Jump to content
L.Costigan

L'azionista SebAston Vettel

Vettel  

46 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 1. Dove sarà nel 2021?

    • In Mercedes
    • In Aston Martin
    • Sul divano di casa


Recommended Posts

in Ferrari Vettel ha fatto due stagioni veramente all'altezza, 2015 e 2017, il resto meglio dimenticare

 

quest'anno ancora non è finito, mettiamoci il 2014 disastroso e sono 2 stagioni su 6 da campione, non è che ha sparato una sciocchezza Mschumithebest

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai, ma se nel 2019 divideva il tempo tra girarsi e stare dietro Leclerc. Il 2016 in confronto è una stagione buona, anche considerando che la macchina era quello che era.

Share this post


Link to post
Share on other sites

buona non è da campione

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, SuperScatto ha scritto:

 

Non so se ti riferisci a me, ma io ho riportato un dato, non ho dato alcuna interpretazione

Mi riferisco a quelli che "oggi è l'assetto, domani sfortuna, ieri non ha potuto girare e dopodomani è stato l'altro a buttarlo fuori". 

I guai per lui sono iniziati nel 2014, con una macchina che aveva perso la possibilità di vincere ogni domenica ed un compagno, per la prima volta, veloce.

Aveva trovato una seconda casa in Ferrari, squadra che si era appena ricostruita, investimenti economici che latitavano da anni, compagno moscio e non invadente.

Mancava la macchina per vincere facile come ai bei tempi ma la situazione era quasi ideale. Ha fatto un buon lavoro nel 2015, difficile giudicarlo con la carriola del 2016, poi, dalla ruotata ad Hamilton nel 2017, è come se si fosse rotto qualcosa, ed ha fatto mediamente spruzzare, almeno per uno con quel pedigree e che prende quello stipendio.

 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, M.SchumyTheBest ha scritto:

E' da anni che è in crisi. Dal 2014 in poi ha azzeccato 2 stagioni su 7.

 

Infatti io parlavo di questo post. Dire che dal 2014 ha azzeccato 2 stagioni su 7 è molto ingeneroso. Dal 2014 (escluso), ha fatto 2 stagioni e mezza al top, una buona e 2 stagioni e mezza (conto il 2020 come mezza stagione, anche se è meno) decisamente deludenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

appunto dal 2014 ha fatto due stagioni al top, il resto è deludente nella misura in cui lo si consideri un top driver, se poi il paragone è Perez allora ok

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma 2018,a parte il finale, come fate a considerarla peggiore? rimane una ottima stagione dai. Il 2017 perfetta, 2016 mediocre,2015 ottima, 2019 mediocre. Boh a me pare annate alterne e ci sta per un pilota che non ha la vettura competitiva per il titolo. Basta vedere Hamilton dal post 2008 fino ad arrivare al primo anno in Mercedes. Ci sono state belle annate(2010) annate orrende(2011) annate cosi cosi (2012). Cioè boh adesso stai a vedere che pure i mondiali vinti con RB sono vinti di culo(che tanto è il pensiero comune su di lui).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Y2F ha scritto:

Ma 2018,a parte il finale, come fate a considerarla peggiore? rimane una ottima stagione dai. Il 2017 perfetta, 2016 mediocre,2015 ottima, 2019 mediocre. Boh a me pare annate alterne e ci sta per un pilota che non ha la vettura competitiva per il titolo. Basta vedere Hamilton dal post 2008 fino ad arrivare al primo anno in Mercedes. Ci sono state belle annate(2010) annate orrende(2011) annate cosi cosi (2012). Cioè boh adesso stai a vedere che pure i mondiali vinti con RB sono vinti di culo(che tanto è il pensiero comune su di lui).

Nel 2018 ha fatto una marea di errori anche prima dell'inizio delle spinnate. Sicuramente il clima e il muretto Ferrari non l'hanno aiutato ma le ca**ate le ha fatte anche lui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mettiamola così. Quando i compagni non si chiamavano kimi e webber....ha buscato...e anche male....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel 2016 è calato nel finale, ma la stagione tra torpedo e problemi di affidabilità era già compromessa dall'inizio. Probabilmente sono state 2015 e 2017 ad essere ben al di sopra della media, non una 2016 ad essere mediocre. 2019 ha ottenuto le stesse vittorie del comprano, e una differenza in punti che deriva dai maggiori problemi di affidabilità, di cui uno mentre era al comando. Superati i problemi di assetto della monoposto, è tornato ad avere la stessa velocità di sempre. Questa stagione neanche è iniziata e già si definisce disastrosa. :asd:

