Jump to content
Sign in to follow this  
Kimimathias

Come funziona una Formula 1?

Recommended Posts

Guest alexf1 fan

 

Ma come ? stato organizzato da voi il corso di istituzioni? Qui a Napoli hanno diviso il corso in 3 parti: Aerodinamica, Strutture e Sistemi Spaziali.

 

Da noi erano due parti : aerodinamica (calcoli di portanza resistenza v.salita ecc + le cose dei metalli ,snervamento ecc ) e disegno (una roba dove ti insegnavano ad usare progarammi come solid edge o autoCAD per disegnare pezzi di ali et similia) pi? delle esercitazioni .

 

Io devo ancora darli a settembre

Share this post


Link to post
Share on other sites
veramente?piacere futuro collega...spero che almeno tu riesca dove io ho fallito,almeno per ora,lavorare nel settore dell'automobilismo sportivo

La F1 ? stato uno dei motivi della mia scelta (l'altra scelta era architettura), ma in generale la mia scelta ? stata determinata dalla passione per tutto ci? che corre, dal centometrista al Concorde.

 

Posso unirmi anch'io al progetto? Cos? vediamo se funziona il mio muso a "ornitorinco", liberamente ispirato dal "tricheco" Williams, ma profondamente diverso, con un muso piccolo (come Mc Laren) e gli attacchi dell'alettone larghi che vanno a carenarsi con il muso e gli schermi fra le ruote, formando una sorta di profilo aerodinamico e un largo canale che, stringendosi, convoglia ed accelera il flusso sotto la monoposto.

Purtroppo non ho disegni da far vedere perch? col disegno sono una p..., al massimo delle viste laterali che non rendono bene l'idea del progetto.

spiegato a parole la tua idea sembra interessante...scannerizza un bozzetto dai,chi se ne frega della qualit? del disegno,? la sostanza che conta...io avevo proposto alla minardi,e anche di recente,di eliminare i sostegni dell'ala anteriore pur mantenendo l'alettone a tutta larghezza...questi sostegni ? noto che disturbano il flusso diretto verso il divergente posto sopra il piano verticale anteriore che a sua volta lo canalizza sotto la monoposto...realizzo un veloce bozzetto della mia idea e l'allego.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nel disegno l'idea...l'eliminazione dei "piloncini"di sostegno sono eleminati a tutto vantaggio del flusso passante sotto il muso..l'alettone appare ora "flottante",sostenuto da due ulteriori alette di corda ridotta che partono dal musetto e vanno a fissarsi alle paratie laterali opportunamente rialzate...I vantaggi di questa soluzione sono oltre al flusso piu pulito anche il tunnell che si crea tra l'ala,le due alette di sostegno(che contribuiscono ad aumentare ulteriormente la deportanza sui circuiti guidati o possono anche essere di profilo neutro a seconda delle esigenze)e le paratie rialzate...tutto ci? contribuisce a canalizzare in maniera precisa il flusso verso il divergente e i pacchi radianti...il disegno ? un bozzetto che ho realizzato ora per rendere l'idea,spero si capisca.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zio Ken hai fatto tu i rendering? Che texture bellissima hai usato per l'effetto gomma dei pneumatici???

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zio Ken hai fatto tu i rendering? Che texture bellissima hai usato per l'effetto gomma dei pneumatici???

io ho solo fatto i bozzetti ,li ha realizzati un mio collega..ti sapr? dire appena lo sento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
veramente?piacere futuro collega...spero che almeno tu riesca dove io ho fallito,almeno per ora,lavorare nel settore dell'automobilismo sportivo

La F1 ? stato uno dei motivi della mia scelta (l'altra scelta era architettura), ma in generale la mia scelta ? stata determinata dalla passione per tutto ci? che corre, dal centometrista al Concorde.

 

Posso unirmi anch'io al progetto? Cos? vediamo se funziona il mio muso a "ornitorinco", liberamente ispirato dal "tricheco" Williams, ma profondamente diverso, con un muso piccolo (come Mc Laren) e gli attacchi dell'alettone larghi che vanno a carenarsi con il muso e gli schermi fra le ruote, formando una sorta di profilo aerodinamico e un largo canale che, stringendosi, convoglia ed accelera il flusso sotto la monoposto.

