Jump to content
L.Costigan

Sebastian Vettel

Vettel nel 2020  

41 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 2. Il rendimento velocistico complessivo di Vettel nei confronti di Leclerc sarà

  2. 3. In termini di pole e vittorie, rispetto a Leclerc ne otterrà



Recommended Posts

1 minuto fa, Leno ha scritto:

 

Io di Vettel ricordo: trottola in Baherein, errore in Canada, ingroppata a Verstappen a Silverstone, trottola e ripartenza kamikaze a Monza, partenza cannata in Giappone, incidente in Brasile ma forse li ho visti solo io.

"L'errore" in Canada lo considero come "l'errore" di Leclerc a Monza, due gare veramente simili con prestazioni fantastiche dei due piloti con due episodi decisivi valutati in maniera diversa da commissari diversi. Non ha tutti i torti Toto quando disse, dopo quello che successe in Canada a Seb, che se avessero penalizzato Leclerc a Monza serviva la scorta della polizia per uscire dal circuito. :asd: Comunque dai, vogliamo considerarlo come errore? Sono comunque pari.

 

Perdere una posizione alla partenza non è un dramma, appurato che non si trattasse di falsa partenza. Quest'anno tante volte il poleman ha perso la posizione alla prima curva, cominciamo a considerarli tutti errori non finiamo più. Brasile non lo cito altrimenti torniamo indietro di 20 pagine...

 

Come vedi io non mi attacco nemmeno ai presunti problemi della vettura di Vettel a Monza, eppure sarebbe molto comodo, specialmente dopo quello che è successo ad Austin.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

vabe sappiamo tutti quale scandalo è successo in canada, quando è stato leclerc a chiudere sull'erba hamilton a monza i commissari giustamente hanno lasciato correre

 

Va beh, togliamo il Canada, mi sembra comunque una sequela di orrori difficilmente paragonabile a quelli commessi da Hamilton o Leclerc.

Alcuni sono così grossolani (inculata a Verstappen, trottola a Monza) o maldestri (Baherein) da far dubitare della sua lucidità.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Beyond ha scritto:

a livello velocistico. a livello complessivo non c'è dubbio che leclerc ne esca vincitore, come per esempio fu per hamilton con alonso 12 anni fa

Vabbè ma se uno è veloce è veloce, in pista non contano niente 4 titoli mondiali o primo anno in Ferrari. Non è che automaticamente se hai vinto 4 titoli allora hai il vantaggio di 1 decimo a giro. Anzi, più giovane sei e più col fisico riesci a dare prestazioni migliori, che l'altro colma con l'esperienza. Io sono contentissimo che Leclerc abbia da subito dimostrato di essere un potenziale fenomeno, spero che con una vettura da mondiale possa regalarci grosse soddisfazioni. E vedo anche un gran rapporto tra i due piloti, che giustamente vogliono dimostrare di essere all'altezza. Sana competitività, perchè poi come a Spa quando c'è da mettersi a disposizione dell'altro non ci sono problemi.

 

Spero non sia un contattino da niente, che sfortunatamente ha prodotto una catastrofe, a rovinare questo rapporto. E sicuramente non sarà così. Perchè Seb è una persona intelligente, e Leclerc ha tutto da guadagnarci in una sana convivenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Leno ha scritto:

 

Va beh, togliamo il Canada, mi sembra comunque una sequela di orrori difficilmente paragonabile a quelli commessi da Hamilton o Leclerc.

Alcuni sono così grossolani (inculata a Verstappen, trottola a Monza) o maldestri (Baherein) da far dubitare della sua lucidità.

 

infatti come ho scritto sopra è soprattutto per questo che la stagione di vettel non è positiva rispetto a leclerc. se non avesse fatto gran parte di questi errori sarebbe senza problemi davanti in classifica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Leno ha scritto:

 

Va beh, togliamo il Canada, mi sembra comunque una sequela di orrori difficilmente paragonabile a quelli commessi da Hamilton o Leclerc.

Alcuni sono così grossolani (inculata a Verstappen, trottola a Monza) o maldestri (Baherein) da far dubitare della sua lucidità.

L'anno scorso l'abbiamo massacrato Seb per l'errore in Germania, direi che almeno quest'anno la palma dell'errore più grossolano debbano prendersela Leclerc ed Hamilton per la gara buttata sempre in Germania, almeno per continuare la tradizione. :asd:

 

L'errore brutto di Vettel non è la trottola ma il rientro in pista di Monza. Lì unico momento in cui anch'io ho pensato che non ci fosse più con la testa, ma fortunatamente, vedendo questo finale di stagione e la successiva vittoria a Singapore, questi dubbi sono spariti. Perchè alla fine l'errore non è così diverso dal testacoda di Verstappen in Australia, e ricordo pure in Germania forse, o il fuori pista di Hamilton in Austria che causa la sosta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Beyond ha scritto:

 

infatti come ho scritto sopra è soprattutto per questo che la stagione di vettel non è positiva rispetto a leclerc. se non avesse fatto gran parte di questi errori sarebbe senza problemi davanti in classifica.

