Jump to content
MagicSenna

Noi che facciamo sport

Recommended Posts

29 minuti fa, PheelD ha scritto:

 

 

Il calcio bene o male lo proviamo tutti. :asd: 

Giocavo a calcio nei tornei di paese, contro ragazzi dei paesi limitrofi o frazioni. Anche li ho capito che non c'era trippa per gatti, me la cavavo e con un po' di impegno forse qualcosina riuscivo a farla, ma contro alcuni non facevi altro che inchinarti. Uno di questi è arrivato fino in serie B con il cittadella, anno 2000/2001 credo. Era fortissimo, porca miseria quanto era bravo.

Ecco quando mi scontravo contro di lui capivo che non avevo la stoffa per competere. :asd:

Mi viene in mente una frase del buon Ivan Capelli "Prima di fare il pilota giocavo a calcio e pensavo di essere bravo e di poter competere. Poi un giorno mi sono trovato come avversario Beppe Bergomi, che si stava facendo largo fra i giovani e li ho capito che il mio futuro non era il calcio" :asd:

Con il tennis ho fatto qualche partitella con gli amici e mi piaceva come sport, peccato per la caviglia.

Tu lo pratichi a livello amatoriale oppure ha fatto anche qualche garetta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io da ragazzino facevo il portiere e prendevo goal perché mi incantavo a guardare le formiche... Sono passato al ciclismo

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Aerozack ha scritto:

Io da ragazzino facevo il portiere e prendevo goal perché mi incantavo a guardare le formiche... Sono passato al ciclismo

 

Pensavo fossi diventato entomologo :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

 

Il calcio bene o male lo proviamo tutti. :asd: 

Giocavo a calcio nei tornei di paese, contro ragazzi dei paesi limitrofi o frazioni. Anche li ho capito che non c'era trippa per gatti, me la cavavo e con un po' di impegno forse qualcosina riuscivo a farla, ma contro alcuni non facevi altro che inchinarti. Uno di questi è arrivato fino in serie B con il cittadella, anno 2000/2001 credo. Era fortissimo, porca miseria quanto era bravo.

Ecco quando mi scontravo contro di lui capivo che non avevo la stoffa per competere. :asd:

Mi viene in mente una frase del buon Ivan Capelli "Prima di fare il pilota giocavo a calcio e pensavo di essere bravo e di poter competere. Poi un giorno mi sono trovato come avversario Beppe Bergomi, che si stava facendo largo fra i giovani e li ho capito che il mio futuro non era il calcio" :asd:

Con il tennis ho fatto qualche partitella con gli amici e mi piaceva come sport, peccato per la caviglia.

Tu lo pratichi a livello amatoriale oppure ha fatto anche qualche garetta?

Tennis lo pratico da quasi 7 anni e nel lontano 2016 feci un 4a categoria. All'epoca ero perfetto fisicamente ma di testa peccavo molto. Uscii male al primo turno, proprio perchè mancai di testa. Ero un 18enne alla sua prima esperienza, secondo il mio allenatore dell'epoca ero parecchio forte ai tempi. Poi nel Novembre dello stesso anno mi feci male al piede, poi mi lasciai andare troppo e infine passai un anno lontano da casa dopo il liceo. Ora sto tornando su livelli fisici e tecnici accettabili, spero di tornare a fare tornei veri il prima possibile.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, PheelD ha scritto:

 

 

Sei uno tosto quindi. Ti auguro ogni bene per la tua carriera :up:

Ricordati di noi quando vincerai wimbledon :D

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vincere Wimbledon ormai è impossibile, ma a livello nazionale si può fare qualcosa... 

Purtroppo il tennis, piccolo OT, è uno sport in cui è difficile emergere non solo perchè servono vagonate di soldi(per fare una carriera giovanile al top servono investimenti sui 50000 euro l'anno per 10 anni), ma anche perché, e questo problema lo sta riscontrando pure una ragazza di cui si diceva parecchio bene e che si allenava ove mi alleno io attualmente, non puoi conciliare studi e allenamenti negli anni critici per lo sviluppo del tennista,ovvero quelli dai 13 ai 18 anni. Devi perdere almeno 6 o 7 ore a giornata tra campo e palestra, non puoi infilarci di mezzo quelle 3 o 4 ore di studio giornaliero che il liceo richiede. E se alla fine della fiera non riesci a guadagnarti da vivere col tennis(anche solo diventare allenatore in un centro di medio livello ti fa guadagnare cifre abbastanza buone), ti ritrovi a 24 o 25 anni senza prospettive...

