Vettel è stata impostata per sopravanzare il compagno non certo per guardarsi da Ricciardo.

Come ha fatto giustamente notare Rimatt qualche post più indietro gli anni scorsi alla Mercedes quando Ham e Rosberg erano vicini e si giocavano la vittoria pittavano invariabilmente a un giro di distanza proprio per non favorire nessuno dei due contendenti, qui invece è stata data la possibilità a uno dei due di sfruttare una migliore strategia senza la quale non avrebbe mai vinto la gara.

Normale che il finnico se ne sia risentito secondo me.

 

Fare fermare entrambe le Ferrari con la Red Bull ancora fuori a fare i tempi più veloci della gara strategicamente sarebbe stata una mossa sbagliata (anche in ottica dell’uscita di una safety car, come ha scritto l’utente più sopra). E se Vettel si fosse fermato subito a montare le SS anziché cominciare a girare in 1:15'5 / 1:16 a Ricciardo magari l’overcut poteva anche riuscire. Il pittare a un giro di distanza l’uno dall’altro è una strategia che ti puoi permettere quando sei primo e secondo con gli altri a distanza siderale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sì ma quando vi si fanno notare le cose fate orecchie (anzi occhi) da mercante :asd:

Edited by ema00

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo la pole di Monaco, passata l'euforia per il grandissimo risultato (chi se l'aspettava una pole position nel Principato dopo anni di carestia sia di pole sia di buoni risultati a Monaco), il fortissimo sospetto che non avrebbe vinto / non lo avrebbero fatto vincere mi è subito venuto. Avevo ragione.

 

Non voglio stare a discutere di strategie varie o della Scuderia Ferrari, l'ho già fatto e non voglio riprendere il discorso. Questa per me, da tifoso ormai si può dire di lunga data del finlandese, è stata una botta durissima da digerire, e fa ancora male. Sarà stato il pensiero che forse la ventunesima poteva veramente arrivare, il fatto di vederlo guidare per praticamente metà gara in testa, dopo anni in cui sembrava impossibile anche vederlo in P1 per più di cinque giri, ma questa gara è veramente quella in cui ho sofferto maggiormente di tutte perché, nonostante le condizioni che erano maturate in pista, era comunque possibile riuscirci.

 

Dovrei essere contento, alla fine è una P2 a Monaco, senza l'incidente in Spagna potevano essere anche 3 podi consecutivi, sta andando meglio della passata stagione... Vero, ma se vi ricordate un mio post di tempo fa quando si parlava del perché tifare un certo pilota se si sa che difficilmente possa vincere, citavo un certo barlume di speranza che rimaneva acceso. Dopo domenica, visto anche come si sta sviluppando il campionato e visto quello che molto probabilmente accadrà a fine stagione (ritiro), sto assumendo la consapevolezza (o meglio, ho già assunto) che quella maledetta vittoria numero 21 non arriverà mai. Ed è questa, personalmente, da tifoso, la botta peggiore. Sul podio la sua faccia era tutto un programma, vero che non è mai molto espressivo, ma bastava seguirlo un po' e si notava che qualcosa non andava.

 

Spero che lui piuttosto che demoralizzarsi come sto facendo io si incazzi e corra come una furia da qui alla fine della stagione (e forse carriera). Sabato ho rivisto il Kimi che al tempo (2003 e poi 2005) mi fece cominciare a seguirlo. E sebbene fosse solo una pole, cavoli se ho esultato, non mi accadeva da tantissimo tempo.

 

Comunque vada, grazie Kimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

sì ma infatti il paragone con la Mercedes c'entra come cavoli a merenda visto che gli avversari erano ad anni luce.

Domenica nessuno dei due Ferraristi rischiava di finire dietro a chicchessia.

Se invece mi dici che la Mercedes era davanti anni luce in campionato e allora non avevano bisogno di favorire un pilota a scapito dell'altro questo può anche essere vero ma è tutto un altro discorso.

con ricciardo davanti e le Ferrari già pittate dietro il rischio (in caso di incidente) c'era, non si possono trascurare questi rischi in una pista come Montecarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel post. Credo che possa vincere entro fine stagione. Magari proprio come chiedo io quando Vettel va in penalità in Belgio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ma no dai, cosa c'entra Ricciardo e il suo impossibile overcut adesso, dopo la sosta di Vettel i due Ferraristi son usciti appaiati e l'australiano era 5" dietro, il margine per uscirgli davanti c'era ed era ampio con entrambe le strategie.

La strategia di Vettel è stata impostata per sopravanzare il compagno non certo per guardarsi da Ricciardo.

Come ha fatto giustamente notare Rimatt qualche post più indietro gli anni scorsi alla Mercedes quando Ham e Rosberg erano vicini e si giocavano la vittoria pittavano invariabilmente a un giro di distanza proprio per non favorire nessuno dei due contendenti, qui invece è stata data la possibilità a uno dei due di sfruttare una migliore strategia senza la quale non avrebbe mai vinto la gara.

Normale che il finnico se ne sia risentito secondo me.

 

Fare fermare entrambe le Ferrari con la Red Bull ancora fuori a fare i tempi più veloci della gara strategicamente sarebbe stata una mossa sbagliata (anche in ottica dell’uscita di una safety car, come ha scritto l’utente più sopra). E se Vettel si fosse fermato subito a montare le SS anziché cominciare a girare in 1:15'5 / 1:16 a Ricciardo magari l’overcut poteva anche riuscire. Il pittare a un giro di distanza l’uno dall’altro è una strategia che ti puoi permettere quando sei primo e secondo con gli altri a distanza siderale.

 

 

Scenario molto tirato, ma pure prendendolo per buono sarebbe lampante che anche in questo caso avrebbero sacrificato Raikkonen per favorire il compagno visto che l'overcut fino a prova contraria lo rischiavano in due.

Che poi Kimi è uscito dai box con 18" su Ricciardo e con gomme fresche, non vedo in che modo l'australiano potesse rappresentare un problema per le Ferrari.

 

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

×