 

I campioni si giudicano quando guidano auto da mondiale. In Red Bull due anni li ha stradominati quando aveva la vettura dominante, e in due ha vinto quando c'era una concorrenza all'altezza e la stessa F1 (intesa come regolamenti) e Pirelli favorivano il livellarsi delle prestazioni. In Ferrari ha reso da mondiale una vettura pensate per vincere 3 GP, e nel 2018 finché l'auto è stata competitiva si giocava punto a punto il mondiale con Hamilton ed otteneva vittorie tirate, mentre il compagno (rispetto a Bottas) lottava con le Red Bull. Ci sono stati più errori rispetto agli anni precedenti, ma velocisticamente rimane una stagione di grande livello. 

3 minuti fa, ggr ha scritto:

Mettiamola così. Quando i compagni non si chiamavano kimi e webber....ha buscato...e anche male....

Non che siano peggio di Massa o Bottas, anzi, ma anche Hamilton é andato in crisi quando ha avuto compagni ostici neanche al livello di Ricciardo e Leclerc. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
8 minuti fa, SebMat ha scritto:

Nel 2016 è calato nel finale, ma la stagione tra torpedo e problemi di affidabilità era già compromessa dall'inizio. Probabilmente sono state 2015 e 2017 ad essere ben al di sopra della media, non una 2016 ad essere mediocre. 2019 ha ottenuto le stesse vittorie del comprano, e una differenza in punti che deriva dai maggiori problemi di affidabilità, di cui uno mentre era al comando. Superati i problemi di assetto della monoposto, è tornato ad avere la stessa velocità di sempre. Questa stagione neanche è iniziata e già si definisce disastrosa. :asd:

 

I campioni si giudicano quando guidano auto da mondiale. In Red Bull due anni li ha stradominati quando aveva la vettura dominante, e in due ha vinto quando c'era una concorrenza all'altezza e la stessa F1 (intesa come regolamenti) e Pirelli favorivano il livellarsi delle prestazioni. In Ferrari ha reso da mondiale una vettura pensate per vincere 3 GP, e nel 2018 finché l'auto è stata competitiva si giocava punto a punto il mondiale con Hamilton ed otteneva vittorie tirate, mentre il compagno (rispetto a Bottas) lottava con le Red Bull. Ci sono stati più errori rispetto agli anni precedenti, ma velocisticamente rimane una stagione di grande livello. 

Non che siano peggio di Massa o Bottas, anzi, ma anche Hamilton é andato in crisi quando ha avuto compagni ostici neanche al livello di Ricciardo e Leclerc. 

Ma infatti il "problema" di Seb non è mai stata la velocità. Seb è uno dei piloti più veloci della griglia e con un certo tipo di auto (non per forza la migliore) è forse il più veloce della griglia. I casini iniziano quando deve adattarsi a soluzioni particolari richieste dai punti di forza e debolezze dell'auto e quando si trova in situazioni al "limite".  Come abbiamo visto in queste situazioni perde spesso la calma, cosa che gli succede sin da quando ha debuttato.

Edited by Bombarolo di Torino
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leggere questo topic mi fa sorridere più di un topic umoristico.

 

Vettel ha avuto una monoposto inguidabile per tutto il weekend, stop.

In Ungheria ha guidato meglio di Leclerc.

Anche in questo 2020 è lì con gli stessi tempi e ritmo del suo compagno.

 

Poi se vi va di divertirvi continuate pure a farlo, c'è il libero arbitrio...io continuerò a leggervi sorridendo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ferrarista ha scritto:

 

Vabbè ora si ribalta pure la realtà :asd:

 

Nel 2015 e 2016 ha fatto due stagioni monstre per l'auto che aveva. Nel 2017 perfetto fino al crollo prestazionale della Ferrari: unico vero errore a Baku. Con una macchina ai livelli dei mesi precedenti avrebbe vinto il mondiale. 2018 fino a Hockenheim andava a bomba, poi il crollo.

 

2016 ha fatto diversi errori, non per niente mi pare abbia fatto solo 30 punti in più di raikkonen, ma basta che vai a leggerti i commenti nel suo topic di allora, non erano certo complimenti.

