Jump to content
Zodiac

NASCAR 2012

Recommended Posts

Lo auguro a tutti, soprattutto ai ragazzi del team, che come molti colleghi stanno affrontando un periodo non facile, ma ne dubito. Non so nulla di ufficiale, ma la vedo difficile.

 

In compenso pare che Mike Ford non sia pi? il crew chief di Hamlin... altro giro di valzer!

 

Ok, capito.

 

Ahahahahah.... e chiuso da Fabio96 alla grandissima!!!!

 

Grazie...ma era doveroso!!! :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

wow, quanti cambiamenti! Ottima la news del MWR, ho la senzazione che Truex e Bowyer li vedremo fare scintille! speriamo che anche Martin se la caver?

 

Veramente tanti! Credo che i crew chief scontino il fatto di essere pi? "sacrificabili" agli occhi degli sponsor, visto che i piloti sono blindati da contrattoni onerosi. Waltrip sta facendo il diavolo a quattro e non ? nemmeno detto che sia finita :-)

 

Mike ford licenziato dal Joe Gibbs Racing, che sarebbe interessato a Darian Grubb

 

La off-season della NASCAR si sta dimostrando critica in particolar modo, oltre che per numerosi meccanici il cui futuro ? reso incerto dalla riduzione di molti budget, anche per i crew chief, che spesso e volentieri pagano le conseguenze di una stagione deludente per il team, finendo con l?essere pi? ?spendibili? dei piloti.

 

Questa volta tocca a Mike Ford, storico crew chief di Denny Hamlin fin dal debutto del pilota della Virginia in Sprint Cup, che ? stato licenziato ieri da Joe Gibbs Racing. Ford, 41 anni da Morristown, Tennessee, gestiva la #11 del team JGR fin dalla parte conclusiva della stagione 2005 e, dopo un 2010 in cui ha sfiorato il titolo e conquistato 8 vittorie parziali, ha vissuto un?annata decisamente sottotono.

 

Il team ha avuto difficolt? ad adattarsi alle nuove coperture Goodyear ed ha finito con il vincere una sola gara, a giugno sul Michigan International Speedway, qualificandosi alla Chase For The Cup grazie al meccanismo delle Wild Card e chiudendo la stagione al nono posto nella classifica generale.

 

?Tutti al Joe Gibbs Racing apprezziamo quello che Mike ha fatto per la nostra organizzazione nelle ultime 6 stagioni, come crew chief della #11? ha dichiarato Joe Gibbs. ?Abbiamo deciso che era il momento di fare un cambiamento per il team e di permettere a Mike di sfruttare nuove opportunit??.

 

Associated Press ha invece raccolto una dichiarazione di Mike Ford: ?Mi sento quasi sollevato. La situazione si trascinava da cos? tanto tempo che sono addirittura sollevato che ci sia stata una conclusione?.

 

Ford avrebbe diverse destinazioni possibili, tra cui le principali potrebbero essere lo Stewart-Haas Racing, per fare da crew chief a Danica Patrick o ricoprire il ruolo di Competition Director, oppure il Penske Racing, per sostituire Steve Addington.

 

Gibbs avrebbe invece offerto il posto di crew chief della Toyota Camry #11 a Darian Grubb, lasciato libero proprio dallo Stewart-Haas Racing dopo aver conquistato la Sprint Cup 2011.

 

Stay Tuned!

 

fonte: motorsportrants.wordpress.com & motorinside.it

Edited by Gian Luca Guiglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma la famiglia Busch ha anche dei figli normali?

:rotfl: :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' finita l'avventura nella NASCAR per il team Red Bull Racing

 

Gli ultimi dei 150 dipendenti del Red Bull Racing verranno licenziati il 9 dicembre, ponendo fine ad un'avventura durata 5 anni e costellata da 2 vittorie ed una Chase For The Cup, raggiunta da Brian Vickers nel 2009.

 

A nulla sono valsi gli sforzi di Jay Frye, volti a trovare finanziatori che consentissero di disputare almeno una stagione di transizione, n? tantomeno si sono presentati acquirenti disposti a rilevare il team dalle mani di Dietrich Mateschitz, nonostante le ottime prestazioni sfoderate nell'ultimo terzo di campionato da Kasey Kahne e dalla crew della Toyota camry #4.

