Jump to content
Sign in to follow this  
Kimimathias

Come funziona una Formula 1?

Recommended Posts

nn ? per contraddirti KIMI ma gli alettoni nn sono assolutamente indispensabili per una formula 1...per quel che ne so io,e non dico questo per mettere in piazza il mio lavoro di ingegnere aerospaziale,le ali sono indispensabili solo sugli aerei...poi ti scriver? qualcosa di pi? approfondito,ora vado a mangiarmi qualcosa.. tounge_smile.gif

mi riferivo a questa moderna Formula Uno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

le monoposto attuali dipendono per il buon funzionamento di tutta l'aerodinamica dal flusso incanalato dall'anteriore,? davanti che nasce tutta l'efficienza aerodinamica delle formula 1 d'oggi,grazie ad una configurazione esasperata che si traduce appunto in un gioco di flussi che se solo minimamente influenzato pu? penalizzare completamente la guidabilit? di una monoposto...figuriamoci stare in scia!questo ? uno dei motivi per cui difficilmente un aerodinamico convinto opterebbe per un muso alto..succede infatti che in scia una macchina a muso alto perde tutti i vantaggi che questa soluzione offre e cio? incanalare aria pulita da distribuire attraverso tutte le varie appendici intorno e sotto la monoposto,perdendo di stabilit? e guidabilit?,venendo appunto a mancare l'elemento determinante creato da questa soluzione e cio? la deportanza(avete notato la ferrari che adotta un muso alto quanto diviene difficile da guidare quando si trova in gruppo?che sia schumacher o barrichello che la guidi?e quanto ? veloce invece quando ? sola al comando.)...al contrario una monoposto a muso basso ne ? meno penalizzata avendo la propriet? di incanalare meno aria sotto al muso

 

Ma allora perch? le vetture che stanno al centro dello schieramento non progettano auto che possano sfruttare la scia? In tal caso arriverebbero senz'altro quantomeno al secondo posto perch? passerebbero facilmente tra il tunnel aerodinamico creato da vetture in palese difficolt? perche incolonnate e deficitate dal muso alto! possibile che nessun progettista abbia pensato a questa soluzione? biggrin.gif Scherzi a parte credo che limitare semplicemente all'aerodinamica data dal muso alto i problemi di una macchina che non riesce a stare in scia sia parecchio riduttivo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

NON ? AFFATTO RIDUTTIVO CONAN...LA CONFIGURAZIONE AERODINAMICA ANTERIORE DELLE ATTUALI MONOPOSTO DI FORMULA 1 ? L'UNICA E SOLA IMPUTATA DEGLI EFFETTI NEFASTI SULLA GUIDABILIT? DI UNA MONOPOSTO CHE SEGUE IN SCIA AD UN ALTRA,PER QUELLO CHE POSSO CAPIRNE IO DI QUESTA MATERIA.PER IL RESTO LASCIO A TE INDIVIDUARE ALTRI MOTIVI(impresa molto ardua).

Share this post


Link to post
Share on other sites

NON ? AFFATTO RIDUTTIVO CONAN...LA CONFIGURAZIONE AERODINAMICA ANTERIORE DELLE ATTUALI MONOPOSTO DI FORMULA 1 ? L'UNICA E SOLA IMPUTATA DEGLI EFFETTI NEFASTI SULLA GUIDABILIT? DI UNA MONOPOSTO CHE SEGUE IN SCIA AD UN ALTRA,PER QUELLO CHE POSSO CAPIRNE IO DI QUESTA MATERIA.PER IL RESTO LASCIO A TE INDIVIDUARE ALTRI MOTIVI(impresa molto ardua).

 

AUEEE',CAPISCO IL TUO PUNTO DI VISTAAAAA!!!

 

ma continuo a pensare che sia moolto riduttivo. Non credo ad esempio che gli ingegneri della Jordan siano dei fessi che pur sapendo che del musetto alto non se ne fanno niente (visto che la Jordan essendo squadra da 9-10? posto stando al tuo ragionamento gli rende inguidabile la macchina perche comunque sempre soggetta alle scorie aerodinamiche degli altri) continuano ad usarlo!

