Jump to content
L.Costigan

L'azionista SebAston Vettel

Vettel  

46 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 1. Dove sarà nel 2021?

    • In Mercedes
    • In Aston Martin
    • Sul divano di casa


Recommended Posts

lì era Alonso che volava

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, SebMat ha scritto:

Stavo vedendo quei video di Seb e Kimi fatti con Shell in cui rispondono a delle domande, ed in una di queste Seb dice a Kimi di invidiare molto il suo talento, in quanto in qualsiasi condizione e in qualsiasi auto riesce ad andare veloce immediatamente, senza doversi adattare troppo, mentre Seb ammette chiaramente che senza sentire confidenza con la macchina fatica tantissimo, ha bisogno di sentirsi a suo agio con la vettura. 

 

Ed era il 2017 eh. 

 

ma secondo me sia vettel che raikkonen se la macchina non asseconda molto bene il loro stile di guida non riescono a rendere al meglio. questa caratteristica li accomuna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

è una caratteristica che accomuna tutti. Non solo Vettel e Raikkonen e non solo i piloti professionisti. 

Se non ti trovi bene a guidare un mezzo, che sia la una bicicletta o una vettura di F1 non avrai il controllo totale e non potrai mai spingere al limite, perchè non sai come si comporta. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Bigmeu ha scritto:

è una caratteristica che accomuna tutti. Non solo Vettel e Raikkonen e non solo i piloti professionisti. 

Se non ti trovi bene a guidare un mezzo, che sia la una bicicletta o una vettura di F1 non avrai il controllo totale e non potrai mai spingere al limite, perchè non sai come si comporta. 

 

 

stai generalizzando. ad esempio per me alonso è più bravo di vettel e raikkonen ad adattarsi a ogni macchina ..... e non c'è niente che tu possa dirmi per farmi cambiare idea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Fan F1 sono d'accordo con te, c'è chi è più bravo di altri. Ma a parità di vettura se un pilota si trova a suo agio e l'altro no, uno andrà meglio dell'altro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

EDIT

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

 

20 ore fa, Giovy_1006 ha scritto:

Vanzini disse che Vettel aveva lo stesso passo di Stroll quando c'erano tipo 22 secondi di vantaggio. Una volta fatta la sosta Stroll, con gomme nuove lo sapeva pure lui che avrebbe avuto due secondi in più di passo.

In quel caso Vanzini non ha denigrato Vettel, ha semplicemente fatto notare l'errore del pilota Ferrari.

avrò capito male!!

Forse perchè ultimamente carica spesso la responsabilità dei fallimenti sui piloti, senza contare la pressione mediatica costante per chi guida per Ferrari e i problemi sempre presenti di vetture progettate male e sviluppate peggio. 

Poi IMHO un telecronista può piacere o non piacere, inizialmente mi piaceva, ormai da quando ha incontrato Meda è diventato odioso come lui.

Dovrebbe limitarsi a commentare la gara, senza inserire sempre leccate al Team Ferrari o battute acide sul pilota in fase di allontanamento come se seguisse un copione scritto da altri...

Vorrei proprio vedere per quanto tempo durerà l'amore viscerale per Lelcerc, se è veramente una sua opinione oppure è una direttiva Sky per compiacere l'attuale dirigenza Ferrari.

 

tutto IMHO naturalmente, nei GP si può sempre sentire l'audio ambientale :asd: 

Edited by JLP

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che certe volte sia fazioso, ripetitivo e disinformatore lo penso pure io, ma attualmente la Formula 1 sta su Sky, c'è poco da fare.

Lo dico pure io di usare l'audio ambientale per quelli che hanno da ridire e analizzano le sue uscite.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Stavo rileggendo i commenti di inizio 2017 sul topic di seb. Elogi a non finire, c'è da dire che erano anche meritati. 

Era proprio un'altra epoca. Nessuno è per sempre. 

Seppur calato il rendimento del pilota Tedesco non giustifica l'enorme pioggia di m*rda che gli è piovuta addosso dalla stampa in primis. 

Edited by Davide384
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Anch'io in questo periodo di magra stavo rivedendo un po' di gare di quegli anni, dato che su Sky On Demand ci sono praticamente tutte. 2017 e 2018 grandi anni in termini velocistici, e chirurgico nel corpo a corpo, peccato nel 2018 quegli errori nei momenti decisivi. Il più grave secondo me è proprio Baku, magari dall'impatto minore, ma forse è l'errore di guida più grossolano che ha fatto perdere diverse pozioni. Francia perde al massimo 3 punti, Germania stavo rivedendo adesso tutti che si girano, Perez, Leclerc 360, Verstappen ed Hamilton lunghi al tornantino, Kimi lungo in fase di doppiaggio curva 8 ecc. Vettel passó da un vantaggio di 2,5 secondi post ordine di scuderia su Kimi, a 10 secondi di vantaggio sul terzetto compatto Bottas, Kimi e Hamilton. Stava correndo in maniera clamorosa. E poi quell'errorino del cavolo che 99% delle volte passa senza conseguenze, perdi 2-3 decimi allargando la traiettoria, che ha avuto però un impatto gigantesco in una curva strettissima e il muro a 20 cm con solo ghiaia intorno. Davvero tanto sfortunato... 

