Jump to content
Sign in to follow this  
Kimimathias

Come funziona una Formula 1?

Recommended Posts

beh... sicuramente non sono ferrato in aerodinamica. volevo solo dire la mia su quello che avevo capito e magari discuterne.

e il fatto che ne discutiamo mi soddisfa molto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao gigi...va ricordato che le minigonne vennero perfezionate a tal punto da permettere di creare il vuoto sotto la monoposto con conseguente,SPAVENTOSO,effetto di schiacciamento a terra...ne derivava ovviamente un super lavoro per le sospensioni,organi importantissimi...l'applicazione di questi allettoncini portanti sull'anteriore"alleggeriva"il carico gravante su questi cinematismi limintando cos? il rischio di cedimenti,inoltre permetteva di alzare un po la monoposto in rettilineo cos? da ottenere maggiore velocit? di punta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao sito!riguardo il tuo quesito nemmeno io ho ben capito cosa tu intenda e cmq ci sarebbero 2 pagine da scrivere riguardo il perch? un ala ha un particolare profilo...cmq riguardo ingegneria:se vuoi stare in italia io ho da sempre una passione per il politecnico di milano broken_heart.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie della puntualizzazione. Infatti era anche a questo che alludevo timidamente quando parlavo di funzione equilibratrice. Forse (aggiungo io) alleggerivano anche il lavoro del pilota in curva. Le Wing-car infatti si diceva che andavano "guidate diritte".

 

volevo alcune delucidazioni sulla forma svergolata degli alettoni? Perch? si fanno di questa forma, in questo modo il flusso non dovrebbero essere omogeneo o mi sbaglio? Ciao

Se non sa risponderti coin precisione Ken. immagino che ci sia poco da agggiungere.

Bisognerebbe andare nella galelria del vento e vedere l'andamento dei flussi generati e sapere il risultato che il tecnico vuole ottenere. i Flussi non sono "rettilinei" e li si deve andare a prendere l? dove sono pi? puliti, cercando ovviamente di evitare che si formino troppe turbolenze.

 

L'impostazione di base poi immagino che sia fondamentale e diverse le strade percorribili, anche se poi, dopo mesi e mesi di esperienze, restano poche alternative e magari l'idea iniziale che pareva la pi? ovvia e valida, deve essere abbandonata per applicare altre soluzioni che sul campo si dimostrano vincenti

 

Quando venne introdotto il fondo piatto la maggior parte dei progettisti arretrarono le masse cercando di carenare le ruote posteriori. nacquero cos? le monoposto "freccia" che parvero essere la soluzione vincente (vedi Brabham BT52)

Contemporaneamente Barnard ebbe la pensata: invece di cercare la parziale e quindi poco efficace carenatura delle ruotone posteriori, invitiamo l'aria ad aggirare l'ostacolo, avremo meno turbolenze ma soprattutto un flusso pi? pulito per l'alettone. ecco cos? le f1 "coca cola" che sono un elemento aerodinamico basilare ancora oggi.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

c? da aggiungere gigi,nn certo per contraddirti,che oggi con la riduzione degli scivoli deportanti posteriori la strozzatura posteriore a "coca cola"nn ha piu l'importanza basilare di quando lo introdusse barnard...infatti all'epoca gli enormi scivoli deportanti posteriori larghi da ruota a ruota, ottennero grossi benefici da questa soluzione grazie all'effetto estrattore dell'aria passante sopra ad esso ed incanalata appunto dalla conformazione detta a "bottiglia di coca-cola"...l'estremizzazione di quest'effetto,lo si pu? rilevare guardando la sfortunata ferrari a doppio fondo di migeot,penso la F1-92.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao zio Ken! Anch'io studio ingegneria meccanica anche se sono piuttosto indietro e impantanato. Il mio obiettivo e costruire una F1 che porti il mio nome e vinca il campionato del mondo

Share this post


Link to post
Share on other sites

a spanne (misura da introdurre nel SI), l' alettone anteriore senza paratie laterali flette troppo. Infatti la FIA appende dei pesetti (50kg o qualcosa del genere) all' estremit? dell' alettone per verificare che non fletta come quello della Ferrari di Suzuka 1997. Ma nella foto 2 ci sono le paratie o sono pi? orbo di quanto credo?