Ripeto, la macchina inguidabile ? uno svantaggio troppo grande e se questo fosse dovuto al musetto alto o quasi basso son sicuro che qualcuno avrebbe senz'altro pensato ad altre soluzioni perch? non posso immaginare che tutti abbiano la presunzione di correre sempre in testa e senza turbolenze. Ammetto poi che ? un impresa quasi impossibile per me stabilire scientificamente e tecnicamente i perch? di queste difficolt? delle attuali monoposto, quindi mi fido di te che sicuramente sei un aerodinamico che lavora nella galleria del vento di qualche top team. Ricordati di coprirti bene perch? troppo vento fa venire il raffreddore se non incanalato bene... wink.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

io penso,senza entrare assolutamente in polemica con te conan,che dovresti documentarti un attimino di pi? e capire il funzionamento di certe soluzioni aerodinamiche prima di esprimere concetti e punti di vista che io rispetto assolutamente in nome della libert? di espressione,ci mancherebbe altro,ma che trovano il tempo che trovano...personalmente non lavoro per nessun top team,ne ho mai lavorato in formula 1,ma lavoro a stretto contatto con l'aerodinamica applicata ai velivoli,che non ? la formula uno dirai,ma ti ricordo che tutte le soluzioni aerodinamiche e tantissimi materiali provengono dal nostro settore aerodinamico...detto questo vorrei invitarti a leggere i post precedenti scritti anche da GIGI e da KIMI ect.riguardo l'argomento che ti aiuteranno a capire in maniera molto semplice alcune funzioni dei dispositivi aerodinamici applicati alle monoposto...aggiungo inoltre che se squadre tipo jordan, nn usufruissero delle soluzioni aerodinamiche attuali, risolverebbero il problema della scia ma non riuscirebbero assolutamente a tenere il passo,soprattutto in curva,vista il gap aerodinamico che si verrebbe a creare...una monoposto con la configurazione aerodinamica fine anni 80,pur dotata degli attuali motori,sospensioni ed orpelli aerodinamici delle monoposto attuali,dovessero competere con monoposto a muso rialzato,anche con il miglior pilota,prenderebbe 2,3 secondi al giro minimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono tornato!

Che bello kentyrrel io sto al 3? anno di aerospaziale a Pisa...

Quindi anche tu hai cominciato col sommo Buresti!

Questo era tanto per spammare un po', anche perch? sto ancora in vacanza e non voglio impegnarmi in messagi seri smile.gif

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

no,non esistono soluzioni almeno che tutti ritornino alla configurazione aerodinamica convenzionale delle monoposto,cio? il muso radende al suolo...quando introdussero le minigonne tutti dovettero adeguarsi onde evitare gap sostanziali in pista, ed anche quelle erano monoposto che soffrivano la scia..se alcune squadre avessero deciso di togliere le minigonne per limitare i problemi di scia avrebbero poi dovuto rallentare in curva non avendo la tenuta sufficiente per affrontarla nella medesima velocit? di una "vettura-ala",facile cos? prendere un paio di secondi al giro...stesso discorso quindi per i musi rialzati...e in altre componenti della vettura che le squadre devono lavorare per colmare le lacune rispetto le concorrenti che,a parit? di configurazione aerodinamica,sono pi? veloci e parlo di equilibrio telaistico,distribuzione dei pesi,giusta taratura dei cinematismi sospensivi,perfetta messa a punto e un motore in grado di esprimere una coppia elevata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono tornato!

Che bello kentyrrel io sto al 3? anno di aerospaziale a Pisa...

Quindi anche tu hai cominciato col sommo Buresti!

Questo era tanto per spammare un po', anche perch? sto ancora in vacanza e non voglio impegnarmi in messagi seri smile.gif

il mitico Guido BURESTI,elementi di gas dinamica...grande!!!!! lol1.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

I problemi delle turbolenze vengono denunciati da quando si ? sviluppata la ricerca aerodinamica ma solo in questi ultimi anni hanno assunto dimensioni insostenibili e , insisto, vanno di pari passo con l'aumento del carico anteriore legato alle nuove strutture aerodinamiche.

 

Non si deve poi dimenticare che contemporaneamente ci sono stati interventi che hanno fortemente minato il grip meccanico (riduzione delle carreggiate, scanalature...) peggiornado ulteriormente la situazione.

 

Per me, sulla base di quanto ho visto in questi 35 anni di F1 e non certo per conoscenze specifiche, limitando drasticamente gli alettoni posteriori, carenando le ruote posteriori, eliminando il fondo piatto e ridando grip meccanico, ci potrebbero essere grossi miglioramenti.

 

Sia chiaro: tutto questo dopo aver drasticamente diminuito le potenze

 

