Jump to content
Sign in to follow this  
Beyond

Medio-oriente

Recommended Posts

E io che ho detto?

Ho detto che gi? in Libia sono stati spalleggiati i rivoltosi, ora non si capisce perch? non potrebbero farlo in Siria. In Libia s?, in Siria no?

 

Ti piace giocare a Risiko con la pellaccia degli altri, eh? Tanto, sono bestie, mica esseri umani...

 

 

 

Eh?

Ma se ? dal 2001 che Bush, Blair e Israele parlano di Siria come "stato canaglia" e di Assad come "amico dei terroristi", e a ben vedere visti i quttrini che da Damasco (e da Theran, per la serie: "l'Iran non aggredisce nessuno") partono per finanziare Hezbollah che poi butta i missili su Israele.

 

Io parlavo dell'Unione Europea, non della triade guerrafondaia permanente..

 

Ah, come se i rivoltosi siriani le armi se le fossero fabbricate in casa, mentre invece le hanno ricevute dagli USA. Armi, non quattrini.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I tuoi discorsi starebbero in piedi se le popolazioni locali volessero continuare a stare come stanno, quando invece era chiaro che in Egitto non ne volevano pi? sapere di Mubarak, che in Libia non ne volevano pi? sapere di Gheddafi e che in Tunisia non ne volevano pi? sapere di Ben Ali.

 

Non c'? stato nessun intervento esterno e deciso unilateralmente per rovesciare i regimi di quei paesi, ma appoggio (economico e militare) a gruppi di rivoltosi che gi? c'erano. Altro che il risiko.

 

E poi non ? affatto vero che l'UE considerava Assad un moderato, tutt'altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti piace giocare a Risiko con la pellaccia degli altri, eh? Tanto, sono bestie, mica esseri umani...

 

tanto nel mezzo ci vanno i civili, che schifo un occidente che dichiara guerra al terrorismo quando conviene e poi cerca aiuto dagli stessi per rovesciare governi non amici, quel gas in Siria va a ruba, cos? come le risorse libiche, Gheddafi cominciava a infastidirsi del fatto di far arricchire le multinazionali straniere, una di queste per tenerselo amico consegno l'attentore di Lockerbie, Sarkozy addirittura di faceva finanziare, m? si incazzano se qualche ambasciatore finisce linciato, magari perch? non rispetta i patti precedentemente pattuiti, o credete che i terroristi al soldo dell'occidente lavorino gratis.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

L?intelligence USA alla testa dell??opposizione? siriana, il ruolo del Bilderberg e del CFR

 

In un articolo del 12 luglio per la rubrica ?Comment is Free? del Guardian, Charlie Skelton poneva la domanda fondamentale che i media di tutto il mondo (E SOPRATTUTTO ***, nds) non vogliono sentirsi chiedere.

 

?The Syrian opposition: who?s doing the talking?? ? una denuncia devastante delle intime connessioni tra l?opposizione siriana e i servizi d?intelligence statunitensi, britannici e francesi, assieme ai vertici neo-con degli Stati Uniti. Traccia la formazione del Consiglio nazionale siriano e la nomina della sua dirigenza, e dei principali piani a lungo termine, ben finanziati, per il cambiamento di regime in Siria, e pi? in generale in Medio Oriente. Questi piani risalgono almeno al 2005, e sono stati finanziati da Washington nel tentativo di assicurarsi il controllo politico della regione ricca di petrolio.

 

Skelton non tenta di essere esaustivo. Si concentra su alcuni dei membri pi? di spicco del CNS e identifica alcuni dei sostenitori pi? accaniti dell?intervento militare, come se fossero pagati quali rappresentanti delle potenze occidentali. Tra coloro che abitualmente vengono citati come ?portavoce ufficiale? o ?attivista pro-democrazia?, vi ? l?accademica siriana di Parigi Bassma Kodmani, un membro dell?ufficio esecutivo e responsabile della politica estera del CNS.

 

Kodmani ? un?assidua visitatrice alle conferenze del gruppo Bilderberg, un?organizzazione di alte figure politiche dedita a rafforzare i legami tra l?imperialismo statunitense ed europeo, e per garantire i loro interessi collettivi globali sotto la bandiera della promozione dell??atlantismo?.

