Jump to content
Sign in to follow this  
Mito Ferrari

Gentleman-drivers

Recommended Posts

Oggi si sente solo parlare di "piloti paganti" o "piloti con la valigia",che devono disporre di grosse risorse economiche per poter correre.I gentleman-drivers sono piloti non-professionisti,che pagano per correre:in pratica come la maggioranza dei piloti "veri".Quindi volevo chiedere una cosa:al giorno d'oggi,la questione gentleman-driver - professionista ? cos? sentita o sostanzialmente c'? poca differenza?Un gentleman-driver pu? comunque "guadagnare" qualcosa o paga e basta?Infine:un gentleman pu? finire col diventare professionista?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per gentlemen-drivers si intende generalmente quella categoria di piloti che acquista o affitta la macchina e l'assistenza di un team per correre alcune gare o una stagione intera. E' vero, anche in F1 il fenomeno dei piloti con la valigia ? in fondo molto simile, per? il concetto di "gentlemen drivers" ? pi? riferito a quell'insieme di piloti ai quali l'et? e soprattutto il fatto che la loro occupazione principale ? un'altra impedisce di intraprendere (o riprendere) una carriera agonistica "vera", e che corrono comprando/affittando auto e assistenza.

 

Generalmente i gentlemen drivers "comuni" non guadagnano niente, pagano e basta (almeno quelli che conosco io), e non hanno nessuna pretesa di diventare professionisti veri, pur correndo a volte in categorie piuttosto impegnative e dove corrono anche giovani professionisti (Meg?ne Trophy, Superstars, ecc) ; discorso diverso ? per i gentlemen drivers che in giovent? furono piloti professionisti ad altissimo livello e che ora corrono da gentlemen: loro probabilmente godono di compensi per "affiancare" il loro nome a quello del team, e hanno ancora degli sponsor personali che pagano bene. Inoltre non penso proprio che a loro non venga fatto pagare niente, al limite i compensi degli sponsor vengono in parte girati al team che li mantiene. Comunque spesso questi aprono un team tutto loro.

 

Volendo dare una definizione a tutti i costi, i gentlemen drivers possono essere intesi come quella categoria di piloti che non sono drivers per professione ma solo per passione e che possono permettersi di pagarsi il loro "hobby".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Generalmente i gentlemen drivers "comuni" non guadagnano niente, pagano e basta (almeno quelli che conosco io), e non hanno nessuna pretesa di diventare professionisti veri

pi? che per ambizione personale del pilota,mi chiedevo se ? mai successo che uno inizia da gentleman e poi ? diventato professionista in virt? di ottimi risultati al volante,voluto da qualche team e pagato per correre.. sai se ? mai capitato qualcosa del genere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

pi? che per ambizione personale del pilota,mi chiedevo se ? mai successo che uno inizia da gentleman e poi ? diventato professionista in virt? di ottimi risultati al volante,voluto da qualche team e pagato per correre.. sai se ? mai capitato qualcosa del genere?

 

Non lo so, ma mi pare improbabile. Tieni conto che ? tutta gente che di lavoro non fa il pilota; per bene che vada, troveranno qualche sponsor in pi? (anche se agli sponsor di queste categorie importa solo il classico giro di fatture e non guardano n? le gare n? tantomeno i risultati) e magari qualche team che li fa correre gratis o gli rimborsa le spese perch? fanno ottima pubblicit? al team e ai suoi sponsor. Ma diventare professionista significa dedicare la propria vita alle corse, e il gentlemen driver "canonico" non lo fa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma quindi neanche quelli che fanno parte di programmi di team ufficiali percepiscono niente?

Edited by Mito Ferrari

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma quindi neanche quelli che fanno parte di programmi di team ufficiali percepiscono niente?

 

Nessun gentleman che io sappia riceve nulla in cambio, anche perch? non hanno nemmeno la stessa patente dei professionisti. Come ha detto alby I "ricconi" si limitano a dare soldi alle squadre, che sono ben felici di schierare e gestire una vettura extra: tanto le spese sono pi? o meno tutte coperte dal gentleman.

Tra l'altro proprio quest'anno l'ACO ha deciso di suddividere la categoria GT in GT Am e GTE Pro: la prima ? riservata ai gentlemen e la seconda ai pro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma quindi neanche quelli che fanno parte di programmi di team ufficiali percepiscono niente?

 

I gentlemen drivers che fanno parte di team ufficiali di solito sono ex-professionisti ad alto livello (tipo gli ex-F1 del WTCC o del Superstars) e a quanto ne so per i compensi e i pagamenti funziona come ho descritto nel post sopra. Di gentlemen "veri" non ce ne sono molti che vengono presi nei programmi ufficiali, a meno che non paghino, ma ? difficile perch? di solito i gentlemen sono avanti con l'et? e hanno un'altra occupazione, e non potrebbero seguire gli impegni di un programma ufficiale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

vista solo adesso ... e dato che sono stato un gentleman driver per almeno 20 anni vorrei dire la mia.

gentleman significa letteralmente gentilUomo e quindi non ragazzo come sono in genere i piloti VERI e come tali siamo generalmente classificati noi vecchietti (diciamo dai 35/40 anni in su) che partecipiamo alle corse a nostre spese. certo tra di noi ci sono anche degli ex professionisti del volante che sono MOLTO pi? veloci ed esperti ma la stragrande maggioranza ? gente come me, persone che hanno nel sangue la passione per le corse ma che non hanno avuto in giovent? il talento e/o i mezzi per provarci seriamente.

Ci divertiamo sempre come dei matti comunque e la cosa pi? bella ? che nel nostro cuore rimarr? per sempre il rammarico per non averci potuto provare seriamente !!! anche se il pi? pi? pi? delle volte non ci saremmo comunque riusciti ....

claudio

Share this post


Link to post
Share on other sites

dopo la 24 ore di le mans avevo letto un articolo sul sito italiaracing.net in cui veniva discussa la categoria degli AM (amatori,ossia i gentlemen)in seguito ai vari problemi che avevano creato in pista.Da questa considerazione prendo lo spunto per chiedervi se secondo voi i gentlemen fanno "male" alle varie categorie dove corrono, oppure servono in qualche modo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi potreste fare una lista dei gentleman pi? famosi e vincenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

dopo la 24 ore di le mans avevo letto un articolo sul sito italiaracing.net in cui veniva discussa la categoria degli AM (amatori,ossia i gentlemen)in seguito ai vari problemi che avevano creato in pista.Da questa considerazione prendo lo spunto per chiedervi se secondo voi i gentlemen fanno "male" alle varie categorie dove corrono, oppure servono in qualche modo.

 

Senza chi paga bene per correre l'80% dei campionati sparirebbero, per cui direi che ben venga se c'? qualcuno disposto a spendere (tanto) per correre e divertirsi. Certo se creano problemi di una certa gravit? sarebbe meglio lasciare stare..ma io credo che il fatto di creare problemi dipenda dal pilota singolo, e non dalla categoria "gentlemen" in toto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mito Ferrari vs Fede

 

io ho detto che Pigoli ? un gentleman,Fede invece ritiene che Max ? sempre stato un pilota professionista.

Chi ha ragione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ehm ehm... abbiamo avuto risposta in un altro topic ma il risultato non cambia.:ho ragione io :closedeyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non del tutto. Salvo ha detto che Max ha sempre fatto il pilota, anche se non ? la sua prima professione... :closedeyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×