Jump to content
L.Costigan

Sebastian Vettel

Vettel nel 2020  

41 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 2. Il rendimento velocistico complessivo di Vettel nei confronti di Leclerc sarà

  2. 3. In termini di pole e vittorie, rispetto a Leclerc ne otterrà



Recommended Posts

mettiamo che per ipotesi le voci sula volontà della dirigenza Ferrari di scaricare SV a fine anno sia vera ed anzi sia già pronto uno scambio con il pilota X (o LH addirittura) a che scopo resterebbe nel 2020 e con che motivazioni?

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, JLP ha scritto:

mettiamo che per ipotesi le voci sula volontà della dirigenza Ferrari di scaricare SV a fine anno sia vera ed anzi sia già pronto uno scambio con il pilota X (o LH addirittura) a che scopo resterebbe nel 2020 e con che motivazioni?

 

Soldi. La Ferrari in materia ha un´esperienza molto negativa con Kimi (come confermerà l´amico @The-Flying-Finn?) e vuole in sostanza riproporre il modello Renault 2005 (che portò anche fortuna). 

 

Buono anche per Vettel, che ha da mettersi in mostra in ottica 2021 (cose già fatte al 90% con lo "scambio", ovviamente andrebbe in Aston Martin con Stroll, o al massimo pista Renault sempre aperta se Ricciardo lascia). 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mentre rispondevo nella discussione di Lewis ho pensato ai piloti che hanno perso o guadagnato nel guidare una Rossa. 
Seguendo la F1 dal 2005 non ho una memoria a lungo termine e non sono nemmeno così ferrato sul passato, però mi verrebbe da dire che dal 2000 in poi, l'unico pilota che in termini di immagine ha "perso" nel guidare una Rossa sia Vettel, forse anche dovuto al fatto che nel caso Ferrari il tifo non è per il pilota ma per la squadra. 

-Schumacher : non argomento nemmeno 

-Barrichello : preso per fare il secondo, ha fatto quello che doveva ha avuto comunque una carriera post Maranello dignitosissima. 

- Massa: amato da tutti pre 2009, amato ancor di più post 2009 e nonostante 2012 e 2013 come ombra del pilota che fu (anche per via della squadra Alonsocentrica), ha comunque lasciato un bel ricordo in tutti. 

- Alonso : ha costruito molto di se negli anni in Ferrari, probabilmente quello che ne ha tratto più vantaggio, è riuscito a far passare Maranello come Geni/scemi, elevandosi a Messia. 

- Kimi: ci ha vinto un mondiale e penso sia il più amato a prescindere. Lui sta sopra a queste cose. 

-Vettel : direi che fino a Germania 2018 stava confermandosi uno dei migliori del lotto. Dopo si è rotto e si è rotto male. Complice il fatto che, come dicevo, molti tifosi lo supportavano per il suo essere pilota Ferrari, l'essersi spento proprio mentre iniziava a brillare la stellina n°16 ha dato una mazzata mica da ridere al suo lignaggio. 
Troppo quotato (e costoso) per fare il riempi griglia in Haas/Williams/Renault/Alfa ecc, troppo svalutato per essere considerato al pari di Hamilton, Verstappen e Leclerc.

Quando era in RB veniva accusato di vincere solo per la macchina, non essere molto uomo squadra e da essere più isterico di quello che lasciasse trasparire il suo essere Tedesco. Arriva in Ferrari e sembra rispedire al mittente tutte le critiche, complice la squadra tutta per lui mostra che il talento c'è ed è almeno al pari di Hamilton. Poi rispuntano i fantasmi. Qualche fallo di reazione, qualche gara pessima, team radio oltre le righe, errori da pressione. Puff, sembra diventato il gemello brocco. 

Insomma direi che si sa solo cosa non è in questo momento, ma se si ritirasse a fine anno, lascerebbe il circus più come sconfitto e pilota incompleto che come 4 volte campione del mondo. 


 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Bigmeu ha scritto:

Mentre rispondevo nella discussione di Lewis ho pensato ai piloti che hanno perso o guadagnato nel guidare una Rossa. 
Seguendo la F1 dal 2005 non ho una memoria a lungo termine e non sono nemmeno così ferrato sul passato, però mi verrebbe da dire che dal 2000 in poi, l'unico pilota che in termini di immagine ha "perso" nel guidare una Rossa sia Vettel, forse anche dovuto al fatto che nel caso Ferrari il tifo non è per il pilota ma per la squadra. 