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso sia un lato in comune con ogni carriera sportiva in ambito professionistico. Ad un certo punto bisogna decidere dove puntare e la scelta deve essere ponderata, perché si rischia veramente come dici.

Ma davvero servono quelle cifre ogni anno? dove volano tutti quei soldi? iscrizioni a tornei vari?

Share this post


Link to post
Share on other sites

I 50000 euro annui riguardano una carriera ad altissimo livello. Vanno via per alberghi, voli, iscrizioni tornei, racchette e altri strumenti, allenatori, preparatori... Chiaramente parliamo di livello top. E chiaramente il più delle volte i soldi li coprono gli sponsor...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti, credo che quelle cifre non siano neanche da considerare per giocatori top, visto che le sponsorizzazioni probabilmente coprono tutto e anche oltre.

Chiaramente pagarsi le trasferte, le iscrizioni, il materiale, allenatore ecc per chi non ha un lavoro e ha pochi soldi diventa un problema, ma magari arrangiandosi un po' ci si riesce. Ovviamente bisogna dedicare tutte le proprie energie, senza altre distrazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Aviatore_Gilles ha scritto:

Infatti, credo che quelle cifre non siano neanche da considerare per giocatori top, visto che le sponsorizzazioni probabilmente coprono tutto e anche oltre.

Chiaramente pagarsi le trasferte, le iscrizioni, il materiale, allenatore ecc per chi non ha un lavoro e ha pochi soldi diventa un problema, ma magari arrangiandosi un po' ci si riesce. Ovviamente bisogna dedicare tutte le proprie energie, senza altre distrazioni.

Parlo di ragazzini che fanno carriera per diventare top. Fanno tappa in alcuni Paesi, sia per tornei che per allenamenti, anche per svariati mesi. È una vita tosta. E non puoi sbagliare nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Rio Nero comunque se vuoi ancora togliere quei 4 chili, consiglio la cyclette. Due volte la settimana, un paio d'ore a sessione, e andranno via in relativamente poco tempo.

Ma qua per caso qualcuno prende aminoacidi o simili?

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, PheelD ha scritto:

@Rio Nero comunque se vuoi ancora togliere quei 4 chili, consiglio la cyclette. Due volte la settimana, un paio d'ore a sessione, e andranno via in relativamente poco tempo.

Ma qua per caso qualcuno prende aminoacidi o simili?

Sono molto pigro.

Da quando non gioco più a calcetto la vedo dura.

Comunque le grandi camminate mi stanno aiutando un po...

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, Rio Nero ha scritto:

Sono molto pigro.

Da quando non gioco più a calcetto la vedo dura.

Comunque le grandi camminate mi stanno aiutando un po...

Dai dai Rio, con un pizzico di impegno si può dimagrire tutti. Io fino al quattordicesimo anno di età ero abbastanza paffutello. Poi mi sono messo in riga e il fisico migliorò molto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 ore fa, PheelD ha scritto:

@The-Flying-Finn, @Aviatore_Gilles e @MagicSenna, se posso, avete praticato altri sport oltre al ciclismo?

Io nel mentre sono sempre più in forma per il tennis. Per tornare a calcare i campi(l'ho già fatto una volta, con risultati deludenti ma ero parecchio inesperto, poi mi ruppi e infine ci fu la parentesi lucchese :asd:) ci vorrà del tempo, ma va bene così. 

Appena imparato a camminare, già correvo. Alle elementari in Fillandia pallamano, atletica (dai 60m ai 400). Ho poi giocato a hockey su ghiaccio ma non mi piaceva molto e poi avrei dovuto mettere su altri 15-20kg almeno per giocare ad alti livelli. In Italia ho giocato a calcio fin all’eccellenza come difensore centrale. Poi pian piano mi sono appassionato alla bici, dal 2005 circa, in quel periodo comunque giocavo a calcetto una volta a settimana, andavo a correre, in piscina, ecc. Ora principalmente bici da corsa e palestra, corro quando c’è brutto tempo.