Nel 2005 ha lavorato per la Fondazione Ford a Cairo. Quell?anno ha visto un marcato deterioramento delle relazioni USA-Siria, con il presidente George W. Bush che contemplava un intervento militare contro Damasco, assieme a Israele. A settembre, Kodmani divenne direttrice esecutiva della Arab Reform Initiative, finanziata dal Council on Foreign Relations e dal suo programma US/Middle East presieduto dall?ex consigliere per la sicurezza nazionale, generale Brent Scowcroft. Il ?controllo finanziario? del progetto fu dato al Centre for European Reform (CER), un think-tank britannico guidato da Lord Kerr, vice presidente della Royal Dutch Shell. Kodmani ? anche membro del Consiglio europeo per le Relazioni Estere, operando come direttrice esecutiva della sua Arab Reform Initiative.

 

Radwan Ziadeh, direttore delle relazioni estere del CNS, ? senior fellow presso l?US Institute of Peace e ha firmato una lettera che chiedeva l?intervento militare degli Stati Uniti a fianco dell?ex capo della CIA James Woolsey, Karl Rove e altri importanti neo-con. Ha agito come intermediario tra la Casa Bianca e l?opposizione siriana dal 2005. Najib Ghadbian, un docente dell?Universit? dell?Arkansas, ? membro della segreteria generale del CNS e fa parte del comitato consultivo del Syrian Centre for Political and Strategic Studies di Washington, insieme a Ziadeh. Ausama Monajed del CNS ? il fondatore di Barada Television, una emittente satellitare pro-opposizione ed ex ?direttore delle pubbliche relazioni del Movimento per la Giustizia e lo Sviluppo di Londra? (MJD). Entrambi sono massicciamente finanziati dal Dipartimento di Stato statunitense, secondo WikiLeaks.

 

Skelton cita alcune delle molte centinaia di milioni di dollari confluiti all?opposizione siriana dagli Stati Uniti e dagli Stati del Golfo. Tra i servizi di Monajed a Washington vi era la pubblicazione di una dichiarazione politica ufficiale del CNS, un documento redatto da Michael Weiss della Henry Jackson Society, che chiede l?intervento in Siria. La societ? ? supportata dai vertici neo-conservatori come William Kristol e Richard Perle.

 

L?Osservatorio siriano per i diritti umani, le cui cifre gonfiate concernenti le vittime sono costantemente citate dai media, risulta essere di un tale Rami Abdul Rahman, di Coventry, un commerciante di abbigliamenti. Un altro luminare della Henry Jackson Society ? Hamza Fakher, descritto da Nick Cohen dell?Observer come ?una delle fonti pi? affidabili sui crimini di cui il regime nasconde le notizie.? Le storie che diffonde sono regolarmente citate come rapporti di testimoni oculari. Fakher ? il responsabile per la comunicazione del londinese Strategic Research and Communications Centre di Monajed e un dipendente di Barada TV.

 

Skelton merita credito per la descrizione onesta della rete di connessioni tra l?opposizione siriana e l?apparato di sicurezza militare statunitense/europeo. Ma il fatto ? che ci? che egli espone sarebbe ben noto ai servizi di ricerca diGuardian, New York Times, BBC, NBC, CBS, ABC e altri. Nessuno di essi ? stato ingannato da nessuno. Sono disposti a condurre la propaganda di guerra imperialista, senza fare domande sulle fonti che citano, perch? non vogliono sospendere il rullo dei tamburi di guerra. E? questo ha causato la denuncia graffiante di Skelton nell?edizione del giorno successivo del Guardian, da parte del redattore diplomatico Julian Borger.

 

?La manipolazione degli Stati Uniti delle notizie dalla Siria ? una falsa pista?, dichiara il titolo, ?il quadro generale ? chiaro.? Accusando Skelton di ?insinuazioni?, di un pesante uso delle virgolette per indicare lo scetticismo, di ?prosa banale? e altri crimini letterari, Borger difende le varie attivit? d?intelligence identificate da Skelton, come ?persone che hanno dedicato una parte sostanziale della loro vita professionale a studiare la societ? e la politica siriana.? Questa ? una definizione cos? priva di valore che potrebbe essere applicata a qualsiasi tipo di stratega e spia imperialista. La chiara importanza di Bassma Kodmani nella gerarchia del CNS viene semplicemente respinta, mentre Skelton viene persino deriso per descrivere il Council on Foreign Relations (CFR) come ?un potente gruppo di pressione degli Stati Uniti?, essendo ?inutilmente sinistro?. E? ?il pi? prestigioso centro di ricerca di politica estera degli Stati Uniti?, insiste Borger. Borger, infatti, controargomenta con la sua posa falso-ingenua. Nessun altro think tank di politica estera ? pi? influente del CFR, e Kodmani ? l? come rappresentante di fiducia degli interessi imperialisti degli USA in Medio Oriente.

