Jump to content
L.Costigan

Sebaspin Vettel

Vettel  

24 members have voted

  1. 1. Dove sarà nel 2021?

    • In Mercedes
      0
    • In Aston Martin
    • Sul divano di casa


Recommended Posts

Il 16/5/2020 Alle 17:55, Rio Nero ha scritto:

Più gare vinte e più pole fatte.

Proprio uguale......


Cavoli hai ragione, non riesco a spiegarmi il mancato rinnovo.

(Ha pure stracciato un quasi debuttante...ah no... )

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sta Ferrari lenta non la ricordo, anzi. Il problema fu il "solito" furono cannati gli aggiornamenti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ggr ha scritto:

Ogniuno la penserà come vuole.😀 Io ho solo detto che quello è l'anno che più si presta....

 

La i.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Però va anche detto che nel 2010 la Ferrari non era sto cesso mentre nel 2012 ci fu, oltre a un Alonso veramente in forma spettacolare, una serie di episodi fortunati. La macchina ebbe un inizio pessimo però ebbe una discreta crescita, tanto che da Silverstone Massa fece anche più di una gara decente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da Singapore in poi con gli aggiornamenti newey metteva il turbo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, effe ha scritto:

No, semplicemente fatta la tara alle macchine ed al mondiale corso dai due lo meritava, non di poco, di più Alonso.

 

non metto in dubbio che alonso fece una grandissima stagione, ma cosa c'entra questo con la balorda affermazione che il 2012 di vettel sia un esempio di come i suoi 4 mondiali siano sopravvalutati?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
5 ore fa, effe ha scritto:

Perché Fonzie prima di lui invece dei figuroni.

E pensa che nel 2010 all'ultima gara era il pilota Red bull davanti. Bel bidone anche quella macchina, si.

No, semplicemente fatta la tara alle macchine ed al mondiale corso dai due lo meritava, non di poco, di più Alonso. Erano gli anni della Ferrari tagliata con le forbici ai box e la galleria del vento presa al Lidl.

Per non dimenticare.

 

per quanto mi riguarda ..... mi è impossibile non essere d'accordo. forse la stagione di alonso in ferrari 2012 equivale alla stagione di hamilton in mercedes 2018? però è anche vero che la ferrari era più difficile da guidare, ma hamilton, a differenza di alonso, ha vinto il mondiale …. che dici, effe?

Edited by Fan F1

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, ggr ha scritto:

Il 2012, fu uno di quegli anni che alimentano la teoria dei mondiali di cartone vetteliani.  In effetti niente si può dire di Alonso quell'anno.

 

Per quale motivo? Dopo Monza era praticamente fuori dai giochi, fino a quel punto aveva vinto solo 1 GP e ne aveva perso uno mentre era primo che fu vinto da culon... Da Alonso. 

Riuscì a recuperare all'ultimo e tenere duro in Brasile in una gara che avrebbe fatto andare fuori di testa chiunque (però non regge la pressione e ca**ate varie)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

vista la sua carriera, a conti fatti, mi sembra un ottimo pilota, campione con la vettura giusta (chi lo è con quella sbagliata ora?) ma abbastanza fragile nel corpo a corpo, nella gestione dei rapporti con la dirigenza, nella gestione della "pressione" e anche nella gestione della sua immagine (vedi social ignorati ed estrema riservatezza per la sua vita)

IMHO mi sembra una bravissima persona, dedita al lavoro e che forse ha ottenuto in fretta quello che molti altri hanno sudato in anni di F1 (vedi anche Hamilton). Non dico che non abbia meritato, ma forse dal 2014 ha iniziato a scontare tutto, prima subendo un team mate forte alla pari e poi scegliendo un team dalle altissime aspettative, che comunque gli ha dato 5 anni per vincere.

 

pensate se Vettel vincesse al quinto anno di contratto :asd: 

non vi ricorda niente questo?

