Jump to content
L.Costigan

Il vecio Sebastian Vettel

Vettel 2019  

22 members have voted

This poll is closed to new votes
  1. 1. Quale sarà il livello di Seb nel 2019?

    • Top (2013)
    • Alto (2015)
    • Sufficiente (2016)
    • Insufficiente (2018)


Recommended Posts

Sono giovane e Prost non l'ho visto correre, e poi trovo impossibile fare confronti fra epoche diverse. Per me anche 2010 e 2019 sono epoche diverse. :asd:

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

PROST lascialo lì dov'è nemmeno scomodarlo....ha vinto dei titoli in un periodo costernato da diversi campioni....quindi quei 4 valgono un casino...sicuramente tre

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me Vettel ricorda un pochetto, anzi forse più di un pochetto, Jorge Lorenzo. Forte, fortissimo, forse addirittura il più forte quando tutto gira per il verso giusto, si perde inesorabilmente quando le cose non girano perfettamente. È il pilota perfetto per la Mercedes, per la Red Bull con cui ha vinto i mondiali o per la Ferrari di Schumacher (se non ci fosse stato Schumacher ovviamente), ma per questa Ferrari dove le vittorie te le devi sudare, forse non è il pilota giusto.

Edited by Spa_83

Share this post


Link to post
Share on other sites

La scritta rosa no 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, rimatt ha scritto:

 

Ma per quale motivo il Vettel che sbaglia dovrebbe essere il vero Vettel, invece di quello che vince a mani basse con la Red Bull? 

 

Davvero, la logica secondo la quale gli errori del 2019 ridimensionano le prestazioni degli anni fino al 2013 è per me oscura. :badass:

 

Va beh si può discutere sul valore di Vettel in senso assoluto ma il miglior Vettel era indubbiamente un gran pilota.

Il problema è quel "era".

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Spa_83 ha scritto:

A me Vettel ricorda un pochetto, anzi forse più di un pochetto, Jorge Lorenzo. Forte, fortissimo, forse addirittura il più forte quando tutto gira per il verso giusto, si perde inesorabilmente quando le cose non girano perfettamente. È il pilota perfetto per la Mercedes, per la Red Bull con cui ha vinto i mondiali o per la Ferrari di Schumacher (se non ci fosse stato Schumacher ovviamente), ma per questa Ferrari dove le vittorie te le devi sudare, forse non è il pilota giusto.

Discorso che risulterebbe perfetto se avesse perso i mondiali 2010-2012.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con oggi (ma forse già da ieri) si è passato un punto da cui sarà difficile tornare indietro.

Dalla Germania dell'anno scorso non c'è più con la testa, ma almeno aveva ancora il team a supportarlo e si poteva provare a recuperarlo. Dopo questo week-end faccio davvero fatica a vedere un futuro in squadra per lui. E secondo me lui aveva già intuito che l'andazzo sarebbe stato questo quando un anno fa ha affermato che Leclerc "non deve avere fretta. Con Raikkonen mi trovo bene etc. etc.".

 

Io gli auguro di ritrovarsi, perché secondo me il talento per stare in F1 ad alti livelli ce l'ha. Forse una pausa per smaltire tutte queste scorie gli potrebbe fare bene, certo però ha pure un contratto per l'anno prossimo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

2012 hai ragione!2010 è stato un mondiale molto sorprendente...ecco li alonso qualche colpa la ha tanto per dire....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sono preso del tempo prima di scrivere ma c'è veramente poco da dire: è indifendibile. E cosa ancora più grave, oggi è stato un danno per il team. Il suo aiuto sarebbe stato preziosissimo in una GP così.

 

Per quanto io continui a ritenerlo un bravissimo ragazzo attaccato come pochi alla Ferrari, dopo di oggi è un pilota definitivamente in macerie. La Ferrari deve puntare su Lec.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sta veramente toccando il fondo... non può essere solo un problema di adattamento alla vettura... è quasi sicuramente un problema mentale che si porta dietro dall'anno scorso e che viene inesorabilmente esacerbato dalla crescita esponenziale di Leclerc

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, ilmonaco ha scritto:

Fantastici questi revisionismi sul valore del pilota. Addirittura vale bottas. 

 

No, beh. In questo momento mi terrei tutta la vita Bottas. 

 

Purtroppo Vettel è uno di quelli che ha bisogno di battere costantemente il compagno di squadra, unica sua fissazione. Stavolta gli sta andando male, perché la sua tanto amata squadra gli ha messo di fianco un futuro campione. Secondo me, ripartendo da zero da un qualsiasi altro team, con un compagno su misura, tornerebbe l’ottimo pilota del passato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembra che Vettel non abbia ancora pensato ad uno psicologo, oppure ne abbia consultato finora uno pessimo.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

mamma mia, sempre peggio....ma è così impossibile risolvere la questione del contratto del prossimo anno? magari ci si verrà incontro,ma sarebbe meglio per tutti... è una situazione imbarazzante. la ferrari ha bisogno di una coppia equilibrata , spiace dirlo ma ora come ora in molti farebbero meglio di questo vettel

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vettel per me non ne esce.

 

Hamilton non lo esalterei a mostro, quando la macchina non era da titolo fece cappellate enormi, il titolo del 2010 avrebbe potuto vincerlo ed invece gettò al vento un mucchio di occasioni, cambiò aria qualche anno dopo con l'offerta Mercedes e con il missile è ritornato e anche migliorato.

Edited by Carmine Marzano
  • Fernandello 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il segreto è il gran pilota, supportato da un team molto efficiente.

 

Alcuni esempi: MSC-Ferrari / ALO-Renault / VET-RBR / HAM-Mercedes 

 

P.S. - so che è un'ovvietà.

Edited by crucco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alonso le sue cappellate le ha fatte ma in anni difficili non ha mai scartellato come Vettel negli ultimi due. nel 2014 ha demolito Kimi con una auto che era un vero cesso ed è pure riuscito a portarla a podio. Mica roba da tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il limite più grosso di Alo è sempre stato il carattere, inutile ribadirlo. Dove è tanto fragile Vettel, Alonso riusciva a tirare fuori il meglio di sé. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, Alonso ha sempre avuto un gran sangue freddo ma anche lui ha fatto la sua bella dose di fesserie: la più eclatante l'incidente a MC nella FP3 che gli costò la partecipazione alle qualifiche di qualche ora dopo in cui era il favorito numero uno.

 

Comunque uno dei pochi piloti a riuscire a vincere delle gare con un mezzo visibilmente inferiore ad altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

×