 

Un paio di ruote dovremo toglierle perch? devono essere per forza quattro dalla met? degli anni '80. Il diffusore ? strano ma l' aerodinamico sei tu, quindi viene omologato. Le linee sono belle, il muso inedito mi piace e le pance sono molto rastrenate ma credo che dovranno essere in posizione pi? avvanzata per ospitare le strutture deformabili e superare il crash test.

 

Per quanto riguarda le gomme, prendiamo la lima e facciamo le scanalature prima di essere squalificati. Le Dunlop hanno il sapore del fascino antico ma non vanno da nessuna parte (ormai sono un prodotto Goodyear), io tenterei con le Firestone (fascino antico + velocit? delle Bridgestone).

 

Per concludere, siamo sponsorizzati dalla Tantum Verde?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ahim?,purtoppo lo so che le sei ruote sono vietate,ma io ho voluto qualcosa che se ne infischiasse dei regolamenti attuali,che nn ne tenesse neanche prprio conto di striscio...volendo si potrebbero mantenere le 4 ruote e disporle a croce,cos? da carenarle tutte 4...se ci sponsorizzasse la tantum verde va bene cmq,l'importante e che caccino soldi per la realizzazione del progetto...se guardi qualche anno indietro in formula uno c? chi si ? fatto sponsorizzare da industrie di preservativi e riviste erotiche quindi ci manca solo il...colluttorio smile.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

io vi propongo un altro esercizio lol1.gif .

Provate a disegnare una F1 immaginando che la FIA abbia deciso di liberare i progettisti dal vincolo del fondo piatto. Per essere un pelo pi? realistici, proibiamo le "minigonne" e poniamo un limite nell'altezza da terra (ovviamente senza correttori di assetto tongue.gif ), diciamo sui 6 cm come venne imposto nel 1981.

Il resto dovrebbe corrispondere alle meccaniche attualmente utilizzate.

 

Mi piacerebbe magari che ci fossero limiti di ingombro che riducano notevolmente l'altezza degli alettoni. Infine non sarebbero male delle "carenature" di sicurezza dietro le ruote posteriori, su modello della "Sigma"

 

Pare incredibile ma ho trovato queste sole altre immagini:

http://www.slotcarillustrated.com/Cars/SCXsigma.html

Cmq dopo cerco meglio biggrin.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

veramente?piacere futuro collega...spero che almeno tu riesca dove io ho fallito,almeno per ora,lavorare nel settore dell'automobilismo sportivo

La F1 ? stato uno dei motivi della mia scelta (l'altra scelta era architettura), ma in generale la mia scelta ? stata determinata dalla passione per tutto ci? che corre, dal centometrista al Concorde.

 

Posso unirmi anch'io al progetto? Cos? vediamo se funziona il mio muso a "ornitorinco", liberamente ispirato dal "tricheco" Williams, ma profondamente diverso, con un muso piccolo (come Mc Laren) e gli attacchi dell'alettone larghi che vanno a carenarsi con il muso e gli schermi fra le ruote, formando una sorta di profilo aerodinamico e un largo canale che, stringendosi, convoglia ed accelera il flusso sotto la monoposto.

Purtroppo non ho disegni da far vedere perch? col disegno sono una p..., al massimo delle viste laterali che non rendono bene l'idea del progetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AlKa105
Scusate, che studi avete fatto/fate?

 

 

Una curiosit?, siccome ho intenzione di laurearmi in ing. mecc. dov'? la facolt? migliore?

Io sono uno studente di Ingegneria Aerospaziale al Politecnico di Milano, sono al secondo anno.