Purtroppo non ho disegni da far vedere perch? col disegno sono una p..., al massimo delle viste laterali che non rendono bene l'idea del progetto.

spiegato a parole la tua idea sembra interessante...scannerizza un bozzetto dai,chi se ne frega della qualit? del disegno,? la sostanza che conta...

Far? il possibile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella visivamente l'idea di supportare l'alettone con le paratie. Ricorda vagamente certi musetti disegnati da Ron Tauranac o il musetto della Brabham BT45C (ovviamente mi riferisco solo alla forma non alla funzione), dove per? c'era il radiatore pensieroso.gif

Ti hanno risposto qualcosa dalla Minardi?

 

Resta per? il dubbio che sulle vetture che hanno la soluzione della doppia chiglia forse i due supporti centrali non disturbino affatto, anzi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco il mio progetto

user posted image

 

Purtoppo non so desegnare una vista frontale o una vista "tridimensionale".

 

Nell'immagine in alto si pu? notare il muso che va ad inarcarsi fra le ruote, il supporto orizzontale ? una sorta di profilo alare mentre quello verticale ? molto lungo e va a congiungersi con la doppia chiglia.

Ho precisato che sotto il supporto c'? il vuoto, infatti manca la parte centrale del profilo inferiore, questo per due motivi: avere una portata d'aria maggiore ed un flusso pulito; La mancanza della parte centrale comporta sicuramente una perdita di carico all'anteriore, carico che viene dato dal supporto che diventa profilo portante.

 

Notare quella sorta di labbro che circonda il muso: quella soluzione mi ? venuta nel momento stesso che la disegnavo!

 

Il flusso che "entra" nel muso viene accelerato dalla strozzatura (ma non ne sono tanto sicuro, sono ancora ignorante in materia di fluidodinamica embaressed_smile.gif ), per fare in modo che il flusso non "scappi", prevedo dei deviatori di flusso molto vicini alla scocca.

 

Un'altra "genialata" che mi ? venuta ? quella dell'accoppiamento dell'attacco delle sospensioni sdoppiato con quello singolo sull'anteriore: la parte anteriore del triangolo ? sdoppiata mentre quella posteriore unica.

Non so quanto sia valida, e semplice, questa soluzione, ma la Renault una un sistema analogo per la sospensione posteriore.

 

Nelle mie intenzioni il muso potrebbbe esssere anche pi? basso.