 

Dopo aver debuttato ufficialmente in Sprint Cup nel 2007, il Red Bull Racing ha vissuto la sua stagione migliore nel 2009, anno in cui Brian Vickers ha conquistato una vittoria, al Michigan International Speedway, e ha ottenuto l'accesso alla Chase For The Cup.

 

Nel 2010 la sfortuna ci ha messo del suo, costringendo Vickers ad una lunga assenza per motivi di salute e lasciando la squadra senza un pilota esperto, mentre Scott Speed, che aveva iniziato positivamente la stagione, finiva col perdere la bussola.

 

L'arrivo di Kasey Kahne, sebbene a scadenza, visto che il 31enne di Enumclaw era gi? sotto contratto con l'Hendrick Motorsports, e il ritorno di Brian Vickers hanno rimesso un po' di equilibrio nel 2011, tanto che Kahne ha conseguito 7 top-10 nelle ultime 10 gare dell'anno, prendendosi anche una meritatissima vittoria a Phoenix.

 

Ciononostante mamma Red Bull ha staccato la spina, anche a causa di uno scarso appeal dell'immagine della squadra sul pubblico pi? giovane. Si era parlato di un coinvolgimento di Mark Martin a livello di propriet?, pi? che altro in virt? dell'amicizia che lo lega a Frye, ma non c'? stato un impegno concreto e Martin ha preferito continuare a fare esclusivamente il pilota, accasandosi al Michael Waltrip Racing, cos? come hanno potuto fare alcuni meccanici.

 

Brian Vickers sta ancora cercando un sedile per il 2012 e potrebbe finire a Front Row Motorsport, cos? come rimpiazzare Kurt Busch al Penske Racing, anche se questa opzione pare pi? remota.

 

Cole Whitt, pilota Red Bull nella Camping World Truck Series, continuer? invece a ricevere il supporto del colosso degli energy-drink.

 

fonte: motorinside

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie della notizia Zodiac. Peccato, spero Brian trovi un team per il 2012

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conoscendo Penske lo ha sopportato pure troppo.

:zizi: mi sa che Penske ha fatto un po' come Frank Williams e Patrick Head, con gli anni si ? parecchio ammorbidito. Mi sembra di ricordare che Tracy disse che ai suoi tempi ti poteva mettere a piedi anche se ti presentavi a un incontro con gli sponsor un po' in disordine o con la barba lunga :asd: . E nonostante i casini in pista anche lui fuori ai tempi ci doveva stare attento, non come accadeva con Barry Green con cui a Houston una volta si sono presi addirittura a spintoni :superlol: . Quando si ? stufato degli incidenti ha mandato via anche lui comunque. Secondo me Power e Castroneves non sarebbero durati molto in altri tempi dopo le sceneggiate di Edmonton e Loudon, quanto meno gli avrebbe detto qualcosa. Kurt Busch 10-15 anni fa l'avrebbe proprio cacciato a calci in c*lo...

Edited by penske fan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Correzione per Gianluca:

 

nel 2005 Kurt non ? stato appiedato nel vero senso del termine. Aveva gi? il contratto per passare nel 2006 al team Penske ma a causa del problema di guida su strada, venne anticipata la conclusione del contratto di una gara, l'ultima del 2005.

 

 

Appunti di storia NASCAR: l'attuale Sprint Cup, si chiamava Strickly Stock nel 1949, poi Grand National dal 1950 al 1970, quindi Winston Cup dal 1971 al 2003 e poi Nextel Cup dal 2004 al 2007. Come si evince dal nome, si trattava di macchine turismo quasi di serie all'inizio, poi pesantemente preparate all'inizio degli anni '70, quindi con telai fatti apposta per correre a fine anni '70 fino al 2003, quando di fatto tutte le macchine sono uguali, tranne qualche ritocchino per assomigliare, da lontano, ai modelli di serie.

 

La serie Nationwide, nota anche come Sportman Division (1950-1967), Late Model Sportman Division (1968-1981), Budweiser Late Model Sportman Series (1982-1983); Busch Grand National Series (1984-1994); Busch Series Grand National Division (1995-2003) e Busch Series (2004-2007) in verit? ERA la GP2 della NASCAR, cio? una categoria propedeutica con vetture di dimensioni inferiori. Invece, verso la fine degli anni '90, la Nationwide divent? una vera e propria "Serie B" della NASCAR, cio? macchine praticamente uguali, corse sulle stesse piste ma solo ridotte nella distanza.