 

Si deve aggiungere che il Socialist Workers Party della Gran Bretagna e i suoi seguaci globali del Segretariato Unificato Pablista, e altri pseudo-sinistri, danno prova di una simile cecit?, politicamente motivata, sul vero carattere dell?opposizione siriana e le sue finalit?. A giugno, Khalil Habash si lamentava su International Viewpoint del Segretariato Unificato, che ?Il processo rivoluzionario siriano sin dall?inizio ? stato colpito da circospezione da una parte della sinistra ? accusandolo di essere una cospirazione dei paesi occidentali imperialisti e reazionari regionali come l?Arabia Saudita. Questa tendenza purtroppo continua ?.? Simon Assaf di SWP era ancora pi? schietto all?evento annuale Marxism 2012. Ha detto che non voleva soffermarsi su coloro che parlano di ?cospirazione? dovuta al coinvolgimento di Turchia, Qatar, Arabia Saudita o negli Stati Uniti, perch? ?ci avrei messo troppo tempo a calmarmi?.

 

Non ? solo che questi gruppi si rifiutano di prendere una posizione critica nei confronti del movimento di opposizione e delle diverse forze sociali che esso rappresenta, come sarebbe necessario per chiunque cerchi di porre le basi per lo sviluppo di un movimento indipendente d?opposizione della classe operaia in Siria. Come ilGuardian e altri media mainstream, hanno deliberatamente nascosto il carattere borghese, settario sunnita e pro-imperialista dell?attuale leadership del movimento, nascondendo gli intrighi imperialisti delle grandi potenze, il cui risultato finale sarebbe disastroso, come la guerra della NATO contro la Libia.

 

Chris Marsden, Global Research, 18 luglio 2012, World Socialist Web Site

 

http://www.blog.art17.it/2012/07/20/lintelligence-usa-alla-testa-dellopposizione-siriana-il-ruolo-del-bilderberg-e-del-cfr/

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

E allora? Non si capisce dove vuoi andare a parare!

 

L'occidente sta dalla parte dei nemici di Assad e li aiuta? E vorrei ben vedere.

Edited by Osrevinu

Share this post


Link to post
Share on other sites

E allora? Non si capisce dove vuoi andare a parare!

 

L'occidente sta dalla parte dei nemici di Assad e li aiuta? E vorrei ben vedere.

 

Mi fai paura.

 

Hai appena letto che l'Occidente, pur sapendo la verit?, diffonde falsit? nei media pur di preparare (tramite infiltrazioni armate e traffico di armi) un rovesciamento di governo per fottersi un Paese estero...

 

Fai paura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi a me della questione siriana non interessa pi? di tanto, pi? che altro voglio sottolineare l'assoluta idiozia dell'organismo chiamato ONU che in due situazioni identiche (Libia e Siri) tiene due atteggiamenti totalmente opposti! Per la Libia non si esit? ad approvare mozioni e risoluzioni; per la Siria non si fa niente perch? Cina e Russia non vogliono. Se questo ? un atteggiamento coerente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' la questione del famoso diritto di veto riservato a pochi eletti.

Anche gli americani non esitano a usarlo quando gli fa comodo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi fai paura.

 

Hai appena letto che l'Occidente, pur sapendo la verit?, diffonde falsit? nei media pur di preparare (tramite infiltrazioni armate e traffico di armi) un rovesciamento di governo per fottersi un Paese estero...

 

Fai paura.

Ma invece di accusare sempre gli altri, perch? non ti esponi un po' tu? Dicci un po', magari se invece che i ribelli l'occidente avesse appoggiato Assad sarebbe stato meglio?

 

E queste presunte falsit? sono appunto presunte. Sono tornati dalla Siria a met? settembre alcuni miei conoscenti che aveva impiantato una fabbrica di tessuti proprio l? e che sono dovuti scappare a causa della guerra. E i morti in mezzo alla strada non se li inventano certo i media occidentali ma c'erano e ci sono veramente e li fa anche l'esercito di Assad.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma invece di accusare sempre gli altri, perch? non ti esponi un po' tu? Dicci un po', magari se invece che i ribelli l'occidente avesse appoggiato Assad sarebbe stato meglio?