Quella pi? in basso ? la mia idea originale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per quello che posso aver capito io ,l'idea appare di certo originale a livello visivo anche se una soluzione di questo tipo nn penso possa migliorare in maniera significativa i livelli di deportanza generale...si tratterebbe,ripeto,sempre per quello che posso aver appreso io dai tuoi disegni,di un tentativo per accellerare il fluido verso il divergente posto sul piano orizzontale(ahime,qu? mi confondo spesso tra verticale ed orizzontale unsure.gif )...considera anche, semplicisticamente parlando,che maggior strozzatura di un condotto nn significa sempre maggiore velocit? dell'aria,anzi!cmq sia la soluzione mi incuriosice e sarebbe bello avere delucidazioni ulteriori e disegni tuoi a tal riguardo in maniera da poter realizzare un disegno a tre dimensioni al computer...riguardo a GIGI:la minardi mi ha per ora risposto via mail che l'idea verr? passata a chi di competenza e valutata...cmq sia di questa soluzione ho realizzato un modellino in scala e insieme a dei colleghi lo abbiamo messo al vaglio all'interno della galleria del vento che la struttura dove lavoro ci mette a disposizione per gli studi(nn dovremmo usarla per queste cose ph34r.gifcool.gif )e confrontato con un ulteriore modellino della stessa scala ma con la soluzione dei piloncini di sostegno dell'ala si ? notato che questi sostegni disturbano in modo per niente trascurabile il flusso generando turbolenze in uscita che si ripercuotono sulla pulizia del flusso d'aria diretto verso il piano orizzontale e poi sotto la monoposto,senza contare della resistenza opposta all'avanzamento...senza piloncini l'aria nn incontra ostacolo alcuno e il flusso appare privo di turbolenze nocive...ma ? l'incremento di deportanza che appare significativamente aumentato soprattutto grazie ai sostegni dell'ala,(a profilo e corda variabile ovviamente a seconda delle esigenze) che in circuiti guidati come montecarlo ad esempio,possono risultare decisivi...FACCIAMO QUALCOSA PER RISVEGLIARE QUESTA ASSOPITA FORMULA1 smile.gifsmile.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites
per quello che posso aver capito io ,l'idea appare di certo originale a livello visivo anche se una soluzione di questo tipo nn penso possa migliorare in maniera significativa i livelli di deportanza generale...si tratterebbe,ripeto,sempre per quello che posso aver appreso io dai tuoi disegni,di un tentativo per accellerare il fluido verso il divergente posto sul piano orizzontale(ahime,qu? mi confondo spesso tra verticale ed orizzontale unsure.gif )...considera anche, semplicisticamente parlando,che maggior strozzatura di un condotto nn significa sempre maggiore velocit? dell'aria,anzi!cmq sia la soluzione mi incuriosice e sarebbe bello avere delucidazioni ulteriori e disegni tuoi a tal riguardo in maniera da poter realizzare un disegno a tre dimensioni al computer

Mah, io mi sono ispirato alla tendenza attuale degli ingegneri di convogliare il flusso nella parte bassa della vettura, la Williams usa un muso alto con due enormi e larghi piloni per aumentare la quantit? di aria convogliata sotto la vettura, allora mi sono detto: perch? non fare un muso che "raccoglie" abbastanza aria (la forma larga dei supporti), senza perturbazioni del flusso (eliminazione della parte centrale del profilo), e lo accompagni sotto la vettura (i supporti che sono contigui alle chiglie e i deviatori di flusso vicino alla scocca).

Per la strozzatura del flusso, ripeto che in materia fluidodinamica sono ancora inogrante, ricordo solo che se un fluido passa da una sezione pi? larga ad una pi? stretta, a pari portata, aumenta la sua velocit?, ma sono reminescenze liceali, non ne sono tanto sicuro

 

Per darti un'idea di come dovrebbe essere, pensa ad un muso come quello della McLaren, basso e piccolo, ed aggiungici un'ala a delta rovesciata ed incurvata alle sue estremit?, poi mettici dei profili (vedi un po' te come devono essere).

Gli attacchi dell'ala anteriore che si uniscono con la doppia chiglia dovrebbe funzionare come una sorta di minigonna.

Il resto della vettura metticelo tu.

Share this post


Link to post
Share on other sites

FACCIAMO QUALCOSA PER RISVEGLIARE QUESTA ASSOPITA FORMULA1 

Pi? che assopita QUESTA F1 ? al capolinea. Tecnicamente non ha pi? nulla da dire e si procede per esasperazioni, millimetri di alette, giocando sulle zavorre, "stampelle" elettroniche... se si grida al miracolo quando compare il muso a tricheco della FW26 vuol dire che siamo messi davvero male

 

non avendo fatto nulla prima o avendo pi? che altro pasticciato tra artifici tecnici e alchimie sui regolamenti sportivi, ci troviamo nella necessit? di una rivoluzione. Ma le rivoluzioni costano sempre care dry.gif

 

Fermo restando che il punto di partenza deve obbligatoriamente essere una drastica riduzione delle potenze e una semplificazione complessiva delle tecnologie sfruttabili, credo che qualcosa di nuovo lo vedremo solo eliminando il fondo piatto e ponendo limiti di ingombro che riducano al minimo dimensioni e altezze degli alettoni, soprattutto posteriori.