 

La serie Camping World ? nata nel 1994 con una serie di gare fuori campionato per diventare SuperTruck Series by Craftsman (1995) e poi the Craftsman Truck Series (1996-2008). Come nelle altre due categorie, corrono delle silhoutte (cio? macchine da corsa con sembianze da strada) che ricalcano le pickup.

 

Da ricordare che la categoria pi? vecchia della NASCAR non ? la Sprint Cup, ma il Modified Tour nato nel 1948 e diventato con il tempo una categoria di profilo sempre pi? basso. In teoria, Bill France credeva che le vetture modificate avrebbero attirato maggiormente l'attenzione del pubblico, ma si sbagliava...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Correzione per Gianluca:

 

nel 2005 Kurt non ? stato appiedato nel vero senso del termine. Aveva gi? il contratto per passare nel 2006 al team Penske ma a causa del problema di guida su strada, venne anticipata la conclusione del contratto di una gara, l'ultima del 2005.

 

 

Grazie :-) Comunque ha saltato le ultime due :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le ultime dalla NCWTS

 

Hornaday e Gresham al Joe Denette Motorsports ? Il Joe Denette Motorsports si presenter? al suo debutto nella Camping World Truck Series con una lineup costituita da Ron Hornaday e MaxGresham. Hornaday, quattro titoli nella categoria e 14 anni di esperienza, guider? il Silverado #9, sar? affiancato da Jeff Hensley nel ruolo di crew chief ed ? reduce da una stagione in cui ha ottenuto 4 vittorie ed il quarto posto in classifica generale, correndo per il Kevin Harick Inc. Gresham, 18enne di Griffn, Georgia, ha vinto il titolo nella K&N Pro Series East grazie e a due successi parziali e 9 top-5, ed ha disputato tre gare della Truck Series per il Turn One Racing, ottenendo due 25esimi posti come migliori risultati.

 

Tim George Jr. e Brendan Gaughan si divideranno il Silverado #12 del Richard Childress Racing ? Il Silverado #2 del Richard Childress Racing sar? guidato per 12 prove della Camping World Truck Series 2012 da Tim George Jr., 30enne di New York, in arrivo dalla ARCA Series, dove ha raggiunto il settimo posto nella generale, ma con un background di corse in molte serie. Nel 2011 ha preso parte anche a quattro eventi della Nationwide Series, conquistando due 21esimi posti a Watkins Glen e Daytona e fallendo la qualificazione a Montreal. George sar? sponsorizzato da Potomac Family Dining Group, una catena di ristoranti della zona di Washington facente parte del gruppo Applebee?s. Le altre 10 gare saranno invece appannaggio di Brendan Gaughan, 36enne di Las Vegas, 12esimo in classifica nella categoria nel 2011. Gaughan sar? sostenuto dall?Hotel Casino South Point di Las Vegas.

 

Il ThorsSport Racing passa a Toyota per la stagione 2012 ? Presente nella Truck Series fin dal 1996, il ThorSport Racing ha annunciato che passer? dal marchio Chevrolet a quello Toyota per la prossima stagione, rafforzando il proprio programma, grazie ad una partnership con Toyota Racing Development. Reduce da un 2011 costellato dal secondo posto in classifica di Sauter e da tre vittorie complessivie, nel 2012 il team continuer? a schierare Johnny Sauter (#13), Matt Crafton (#88) e Dakoda Armstrong (#98), permettendo per? a quest?ultimo di disputare una stagione completa.

 

Paludo e Piquet al Turner Motorsports ? Sia Miguel Paludo che Nelson Piquet Jr. saranno al volante di un Silverado del Turner Motorsports nel 2012. Paludo, 28 anni da Nova Prata, ha alle spalle la sua prima stagione completa nella Truck Series, con tre top-5 e un 17esimo posto in classifica generale. Piquet Jr, che correr? anche un calendario parziale nella Nationwide Series, ha disputato una buona stagione con il Kevin Harvick Inc, accumulando 6 top-5 e 10 top-10, che hanno portato ad un decimo posto nella generale.