 

E queste presunte falsit? sono appunto presunte. Sono tornati dalla Siria a met? settembre alcuni miei conoscenti che aveva impiantato una fabbrica di tessuti proprio l? e che sono dovuti scappare a causa della guerra. E i morti in mezzo alla strada non se li inventano certo i media occidentali ma c'erano e ci sono veramente e li fa anche l'esercito di Assad.

 

Ma chi ha mai negato la guerra in atto?! Anzi!

 

Io contesto le bugie di Stato, a cui l'opinione pubblica si sottomette senza pensare.

 

Leggi questo articolo, avrai una sorpresa sulla questione dell'arricchimento dell'uranio iranianio.

 

Nel link l'originale inglese, sotto la traduzione.

 

http://www.paulcraigroberts.org/2012/09/29/how-the-governments-lies-become-truth/

 

Stati Uniti: come le bugie del nostro governo diventano realt?

 

di Paul Craig Roberts

 

Nel mio ultimo articolo, ?A Culture of Delusion?, ho scritto che ?gli americani vivono in un contesto di menzogne. Le menzogne dominano ogni discussione ed ogni decisione politica.? Questo articolo tratter? le due storie di punta, il nucleare iraniano e Julian Assange, per mostrare come le bugie diventano ?la verit??.

 

I media occidentali Presstitute [da press e prostitute ndt] usano ogni bugia per demonizzare il governo iraniano. Il 28 settembre, in una crisi di totale ignoranza, il giornalaccio britannico Mail Online, ha chiamato il presidente iraniano ?dittatore?. La presidenza iraniana ? un ufficio affidato a elezioni popolari, e l?autorit? di quella carica ? subordinata agli ayatollah. Assange viene demonizzato alternativamente come stupratore o spia.

 

I media occidentali e il Congresso statunitense comprendono le due pi? grandi case chiuse della storia umana. Una delle loro bugie preferite ? che il presidente dell? Iran, Ahmedinejad, voglia uccidere tutti gli ebrei.

 

 

Guardate questo video di 6 minuti e 32 secondi in cui Ahmedinejad incontra i leader religiosi ebraici. (Non fatevi sviare dal titolo, Washington Blog stava scherzando):

 

http://www.globalresearch.ca/horrifying-graphic-video-of-iranian-leader-savagely-abusing-jews/

 

La settimana scorsa l?informazione era dominata dall?inesistente ma virtuale programma iraniano di armi nucleari. Il primo ministro israeliano, Netanyahu, ? intervenuto spudoratamente nelle elezioni presidenziali americane chiedendo ad Obama di specificare la ?red line? per un attacco all? Iran.

 

Netanyahu crede nella sua pressione su Obama, il presidente dell? ?unica superpotenza mondiale?, poco prima delle elezioni. Israele non pu? attaccare da solo l?Iran senza correre il rischio di venire distrutta. Ma Netanyahu calcola che se attacca l?Iran la settimana prima delle elezioni americane, Obama dovr? sostenerlo o perder? il voto degli ebrei in stati come la Florida, che ? un grande bacino elettorale. Con le elezioni vicine, Netanyahu, una persona consumata dall?arroganza e dalla supponenza, potrebbe far valere la sua minaccia ed attaccare l?Iran, nonostante l?opposizione degli ex capi dell?intelligence e dell?esercito israeliani, il partito d?opposizione, e la maggioranza del popolo israeliano.

 

In altre parole, il risultato delle elezioni presidenziali della ?superpotenza? potrebbe dipendere dal fatto che l?attuale presidente della ?superpotenza? sia sufficientemente obbediente al folle primo ministro israeliano o no.

 

Che il risultato delle elezioni presidenziali possa dipendere dall?agenda del primo ministro di un piccolo paese che esiste solo grazie agli aiuti finanziari, militari, al supporto diplomatico, e soprattutto al veto alle Nazioni Unite degli Stati Uniti, dovrebbe disturbare quegli americani che credono di essere la ?nazione indispensabile?. E quanto sei indispensabile quando devi fare quello che vuole il primo ministro israeliano?