L'alternativa potrebbe essere quella di imporre un alettone unico standard che dia un sovraccarico aerodinamico. pensieroso.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
io penso,senza entrare assolutamente in polemica con te conan,che dovresti documentarti un attimino di pi? e capire il funzionamento di certe soluzioni aerodinamiche prima di esprimere concetti e punti di vista che io rispetto assolutamente in nome della libert? di espressione,ci mancherebbe altro,ma che trovano il tempo che trovano...personalmente non lavoro per nessun top team,ne ho mai lavorato in formula 1,ma lavoro a stretto contatto con l'aerodinamica applicata ai velivoli,che non ? la formula uno dirai,ma ti ricordo che tutte le soluzioni aerodinamiche e tantissimi materiali provengono dal nostro settore aerodinamico...detto questo vorrei invitarti a leggere i post precedenti scritti anche da GIGI e da KIMI ect.riguardo l'argomento che ti aiuteranno a capire in maniera molto semplice alcune funzioni dei dispositivi aerodinamici applicati alle monoposto...aggiungo inoltre che se squadre tipo jordan, nn usufruissero delle soluzioni aerodinamiche attuali, risolverebbero il problema della scia ma non riuscirebbero assolutamente a tenere il passo,soprattutto in curva,vista il gap aerodinamico che si verrebbe a creare...una monoposto con la configurazione aerodinamica fine anni 80,pur dotata degli attuali motori,sospensioni ed orpelli aerodinamici delle monoposto attuali,dovessero competere con monoposto a muso rialzato,anche con il miglior pilota,prenderebbe 2,3 secondi al giro minimo.

 

Lo stesso Gigi ammette che sono stati tanti gli interventi sulle monoposto negli ultimi anni:

Non si deve poi dimenticare che contemporaneamente ci sono stati interventi che hanno fortemente minato il grip meccanico (riduzione delle carreggiate, scanalature...) peggiornado ulteriormente la situazione.

per cui ripeto, limitare i problemi delle macchine odierne semplicemente al muso alto beh, pu? essere sufficiente?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo stesso Gigi ammette che sono stati tanti gli interventi sulle monoposto negli ultimi anni:

 

Ti ringrazio per avermi citato ma non mi prendere troppo sul serio. Una galleria del vento io l'ho vista solo in cartolina e la mia cultura in materia ? da "enciclopedia dell'Edipo" della Settimana enigmistica dry.gifblink.gif

 

Io osavo presentare le mie ipotesi basandomi unicamente su osservazioni "storico-empiriche" tongue.gif, vale a dire su quanto visto in 35 anni di corse.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lo stesso Gigi ammette che sono stati tanti gli interventi sulle monoposto negli ultimi anni:

 

Ti ringrazio per avermi citato ma non mi prendere troppo sul serio. Una galleria del vento io l'ho vista solo in cartolina e la mia cultura in materia ? da "enciclopedia dell'Edipo" della Settimana enigmistica dry.gifblink.gif

 

Io osavo presentare le mie ipotesi basandomi unicamente su osservazioni "storico-empiriche" tongue.gif, vale a dire su quanto visto in 35 anni di corse.

 

Comunque i tuoi interventi "storico-empirici" (come del resto quelli del 99.9% degli utenti del forum) sono puntuali e condivisibili. wink.gif

 

Ribadisco pertanto che proprio dalla comparazione delle vecchie e nuove macchine si pu? intuire come attualmente le monoposto abbiano una complessit? progettuale tale che francamente ritengo poco logico che basti il "semplice" rialzo del musetto per causare i problemi di guidabilit? in scia...? pi? logico pensare che sia UNA causa, da aggiungere a mille altre come appunto ad esempio le gomme scanalate, le carreggiate strette o gli alettoni anteriori cos? affusolati!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque i tuoi interventi "storico-empirici" (come del resto quelli del 99.9% degli utenti del forum) sono puntuali e condivisibili.

Beh, Ken ? nello 0,1% tongue.gif . Credo che chi abbia fatto studi specifici, potendo anche constatare direttamente che strada prendano i flussi e quali deportanze si generino, abbia cmq pi? autorit?

 

Io, ribadisco, mi permettevo solo di osservare che, bench? si sia comonciato 25 anni fa a parlare di questi problemi, quando i musi vennero alzati la guidabilit? non pareva disturbata in questa misura. Ora siamo a un livello di esasperazione tale che basta uno sternuto per compromettere la stabilit?.

 

Io mi chiedo, a parte il discorso sugli alettoni e il grip meccanico, ridando "fiato" rolleyes.gif all'effetto suolo non potrebbero cambiare gli equilibri aerodinamici?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

biggrin.gif

Io mi chiedo, a parte il discorso sugli alettoni e il grip meccanico, ridando "fiato"  all'effetto suolo non potrebbero cambiare gli equilibri aerodinamici?