 

Secondo me non si tratta solo di errori, ha avuto un momento di totale black out di cui gli errori sono sia causa che conseguenza e che è culminato  con i week end di Spa e Monza, nel primo sembrava un pilota di seconda fascia, nel secondo ha messo in campo un repertorio di pirlate assolutamente disarmante, la vittoria di Singapore sembra averlo un po' rasserenato ma l'impressione è che rimanga un pilota molto (troppo) emotivo pronto a ricadere in un periodo nero alla prossima difficoltà.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Leno ha scritto:

 

Secondo me non si tratta solo di errori, ha avuto un momento di totale black out di cui gli errori sono sia causa che conseguenza e che è culminato  con i week end di Spa e Monza, nel primo sembrava un pilota di seconda fascia, nel secondo ha messo in campo un repertorio di pirlate assolutamente disarmante, la vittoria di Singapore sembra averlo un po' rasserenato ma l'impressione è che rimanga un pilota molto (troppo) emotivo pronto a ricadere in un periodo nero alla prossima difficoltà.

 

sicuramente è emotivo, ma soprattutto ne risente se avverte che la squadra non lo sostiene secondo me. poi chiaro che finir dietro al compagno non fa mai star sereni a quei livelli, basta vedere alonso nel 2007 cosa combinò in simili condizioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alonso si innervosì e sicuramente avrebbe potuto gestirla molto meglio (come lui ha ammesso del resto) ma nel 2007 non l'ho mai visto andare in crisi totale come Vettel quest'anno o anche l'anno scorso se è per quello.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Continuano le arrampicate sugli specchi, vedi se mi tocca difendere Alonso ed essere d'accordo con Leno...

Alonso nel 2007 sbaglio oslo al Fuji, ma c'era una discreta pioggerellina.

Budapest non è un errore di guida, è paragonabile alla sbroccata di Seby a Baku.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, ClaudioMuse ha scritto:

vedi se mi tocca essere d'accordo con Leno...

 

 

rpO0wU3.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, ClaudioMuse ha scritto:

Alonso nel 2007 sbaglio oslo al Fuji,

 

il disastroso gp del canada non te lo ricordi? con la sverniciata pure da sato

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Va beh dai stiamo parlando di due casi diversi, Alonso fece degli errori abbastanza normali a fronte di un campionato tirato al limite ma non mollò mai l'osso e arrivò a giocarsi il titolo all'ultima gara contro Hamilton che non mi sembra esattamente l'ultimo arrivato, Vettel invece ci son dei momenti in cui spegne prorprio la luce e ne combina di tutti i colori, mai visto lo spagnolo in versione pulcino bagnato come il tedesco dell'ultimo anno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Leno ha scritto:

Va beh dai stiamo parlando di due casi diversi, Alonso fece degli errori abbastanza normali a fronte di un campionato tirato al limite ma non mollò mai l'osso e arrivò a giocarsi il titolo all'ultima gara contro Hamilton che non mi sembra esattamente l'ultimo arrivato, Vettel invece ci son dei momenti in cui spegne prorprio la luce e ne combina di tutti i colori, mai visto lo spagnolo in versione pulcino bagnato come il tedesco dell'ultimo anno.

E' anche vero che Alonso come quantità di stagioni con macchina al top (circa) come Vettel non le ha avute.

Posto che concordo che la solidità mentale che può avere gente come Hamilton o Alonso stesso Vettel non ce l'ha.

O quantomeno non adesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, SebMat ha scritto:

Vabbè ma se uno è veloce è veloce, in pista non contano niente 4 titoli mondiali o primo anno in Ferrari. Non è che automaticamente se hai vinto 4 titoli allora hai il vantaggio di 1 decimo a giro. Anzi, più giovane sei e più col fisico riesci a dare prestazioni migliori, che l'altro colma con l'esperienza. Io sono contentissimo che Leclerc abbia da subito dimostrato di essere un potenziale fenomeno, spero che con una vettura da mondiale possa regalarci grosse soddisfazioni. E vedo anche un gran rapporto tra i due piloti, che giustamente vogliono dimostrare di essere all'altezza. Sana competitività, perchè poi come a Spa quando c'è da mettersi a disposizione dell'altro non ci sono problemi.

 

Spero non sia un contattino da niente, che sfortunatamente ha prodotto una catastrofe, a rovinare questo rapporto. E sicuramente non sarà così. Perchè Seb è una persona intelligente, e Leclerc ha tutto da guadagnarci in una sana convivenza.

Hai ragione sul contattino che di solito non sortisce effetto.

Sul fatto che leclerc abbia intenzione di tenersi amico vettel, non ci scommetterei un centesimo.

Quello lo consodera già di troppo a maranello,  vuole distruggerlo, e prendersi la squadra, come deve fare uno che aspira ad essere qualcuno. Altro che tenerselo buono.   Niente di male, in formula uno, il primo.avversario è il tuo compagno

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, SebMat ha scritto:

E' dietro di 19 punti con due ritiri di affidabilità in più, di cui uno in Russia dopo aver dominato il primo stint di gara e negli USA quando partiva secondo. Vittoria possiamo considerarle pari, visto che è globalmente condiviso che Seb meritava la vittoria in Canada.

e lo sottoscrivo. Tra l'altro in quell'episodio, dove non vi fu nulla e non accadde nulla fu combinata una penalità... sul nulla, una vittoria scippata senza un perché. In Brasile invece, dove una penalità per Seb poteva anche starci (contattino o meno, il danno procurato a Leclerc e a se stesso è lapalissiano), il nulla...  e sottolineo anche questo, meglio così.