 

Per quanto riguarda Ingegneria Meccanica la migliore dicono sia a Torino data la vicinanza della Fiat, anche i professori sono molto rinomati; per quanto riguarda Aerospaziale la migliore ? il Politecnico visto che ha i laboratori + avanzati, abbiamo 4 gallerie del vento, 3 in scala ed 1 grande dove l'anno scorso venne la Ferrari F1 a testare alcune componenti per l'alettone anteriore...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

sono uno studente di Ingegneria Aerospaziale al Politecnico di Milano, sono al secondo anno.

 

Per quanto riguarda Ingegneria Meccanica la migliore dicono sia a Torino data la vicinanza della Fiat, anche i professori sono molto rinomati; per quanto riguarda Aerospaziale la migliore ? il Politecnico visto che ha i laboratori + avanzati, abbiamo 4 gallerie del vento, 3 in scala ed 1 grande dove l'anno scorso venne la Ferrari F1 a testare alcune componenti per l'alettone anteriore...

 

Anche tu ? IO SONO AL PRIMO ANNO , chi avevi come prof di istituzioni ? Jantzen , Merlini ?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest AlKa105

 

ohmy.gifohmy.gifohmy.gifohmy.gifohmy.gif

Beh allora ciao collega!

 

Comunque avevo Merlini...ha un modo di spiegare tutto suo, tuttavia ? simpatico wink.gif

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest alexf1 fan

 

 

Io ho Jantzen che per? non ? bastardo come merlini all' esame e poi devo rifarlo a settembre

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono uno studente di Ingegneria Aerospaziale al Politecnico di Milano, sono al secondo anno.

 

Per quanto riguarda Ingegneria Meccanica la migliore dicono sia a Torino data la vicinanza della Fiat, anche i professori sono molto rinomati; per quanto riguarda Aerospaziale la migliore ? il Politecnico visto che ha i laboratori + avanzati, abbiamo 4 gallerie del vento, 3 in scala ed 1 grande dove l'anno scorso venne la Ferrari F1 a testare alcune componenti per l'alettone anteriore...

 

Anche tu ? IO SONO AL PRIMO ANNO , chi avevi come prof di istituzioni ? Jantzen , Merlini ?

[OT/]

Come state messi ad esami?

Io sono disperato: questo doveva essere il mio secondo anno ma mi sono mancati 12 crediti ed ho dovuto fare il contratto a 5 anni, nelle intenzoni di dare Analisi II a Febbraio (per 3 crediti, un dannatissimo esame d'Inglese, non ho potuto fare quello a 4 anni mad.gif )

Ora mi trovo nella situazione che se non do almeno 2 esami a Settembre il secondo anno me lo scordo anche questa volta.

Il problema che uno dei due esami deve essere per forza Analisi II (col professore bastardo), l'altro deve essere o Informatica (non ho seguito nemmeno il corso) o Chimica (che ha propedeuticit? pi? importanti di Fisica II).

 

Sto nella m***a, mi sento demoralizzato, sono inca***to con me stesso...

AIUTOOOOOOOOOO

inlacrime.gif

*fine dello sfogo*

 

Il professor Savino dovr? aspettare ancora una anno sad.gif

 

 

Ma come ? stato organizzato da voi il corso di istituzioni? Qui a Napoli hanno diviso il corso in 3 parti: Aerodinamica, Strutture e Sistemi Spaziali.

[\OT]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hunaudi?res, per molti di noi, parlare della facolt? ? un argomento scottante. La tua situazione la vivono in tanti, io dopo cinque anni mi mancano otto per fare la triennale e ti giuro che non ? che vado a spasso ogni giorno. Ti toccher? studiare ancora e ripetere l' esame finch? non lo farai, alla fine queste cose ti succederanno fino alla fine della carriera. Non ? per niente bello perch? non essere bravi in quello che si f? non ? abbastanza frustrante...pazienza...ricordati che anche se ti laurei in ritardo c'? una sacco di gente che comunque non studia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×