 

però ora c'è il "predestinato" inutile continuare a puntare sull'anziano :sisi: 

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites

aiFermo restando che i titoli mondiali restano titoli mondiali, perché se iniziamo a fare paragoni o valutare le macchine allora anche Schumi ne ha ha vinti un paio in carrozza, però avendoli vinti in rosso valgono tanto quanto gli altri?  

Tra il 2010 e il 2013 Vettel aveva l'auto migliore? Probabile, ma probabilmente era semplicemente il miglior pacchetto, auto+pilota+squadra. Rispetto alla Mercedes di oggi era un pacchetto leggermente migliore.
Se paragoniamo le seconde guide, Webber non è mai nemmeno arrivato secondo nel mondiale, nel 2013, quando Vettel vinse tutte la gare dal Belgio in poi, Webber non vinse nulla e non fu mai nemmeno vicino a impensierire Seb. Nel 2012 Webber fu SESTO nel mondiale. 
Se la macchina era davvero così superiore, come dimostra Mercedes, i risultati arrivano e la seconda guida alla fine resta al massimo tra i primi 4. Va bene che Webber non è un fenomeno, ma era comunque un pilota d'esperienza e veloce abbastanza.  
Alla fine in quegli anni ha vinto la macchina migliore (come sempre) con il pilota migliore. 

Penso il problema di Vettel, almeno quello che ha portato alla scelta di non rinnovarlo da parte di Ferrari, sia la testa più che il piede. Seb è un pilota infallibile quando ha tutto sotto controllo, quando tutto va secondo i piani e quando sa che ha tutta la squadra dalla sua parte. 
Quando non è così, quando qualcosa non va secondo i piani lui diventa nervoso e si scioglie. 

Penso che parte del suo nervosismo post 2018 fu dovuto al fatto che in Germania era una delle sue gare, era davanti e doveva gestire come sa benissimo fare, era tutto sotto controllo ma ha sbagliato, compromettendo non solo la gara ma anche una buona parte di campionato. 
Da li avrà avuto la testa piena di dubbi e insicurezze, unite ad un calo di performance della vettura, hanno portato allo sgretolarsi delle sue sicurezze e l'impossibilità di ricostruire su qualcosa di solido. 

Come detto, Seb ha bisogno di un piano e per far si che lui performi al meglio, tutto deve andare secondo i piani. Alonso (dato che è il paragone che si sta facendo) invece ha sempre sguazzato nel caos e visto in esso l'opportunità di volgere la gara a proprio favore. 
Sono due mentalità differenti che funzionano in ambienti differenti.
Motivo per cui uno in Ferrari (dove notoriamente regna il caos) ne sta uscendo apparentemente con le ossa rotte*, mentre l'altro pur non avendo vinto nulla e avendo fatto complessivamente peggio, ha cementato nell'immaginario di tutti la visione del fenomeno sfortunato con la macchina sfigata.
Eppure per molti versi la carriera in rosso di entrambi è molto simile. Entrambi osannati dai tifosi (che fino al giorno prima gli avrebbero sputato in faccia) ed entrambi a lottare con anima e corpo contro un team e una vettura superiori alla rossa. Come mai però il risultato finale è così differente? 


*Piccola nota per i fan boy che si appiglieranno alla frase per ribattere. 
Seb esce con le ossa rotte perché avrebbe potuto uscirne come Fernando da dio sceso in terra, messia che ha provato a portare la Ferrari in vetta nonostante il team di peracottari. Invece ne esce come uno che ci ha messo del suo per perdere un mondiale che fino a luglio era abbastanza saldamente sulla via per Maranello. (un sacco di gente, il sabato sera post qualifiche Germania 2018 ha pensato "se si vince questa, poi c'è solo da gestire fino ad Abu Dhabi") 
Oggi Seb non solo è stato scaricato da Ferrari, che ha preferito sostituirlo con uno che ha fatto un podio per sbaglio, ma addirittura non ha opzioni per il 2021. Per gli altri 9 team o è troppo costoso, o è troppo "vecchio" o è un incognita talmente grande che nessuno si vuole prendere il rischio.
Adesso verrà al massimo usato da Toto per ottenere un vantaggio nel rinnovo di Lewis e come piano B nel caso l'inglese decida di dare di matto e salutare tutti a fine anno. Ma state pur certi che se Lewis rinnova e promuovono Russel/rinnova Bottas, Toto a dicembre dira "Vettel? mai stata un opzione, la nostra priorità era Lewis e così è stato" 