 

Se non si far? questo dovremo mangiare la solita minestra...fino a quando non diventer? troppo fredda

Share this post


Link to post
Share on other sites

FACCIAMO QUALCOSA PER RISVEGLIARE QUESTA ASSOPITA FORMULA1:

 

Che ne dite di far correre al posto di questi 20 piloti, una ventina di modelle di Playboy? le conigliette...

Magari sul podio potrebbero farsi la doccia con lo champagne con fare sensuale... magari uno strip... o la lotta nel fango tra le prime tre! Chi vince la lotta nel fango si becca altri 3 punti!

Sapete che razza di ascolti?!?!?!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alb@tros

...dopo i tragici fatti di Imola 94 il buon Clay Regazzoni lanci? una provocazione che consisteva nell'eliminare le ali dalle vetture di formula 1, di conseguenza la potenza dei propulsori sarebbe calata drasticamente altrimenti i piloti non curvavano.

Riteneva che l'areodinamica era la responsabile del mancato spettacolo oltre che dell'appiattimento dello stile di guida dei piloti.Insomma secondo l'ex-pilota svizzero l'unico grip che le F1 dovevano possedere era quello meccanico,quindi rivalutare fortemente la parte meccanica,e quindi, tutta la geometria sospensiva.

Voi cosa ne pensate...?Era un sasso buttato nello stagno oppure sull'onda emotiva dei nefasti fatti accaduti in riva al Santerno si era raggiunta la disperazione...?

Share this post


Link to post
Share on other sites
...dopo i tragici fatti di Imola 94 il buon Clay Regazzoni lanci? una provocazione che consisteva nell'eliminare le ali dalle vetture di formula 1, di conseguenza la potenza dei propulsori sarebbe calata drasticamente altrimenti i piloti non curvavano.

Riteneva che l'areodinamica era la responsabile del mancato spettacolo oltre che dell'appiattimento dello stile di guida dei piloti.Insomma secondo l'ex-pilota svizzero l'unico grip che le F1 dovevano possedere era quello meccanico,quindi rivalutare fortemente la parte meccanica,e quindi, tutta la geometria sospensiva.

Voi cosa ne pensate...?Era un sasso buttato nello stagno oppure sull'onda emotiva dei nefasti fatti accaduti in riva al Santerno si era raggiunta la disperazione...?

regazzoni nn disse affatto un eresia quando propose di eliminare le ali...fondamentalmente gli alettoni nn sono assolutamente indispensabili al fine di un buon funzionamento di una monoposto di formula,la loro funzione ? solo ed esclusivamente quella di permettere di mantenere elevate velocit? durante la percorrenza delle curve,grazie al grande grip che assicurano(nn sempre assicurano ,ahim?),detta in poche parole,se ne potrebbe fare tranquillamente a meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Infatti fino al '67 se n'? fatto benissimo a meno... ricordo che una simile

proposta venne addirittura messa in copertina da AS nel '99 con una

Jordan di quell'anno senza alettoni...

 

Gigi57 non capisco cosa intendi con "eliminare il fondo piatto"?

Come si fa a eliminarlo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Semplicemente dando libero sfogo ai progettisti i quali penserebbero bene di sagomarlo nel modo pi? opportuno.

In sostanza intendo dire di ritornare alle Wing-Car

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ma come risolvere i problemi di sicurezza delle wing car?

 

P.s. non eri tu che in un 3d a riguardo avevi detto che queste vetture

dovevano essere guidate "dritte"? che intendevi?

 

Mad? quanto son curioso ; )

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli alettoni ,tanto quanto le minigonne hanno lo stesso livello di pericolosit?...se sono state bandite le minigonne non vedo perch? non si potrebbe fare anche per le ali(forse ci sarebbe meno spazio per gli sponsor dry.gif )...io proporrei davvero l'eliminazione delle appendici aerodinamiche anteriore e posteriore e,d'accordo con GIGI ,lascerei carta bianca agli ingegneri per lo studio del fondo e per la scelta dell'altezza da terra della monoposto,(ma senza la reintroduzione delle minigonne)completa abolizione dell'elettronica ed eliminazione dell'air-scoop.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×