2018 complessivamente imbarazzante visti gli errori, 2019 finito dietro ad uno al secondo anno di F1, 2014 sappiamo benissimo com'è andata e 2020 mi pare uguale al 2014...

quindi non mi pare una bestemmia dire che ha azzeccato solo 2 stagioni... 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

secondo me

2015: 10

2016: 6.5

2017: 9

2018: prima du hockenheim 8, poi 4

2019: 4.5

2020: ? (per me finora ingiudicabile perchè palesemente boicottato)

 

forsequalcuno non ricorda che dal 2019 il team buono se l'è preso leclerc, mentre i bidoni di raikkonen se li è trovati lui e si è visto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me solo Alonso negli ultimi 10 anni è stato in grado di esaltarsi proprio nelle situazioni più difficili, e portare cessi di macchina ad ottenere il massimo, senza troppi problemi di assetto. Un grande nel massimizzare i risultati, ma secondo me inferiore velocisticamente (e anche lui nel 2010 ha fatto diversi errori pesanti). Anche nel confronto diretto con Hamilton, penso già che fosse un pilota inferiore rispetto ai due anni Renault, che non ho visto correre se non su YouTube. 

 

Ma davvero credete che un Hamilton sul sedile Ferrari non sarebbe andato in crisi? Quante problematiche ha dovuto affrontare Vettel in questi anni, quante strategie suicida, quanti problemi interni? Hamilton in Mercedes ha tutto spianato, a partire dal compagno, un team quasi sempre impeccabile e ormai in pratica corre da solo. Quando le cose hanno cominciato ad andare male nel 2016, con una bella dose di sfiga, ha sofferto anche lui la pressione. Nel 2018 sotto pressione ha commesso anche lui errori, spesso salvato da episodi favorevoli come SC e pioggia quando parte da underdog che hanno spostato questa pressione, o più fortuna nei contatti come con Verstappen in Bahrain. 

 

Seb già in Red Bull ha dovuto affrontare mille pressioni, e ne è uscito alla grande. Ha vinto due mondiali all'ultimo gran premio da cardiopalma, in Ferrari spesso si è dovuto costruire vittorie e piazzamenti importanti nella lotta. E si è preso comunque la nomea di quello buono a partire dalla pole e vincere in solitaria. E allora di Hamilton degli ultimi 7 anni cosa dovremmo pensare? Anch'io sarei curiosissimo di vederlo in Ferrari, o altrove, ma sa perfettamente che non vincerebbe lasciando la Mercedes. 

 

Non capisco perché non si riesca ad apprezzare la grandiosità di questi 3 o più piloti, magari facendo confronti sui rispettivi punti deboli o punti di forza, ma si debba trovare sempre un motivo per denigrare e revisionare la carriera. Adesso è semplice farlo con chi lotta a metà classifica, come è stato semplice per Alonso. Un domani magari Hamilton andrà in crisi quando la Mercedes lotterà a centro classifica e cominceremo a fare revisionismo anche su di lui. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)
Il 27/11/2016 Alle 16:01, Ruberekus ha scritto:

Ha dormito mezza gara e si è svegliato nel finale con le SS. Bello concludere sul podio ma la stagione è stata piuttosto disastrosa.

 

Il 28/11/2016 Alle 13:12, Beyond ha scritto:

se ho tempo oggi provo a fare una analisi del suo campionato per capire meglio la sua prestazione

 

Il 28/11/2016 Alle 13:32, Ruberekus ha scritto:

te la faccio io in una parola: penoso.

 

Il 28/11/2016 Alle 19:06, Ruberekus ha scritto:

non sono emotivo né frustrato, ma solo deluso, ci sono delle cose di quest'anno che proprio non mi sono piaciute

 

posso anche accettare che dopo aver capito che la macchina era un cesso abbia perso un po' di motivazione (non sono tutti come Alonso che si esalta a fare il fenomeno con le carriole quando non conta una sega), però quelle partenze alla disperato in cui finisce addosso al compagno non me le aspetto da uno come lui, tantomeno le qualifiche sottotono di questi ultimi mesi (con tutta la stima che posso avere per Raikkonen, che ha fatto una grandissima stagione, non puoi finirgli sempre dietro in prova come nelle ultime gare); neanche gli insulti lanciati ai colleghi via radio mi sono piaciuti, capisco la sua frustrazione ma ci si dovrebbe anche sapere controllare.

 

non la metto tanto sul sapere fare la differenza con il mezzo inferiore e tutte queste belle cagate qua, è che proprio ha corso al di sotto del suo livello e talvolta è stato pure oltremodo falloso, con errori che ti aspetti più da un Grosjean dei bei tempi che da un pilota titolato e d'esperienza come lui (partenze addosso a Raikkonen, a Rosberg che si giocava il titolo, ecc).

