Jump to content
L.Costigan

Sebaspin Vettel

Vettel  

43 members have voted

  1. 1. Dove sarà nel 2021?

    • In Mercedes
    • In Aston Martin
    • Sul divano di casa


Recommended Posts

grande Spa cartesiano

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Spa_83 ha scritto:

i dubbi rimangono

La certezza assoluta non potremo mai averla 

Share this post


Link to post
Share on other sites

è vero però ca**o...fammi vedere che tiri fuori qualcosa dalla macchina.....niente zero di zero...poi è vero magari ti tira fuori un week end tipo canada 2019 e allora ti fa salire ancora più dubbi...ci sie o ci fai?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non lo sapremo mai, ci rimarrà sempre il. Dubbio se era un campione decaduto oppure un pilota fortunato da giovane. Purtroppo come facciamo ad avere la certezza assoluta? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah quello si...alcuni non avevano dubbi nemmeno nel 2010....in poi però non so come facciano

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Spa_83 ha scritto:

ok seb mat prost e 4 volte campione del mondo...quindi?vettel a prost nemmeno gli allaccia le scarpe....

purtroppo non lo è...quando è in difficoltà non tira mai fuori qualcosa in più dalla vettura....questa è la verità....ma ve lo ricordate lo schumacher 96 97?

Inutile. Cerco di dirlo da anni, BBC verrai presto a farmi compagnia nel girone nero....

Share this post


Link to post
Share on other sites

domanda: ma come si fa a dire che non è un campione un 4 volte campione del mondo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Spa_83 ha scritto:

è vero però ca**o...fammi vedere che tiri fuori qualcosa dalla macchina.....niente zero di zero...poi è vero magari ti tira fuori un week end tipo canada 2019 e allora ti fa salire ancora più dubbi...ci sie o ci fai?

Però hai visto in che condizioni guidava Seb. Guarda l'articolo se non l'hai visto. Seb è un pilota che ha uno stile di guida particolare, sicuramente diverso dagli altri. In quel momento non stava in pista, non può andar più veloce di così. Se hai bisogno di controsterzare ogni staccata, non puoi inventarti nulla (e poi magari Seb non lo sa e ci prova lo stesso). Non potrà mai superare quel limite imposto dalla vettura, se per una carriera è abituato a correre in un certo modo e ha costruito quel suo stile, e poi la vettura si comporta all'opposto. 

 

C'è un canale inglese che analizza lo stile di guida di tutti i grandi campioni della F1. Molte cose ritornano, ad esempio che amano avere una macchina reattiva a costo di sacrificare un po' di sovrasterzo, che portano tanta velocità in curva e tante altre cose. Seb è diverso perché non vuole gestire il sovrasterzo, preferisce una macchina stabile che gli permetta di entrare tardi e poi fa la differenza in trazione/uscita curva rispetto al centro. Il canale non ha ancora fatto un video su Seb oppure non l'ho trovato, ma già da qui le differenze sono evidenti. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io, con tutto il rispetto che ho per un tetracampione del mondo (e non è un modo di dire), non ho mai creduto a queste storie. E se sono vere, limitano automaticamente il valore di un pilota, che secondo me è spesso (o deve esserlo) - anche se da fuori non si vede - in grado di modificare il proprio stile di guida. Alcuni più di altri, ovviamente.

 

Continuo a pensare ad un problema mentale e consiglio a Vettel di fare un reset immediato sulla propria diatriba con l‘armata Brancaleone rossa. Ripartire da zero, annullare qualsiasi dichiarazione inutile e concentrarsi sul miglioramento del proprio feeling con la vettura.

 

Ora nessuno lo vuole, ma se dovesse tornare costantemente veloce e solido, forse evita a fine stagione un anno sabbatico o il ritiro.

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi non capisco questo vivere di rendita, che riguarda tutti i campioni.  Uno diventa campione del mondo nel 2010, e per diritto acquisito,  non può essere un pilota normale nel 2020. È come se adesso dicessimo, che non è possibile che il Maradona diV adesso, sia più scarso di ronaldo, perché è campione del mondo. Il titolo di campione ti resta onorario, ma nella realtà non sei più nulla...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
11 ore fa, Spa_83 ha scritto:

come mai non vogliamo ammettere che probabilmente è solo un ottimo pilota ma non un campione?

 

Ma zio can, ancora con 'sta storia. :asd:

 

ADESSO Vettel non sta correndo da campione, ma in passato l'ha fatto eccome. Questi revisionismi non hanno senso, l'ho già fatto notare ma mancano proprio della logica più elementare. Trovami un senso alla frase "Nel 2019 Vettel non ha corso da campione, quindi nel 2013 non era un campione" e ne riparliamo.