 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Fan F1 ha scritto:

 

per quanto mi riguarda ..... mi è impossibile non essere d'accordo. forse la stagione di alonso in ferrari 2012 equivale alla stagione di hamilton in mercedes 2018? però è anche vero che la ferrari era più difficile da guidare, ma hamilton, a differenza di alonso, ha vinto il mondiale …. che dici, effe?

Dico che non paragonerei mai la Mercedes, qualunque Mercedes dal 2014 ad oggi, a quella Ferrari del 2012. Non si può paragonare una macchina che in condizioni normali può vincere tutto o quasi ad una che se la giocava qualche volta in una stagione pazza. Dal 2009 in poi ha sempre vinto la macchina migliore. Nel 2008 no, ma è stato un caso

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, Bigmeu ha scritto:


Penso il problema di Vettel, almeno quello che ha portato alla scelta di non rinnovarlo da parte di Ferrari, sia la testa più che il piede. Seb è un pilota infallibile quando ha tutto sotto controllo, quando tutto va secondo i piani e quando sa che ha tutta la squadra dalla sua parte. 
Quando non è così, quando qualcosa non va secondo i piani lui diventa nervoso e si scioglie. 
 

 

 

prendo come spunto per scrivere che IMHO anche Lewis ha avuto i suoi momenti paranoici, che con la vettura che si ritrova, 99 volte su 100, riesce a trasformare in vittorie. 

non avremo mai la controprova, ma anche con una vittoria di Vettel in Germania e per assurdo anche a Monza, mantenendo i punti incassati da Lewis successivamente ci troveremmo la classifica finale con LH a 394 e SV a 370 (considerando LH secondo sia in Germania che a Monza)

 

naturalmente c'è chi potrebbe dire che LH ha vinto a Singapore, Russia e Giappone consecutivamente, perchè Vettel era demoralizzato... personalmente credo sia stato sopratutto grazie alla vettura.

 

i due episodi negativi dei GP di Germania e Italia 2018 resteranno storicamente due macchie indelebili sulla sua carriera...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non capisco se questo è il topic di Alonso o di Vettel.

Aprendo questo topic spero di leggere notizie inerenti a Vettel, non immagino leggere notizie o simili legate ad Alonso, anche perché il suo topic non lo apro da mesi. Se devo leggere di Alonso anche qua vorrà dire che neanche più questo topic aprirò in futuro.

Fatemi capire...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, JLP ha scritto:

 

 

prendo come spunto per scrivere che IMHO anche Lewis ha avuto i suoi momenti paranoici, che con la vettura che si ritrova, 99 volte su 100, riesce a trasformare in vittorie. 

non avremo mai la controprova, ma anche con una vittoria di Vettel in Germania e per assurdo anche a Monza, mantenendo i punti incassati da Lewis successivamente ci troveremmo la classifica finale con LH a 394 e SV a 370 (considerando LH secondo sia in Germania che a Monza)

 

naturalmente c'è chi potrebbe dire che LH ha vinto a Singapore, Russia e Giappone consecutivamente, perchè Vettel era demoralizzato... personalmente credo sia stato sopratutto grazie alla vettura.

 

i due episodi negativi dei GP di Germania e Italia 2018 resteranno storicamente due macchie indelebili sulla sua carriera...

Due veloci considerazioni

1-A Singapore Vettel con una strategia decente poteva fare secondo. Persi 3 punti.