 

Ah, Vanzini che in intro diceva che soltanto Schumi era un pilota in grado di muovere così tanto le masse (si correva in Germania, e vabbè). Come cambiano in fretta le cose. :asd:

Edited by SebMat
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, per il secondo posto poteva giocarsela in Francia, tra lui, Bottas e Verstappen.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Nel 2017 ha corso la sua seconda miglior stagione dopo il 2013.

 

Il più grosso problema di Seb è che è sempre stato una "testa calda" in pista. Questo lo ha portato a fare tanti errori.

Edited by Bombarolo di Torino

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dal 2015 ad oggi, lo spartiacque si chiama Hock 2018. 

 

Lì è cambiato/finito tutto. 

 

E io lo dissi già quello stesso Mercoledì, quando la notizia del ricovero (disperato) di Marchionne era già ufficiale. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/7/2020 Alle 21:04, Davide384 ha scritto:

l'enorme pioggia di m*rda che gli è piovuta addosso dalla stampa in primis

 

Sono strategie anche quelle.

Quando si intravede il nuovo si parte con la campagna denigratoria sul vecchio.

Toccherà anche a Leclerc, segnatevelo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, SuperScatto ha scritto:

 

Sono strategie anche quelle.

Quando si intravede il nuovo si parte con la campagna denigratoria sul vecchio.

Toccherà anche a Leclerc, segnatevelo.

 

Grandi verità :up:

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, SuperScatto ha scritto:

 

Toccherà anche a Leclerc, segnatevelo.

 

Io l´avevo già previsto due anni fa, quando ne fu di fatto annunciato l´ingaggio. 

 

Ovviamente sarà denigrato e cacciato pure lui, ma per il ritorno del migliore, questo ed altro. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 24/7/2020 Alle 17:53, SebMat ha scritto:

Il più grave secondo me è proprio Baku, magari dall'impatto minore, ma forse è l'errore di guida più grossolano che ha fatto perdere diverse pozioni. Francia perde al massimo 3 punti, Germania stavo rivedendo adesso tutti che si girano, Perez, Leclerc 360, Verstappen ed Hamilton lunghi al tornantino, Kimi lungo in fase di doppiaggio curva 8 ecc. Vettel passó da un vantaggio di 2,5 secondi post ordine di scuderia su Kimi, a 10 secondi di vantaggio sul terzetto compatto Bottas, Kimi e Hamilton. Stava correndo in maniera clamorosa. E poi quell'errorino del cavolo che 99% delle volte passa senza conseguenze, perdi 2-3 decimi allargando la traiettoria, che ha avuto però un impatto gigantesco in una curva strettissima e il muro a 20 cm con solo ghiaia intorno. Davvero tanto sfortunato... 

 

Sono completamente d’accordo. Baku per me fu stupido come errore, ormai era già davanti ed era riuscito a rimanere in scia a Bottas. Poi parliamo che il muretto lo fece rientrare prima nonostante un vantaggio di 10-12 secondi circa col rischio di SC. Infatti Seb non voleva rientrare. Tempo qualche giro e le due RB si presero.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

a proposito di quella gara, ricordo una conversazione del muretto Mercedes, uscita qualche settimana dopo, in cui ponevano all'attenzione sul duello tra i due Red Bull, che già prima del patatrac avevano avuto qualche schermaglia; e insomma gli strateghi Mercedes dicevano di stare in campana, lasciando Bottas fuori, perché un eventuale scontro tra i due avrebbe fatto uscire la SC consegnandogli la gara 

 

altra pasta proprio 

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

a proposito di quella gara, ricordo una conversazione del muretto Mercedes, uscita qualche settimana dopo, in cui ponevano all'attenzione sul duello tra i due Red Bull, che già prima del patatrac avevano avuto qualche schermaglia; e insomma gli strateghi Mercedes dicevano di stare in campana, lasciando Bottas fuori, perché un eventuale scontro tra i due avrebbe fatto uscire la SC consegnandogli la gara 

 

altra pasta proprio 

 

Che poi non è che si stia parlando di fisica quantistica, sono considerazioni abbastanza semplici che chi sta osservando attentamente la gara dovrebbe riuscire a fare senza particolari difficoltà. E invece al muretto Ferrari... :chan:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×