 

fonte: Motorsport Rants e Motorinside

Edited by Gian Luca Guiglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Darian Grubb ? il nuovo crew chief di Denny Hamlin al Joe Gibbs Racing

 

Non ? durato molto il periodo di inattivit? di Darian Grubb, crew chief campione in carica della Sprint Cup, vinta con Tony Stewart grazie a cinque vittorie nella Chase. Grubb infatti andr? ad affiancare Denny Hamlin nel tentativo di riportarlo ai livelli del 2010.

 

Il 36enne di Floyd, Virginia, che ha condotto una parte finale di stagione impressionante, nonostante avesse ricevuto la notizia del licenziamento a Chase ancora in corso, ha lasciato lo Stewart-Haas Racing dopo tre anni di collaborazione, per approdare alla corte del Joe Gibbs Racing, dove far? da crew chief per la Toyota Camry #11 di Denny Hamlin, andando a sostituire Mike Ford.

 

Per Grubb, che in passato aveva lavorato per 6 anni anche all'Hendrick Motorsports e quindi conosce molto bene i metodi del team di punta di Chevrolet, si tratta di un'occasione importante per mettersi alla prova: ?Sono eccitato all'idea entrare a far parte del Joe Gibbs Racing? ha dichiarato. ?La possibilit? di lavorare con Denny mi entusiasma. Quando vai a lavorare per Joe e J.D. Gibbs, non puoi che essere essere affascinato dall'opportunit? e dalle caratteristiche di squadra del JGR. Non c'? dubbi riguardo al livello di supporto che puoi avere qui e non vedo l'ora di lavorare con tutti quelli che fanno parte dell'organizzazione?.

 

Molto positive anche le dichiarazioni di Joe Gibbs, che ha detto: ?Darian ? una grande aggiunta per la nostra organizzazione e la persona giusta per guidare il team della Toyota #11 FedEx. Ovviamente ha dimostrato di saper guidare un team alla vittoria del campionato e siamo entusiasti di averlo a lavorare con Denny per raggiungere quell'obiettivo anche qui al Joe Gibbs Racing?.

 

Darian Grubb pu? vantare, oltre al titolo di quest'anno, 11 vittorie ottenute in tre anni con Stewart, a cui si aggiungono la vittoria nella Coca-Cola 600 del 2007 e due successi, ottenuti nel 2006 mentre fungeva da sostituto di Chad Knaus, che scontava una sospensione, al timone del team della Chevy #48.

 

Il collocamento di Grubb al Joe Gibbs Racing lascia quindi un ulteriore punto interrogativo da chiarire al Team Penske, che deve sostituire al pi? presto pilota e crew chief della Dodge #22.

 

fonte: motorinside

Share this post


Link to post
Share on other sites

speriamo che Hamlin continui ad andare male anche l'anno prossimo, sono cattivo ?? :asd:

perch? cambiano il crew chief anche a lui se ? ormai risaputo da tutti che la causa delle sue scarse prestazioni ? da attribuire alle nuove mescole dei pneumatici? Fra poco leggeremo la news del cambio anche di Knaus

Share this post


Link to post
Share on other sites

speriamo che Hamlin continui ad andare male anche l'anno prossimo, sono cattivo ?? :asd:

perch? cambiano il crew chief anche a lui se ? ormai risaputo da tutti che la causa delle sue scarse prestazioni ? da attribuire alle nuove mescole dei pneumatici? Fra poco leggeremo la news del cambio anche di Knaus

 

Credo che i piloti, visto che sono le "facce" degli sponsor, siano molto meno sacrificabili, come succede nelle squadre di calcio con gli allenatori.

 

intanto Il Richard Petty Motorsports si fa avanti con Kurt Busch

 

Iniziano a trapelare le prime indiscrezioni sul potenziale approdo di Kurt Busch per la stagione 2012 ed il primo interessamento ? del Richard Petty Motorsport.

 

Nonostante le numerose intemperanze che hanno condotto al suo licenziamento dal Penske Racing, l?indubbio talento del pilota di Las Vegas, campione della NASCAR Sprint Cup nel 2004, ? considerato da molti team un fattore fondamentale per compiere un salto di qualit?, oltre che per attirare sponsors in un momento di contrazione del mercato.