 

I media statunitensi sono certi che questa cosa non entrer? mai nelle teste degli americani. Agli americani ? stato detto che se l?Iran non ha armi nucleari, ha un programma nucleare militare. Questo ? quello che dicono loro i politici di entrambi gli schieramenti, i media e la lobby israeliana. Agli americani viene detto questo nonostante CIA e National Intelligence Estimate siano arrivati alla conclusione che l?Iran abbia abbandonato i suoi interessi nucleari militari nel 2003 e gli ispettori dell? Agenzia Internazionale per l?Energia Atomica in Iran non hanno riportato prove di programmi nucleari militari e di nessun programma militare per l?arricchimento dell? uranio.

 

Inoltre, cosa potrebbe farsene l?Iran di armi nucleari se non per difendersi da un?aggressione? Qualsiasi uso offensivo porterebbe alla distruzione dell? Iran.

 

Perch? gli americani credono che l? Iran abbia bombe atomiche o che le stia fabbricando, quando la CIA dice di no? La risposta ? perch? lo dice Netanyahu, e ai membri eletti del governo americano alla Camera, al Senato, e alla Casa Bianca dispiace contraddire il primo ministro di Israele, cos? come la stampa americana e le tv. Che ?superpotenza? che siamo! La ?nazione indispensabile? deve rotolarsi nella polvere davanti a Netanyahu. Gli americani non sono neanche consapevoli della loro vergogna.

 

L?Iran, a differenza di Israele, ha firmato il trattato di non proliferazione nucleare. I firmatari hanno il diritto all? energia nucleare. L? energia nucleare richiede un basso livello di arricchimento, 5% o meno. Il piccolo Iran ha annunciato un programma energetico nucleare, il governo israeliano e le sue prostitute a Washington hanno mentito dicendo che l? Iran costruiva la bomba atomica. Per aver esercitato i suoi diritti sanciti dal trattato, l? Iran ? stato dipinto e demonizzato come uno stato selvaggio e criminale.

 

Un? arma nucleare richiede l? arricchimento al 95%. Arrivare al 5% da zero e poi arrivare al 95% richiede un processo molto lungo. Credo di aver sentito per la prima volta il governo israeliano lamentarsi delle bombe nucleari iraniane negli anni ?90 del secolo scorso.

 

Quando l? Iran annunci? il suo programma, per le sanzioni imposte dagli Stati Uniti, sanzioni che hanno avuto effetti sui rifornimenti medici, l? Iran stava iniziando ad arricchire l? uranio al 20% per fornirsi di isotopi medici, le accuse israeliane che questo avrebbe portato alla bomba hanno portato l? Iran a dire che il governo iraniano si accontentava che la Francia o qualsiasi altro paese gli fornisse gli isotopi medici e non avrebbe perseguito l? arricchimento oltre il bisogno energetico. Stati Uniti e Russia furono menzionati come fornitori.

 

Secondo il NY Times del 29 settembre 2011, ?il presidente Iraniano ha detto al Washington Post e poi, praticamente con le stesse parole, al New York Times: ?se voi [stati Uniti e Europa] ci date l? uranio arricchito al 20% fermeremo la produzione??

 

http://www.nytimes.com/2011/09/30/opinion/30iht-edvaez30.html?_r=1&

 

Su ordine di Israele, Washington ha posto il veto alla concessione. Il governo di Israele non vuole risolvere i problemi. Il problema va tenuto vivo cos? da poter essere usato per fomentare un attacco all? Iran.

 

Le bombe nucleari iraniane sono una grande bufala, una bugia progettata per nascondere il vero scopo.

 

Quale ? il vero scopo?

Il vero scopo nascosto dietro l? isteria del nucleare militare iraniano ? il disegno della destra israeliana al governo sulle risorse d? acqua nel sud del Libano.

 

Poche migliaia di combattenti di Hezbollah furono in grado di sconfiggere l? esercito israeliano, equipaggiato e rifornito grazie ai dollari dei contribuenti statunitensi, mentre agli americani venivano pignorate le loro case e venivano lasciati senza lavoro e Washington plaude alla delocalizzazione dei loro lavori, perch? la Siria e l?Iran danno a Hezbollah un supporto finanziario e militare che distrugge i tank israeliani.

 

La Siria, di sicuro, sta resistendo alla sua distruzione da parte di Israele e degli stati fantoccio americani. Il rovesciamento della Siria non ? andato a buon fine perch? Russia e Cina non hanno acconsentito, come stupidamente hanno fatto con la Libia. Ma il governo di estrema destra israeliano ha concluso che coinvolgendo il prestigio americano nel rovesciamento del governo di Assad in Siria, il compito verr? svolto.