A Suzuka senza lo scontro con Verstappen era sicuramente da podio. Forse poteva ambire addirittura al secondo posto. Facciamo terzo: 9 punto in più rispetto al sesto posto conclusivo. 

2-Vettel buttò via punti anche a Austin, perché quella gara poteva vincerla. Un peccato si sia perso sul più bello, lo dico seriamente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

Non capisco se questo è il topic di Alonso o di Vettel.

Aprendo questo topic spero di leggere notizie inerenti a Vettel, non immagino leggere notizie o simili legate ad Alonso, anche perché il suo topic non lo apro da mesi. Se devo leggere di Alonso anche qua vorrà dire che neanche più questo topic aprirò in futuro.

Fatemi capire...

 

Vabeh dai, c´è già quella atmosfera da amarcord nella cui sezione questo thread finirà in Estate. 

  • Like 1
  • Trottolino 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Mito Ferrari ha scritto:

 

Per quale motivo? Dopo Monza era praticamente fuori dai giochi, fino a quel punto aveva vinto solo 1 GP e ne aveva perso uno mentre era primo che fu vinto da culon... Da Alonso. 

Riuscì a recuperare all'ultimo e tenere duro in Brasile in una gara che avrebbe fatto andare fuori di testa chiunque (però non regge la pressione e ca**ate varie)

 

 

Ma per favore. In Brasile è uscito indenne da una mischia che nel 99 per cento dei casi sei fuori.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, ggr ha scritto:

Ma per favore. In Brasile è uscito indenne da una mischia che nel 99 per cento dei casi sei fuori.

 

Sì ma poi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, ggr ha scritto:

Ma per favore. In Brasile è uscito indenne da una mischia che nel 99 per cento dei casi sei fuori.

Nella sfortuna ha avuto il culo di non danneggiare gravemente l'auto.


Nel 2018 senza l'incidente di Hockenheim la trasferta asiatica, secondo mio modesto parere, sarebbe andata diversamente.

Probabilmente Vettel non era sereno di testa ad Hockenheim perchè, oltre ad Hamilton che stava recuperando velocemente, il team gli fece perdere secondi preziosi dietro Raikkonen.

Dopo Monza son convinto che il team abbia del tutto mollato, e si sia concentrato per il 2019.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Secondo me fino a Hockenheim era stato eccellente nella sua esperienza Ferrari. Aveva dato una ruotata a Hamilton ok,  ma ho visto di peggio, tipo MSC su Villeneuve a Jerez.

 

Il fatto di Hockenheim, per come è arrivato lo ha demolito psicologicamente. Prima della gara era in testa al mondiale, la Ferrari era la macchina migliore e prima nel mondiale costruttori. In gara era al comando con il solo compito di gestire.

Poi accade l'imprevisto, una leggera esitazione, un piccola catena di eventi che  su 1000 volte non riaccadrebbero. Un po' come il rigore di Baggio nel 94. 

 

La differenza è che Baggio si è ripreso, Seb no. Il tarlo dell'insicurezza lo ha eroso. Il peso della responsabilità lo ha schiacciato. Senza l'episodio Hockenheim avrebbe vinto il mondiale, martellando come aveva fatto fino a quella gara. E anche il 2019 sarebbe stato diverso.

 

Purtroppo un singolo episodio ha determinato il resto della sua carriera. È stato anche sfortunato, va detto. Io non me la sento di metterlo in croce. Bene o male fino a Hockenheim è stato l'unico in griglia a battagliare con le Mercedes, anche quando non aveva il mezzo giusto.

 

Peccato ma applausi ugualmente.

Edited by L.Costigan
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, ggr ha scritto:

Ma per favore. In Brasile è uscito indenne da una mischia che nel 99 per cento dei casi sei fuori.

Infatti!!! Spesso alcuni utenti si dimenticano di episodi abbastanza chiave

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×