 

Il primo a farsi avanti, secondo quanto riportato dalla trasmissione radiofonica Sirius Speedway, ? il Richard Petty Motorsports, che ha pubblicamente espresso il proprio interesse per bocca del Chief Operating Officer, Robbie Loomis. Il team starebbe cercando di confermare lo sponsor Best Buy, che aveva gi? rinnovato con difficolt? per il 2011, sulla carrozzeria della Ford Fusion #43 e per farlo starebbe pensando di puntare su Kurt Busch.

 

A farne le spese potrebbe essere AJ Allmendinger, che nonostante i buoni risultati, non pu? certo competere nell?immediato con il ?peso? di Kurt Busch, che anche nel 2011 ? stato a lungo in corsa per il campionato ed ha ottenuto due vittorie, a meno che Petty non riesca a schierare una terza vettura, fatto che sembrerebbe piuttosto improbabile.

 

Allmendinger esce da una stagione positiva, caratterizzata da una top-5 e 10 top-10, le quali hanno condotto al 15esimo posto nella generale, e da una prova maiuscola a Phoenix, dove a novembre Allmendiger ? stato in corsa per la vittoria ed condotto la gara per 51 giri, per poi chiudere al quinto posto. Il suo driver rating stagionale ? di 80,5 contro il 93,7 di Busch, mentre la sua posizione media in gara ? di 17,3, contro il 13,0 del driver di Las Vegas.

 

?Best Buy ? un nostro partner da molto tempo, ed AJ Allmendinger ha fatto un lavoro fantastico per noi, Esce dalla sua migliore stagione, ma posso dirvi che c?? un grande interesse da parte nostra per ingaggiare Kurt Busch. Avrebbe senso avere Kurt con noi, se riuscissimo a far funzionare la cosa? ha detto Loomis. ?Il nostro obiettivo ? continuare a progredire sulla base di come abbiamo concluso la stagione, ma al momento, mi sembra di percorrere due binari paralleli. da un punto di vista personale, niente ha suscitato maggiormente la mia attenzione dell?annuncio del rilascio di Kurt Busch, Sono entusiasta per l?opportunit? di avere un pilota come Kurt Busch al Richard Petty Motorsports?

 

?Ipotecherei casa mia per avere Kurt nel team? ha anche detto. ?Apprezziamo quello che ha fatto in pista, Ha vinto un campionato e lavorato per un grande team come il Penske Racing. Persone come lui non si possono avere tutti i giorni?.

 

I tempi per agire sono piuttosto stretti, visto che mancano appena 74 giorni alla 500 miglia di Daytona, ragion per cui dovremmo assistere a degli sviluppi piuttosto presto.

 

Stay Tuned!

 

Fonte motorsportrants & motorinside

Edited by Gian Luca Guiglia

Share this post


Link to post
Share on other sites

puo' non essere simpatico ed essere condiderato eccessivo ma non puo' mancare nel campionato Nascar 2012, e' un personaggio e di indubbio talento... dispiacerebbe per A.J. ma onestamente se dovesse mancare qualcuno se ne accorgerebbe? e cosa ricordate di lui nella stagione passata? e' cosi'...

 

Scott Speed ha trovato un accordo per 15 gare con il Leavine Family Racing

 

Scott Speed ha trovato un volante per la stagione 2012 della NASCAR Sprint Cup, siglando un accordo per disputare 15 gare sulla Ford Fusion #95 del Leavine Family Racing.

 

Speed, che ha faticato non poco a rientrare nel della massima serie NASCAR dopo essere stato appiedato dal Red Bull Racing al termine della stagione 2010, ? reduce da un impegno da 13 gare nella Sprint Cup 2011, al volante della Ford #46 del Whitney Motorsports, in cui ha cercato pi? che altro di massimizzare i guadagni del team, parcheggiando spesso la propria vettura nelle fasi iniziali della corsa e cercando di raggranellare qualche dollaro in pi? nelle gare di Chicago, Kansas e Atlanta. Il miglior risultato della stagione ? arrivato con il 32esimo posto ottenuto ad Atlanta, mentre in tre occasioni il 28enne di Manteca, California, non ? riuscito a qualificarsi per la gara.