-Schumacher : non argomento nemmeno 

-Barrichello : preso per fare il secondo, ha fatto quello che doveva ha avuto comunque una carriera post Maranello dignitosissima. 

- Massa: amato da tutti pre 2009, amato ancor di più post 2009 e nonostante 2012 e 2013 come ombra del pilota che fu (anche per via della squadra Alonsocentrica), ha comunque lasciato un bel ricordo in tutti. 

- Alonso : ha costruito molto di se negli anni in Ferrari, probabilmente quello che ne ha tratto più vantaggio, è riuscito a far passare Maranello come Geni/scemi, elevandosi a Messia. 

- Kimi: ci ha vinto un mondiale e penso sia il più amato a prescindere. Lui sta sopra a queste cose. 

-Vettel : direi che fino a Germania 2018 stava confermandosi uno dei migliori del lotto. Dopo si è rotto e si è rotto male. Complice il fatto che, come dicevo, molti tifosi lo supportavano per il suo essere pilota Ferrari, l'essersi spento proprio mentre iniziava a brillare la stellina n°16 ha dato una mazzata mica da ridere al suo lignaggio. 
Troppo quotato (e costoso) per fare il riempi griglia in Haas/Williams/Renault/Alfa ecc, troppo svalutato per essere considerato al pari di Hamilton, Verstappen e Leclerc.

Quando era in RB veniva accusato di vincere solo per la macchina, non essere molto uomo squadra e da essere più isterico di quello che lasciasse trasparire il suo essere Tedesco. Arriva in Ferrari e sembra rispedire al mittente tutte le critiche, complice la squadra tutta per lui mostra che il talento c'è ed è almeno al pari di Hamilton. Poi rispuntano i fantasmi. Qualche fallo di reazione, qualche gara pessima, team radio oltre le righe, errori da pressione. Puff, sembra diventato il gemello brocco. 

Insomma direi che si sa solo cosa non è in questo momento, ma se si ritirasse a fine anno, lascerebbe il circus più come sconfitto e pilota incompleto che come 4 volte campione del mondo. 


 

analisi un po' superficiale, però sì, alla fine è quello che penserà la ggente quando si sarà ritirato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Bigmeu ha scritto:

Mentre rispondevo nella discussione di Lewis ho pensato ai piloti che hanno perso o guadagnato nel guidare una Rossa. 
Seguendo la F1 dal 2005 non ho una memoria a lungo termine e non sono nemmeno così ferrato sul passato, però mi verrebbe da dire che dal 2000 in poi, l'unico pilota che in termini di immagine ha "perso" nel guidare una Rossa sia Vettel, forse anche dovuto al fatto che nel caso Ferrari il tifo non è per il pilota ma per la squadra. 

-Schumacher : non argomento nemmeno 

-Barrichello : preso per fare il secondo, ha fatto quello che doveva ha avuto comunque una carriera post Maranello dignitosissima. 

- Massa: amato da tutti pre 2009, amato ancor di più post 2009 e nonostante 2012 e 2013 come ombra del pilota che fu (anche per via della squadra Alonsocentrica), ha comunque lasciato un bel ricordo in tutti. 

- Alonso : ha costruito molto di se negli anni in Ferrari, probabilmente quello che ne ha tratto più vantaggio, è riuscito a far passare Maranello come Geni/scemi, elevandosi a Messia. 

- Kimi: ci ha vinto un mondiale e penso sia il più amato a prescindere. Lui sta sopra a queste cose. 

-Vettel : direi che fino a Germania 2018 stava confermandosi uno dei migliori del lotto. Dopo si è rotto e si è rotto male. Complice il fatto che, come dicevo, molti tifosi lo supportavano per il suo essere pilota Ferrari, l'essersi spento proprio mentre iniziava a brillare la stellina n°16 ha dato una mazzata mica da ridere al suo lignaggio. 
Troppo quotato (e costoso) per fare il riempi griglia in Haas/Williams/Renault/Alfa ecc, troppo svalutato per essere considerato al pari di Hamilton, Verstappen e Leclerc.

Quando era in RB veniva accusato di vincere solo per la macchina, non essere molto uomo squadra e da essere più isterico di quello che lasciasse trasparire il suo essere Tedesco. Arriva in Ferrari e sembra rispedire al mittente tutte le critiche, complice la squadra tutta per lui mostra che il talento c'è ed è almeno al pari di Hamilton. Poi rispuntano i fantasmi. Qualche fallo di reazione, qualche gara pessima, team radio oltre le righe, errori da pressione. Puff, sembra diventato il gemello brocco. 