Edited by Trailblazer

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha commessi errori sotto pressione in una sfida che nè Alonso nè Hamilton avevano mai affrontato. La più difficile secondo me. Vincere con la Ferrari dopo tanti anni, contro il team più forte della storia della F1 che ha dominato l'era ibrida e Hamilton, tutto ciò non avendo globalmente la macchina migliore e alcuni fattori esterni che gli sono andati contro (gomme in quei 3 GP, pioggia nel momento sbagliato, strategie Ferrari spesso che gli hanno fatto perdere gare). Già nel 2017, con molta meno pressione perchè la Ferrari era assolutamente l'underdog, ha fatto una stagione praticamente perfetta. Insomma, non raccontiamoci la favola che Vettel ha buttato nel cesso un mondiale già vinto. Possiamo dire che non è stato bravo a portare la lotta fino in fondo e magari mettere pressione alla Mercedes, ma non di più. Col gap prestazionale che ha creato la Mercedes da Monza in poi, difficile fare più di tanto e spesso infatti Vettel si è trovato in situazioni da all or nothing.

 

Che poi Vettel ha vinto da giovanissimo due mondiali all'ultimo GP, uno in cui dopo 4 curve sembrava spacciato in fondo al gruppo. Nel 2017 e nel 2018 spesso si è preso vittorie e punti importanti con sorpassi chirurgici nei momenti decisivi, una qualità che spero di rivedere il prossimo anno con una macchina da mondiale. Credo che senza una solidità mentale adeguata non vinci quei 4 titoli come li ha vinti lui. Hamilton è arrivato ad essere questo anche passando per delle sconfitte, anche lui commettendo errori in momenti in cui non doveva farli.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, ggr ha scritto:

Hai ragione sul contattino che di solito non sortisce effetto.

Sul fatto che leclerc abbia intenzione di tenersi amico vettel, non ci scommetterei un centesimo.

Quello lo consodera già di troppo a maranello,  vuole distruggerlo, e prendersi la squadra, come deve fare uno che aspira ad essere qualcuno. Altro che tenerselo buono.   Niente di male, in formula uno, il primo.avversario è il tuo compagno

Ha un futuro enorme davanti a sè. In pochi da così giovani sono saliti subito su macchine al vertice. Io credo che Seb per Leclerc sia anche uno scudo: so di avere un quattro volte campione del mondo vicino a me, qualora la Ferrari avesse la macchina da titolo, io potrei permettermi di correre meno sotto la luce dei riflettori e scaricare le pressioni su Seb, più stipendiato-più esperto ecc... Questo non significa non potersi giocare le proprie chance, anzi, aumenterebbero a dismisura perchè il fattore psicologico è tutto nello sport, e correre molto più rilassati aiuta.

 

Metti Hulkenberg vicino a me... ca**o se la Ferrari va forte, non ho alcuna attenuante. Devo vincere e basta, soprattutto con la Ferrari che è l'ambiente più ansioso del paddock. Correrebbe in maniera profondamente diversa, e con meno esperienza, potrebbe cadere in errore. Come normale che sia a quell'età.

 

Parliamo di un rapporto che deve continuare per altri 1-2 anni, non 12.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Leno ha scritto:

Va beh dai stiamo parlando di due casi diversi, Alonso fece degli errori abbastanza normali a fronte di un campionato tirato al limite ma non mollò mai l'osso e arrivò a giocarsi il titolo all'ultima gara contro Hamilton che non mi sembra esattamente l'ultimo arrivato

 

Questo lo dici oggi, però: all'epoca Hamilton era solo un esordiente di talento. Quest'anno il confronto è stato fra Vettel e Leclerc, uno che magari fra 12 anni sarà considerato come l'Hamilton odierno. Sul discorso, io la penso esattamente come Beyond: la supremazia netta di Leclerc c'è solo se si guarda ai nomi e al curriculum dei due piloti, poi in pista c'è stato sostanziale equilibrio (con un vantaggio di Leclerc in qualifica). 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente han fatto sensazione le prestazioni del monegasco anche per il fatto di essere al secondo anno in F1. Come certe altre di Vettel han fatto sensazione al contrario per il palmares. Ma è anche normale una cosa del genere quando i due sono agli opposti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 18/11/2019 Alle 13:23, ggr ha scritto:

Dai, colpa di leclerc, vettel miglior pilota ferrari dell'anno,  e vincitore morale, il prossimo anno gli spettano di diritto i galloni di prima guida, e per rendergli la vita serena, per un anno leclerc torna in alfa, e kimi in ferrari. E vissero tutti felici e contenti, un altro 2018.

No dai ggr, prendetevi il Giovi, in netta crescita. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×