 

Dopo aver disputato 28 gare in Formula 1 con la Toro Rosso tra il 2006 e il 2007, primo americano dopo la sfortunata avventura di Michael Andretti nel 1993, Scott ha corso in ARCA Series, Camping World Truck Series e Nationwide Series, prima di approdare in Sprint Cup, conquistando quattro vittorie in ARCA e una nei trucks, sulla pista di Dover.

 

Il Leavine family Racing ha schierato nel 2011 una Ford per David Starr in x eventi, ottenendo come miglior risultato un 32esimo posto a Charlotte.

 

?Siamo felici di avere Scott Speed nel notro team? ha dichiarato Bob Leavine, owner del team, che nel 2011. ?Come team, vogliamo fornire a Scott i mezzi e le risorse di cui ha bisogno per vincere e vincere ? quello che ci aspettiamo da lui in cambio. Scott ? un pilota esperto. E' stato il primo americano a correre in Formula 1 dopo Michael Andretti e ha molto da offrire alla nostra struttura sia come come membro della squadra che come pilota?.

 

?Sono entusiasta di lavorare per Bob Leavine e i suoi ragazzi al Leavine Family Racing? ha dichiarato Speed. ?Hanno un valido gruppo di ragazzi che lavora nel team e penso che ci sar? da divertirsi. Il nostro obiettivo ? di costruire questo team perch? diventi competitivo. Sappiamo che dovremo fare piccoli passi, ma siamo tutti desiderosi di cominciare?.

 

fonte: motorinside

Edited by Zodiac

Share this post


Link to post
Share on other sites

La NASCAR prende i primi provvedimenti per eliminare il tandem drafting: dal 2012 niente comunicazioni radio con gli avversari

Mer, 14/12/2011

Racing USA -> NASCAR

 

La NASCAR si sta muovendo con una certa decisione per ridurre drasticamente l'utilizzo del tandem drafting a Daytona e Talladega e in quest'ottica vieter?, dalla prossima stagione, ogni forma di comunicazione radio tra il pilota e gli altri concorrenti.

 

Secondo quanto riportato sul proprio account Twitter da Larry McReynolds, ex crew chief di Dale Earnhardt e da ormai un decennio tra le "voci" del team di commento di Fox, la NASCAR intende vietare sia le comunicazioni dirette tra i piloti che quelle con gli spotter o i crew chief di altri team, per impedire il verificarsi di situazioni come quelle occorse quest'anno a Daytona e Talladega. Le quattro gare sui superspeedway di Florida e Alabama sono state infatti caratterizzate da un continuo ricorso ad accordi tra i team che hanno portato a situazioni controverse, come quella verificatasi tra Trevor Bayne e Jeff Gordon, con il primo che ha lasciato solo il secondo all'ultimo restart, per aiutare Matt Kenseth, compagno di marca.

 

La comunicazione tra i piloti ? fondamentale per procedere costantemente in tandem e coordinare i movimenti, visto che il pilota che "spinge" non pu? vedere assolutamente nulla se non la vettura davanti, fattore che ha scatenato diverse rimostranze fra i piloti, preoccupati per la sicurezza e scontenti anche del fatto di dover necessariamente fare affidamento su un collega anche solo per rimanere in gruppo. I team dovranno presumibilmente tornare all'antico, prendendo qualche accordo prima della gara e lasciando che spotter e crew chief facciano da tramite tra i piloti.

 

Giocoforza il tandem drafting dovrebbe uscirne indebolito, specie se verranno varate altre modifiche, questa volta al regolamento tecnico, basate sui risultati dei recenti test di Daytona. Tra le possibili misure ci sono l'adozione di uno spoiler pi? piccolo ed interventi sul sistema di raffreddamento, volti a rendere pi? rapido l'innalzamento della temperatura del liquido di raffreddamento.

 

La volont? della NASCAR, che non vuole sbarazzarsi del tutto dei tandem, ma piuttosto renderli "vantaggiosi" solo nel finale, ? chiara, ma il rischio ? quello che, senza interventi tecnici efficaci e stante l'estrema competitivit? di tutte le squadre, nessuno voglia rinunciare al tandem drafting, aumentando quindi le situazioni di rischio, dettate dalla lentezza nel coordinarsi tra partners.