 

effettivamente, ora che le potenze verranno sensibilmente diminuite, credo che sar? fattibile anche dal punto di vista della sicurezza. In effetti mi son sempre chiesto perch? anzich? intervenire sulla fantasia dei progettisti con restrizioni in termini aerodinamici i regolamenti non siano mai intervenuti in maniera drastica e periodica sulla diminuzione della potenza dei motori! Sarebbe bastato "tagliare" un centinaio di cavalli ogni tanto e il problema sarebbe stato risolto! Quindi avremmo avuto macchine formidabili, estrose e sicure sia dal punto di vista della robustezza che della velocit? perch? senza un motore eccessivamente potente anche una wing car ? sicura (compatibilmente col fatto che siamo pur sempre nel mondo delle corse). Oggi non hanno senso i 900CV su circuiti come questi, servirebbero degli ovali! biggrin.gifbiggrin.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho usato due modellini,una mclaren del 1990,l'ultima monoposto competitiva a muso convenzionale, ed una ferrari dei tempi nostri...ecco cosa succede rappresentato in maniera molto semplice, alle monoposto a muso basso quando seguivano in scia e cosa succede alle attuali...nella mclaren(foto1) si pu? notare che i flussi vorticosi non disturbavano piu di tanto il flusso transitante sotto la monoposto ma quello passante sopra la carrozzeria e quindi il flusso diretto verso l'ala posteriore,cosa poco importante,con guadagni di velocit? considerevoli e poche reazioni alla guida...nella ferrari(e nelle macchine a muso rialzato in genere) invece avviene l'opposto:tutto il flusso vorticoso(ora rappresentato in nero)viene "pescato"dal muso rialzato e distribuito su tutto il fondo con drastiche riduzioni di livelli di deportanza generato dal fondo che viene a mancare cos? del tutto dell suo apporto deportante ...le carreggiate strette e le gomme scanalate non hanno importanza sugli effetti della scia.

post-17-1092314192.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

le carreggiate strette e le gomme scanalate non hanno importanza sugli effetti della scia.

Agli effetti della scia ovviamente no ma per la tenuta generale s?. Aumentando il grip meccanico in qualche modo si riesce a compensare qualcosa nelle fasi a bassa velocit? e soprattutto ci si pu? permettere di uscire di traiettoria un pochino di pi?.

 

Il concetto ? semplice ed era chiarissimo anche prima cosa possa accadere a restare in scia con un muso rialzato (peraltro sai meglio di me che una proiezione laterale non rende conto della complessit? dei flussi che avvolgo la vettura) n? , da parte mia, era intenzione minimizzare l'influenza di questa architettura ( neppure avrei l'autorit? per farlo) ma, per fare un esempio, resta da capire come mai 10 anni fa Schumacher con la Benetton B194 riuscisse a restare nella scia della Ferrari di Berger a Imola senza tutte le difficolt? che notiamo ora (disturbo c'era e si notava ma non cos? esasperato). E ancora, x? degli stessi problemi hanno sofferto anche vetture con musetti pi? bassi, o cmq se ne lamentavano i piloti che le guidavano, non lasciando trasparire che il fenomeno fosse di minori proporzioni?

Share this post


Link to post
Share on other sites

le carreggiate strette e le gomme scanalate non hanno importanza sugli effetti della scia.

Agli effetti della scia ovviamente no ma per la tenuta generale s?. Aumentando il grip meccanico in qualche modo si riesce a compensare qualcosa nelle fasi a bassa velocit? e soprattutto ci si pu? permettere di uscire di traiettoria un pochino di pi?.

 

Il concetto ? semplice ed era chiarissimo anche prima cosa possa accadere a restare in scia con un muso rialzato (peraltro sai meglio di me che una proiezione laterale non rende conto della complessit? dei flussi che avvolgo la vettura) n? , da parte mia, era intenzione minimizzare l'influenza di questa architettura ( neppure avrei l'autorit? per farlo) ma, per fare un esempio, resta da capire come mai 10 anni fa Schumacher con la Benetton B194 riuscisse a restare nella scia della Ferrari di Berger a Imola senza tutte le difficolt? che notiamo ora (disturbo c'era e si notava ma non cos? esasperato). E ancora, x? degli stessi problemi hanno sofferto anche vetture con musetti pi? bassi, o cmq se ne lamentavano i piloti che le guidavano, non lasciando trasparire che il fenomeno fosse di minori proporzioni?

...il problema di reazioni avverse sulla guidabilit? e tenuta in scia ? sempre esistito e non vi ? nulla di pi? logico..il fenomeno si pu? comunque intuire senza entrare in complesse "dimostrazioni matematiche"...il muso rialzato ha reso ancor piu problematico guidare in scia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nel 1980 anche la Ferrari tent? di fare a meno dell'alettone anteriore e la T5 era la peggiore delle wing-car per via dell'architettura del motore.

Non se ne fece niente ma evidentemente la guidabilit? non era talmente compromessa da rendere improponibile tale soluzione.

 

Tutto questo per rinnovare la domanda a chi pu? saperne di pi?: non ? che con l' eliminazione del vincolo del fondo piatto, sia pure senza l'utilizzo delle minigonne, l'equilibrio del carico aerodinamico possa cambiare significativamente?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×