Jump to content
L.Costigan

L'azionista SebAston Vettel

Vettel  

46 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 1. Dove sarà nel 2021?

    • In Mercedes
    • In Aston Martin
    • Sul divano di casa


Recommended Posts

credo che più si andrà avanti e più le sue uniche chance di stare davanti a Leclerc saranno nel passo gara e nella gestione della macchina (fin quando Leclerc non sarà diventato bravo anche in queste naturalmente)

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ho scritto prima del weekend, da quando hanno cambiato la macchina è chiaro che Vettel non si trova più a suo agio mentre Leclerc stesso si è detto felice dei cambiamenti. Nel giro secco fai a pugni ovviamente e fai tanti piccoli errori quando conta raggiungere il limito e devi trovarti a perfezione con la macchina, in gara inveci riesci a metterci una pezza col carico di benzina andando più piano. 

 

Ormai tutti sempre pronti a dare del finito a Seb, senza minimamente analizzare la cosa. Stancano dopo un po' gli stessi discorsi di sempre. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, SebMat ha scritto:

L'ho scritto prima del weekend, da quando hanno cambiato la macchina è chiaro che Vettel non si trova più a suo agio mentre Leclerc stesso si è detto felice dei cambiamenti. Nel giro secco fai a pugni ovviamente e fai tanti piccoli errori quando conta raggiungere il limito e devi trovarti a perfezione con la macchina, in gara inveci riesci a metterci una pezza col carico di benzina andando più piano. 

 

Ormai tutti sempre pronti a dare del finito a Seb, senza minimamente analizzare la cosa. Stancano dopo un po' gli stessi discorsi di sempre. 

si esagera sempre da ambe le parti

se, per esempio,  guardiamo i tuoi ultimi 10 messaggi negli ultimi 10 minuti sono di giustificazione per il fail di vettel in q3

Edited by mircocatta
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Semplicemente faccio notare i due errori in Q3 che hanno compromesso il giro, e che quindi i 7 decimi non sono veritieri. Nessuno si è soffermato su questo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io il giro purtroppo  non l'ho visto, uso skygo

Share this post


Link to post
Share on other sites

eh però se gli errori sono frutto di "over driving" per riuscire ad arrivare al limite di Leclerc, non fa molta differenza.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Inferno ha scritto:

una delle peggiori pettinate prese in qualifica da parte di un campione del mondo..

 

Barcellona 2019 non la ricordi? Pista oltretutto ben più corta. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, SebMat ha scritto:

Semplicemente faccio notare i due errori in Q3 che hanno compromesso il giro, e che quindi i 7 decimi non sono veritieri. Nessuno si è soffermato su questo.

L'ho fatto io nel topic qualifiche.

I detrattori di Vettel vedono solo il cronometro...ora usciranno e diranno che è bollito...le solite frasi...vedrai.

Il.vero distacco era di massimo un decimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Rio Nero ha scritto:

L'ho fatto io nel topic qualifiche.

I detrattori di Vettel vedono solo il cronometro...ora usciranno e diranno che è bollito...le solite frasi...vedrai.

Il.vero distacco era di massimo un decimo.

Scusa rio, da quando fare errori è una scusante? Fare errori è l'aggravante, e quando li ha fatti leclerc come a baku, nessuno ha detto che senza l'errore sarebbe stato davanti, ma abbiamo detto che ha sbagliato ed è colpa sua. Stesso metro, stesse misure. Niente di che.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ferrari porta in pista inizialmente una vettura, la SF90, con un’anteriore molto leggero che genera enorme sottosterzo e un posteriore invece più stabile e performante. Vettel è competitivo, sempre considerando i grossi limiti tecnici della vettura. Appena Ferrari inizia a spostare l’equilibrio verso l’anteriore, alleggerendo il posteriore, per ancora quella che in gergo viene definita “coperta corta”, Vettel perde performance. Sto parlando del Gran Premio di Francia e dei GP a seguire, dove Ferrari ha introdotto novità sull’asse anteriore della SF90 (ala anteriore, muso e turning vanes), non seguite da altrettante novità sul posteriore della vettura (principalmente il fondo). Esperimenti sono stati fatti a Silverstone introducendo alcune novità meccaniche al posteriore.

Ma erano previste ben altre novità. La Ferrari ha bisogno di più tempo per ricomporre l’intero puzzle di una vettura che andrebbe riprogettata da zero. Non ce lo dirà mai Binotto ma cosi è. Si sta lavorando molto, in maniera poco evidente agli occhi esterni, sulla comprensione dell’assetto rake accoppiato alle novità all’anteriore. L’obiettivo era ricavare altri importanti dati su un circuito molto utile come quello di Silverstone per comprendere appieno le novità introdotte in Francia e Austria. Per questo molte novità sono state posticipate. Successivamente, tra Germania e più probabile Ungheria, verrà introdotto un nuovo step aerodinamico. I tecnici del Team di Maranello stanno cercando di cambiare il concetto aerodinamico della SF90 in corsa e a piccoli passi senza rifare la vettura. Ma finché il Team italiano continuerà a concentrarsi sul sottosterzo anteriore, penalizzando il posteriore della SF90, più difficile sarà esprimere per Vettel il suo vero potenziale.

