Jump to content
LOTITO VATTENE

Felipe Massa

Recommended Posts

Hai sofferto psicologicamente Alonso più di Massa stesso che ci ha corso assieme!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Massa, oramai è tutto chiaro...quando stai bene e a tuo agio, sei capace di prestazioni buonissime, contro un Bottas che non certo un incompetente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

vabe che massa sotto pressione soffra si è sempre saputo

Share this post


Link to post
Share on other sites

bhe bottas non credo che abbia il talento dei suoi connazionali predecessori, massimo ha quello del kova

 

Un Massa tranquillo e rivitalizzato come quello di questi 2 anni avrebbe massacrato uno come Kovalainen: Bottas è più forte di quest'ultimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Negli anni dove la rossa trattava alla pari i propri piloti ( 2007-08-09, come la Williams di questi 2 anni) Massa era al livello di Kimi, era tranquillo e rendeva alla grande. Il problema di Massa è stato quando la Ferrari non lo trattava alla pari di Alonso, si demoralizzò e non rese più per come valeva. Kovaleinen era un pilota normale, Felipe l'avrebbe bastonato, con Bottas è una bella sfida, i due sono quasi alla pari ed è un bel vedere nella lotta tra i due.

Share this post


Link to post
Share on other sites

purtroppo a questo livello di competizione, anche il demoralizzarsi è un limite se non un difetto grave, fermo restando che Massa l'ho sempre considerato un buon pilota

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intervista a Massa su F1grandprix :

 

Quarto nel mondiale, due podi già conquistati, quella di Felipe Massa in questi due anni trascorsi alla Williams assurge le fattezze di una vera e propria rinascita. Del pilota incerto e criticato da tutti degli ultimi anni in Ferrari è rimasto ben poco. Felipe è tornato ad essere quel pilota brillante e consistente ammirato fino al 2009. Una vera e propria fenice, che però non rinuncia a togliersi qualche sassolino dalle scarpe.

In Ferrari ero sempre considerato il fratello minore di qualcuno - dichiara Massa in un’intervista a Repubblica – all’inizio della mia avventura in rosso ero felice. Poi le cose sono cambiate, quando è arrivato Alonso. Mi guardavo intorno e vedevo che improvvisamente non avevo più potere sulle cose, sui dettagli. Il nostro è uno sport fatto di dettagli. E quelli li puoi cambiare solo se hai potere. Il potere è tutto. E io l’avevo perso. Il sintomo più evidente era proprio quello: non mi sentivo più importante. E bastava incrociare lo sguardo della gente intorno a me per capirlo. Era impossibile essere felice”.

Felipe comunque ammette di avere ottimi ricordi della sua carriera alla corte di Maranello: “La mia storia con la Ferrari è stata molto bella, intensa, sincera, come gli applausi di Monza dimostrano. Ma era arrivato il momento di sentirmi di nuovo importante”.

E sentirsi importante nella Ferrari targata Alonso era diventato quasi impossibile: “Tante volte ho pensato che avrei dovuto più duro ed egoista - ha continuato Felipe - Però poi mi ritrovo a fare il bilancio della mia vita. Mi sono successe tante cose, ho rischiato la vita a Budapest, sono stato amico di una leggenda come Schumacher e di un ragazzo d’oro come Bianchi, ho attraversato due o tre epoche di questo sport, ho subito ingiustizie e visto porcherie di ogni tipo, sono stato costretto a lasciarmi superare dal mio compagno di squadra, ed è stato il momento peggiore della mia vita, ma ho anche vinto tanto e gioito e soprattutto mi sono divertito”.

Anche dal tenore di queste parole si nota come Massa non abbia mai veramente perdonato la Ferrari per quell’ordine di scuderia datogli ad Hockenheim nel 2010, quel “Fernando is faster than you” che spense definitivamente il Massa ferrarista, demotivandolo e svuotandolo.