Insomma direi che si sa solo cosa non è in questo momento, ma se si ritirasse a fine anno, lascerebbe il circus più come sconfitto e pilota incompleto che come 4 volte campione del mondo. 


 

 

 

Concordo. Vettel si è "rotto" nel gp di Germania 2018 e purtroppo ancora non si è ripreso.

Comunque Seb credo voglia il rinnovo a tutti i costi per almeno 2 anni...Il problema è che Ferrari al momento è molto lontana da questa idea e Vettel può solo guadagnarselo in pista il rinnovo e l'unica possibilità è vincere il Mondiale o, con macchina inferiore, fare una stagione migliore del 2017 e battere Leclerc nettamente (cosa che non penso proprio possa succedere).

 

Sicuramente è vero quello che dici, cioè che andare via da Ferrari e ritirarsi implica che verrà ricordato peggio rispetto al suo reale valore che ha comunque dimostrato negli anni. 

Ma ha ancora una possibilità di essere totalmente rivalutato...purtroppo non dipende solo da lui, ma anche dalla Ferrari che deve fornirgli la vettura in grado di vincere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vettel potrà scegliere se restare in Ferrari con ingaggio più che dimezzato a fare il secondo di Leclerc o andarsene. A logica direi che si realizzerà la seconda ipotesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Bigmeu ha scritto:

Mentre rispondevo nella discussione di Lewis ho pensato ai piloti che hanno perso o guadagnato nel guidare una Rossa. 
Seguendo la F1 dal 2005 non ho una memoria a lungo termine e non sono nemmeno così ferrato sul passato, però mi verrebbe da dire che dal 2000 in poi, l'unico pilota che in termini di immagine ha "perso" nel guidare una Rossa sia Vettel, forse anche dovuto al fatto che nel caso Ferrari il tifo non è per il pilota ma per la squadra. 

-Schumacher : non argomento nemmeno 

-Barrichello : preso per fare il secondo, ha fatto quello che doveva ha avuto comunque una carriera post Maranello dignitosissima. 

- Massa: amato da tutti pre 2009, amato ancor di più post 2009 e nonostante 2012 e 2013 come ombra del pilota che fu (anche per via della squadra Alonsocentrica), ha comunque lasciato un bel ricordo in tutti. 

- Alonso : ha costruito molto di se negli anni in Ferrari, probabilmente quello che ne ha tratto più vantaggio, è riuscito a far passare Maranello come Geni/scemi, elevandosi a Messia. 

- Kimi: ci ha vinto un mondiale e penso sia il più amato a prescindere. Lui sta sopra a queste cose. 

-Vettel : direi che fino a Germania 2018 stava confermandosi uno dei migliori del lotto. Dopo si è rotto e si è rotto male. Complice il fatto che, come dicevo, molti tifosi lo supportavano per il suo essere pilota Ferrari, l'essersi spento proprio mentre iniziava a brillare la stellina n°16 ha dato una mazzata mica da ridere al suo lignaggio. 
Troppo quotato (e costoso) per fare il riempi griglia in Haas/Williams/Renault/Alfa ecc, troppo svalutato per essere considerato al pari di Hamilton, Verstappen e Leclerc.

Quando era in RB veniva accusato di vincere solo per la macchina, non essere molto uomo squadra e da essere più isterico di quello che lasciasse trasparire il suo essere Tedesco. Arriva in Ferrari e sembra rispedire al mittente tutte le critiche, complice la squadra tutta per lui mostra che il talento c'è ed è almeno al pari di Hamilton. Poi rispuntano i fantasmi. Qualche fallo di reazione, qualche gara pessima, team radio oltre le righe, errori da pressione. Puff, sembra diventato il gemello brocco. 

Insomma direi che si sa solo cosa non è in questo momento, ma se si ritirasse a fine anno, lascerebbe il circus più come sconfitto e pilota incompleto che come 4 volte campione del mondo. 


 

In linea di massima sarà così, ma a differenza, per me, Massa sarà ricordato come la prima guida più scarsa negli ultimi anni in Ferrari. Umanamente grandissima persona ma a livello di pilota nulla di speciale.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

 

Concordo. Vettel si è "rotto" nel gp di Germania 2018 e purtroppo ancora non si è ripreso.