 

Questo licenza l?Iran. Il governo israeliano sa che non pu? essere schietto e chiedere agli americani di entrare in guerra contro l? Iran, in modo che Israele possa rubare il sud del Libano. Ma se la paura di bombe atomiche inesistenti riesce a provocare il supporto della popolazione occidentale ad un attacco all? Iran, l? Iran pu? essere eliminato come rifornitore di Hezbollah, e Israele pu? rubare l? acqua del Libano.

 

Non c? ? nessuna discussione sulla stampa o sui media televisivi statunitensi del vero scopo. Dubito se ne discuta in Europa, che ? un insieme di stati fantoccio americani.

 

Avremo la 3? Guerra Mondiale per Natale? Forse, se l?elezione (del presidente) USA si configura come sembra. Se il risultato fosse ancora in dubbio, Netanyahu potrebbe lanciare il dado e sperare che Obama lo segua. L? Iran verrebbe attaccato e le conseguenze sono ignote.

 

Passiamo ora a Julian Assange e Wikileaks. Come l? Iran, Assange ? stato demonizzato, non sulla base dei fatti ma su delle bugie.

 

Washington, che si pone come promotore dei diritti umani, sta maltrattando se non torturando Bradley Manning dal maggio 2010 senza processarlo nello sforzo di fargli dire che lui e Assange costituiscono un gruppo di spionaggio contro gli Stati Uniti.

 

Assange ? una celebrit? per il fatto che Wikileaks pubblica le notizie trapelate dalle organizzazioni che i media Presstitute sopprimono. In Svezia, Assange ? stato rimorchiato da due donne affamate di celebrit? e lo hanno portato a letto. Le donne poi si sono vantate delle loro conquiste sui social media, ma apparentemente, quando si sono accorte che erano rivali, si sono rivoltate contro il ?traditore? Assange e gliela hanno fatta pagare. Una ha affermato che lui non aveva usato il preservativo come da lei richiesto, e l?altra afferma che si era offerta per un rapporto ma lui ne ha avuti due.

 

Quali siano le accuse, l? ufficio della procura svedese ha indagato e archiviato il caso.

 

Nonostante questi fatti noti, i media Presstitute occidentali hanno riportato che Assange ? un fuggitivo accusato di stupro che si nasconde nell? ambasciata dell? Ecuador di Londra. Anche RT, una voce alternativa, ? caduta in questa disinformazione.

 

Dopo che Assange ? stato rilasciato in Svezia, un pubblico ministero donna ha riaperto il caso. Non essendoci prove per accusarlo, ha richiesto all? Inghilterra di arrestare Assange ed estradarlo in Svezia per interrogarlo.

 

Di solito le persone non sono soggette ad estradizione per gli interrogatori. Solo le persone formalmente accusate vengono estradate. Ma questo dettaglio non era interessante per i media Presstitute o per le corti britanniche che realizzano i desideri di Washington.

 

Le opinioni variano dal fatto che il pubblico ministero donna che vuole interrogare Assange sia una femminista idealista che non crede nel sesso eterosessuale o che sia pagata da Washington. Ma gli esperti sono d?accordo che una volta arrivato in Svezia, Assange sar? sicuramente rigirato a Washington, che richieder? la sua estradizione sulla base di false accuse. L? estradizione con false accuse ? difficile in Inghilterra, ma facile in Svezia.

 

Assange si ? offerto di farsi interrogare a Londra, ma il pubblico ministero ha rifiutato. Ora l?ambasciata dell? Ecuador si ? offerta di mandare Assange all? ambasciata ecuadoriana in Svezia per l? interrogatorio, ma Washington, Londra e il pubblico ministero svedese hanno rifiutato. Vogliono Assange privo della protezione dell? asilo che l? Ecuador gli ha garantito.

 

Washington lo ha reso palese. John Glaser ha scritto su Antiwar.com il 26 settembre 2012, riportando: ?Nuovi documenti desecretati hanno rivelato che i militari statunitensi hanno designato il fondatore di Wikileaks Julian Assange come nemico dello stato, e potrebbe essere ucciso o detenuto senza processo.?

http://news.antiwar.com/2012/09/26/declassified-documents-reveal-us-military-designated-assange-enemy-of-state/ Guardate anche qui http://www.guardian.co.uk/commentisfree/2012/sep/27/wikileaks-investigation-enemy

 

Assange ? nemico di Washington perch? ha fatto venire fuori la verit?. Wikileaks ? un?impresa giornalistica, non un?impresa di spionaggio. Pubblica informazioni, alcune sono trapelate tramite informatori, proprio come i Pentagon Papers trapelarono fino al New York Times. Le informazioni di Wikileaks hanno messo in imbarazzo Washington mostrando le due facce di Washington, manipolatore con i governi e i media degli altri paesi, e straripante di falsit?.