“Avevo bisogno di cambiare aria per dare vita ad un nuovo inizio. E per fortuna ho cambiato al momento giusto, e per la squadra giusta. La Williams aveva appena siglato il contratto con la Mercedes e aveva chiuso l’accordo con Martini. Stava rinascendo, siamo rinati in due: le mancava solo quello che avevo da darle io. Alonso? Sono sicuro che non è contento alla McLaren. Pensando a tutto quello che è riuscito a fare in carriera, vederlo così fa effetto. Ma dio sa sempre ciò che fa. Se fa qualcosa di bello o di brutto per te, bè c’è sempre un motivo”.

Perché la vendetta è un piatto che va gustato freddo. Cinque podi in due anni alla Williams, amato ancora dai tifosi Ferrari che non l’hanno dimenticato, stimato a Grove dove ha portato velocità ed esperienza in squadra. E’ un Massa sereno e nel pieno della maturità agonistica. “E non ce l’ho con chi prima mi criticava, sono contento di aver fatto cambiare idea a molti”. Si Felipe, è così.

 

 

Grande Felipe!!!

Edited by Rio Nero

Share this post


Link to post
Share on other sites

Intervista a Massa su F1grandprix :

 

Alonso? Sono sicuro che non è contento alla McLaren. Pensando a tutto quello che è riuscito a fare in carriera, vederlo così fa effetto. Ma dio sa sempre ciò che fa. Se fa qualcosa di bello o di brutto per te, bè c’è sempre un motivo”.

 

 

Questa frase non mi è piaciuta. Trovo il tono da "predica" fuori luogo (e un tantino ipocrita, visto che poco prima ha parlato di Bianchi e Schumacher). Al di là di quale sia il mio credo sportivo e religioso, mi da sempre fastidio quando viene citato dio in questioni di poca importanza come la carriera in F1.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I brasiliani mettono Dio in ogni pasta...e discorso...

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti, forse, se in ferrari come compagno di squadra avesse avuto lui image35.jpg

 

Gli stava davanti.

Il titolo non lo vinceva comunque, ma almeno batteva un compagno di squadra in ferrari :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Intervista a Massa su F1grandprix :

 

Alonso? Sono sicuro che non è contento alla McLaren. Pensando a tutto quello che è riuscito a fare in carriera, vederlo così fa effetto. Ma dio sa sempre ciò che fa. Se fa qualcosa di bello o di brutto per te, bè c’è sempre un motivo”.

 

 

Questa frase non mi è piaciuta. Trovo il tono da "predica" fuori luogo (e un tantino ipocrita, visto che poco prima ha parlato di Bianchi e Schumacher). Al di là di quale sia il mio credo sportivo e religioso, mi da sempre fastidio quando viene citato dio in questioni di poca importanza come la carriera in F1.

 

 

Io invece penso che Dio non vada mai citato, perchè proprio non c'entra nulla...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per i Brasiliani è normale parlare spesso di Dio anche quando sembra superficiale e fuori luogo. Non dovete giudicarli con la nostra ottica secondo me.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha anche ragione, ma è anche una rosicata mica male su come sono mandate le cose.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per i Brasiliani è normale parlare spesso di Dio anche quando sembra superficiale e fuori luogo. Non dovete giudicarli con la nostra ottica secondo me.

 

Io non giudico i brasiliani per questo, anzi li rispetto e capisco perchè parlano così. Mi riferivo in realtà a tutti coloro che parlano in questo modo (ve ne sono a bizzeffe anche in Italia e nel resto del mondo soprattuto cattolico...). Era semplicemente la mia opinione sulla faccenda.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho come il sospetto che la carriera di Massa sia stata frenata da Alonso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma una volta capita l'aria che tirava, guardarsi intorno? Ha azzeccato la scelta Williams per il 2014, ma ha passato almeno due anni di troppo in Ferrari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Due anni senza alternative competitive e che pagassero decentemente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Due anni senza alternative competitive e che pagassero decentemente.

Esattamente.

A quale top team poteva interessare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Felipe doveva abbandonare la Rossa a fine 2010, subito dopo quel dannato ordine di scuderia.

Una monoposto competitiva la trovava, anche una BMW che aveva Heidfield come secondo pilota.

 

Ma perse l'occasione, ed ha sprecato il 2011,2012 e 2013 in Ferrari dove fù messo ai margini del progetto!

Share this post


Link to post
Share on other sites

BMW ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×