Comunque Seb credo voglia il rinnovo a tutti i costi per almeno 2 anni...Il problema è che Ferrari al momento è molto lontana da questa idea e Vettel può solo guadagnarselo in pista il rinnovo e l'unica possibilità è vincere il Mondiale o, con macchina inferiore, fare una stagione migliore del 2017 e battere Leclerc nettamente (cosa che non penso proprio possa succedere).

 

Sicuramente è vero quello che dici, cioè che andare via da Ferrari e ritirarsi implica che verrà ricordato peggio rispetto al suo reale valore che ha comunque dimostrato negli anni. 

Ma ha ancora una possibilità di essere totalmente rivalutato...purtroppo non dipende solo da lui, ma anche dalla Ferrari che deve fornirgli la vettura in grado di vincere

Io sono convinto che la morte di Marchionne sotto quel profilo abbia fatto...

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vettel quest'anno doppierà Leclerc in termini di punti e lo spedirà in Alfa Romeo a fare il secondo a Raikkonen.

Segnatelo.

 

  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

Vettel quest'anno doppierà Leclerc in termini di punti e lo spedirà in Alfa Romeo a fare il secondo a Raikkonen.

Segnatelo.

 

Sicuro...

A volte ti fai male da solo 

Edited by lucaf2000

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, lucaf2000 ha scritto:

Sicuro...

A volte ti fai male da solo 

Dobbiamo indirizzare bene questo topic.

Ci sono troppe pagine antiVettel ultimamente...

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

23 ore fa, ForzaFerrari88 ha scritto:

 

 

Concordo. Vettel si è "rotto" nel gp di Germania 2018 e purtroppo ancora non si è ripreso.

 

 

si sarà rotto il c**** 

 

:asd: 

  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

dopo Hockenheim fece 2° a Budapest e vinse a Spa, strano modo di rompersi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monza è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Germania fu una bella botta ma l'episodio di Monza ha fatto crollare tutto.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 1/26/2020 at 3:06 PM, Giovy_1006 said:

In linea di massima sarà così, ma a differenza, per me, Massa sarà ricordato come la prima guida più scarsa negli ultimi anni in Ferrari. Umanamente grandissima persona ma a livello di pilota nulla di speciale.

 

Il Massa pre-botta in testa era un ottimo pilota. Tra l'altro è andato più vicino lui di Vettel a vincere il mondiale con la Ferrari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

aveva un'auto un poco più competitiva e soprattutto quell'hamilton non era al top come oggi

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, MartinM ha scritto:

 

Il Massa pre-botta in testa era un ottimo pilota. Tra l'altro è andato più vicino lui di Vettel a vincere il mondiale con la Ferrari.

Vettel in realtà non è mai andato vicinissimo a vincere il Mondiale perché si è spento (sia per demeriti suoi che della macchina) quando ancora c'era tanto in ballo, solitamente post pausa estiva.

 

Il Vettel fino a Spa 2018 messo sulla F2008 avrebbe vinto quel Mondiale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Giovy_1006 ha scritto:

Vettel in realtà non è mai andato vicinissimo a vincere il Mondiale perché si è spento (sia per demeriti suoi che della macchina) quando ancora c'era tanto in ballo, solitamente post pausa estiva.

 

Il Vettel fino a Spa 2018 messo sulla F2008 avrebbe vinto quel Mondiale.

 

E' anche vero che non si è spento solo Vettel, ma l'intera squadra.

Penso che degli anni recenti solo il 2019 sia stato un anno dove la Ferrari è cresciuta dopo la pausa, sia nel 2017 che nel 2018 gli sviluppi non sono mai stati a livello di MB e RB. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordiamo,  per chi incolpa sempre Vettel, che la Ferrari da Singapore 2018 si plafonò mentre la Mercedes con i suoi ultimi sviluppi fu velocissima ed imprendibile. 

Logicamente alcuni tendono a dimenticare preferendo incolpare sempre e solo Vettel. 

Eh già...

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Rio Nero Germania 2018 era praticamente  il colpo da KO. Avrebbe dovuto esserlo. Per come si erano messe le cose il sabato, Sebastian avrebbe potuto lasciare il circuito con un vantaggio oserei dire rassicurante. Anche perché considerando il Delta a fine anno, i 25 punti regalati ad Hamilton in quella gara hanno un bel peso. 

La Ferrari poi avrà anche finito l’anno male, la macchia più grande in quella stagione è sicuramente quell’errore.  

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×