 

Senza contare che ormai si danno per assodati e si ripetono all'infinito dei ritornelli che se poi si va a vedere non sono affatto veri, tipo quello che Vettel è bravo solo quando parte in testa e non deve combattere con nessuno. Di nuovo, ADESSO forse è così, ma in passato era un'altra storia.  I piloti CAMBIANO, si evolvono, migliorano, peggiorano. Mica sono dei monoliti.

Edited by rimatt
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
22 minuti fa, lucaf2000 ha scritto:

 

Lo so. VER ha detto: "È un pilota veloce, perché lo si dovrebbe sostituire?"

Riferendosi ad Albon.

 

(questo in sostanza)

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

che noia questi post di denigrazione totale e revisionismo storico...

li ha vinti! stop!

non vi piace! non seguite più la F1!

 

un buon pilota con una vettura superiore può vincere il titolo.

vedi Button, vedi Hill (Damon), vedi Villeneuve (Jr.) 

poi io li considero campioni, come considero campione anche Montoya o Maldonado

 

Vettel ne ha vinti 4 di titoli, come diceva un noto pilota che rosikava, solo grazie alla vettura.

intanto bisogna esserci in quella vettura e guardacaso sono sempre due i piloti con la stessa vettura e a vincere è uno solo

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con la macchina di domenica avrebbe fatto la stessa fine chiunque dai. Non esiste che non riesci a prendere la corda in curva 4 5 e e 6 in Austria, che non è propriamente un circuito tecnico. Non esiste che arrivi in staccata e la macchina è sulle uova, freni e ti si allarga di 3 metri. Lì non è il pilota. Altrimenti bisogna dire che Vettel con 250 gp alle spalle non sappia più frenare, e che non si sa come è arrivato fin qui.

 

Non c'è niente di difficile ad arrivare in fondo ad un rettilineo e frenare, non stiamo parlando di chissà quale finezza tecnica. Arrivi sul dritto, freni e la macchina ti parte col posteriore. C'è qualcosa di base che non va. Avranno fatto 60 regolazioni diverse, bilanciamento freni, differenziale in ingresso, in uscita, hanno scalato 4 (QUATTRO) click sull'anteriore, roba mai vista in gara, e il comportamento non è cambiato di una virgola.

 

Non so se fosse un problema di setup o che, visto che quella di Leclerc era diversa, ma così manco Hamilton avrebbe guidato bene.

 

Poi possiamo parlare una vita sulla scelta di buttarsi dentro a sainz, quello è un errore di valutazione (magari con la macchina del 2017 ti riusciva il sorpassone, con questa no).

 

Poi sul fatto che non riesca a tirare fuori niente dalla macchina, andate a rivedere un po' di gare del 2017.

 

La memoria è sempre cortissima.

 

Adesso sicuramente non è più sereno e sta guidando al 30%, ma fino a metà 2018 era tra i 3 migliori in griglia.

 

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
8 minuti fa, SuperScatto ha scritto:

Con la macchina di domenica avrebbe fatto la stessa fine chiunque dai. Non esiste che non riesci a prendere la corda in curva 4 5 e e 6 in Austria, che non è propriamente un circuito tecnico. Non esiste che arrivi in staccata e la macchina è sulle uova, freni e ti si allarga di 3 metri. Lì non è il pilota. Altrimenti bisogna dire che Vettel con 250 gp alle spalle non sappia più frenare, e che non si sa come è arrivato fin qui.

 

Non c'è niente di difficile ad arrivare in fondo ad un rettilineo e frenare, non stiamo parlando di chissà quale finezza tecnica. Arrivi sul dritto, freni e la macchina ti parte col posteriore. C'è qualcosa di base che non va. Avranno fatto 60 regolazioni diverse, bilanciamento freni, differenziale in ingresso, in uscita, hanno scalato 4 (QUATTRO) click sull'anteriore, roba mai vista in gara, e il comportamento non è cambiato di una virgola.

 

Non so se fosse un problema di setup o che, visto che quella di Leclerc era diversa, ma così manco Hamilton avrebbe guidato bene.

 

Poi possiamo parlare una vita sulla scelta di buttarsi dentro a sainz, quello è un errore di valutazione (magari con la macchina del 2017 ti riusciva il sorpassone, con questa no).

 

Poi sul fatto che non riesca a tirare fuori niente dalla macchina, andate a rivedere un po' di gare del 2017.

 

La memoria è sempre cortissima.

 

Adesso sicuramente non è più sereno e sta guidando al 30%, ma fino a metà 2018 era tra i 3 migliori in griglia.

 

 

gli haters non ricordano le prodezze di chi odiano ferocemente e continueranno a  rimarcare ogni difetto

chissà se saranno felici quando non sarà più in Ferrari o sarà necessario il suo ritiro

 

non ho mai letto tante comparazioni assurde tra piloti di anni differenti come con lui...

 

Prost in Ferrari si è fatto licenziare, con Vettel per ora attendono la fine del contratto, magari riuscirà ad imitare il francese anche in questo dettaglio :asd: 

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
15 minuti fa, JLP ha scritto:

che noia questi post di denigrazione totale e revisionismo storico...