 

In altre parole, Washington non rappresenta una luce sulla collina, ma i cancelli dell?inferno o di Mordor.

 

Assange dovrebbe fare attenzione. Se parla ancora dal balcone dell?ambasciata ecuadoriana ad una folla che lo supporta, ? probabile che un cecchino della CIA gli spari.

 

Ovviamente, tutto approvato da Obama, o dal suo successore.

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

vero molto meglio appoggiare i terroristi, poi magari innalziamo l'occidente e le sue schifose guerre come salvatore del mondo dai terroristi.

 

Gli Usa cancellano dalla black list i terroristi iraniani

 

smettiamo allora di fare gli ipocriti l'occidente ? il maggior finanziatore dei terroristi, se si deve eliminare il problema del terrorismo si deve eliminare questo tipo di politica occidentale.

 

un combattente per la libert? siriana.

 

Ucciso un leader ceceno; stava combattendo in Siria

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente non hai risposto. Sono pagine e pagine che dici che l'Occidente sta armando e finanziando i rivoltosi siriani e lo contesti... ma se avessero invece appoggiato Assad sarebbe andato bene? O semplicemente bisognava che se la sbrogliassero tra di loro?

 

Ah, e vedo che la data dell'Apocalisse ? stata un'altra volta posticipata... ora ? la settimana prima delle elezioni americane. Ma lo vedi che te le tiri appresso da solo le risposte ironiche?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente non hai risposto. Sono pagine e pagine che dici che l'Occidente sta armando e finanziando i rivoltosi siriani e lo contesti... ma se avessero invece appoggiato Assad sarebbe andato bene? O semplicemente bisognava che se la sbrogliassero tra di loro?

 

Domenico, ho postato documenti su Palestina, Afghanistan, Iran e tu te ne sei strafottuto.

 

Poi te ne vieni con questa accusa. Ma hai capito oppure no che la guerra in Siria E' STATA PROVOCATA AD ARTE???!?!?!?

 

E allora, sempre se lo hai capito, che caxxo significa la tua domanda?!

 

L'Occidente ha creato la guerra in Siria, e ora tu mi domandi se avrebbe dovuto appoggiare Assad o se stesso?!?!

 

Ma almeno hai letto l'ultimo articolo che ho postato?

 

No, perch? se continui a parlare come al bar senza documentarti, non vedo allora perch? intervieni in questo topic in modo non costruttivo, anzi, del tutto sordo a stimoli esterni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi a me della questione siriana non interessa pi? di tanto, pi? che altro voglio sottolineare l'assoluta idiozia dell'organismo chiamato ONU che in due situazioni identiche (Libia e Siri) tiene due atteggiamenti totalmente opposti! Per la Libia non si esit? ad approvare mozioni e risoluzioni; per la Siria non si fa niente perch? Cina e Russia non vogliono. Se questo ? un atteggiamento coerente...

 

Sono daccordo, e per la stessa "idiozia" non ha esitato a far attaccare i serbi ai tempi della pulizia etnica in Kosovo ma si ? ben guardata da appuntare alcunch? ad Israele che fa su per gi? le stesse cose a Gaza.

 

Cmq la Turchia ha reagito immediatamente senza consultare nessuno,russi o non russi. Erdogan ? uno che non va troppo per il sottile quando viene stuzzicato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Libia, Gheddafi: Al Qaeda dietro la rivolta

 

Aveva ragione, l'ambasciatore americano l'avr? testato sulla sua pelle....chiss? adesso chi sar? il prossimo ambasciatore da sacrificare in Siria, ovviamente nemmeno darei notizia, in fondo muore per fuoco amico.....i patti con i terroristi si rispettano, non sono ragionevoli e non si affidano ai sindacati.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che i media occidentali siano al servizio dei governi e dei grandi gruppi di potere non ? una novit?.

Che distorcano la realt? per i loro interessi neanche.