 

 

riguardo all'abolizione delle comunicazioni via radio sar? contento Gordon.

Speriamo che il tandem venga ridotto il pi? tanto possibile, renderlo pi? vantaggioso nel finale potrebbe essere una soluzione, staremo a vedere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Todd Gordon ? il nuovo crew chief della Dodge #22 per il Penske Racing

 

E' una "promozione interna" a colmare il vuoto per il posto di crew chief della Dodge Charger #22 al Penske Racing, che sta ancora cercando un pilota per sostituire Kurt Busch.

 

Todd Gordon, che nel 2011 ha ottenuto ottimi risultati al timone del team della Challenger #22 in Nationwide Series, guidando il team alla conquista di 6 vittorie e 6 pole position con Brad Keselowski, Jacques Villeneuve, Sam Hornish Jr, Kurt Busch e Parker Klingerman ad alternarsi al volante, ? stato scelto per sostituire Steve Addington, partito alla volta dello Stewart-Haas Racing.

 

?La nostra prima priorit? ? sempre guardare all'interno del Penske Racing per le decisioni sui ruoli de personale? ha dichiarato Roger Penske, che spera di ripetere con successo la mossa fatta con Paul Wolfe, attuale crew chief di Keselowski. ?Vogliamo premiare il successo. La strada che stiamo imboccando con Todd rispecchia quella che abbiamo preso con Paul Wolfe, che ha diretto la Dodge Miller Lite #2 fino alla conquista di un posto nella Chase 2011. Pensiamo che Todd possa svolgere il suo compito nello stesso modo?.

 

Nativo di New York, Gordon ? approdato al Penske Racing dal Diamond-Waltrip Racing nel gennaio del 2011.

 

?Non ringrazier? mai abbastanza Roger e tutti quelli del Penske Racing per questa dimostrazione di fiducia? ha detto. ?E' un onore entrare a far parte di un team vincente. Abbiamo davanti molto lavoro, ma questa ? un'organizzazione piena di persone valide, che sanno come portare a termine il lavoro. Spero di portare la Dodge Shell/Pennzoil ancora in Victory Lane?

 

Ora tutti gli sforzi del team e di Roger Penske potranno concentrarsi sulla ricerca di un pilota che possa sostituire Kurt Busch, accontentare gli sponsors e rapportarsi al meglio con Gordon. In pole position per il sedile della #22 c'? sempre Ragan, ma se Busch dovesse approdare al Richard Petty Motorsports, anche AJ Allmendinger potrebbe essere una valida alternativa.

 

fonte: motorinside

Share this post


Link to post
Share on other sites

"verit?" della giornata sulla nascar:

 

lol ? Guarda che motori non significa fare a sportellate, pigiare l'accelleratore e girare in tondo. Dove st? il "la grande sensibilit?" di sviluppare la macchina ? L'assetto ? Le regolazioni ? Conoscere le scie ? Dove ? E' solo una categoria di vecchietti, obesi. Insomma tutt'altro che il top motoristico !

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se Bruno andr? in Nascar mi "ridurro" a vedere le gare la notte e i magazine e lo far? solamente per amore per Bruninho come pilota.Perch? per me il top motoristico non ? di certo la Nascar.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come sempre, averla vista almeno qualche gara prima di lanciarsi in sentenze del genere...Invece ci basiamo su Giorni di Tuono e su qualche servizio di studio sport...e lo dice uno che non ? neanche un grande appassionato di stock car. Sono invece tifoso di Montoya e il fatto che uno cos?, che dove ? andato ha vinto, pur avendo avuto a disposizione macchine vincenti ancora non ha portato a casa un successo su ovale, per me la dice lunga sulla competizione nella Nascar.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ahahah sei furbo Mito, ci butti li la citazione per farci litigare eh? non c'? molto da dire, le gare Nascar parlano da sole. nel vederle c'? chi scoppia di gioia (come il sottoscritto) e chi rimane impassibile, ? solamente una qustione di gusti differenti punto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mmm... non e' il top motoristico... mmm... mmmm..... mmmmmmm....... invece quando parliamo di Bruninho si che parliamo di top driver eh... uff!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×