 

 

A quali post ti riferisci esattamente? Io non ne vedo, a parte i soliti (ma da sempre) dei suoi haters...

 

15 minuti fa, SuperScatto ha scritto:

Con la macchina di domenica avrebbe fatto la stessa fine chiunque dai. Non esiste che non riesci a prendere la corda in curva 4 5 e e 6 in Austria, che non è propriamente un circuito tecnico. Non esiste che arrivi in staccata e la macchina è sulle uova, freni e ti si allarga di 3 metri. Lì non è il pilota. Altrimenti bisogna dire che Vettel con 250 gp alle spalle non sappia più frenare, e che non si sa come è arrivato fin qui.

 

Non c'è niente di difficile ad arrivare in fondo ad un rettilineo e frenare, non stiamo parlando di chissà quale finezza tecnica. Arrivi sul dritto, freni e la macchina ti parte col posteriore. C'è qualcosa di base che non va. Avranno fatto 60 regolazioni diverse, bilanciamento freni, differenziale in ingresso, in uscita, hanno scalato 4 (QUATTRO) click sull'anteriore, roba mai vista in gara, e il comportamento non è cambiato di una virgola.

 

Non so se fosse un problema di setup o che, visto che quella di Leclerc era diversa, ma così manco Hamilton avrebbe guidato bene.

 

Poi possiamo parlare una vita sulla scelta di buttarsi dentro a sainz, quello è un errore di valutazione (magari con la macchina del 2017 ti riusciva il sorpassone, con questa no).

 

Poi sul fatto che non riesca a tirare fuori niente dalla macchina, andate a rivedere un po' di gare del 2017.

 

La memoria è sempre cortissima.

 

Adesso sicuramente non è più sereno e sta guidando al 30%, ma fino a metà 2018 era tra i 3 migliori in griglia.

 

 

Fino al contatto con Sainz non stava andando diversamente da Leclerc. Improvvisamente la vettura ha iniziato a fare schifo? Oppure ha commesso un errore? Senza le SC ed i casini vari e senza l'errore di Vettel i due ferraristi avrebbero terminato la corsa lontanissimi dal vincitore, ma non molto distanti fra di loro.

 

E si sarebbe parlato solo della ciofeca che si involve, al contrario delle altre vetture, che migliorano.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
24 minuti fa, crucco ha scritto:

Fino al contatto con Sainz non stava andando diversamente da Leclerc. I

 

Gli onboard famosi sono di prima del contatto con sainz.

 

Sull'errore di valutazione non metto bocca, è palese. Ma sicuramente è stato aiutato dal fatto che guidasse sulle uova (ed è palese pure questo, ci sono gli onboard di un giro completo, vai a vedere quante curve pulite è riuscito a fare).

 

Sul contatto con sainz aveva metà macchina girata prima del contatto per aver frenato DRITTO, e per me è assurdo.

L'errore c'è stato, perché con un cancello simile devi stare nel tuo e non inventarti niente.

 

 

Edited by SuperScatto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non ho visto gli onboard, ma che la rossa sia una vettura che non funziona alla perfezione lo sappiamo. Non so come guidasse Leclerc, ma siamo sicuri che non avesse gli stessi problemi di Vettel? In fondo non erano molto distanti e sinceramente mi risulta difficile credere che la ciofeca la guidasse solo il tedesco. So che per lui forse il problema è maggiore, con un'auto instabile, ma se i problemi li avesse solo lui e Leclerc invece guidasse un'altra Ferrari (forse la gemella?) stabilissima e impeccabile in frenata... allora Vettel - fino al contatto - ha fatto un garone. visto che non girava molto diversamente dal monegasco. Chapoux!

 

Cosa che solitamente in quelle condizioni (tecniche) non gli è mai riuscita, in passato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vai a vederlo l'onboard, perdi quel minuto ma ne vale la pena, al di là di questa discussione.

 

Dagli onboard di Leclerc il comportamento era più stabile sicuramente, poi se sia merito di un setup diverso o altro non saprei dirlo.

 

4 minuti fa, crucco ha scritto:

allora Vettel - fino al contatto - ha fatto un garone.

 

No, ha fatto quello che poteva con la carriola che guidava. Senza la cappella non sarebbe arrivato tanto distante da Leclerc, il ritmo era quello.

 

Idem Leclerc. A guardare l'arrivo sembra che Charles abbia guidato da secondo tutta la gara, ma il piazzamento è stato frutto di parecchi episodi (ritiri, SC e penalità). Lui è stato sicuramente bravo ad approfittarne e a piazzare i due sorpassi finali (tra l'altro Perez su gomme sfatte), ma in una gara lineare saremmo arrivati a 1 minuto dal primo in tranquillità, e almeno almeno 5°.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×