Edited by The-Flying-Finn
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, PheelD ha scritto:

@Rio Nero comunque se vuoi ancora togliere quei 4 chili, consiglio la cyclette. Due volte la settimana, un paio d'ore a sessione, e andranno via in relativamente poco tempo.

Ma qua per caso qualcuno prende aminoacidi o simili?

Proteine idrolizzate in polvere dopo la palestra che già comprendono gli aminoacidi essenziali, capsule di omega3, perché non riesco a mangiare del pesce ogni giorno e ora sto pensando alla citrullina malato-arginina di cui sento parlare molto bene. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io invece sin da piccolo ho giocato a calcio.

Nella mia squadra (esordienti) giocava anche Raffaele Longo (https://it.m.wikipedia.org/wiki/Raffaele_Longo) e vincemmo, in 2 anni, 2 campionati.

Lui giocava mezz'ala ed io attaccante. Mi chiamavano il Montella dei Carpazzi.

Ho giocato poi, a livello non professionistico, fino ai 22 anni, poi un infortunio al ginocchio mi fermo a livello agonistico. Dopo ho comunque giocato a calcetto con gli amici fino al 2008. 

Successivamente ho appeso le scarpette al chiodo poiché ho riavuto il problema al ginocchio e, ho dovuto completamente smettere di giocare.

Ora a parte qualche camminata lunga, a passo veloce, non faccio alcun sport.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi sono riuscito a fare un paio di ore. A 8km da casa mi ha passato un vecchio sui 55 passa anni, grosso e un po’ grasso, dato che c’era il solito vento contro simpatico e stavo passeggiando, mi ero incollato alla ruota come fanno quelli più simpatici, per circa 4km. Andava ai 32 circa, poi dopo una rotonda ha accelerato (pensava di staccarmi perché ero proprio incollato? :asd:) per fare un km circa ai 35. Poi via ai 31. Comunque chapeau, mi auguro che questi personaggi si allenino tutti i giorni, perché comunque viaggiava alla grande.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh dai 32 km/h, con vento contro, è un bell andare, considerando l'età e la panzotta. :asd:

Sarebbe stato bello leggere la frequenza cardiaca mentre cercava di staccarti, secondo me è finito leggermente fuori soglia :asd:

 

Io sono riuscito ad uscire sia ieri che stasera, ma le gambe faticano ad ingranare, mi sono lasciato troppo andare questo inverno :asd:

Sto vento poi ha scassato i co****ni, non ne posso più, non si riesce a pianificare niente.

Edited by Aviatore_Gilles
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si veramente, anche se nei prossimi giorni rimpiangeremo il meteo secco ma ventoso.

 

A me il tipo non sembrava fuori soglia o comunque lo nascondeva benissimo :notbad:

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh la panza in pianura non da molti svantaggi, conta più avere la gamba, certo che per un "vecchio" andare cosi controvento è tanta tanta roba a patto che non fosse appena partito

magari era un ex pro/dilettante

 

io finalmente riesco a fare uscite abbastanza consistenti sulle 2 orette e mezza, spero che, con lo stabilizzarsi del tempo, di riuscire a superare spesso i 100

5 ore fa, The-Flying-Finn ha scritto:

Appena imparato a camminare, già correvo. Alle elementari in Fillandia pallamano, atletica (dai 60m ai 400). Ho poi giocato a hockey su ghiaccio ma non mi piaceva molto e poi avrei dovuto mettere su altri 15-20kg almeno per giocare ad alti livelli. In Italia ho giocato a calcio fin all’eccellenza come difensore centrale. Poi pian piano mi sono appassionato alla bici, dal 2005 circa, in quel periodo comunque giocavo a calcetto una volta a settimana, andavo a correre, in piscina, ecc. Ora principalmente bici da corsa e palestra, corro quando c’è brutto tempo. 

 

in eccelenza si cominciano a prendere cifre interessanti o sbaglio? anche se sono passati tanti anni e tutto è cambiato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×