 

onestamente sono più deluso da questa sua stagione che non dal 2014

 

Il 28/11/2016 Alle 19:18, lucaf2000 ha scritto:

Quest'anno gli do un 5,5, non di più.

Non mi è piaciuto.

Ma sono sicuro che con una macchina competitiva si riprenderà.

 

 

stagione monstre 

Edited by lucaf2000

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, SebMat ha scritto:

Secondo me solo Alonso negli ultimi 10 anni è stato in grado di esaltarsi proprio nelle situazioni più difficili, e portare cessi di macchina ad ottenere il massimo, senza troppi problemi di assetto. Un grande nel massimizzare i risultati, ma secondo me inferiore velocisticamente (e anche lui nel 2010 ha fatto diversi errori pesanti). Anche nel confronto diretto con Hamilton, penso già che fosse un pilota inferiore rispetto ai due anni Renault, che non ho visto correre se non su YouTube. 

 

Ma davvero credete che un Hamilton sul sedile Ferrari non sarebbe andato in crisi? Quante problematiche ha dovuto affrontare Vettel in questi anni, quante strategie suicida, quanti problemi interni? Hamilton in Mercedes ha tutto spianato, a partire dal compagno, un team quasi sempre impeccabile e ormai in pratica corre da solo. Quando le cose hanno cominciato ad andare male nel 2016, con una bella dose di sfiga, ha sofferto anche lui la pressione. Nel 2018 sotto pressione ha commesso anche lui errori, spesso salvato da episodi favorevoli come SC e pioggia quando parte da underdog che hanno spostato questa pressione, o più fortuna nei contatti come con Verstappen in Bahrain. 

 

Seb già in Red Bull ha dovuto affrontare mille pressioni, e ne è uscito alla grande. Ha vinto due mondiali all'ultimo gran premio da cardiopalma, in Ferrari spesso si è dovuto costruire vittorie e piazzamenti importanti nella lotta. E si è preso comunque la nomea di quello buono a partire dalla pole e vincere in solitaria. E allora di Hamilton degli ultimi 7 anni cosa dovremmo pensare? Anch'io sarei curiosissimo di vederlo in Ferrari, o altrove, ma sa perfettamente che non vincerebbe lasciando la Mercedes. 

 

Non capisco perché non si riesca ad apprezzare la grandiosità di questi 3 o più piloti, magari facendo confronti sui rispettivi punti deboli o punti di forza, ma si debba trovare sempre un motivo per denigrare e revisionare la carriera. Adesso è semplice farlo con chi lotta a metà classifica, come è stato semplice per Alonso. Un domani magari Hamilton andrà in crisi quando la Mercedes lotterà a centro classifica e cominceremo a fare revisionismo anche su di lui. 

Perché odiano Vettel. Lo hanno sempre odiato, parecchi stanno ancora mangiando i limoni per il 2010 ed il 2012.

Non l'hanno mai amato ed ora fanno ciò che hanno sempre desiderato : inveirgli contro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veniva dal 2015. Andiamo a riprendere anche i commenti dell'anno dopo che era esaltato come Dio sceso in terra? :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma basta fregnacce Rio! Chi non ama Vettel si conta sulla punta delle dita. E comunque non significa affatto che lo odi.

 

Il fatto è che i risultati parlano una lingua diversa da quella usata qui per difenderlo ad oltranza.

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Ruberekus ha scritto:

appunto dal 2014 ha fatto due stagioni al top, il resto è deludente nella misura in cui lo si consideri un top driver, se poi il paragone è Perez allora ok

 

Io leggo 2 stagioni azzeccate su 7, quando si tratta di 3 stagioni e mezzo di buon livello o top e circa 3 totalmente deludenti. Direi che la proporzione è ben diversa.

 

28 minuti fa, sterla ha scritto:

secondo me

2015: 10

2016: 6.5

2017: 9

2018: prima du hockenheim 8, poi 4

2019: 4.5

2020: ? (per me finora ingiudicabile perchè palesemente boicottato)

 

forsequalcuno non ricorda che dal 2019 il team buono se l'è preso leclerc, mentre i bidoni di raikkonen se li è trovati lui e si è visto

 

Mi sembra una valutazione giusta. Fino a metà 2018 la valutazione è positiva, dopo decisamente negativa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×