D_cEcotWwAIooe0.jpg

Leclerc riesce a gestire più agevolmente un posteriore “nervoso” perché ha uno stile di guida più neutro. Vettel no. Il monegasco ha una guida più simile a quella di Michael Schumacher. Predilige il sovrasterzo e una macchina più “puntata” sull’anteriore, che cerchi con precisione l’interno della curva, a costo di dover poi correggere l’eventuale sovrasterzo del retrotreno (si troverebbe insomma a suo agio sulla Mercedes W10). Il tutto si ripercuote sulla frenata, dove è molto diverso avere un posteriore ben “piantato” rispetto ad uno più “nervoso”. Tant’è che già nei test di Barcellona, Leclerc metteva pubblicamente in risalto questa differenza: “Le differenze maggiori tra me e Vettel sono in frenata. Abbiamo stili di guida molto diversi”.

Leclerc-Vs-Vettel-1.png

Il pilota tedesco, a quanto capito da FUnoAnalisiTecnica, perde dalla Francia gran parte del tempo nei confronti del proprio compagno di squadra proprio in staccata. In Francia, ma anche in Inghilterra, è nei settori dove si sta maggiormente sul pedale del freno che Vettel ha fatto enormemente fatica come si può ben vedere dall’immagine in alto. Un qualcosa che viene “esaltato” in condizioni di qualifica, quando si è vicini al limite e si ha poca benzina nei serbatoi; meno evidente la differenza invece in condizioni di gara dove, soprattutto nella prima parte, il carico di benzina “aiuta” a stabilizzare il posteriore della SF90.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da un top driver come Vettel non mi aspetterei errori multipli in un giro come nel secondo del Q3. Con il T1 migliore, quindi partiva pure in leggero vantaggio. 

 

Non me li aspetto nemmeno da Leclerc, ormai, ma un 4 volte campione dovrebbe sbagliare meno e essere più continuo. Dal tedesco mi aspetterei di più.

 

Domani però avrà la scia del compagno e una migliore gestione gara dalla sua. Può comunque vincere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente gli errori in Q3 non sono perdonabili a prescindere. Evidentemente si sentiva più veloce del solito e ha provato a spingersi più vicino possibile al limite per battere Leclerc. Ma è ovvio che se uno non si sente a suo agio con la macchina, il rischio di cadere in errore è molto alto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema OGGI è marginale perché l'auto non è da titolo e la prima fila è stata ottenuta.

 

Il problema andrà a nascere qualora la Ferrari dovesse essere una macchina da mondiale (speriamo) e lui non riesca a tirare fuori il massimo come fatto oggi.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

oggi non ne aveva, ma le critiche così esagerate mi sembrano come sempre assurde

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Indietro già dalla prima curva

Share this post


Link to post
Share on other sites

Leclerc riesce a buttarla meglio dentro in curva, porta più velocità ed è più stretto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Mishima ha scritto:

Indietro già dalla prima curva

è un po' farlocco 'sto confronto perché quando Leclerc taglia il traguardo Vettel è 20m dietro, non sono perfettamente sincronizzati

 

cmq si vede che sbaglia a Bruxelles, Fagnes, Stavelot e fa un piccolo bloccaggio alla Bus Stop

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche perché nel T1 Vettel era stato più veloce.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, SebMat ha scritto:

L'ho scritto prima del weekend, da quando hanno cambiato la macchina è chiaro che Vettel non si trova più a suo agio mentre Leclerc stesso si è detto felice dei cambiamenti. Nel giro secco fai a pugni ovviamente e fai tanti piccoli errori quando conta raggiungere il limito e devi trovarti a perfezione con la macchina, in gara inveci riesci a metterci una pezza col carico di benzina andando più piano. 

 

Ormai tutti sempre pronti a dare del finito a Seb, senza minimamente analizzare la cosa. Stancano dopo un po' gli stessi discorsi di sempre. 

Guarda, io dico solo una cosa, che non può essere smentita, perché è tutto scritto. Quando ham fa una pole, e da mezzo secondo a bottas, o ad un altro avversario, tutti a parlare di pole del pilota, di fenomeno ecc. Leclerc da sette decimi al compagno, e inizia la sflilza delle scuse. Ma ammettere che ha preso  una giostra, da uno più bravo di lui, almeno oggi, no? Bisogna sempre scomodare la fisica quantistica, o prendersela con i soliti detrattori? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

I complimenti a Leclerc l'ho fatti nel topic opportuno. Il mio era un ragionamento più a lungo raggio sulle difficoltà di Seb in qualifica nell'ultimo periodo, dato che già si diceva "eh ormai Seb è finito, ennesima prestazione scadente ecc". E ho solo tenuto a precisare che i 7 decimi non erano veritieri, considerando i plurici errori di Seb durante il giro. Errori che sono stato il primo ad evidenziare. 

Edited by SebMat

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×