Jump to content
Sign in to follow this  
sundance76

Il "Regno dei Furbi"

Recommended Posts

Fino al 1989, il RAC rally di Gran Bretagna (oggi si chiama Rally del Galles, ma ? praticamente un'altra cosa) era una gara a "percorso segreto", nel senso che i concorrenti non potevano provare il percorso prima della gara, e quindi non potevano stendere le note, ma dovevano guidare quasi a vista mentre il navigatore poteva solo usare delle cartine militari da consultare con la lente d'ingrandimento...

 

...Tuttavia, da sempre, il percorso per alcuni era "meno segreto" degli altri, nel senso che diversi concorrenti correvano nel campionato inglese e quindi conoscevano bene le prove speciali su cui si correva il RAC, e diversi navigatori avevano quindi preziosi quaderni di note che si tramandavano, ma sempre tra piloti inglesi o scandinavi, cio? solo nordici, facendo del RAC una specie di "regno dei furbi".

 

Per i piloti latini (francesi e italiani), dunque, calci nei denti.

 

E Carlo Cavicchi narra un'ulteriore "furbata" di cui il RAC fu teatro:

 

"Quella volta era il 1968, e il RAC rally durava una settimana, attraversava tutto il Regno Unito fin su in Scozia per poi scendere di nuovo gi? a Londra, era composto da ottantasette (87) prove speciali.

 

In gara, come al solito, c'erano tutti i big, e tutti potevano vincere: Trana, Makinen, Munari, Kallstrom, Mikkola, Waldegaard, Elford, Aaltonen, Andersson, Lindberg.

 

E poi c'era Lampinen, in coppia col giornalista John Davenport (bravo e scaltrissimo anche a fare il navigatore): non erano tra i favoriti con la loro Saab V4. A met? gara Makinen comandava con soli 23" su Lampinen, i distacchi erano ridottissimi, e allora, per evitare furbate (come ad esempio la partenza anticipata ad ogni prova), si usava far s? che il cronometrista che dava il via tenesse in una mano il cronometro e nell'altra, ben stretta, la tabella di marcia che sporgeva dal finestrino, "artigliata", dall'altro lato, dal navigatore.

 

Un modo per evitare che il pilota partisse prima del via, perch? in tal caso la tabella sarebbe rimasta nelle mani del cronometrista o, al peggio, si sarebbe strappata.

 

Ovviamente il furbo Davenport escogit? qualcosa.. Quando il cronometrista cominciava a scandire gli ultimi 5", anzich? tirare la tabella verso di s?, la spingeva con energia verso l'interno della mano del cronometrista che, sorpreso da questo insolito modo di fare, inconsciamente allentava la presa dei polpastrelli. Gravissimo errore, perch? quando mancavano 2 secondi, ecco pronto il secco strattone di John mentre Lampinen scattava via: a quel punto il cronometrista che poteva fare? Non certo ammettere di essere stato un ingenuo perch? il coltello dalla parte del manico doveva averlo, in teoria, lui. Cos? taceva e... 2" moltiplicati per 87 prove speciali fanno circa 3 minuti soffiati alla concorrenza!!

 

Oggi si direbbe "mitico John", anche perch? poi hanno vinto loro..."

 

lampinen68.jpg

 

Uploaded with ImageShack.us

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Rac infatti ? caratterizzato da un percorso estremamente fangoso e inoltre ? riscontrabile parecchio la pioggia(si corre infatti in un periodo molto piovoso in Gran Bretagna,ovvero in ottobre).

Bell'aneddoto ***...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×