Basta vedere la pessima fama di cui gode il presidente venezuelano (dittatore per molti ovviamente anche se eletto tramite elezioni giudicate regolari dall'ONU) Chavez, che nonostante debba far fronte all'astio e ai continui attacchi dei media e dei governi occidentali ? riuscito a ottenere i seguenti risultati in pochi anni:

 

"Nei suoi 7 anni di governo Ch?vez il paese si ? dichiarato libero dall'analfabetismo e tre milioni di venezuelani sono stati inseriti nell'istruzione primaria, secondaria e universitaria. Diciassette milioni di venezuelani (quasi il 70% della popolazione) ricevono, per la prima volta, assistenza medica e medicinali gratuiti e, in pochi anni, nelle intenzioni governative tutti i venezuelani avranno accesso gratuito all'assistenza medica. Si somministrano pi? di 1 milione e 700 000 tonnellate di alimenti a prezzi modici a 12 milioni di persone (quasi la met? dei venezuelani), un milione dei quali li ricevano gratuitamente, in forma transitoria. La questione ? centrale in un Paese come il Venezuela dove le persone sottonutrite sono cresciute dal 1992 al 2003 del 7%, raggiungendo la cifra di 4,5 milioni[21][22]. La malnutrizione ? scesa dal 14 % al 12 %. La mortalit? infantile si ? ridotta al 2 %.

Il tasso di disoccupazione ? sceso dall'8,9% (2006) al 6,20% (feb 2007) e la popolazione sotto la soglia di povert? ? diminuita dal 37,9% (2005) al 23% (2009).

Nel 2009 Ch?vez ha dato il suo appoggio ad una legge sulle unioni civili e contro l'omofobia non ancora approvata (soltanto lo stato di Merida le ammette gi?)."

 

Del resto fare qualcosa per la propria gente a discapito degli interessi dei grandi gruppi capitalistici non ? cosa che possa portare apprezzamenti ed elogi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ripropongo un paragrafo dell'ultimo articolo che ho postato:

 

"[..]Un? arma nucleare richiede l? arricchimento al 95%. Arrivare al 5% da zero e poi arrivare al 95% richiede un processo molto lungo. Credo di aver sentito per la prima volta il governo israeliano lamentarsi delle bombe nucleari iraniane negli anni ?90 del secolo scorso.

 

Quando l? Iran annunci? il suo programma, per le sanzioni imposte dagli Stati Uniti, sanzioni che hanno avuto effetti sui rifornimenti medici, l? Iran stava iniziando ad arricchire l? uranio al 20% per fornirsi di isotopi medici, le accuse israeliane che questo avrebbe portato alla bomba hanno portato l? Iran a dire che il governo iraniano si accontentava che la Francia o qualsiasi altro paese gli fornisse gli isotopi medici e non avrebbe perseguito l? arricchimento oltre il bisogno energetico. Stati Uniti e Russia furono menzionati come fornitori.

 

Secondo il NY Times del 29 settembre 2011, ?il presidente Iraniano ha detto al Washington Post e poi, praticamente con le stesse parole, al New York Times: ?se voi [stati Uniti e Europa] ci date l? uranio arricchito al 20% fermeremo la produzione??

 

http://www.nytimes.com/2011/09/30/opinion/30iht-edvaez30.html?_r=2&

 

Su ordine di Israele, Washington ha posto il veto alla concessione. Il governo di Israele non vuole risolvere i problemi. Il problema va tenuto vivo cos? da poter essere usato per fomentare un attacco all? Iran.

 

Le bombe nucleari iraniane sono una grande bufala, una bugia progettata per nascondere il vero scopo.

 

Quale ? il vero scopo?

Il vero scopo nascosto dietro l? isteria del nucleare militare iraniano ? il disegno della destra israeliana al governo sulle risorse d? acqua nel sud del Libano.

 

Poche migliaia di combattenti di Hezbollah furono in grado di sconfiggere l? esercito israeliano, equipaggiato e rifornito grazie ai dollari dei contribuenti statunitensi, mentre agli americani venivano pignorate le loro case e venivano lasciati senza lavoro e Washington plaude alla delocalizzazione dei loro lavori, perch? la Siria e l?Iran danno a Hezbollah un supporto finanziario e militare che distrugge i tank israeliani.

 

La Siria, di sicuro, sta resistendo alla sua distruzione da parte di Israele e degli stati fantoccio americani. Il rovesciamento della Siria non ? andato a buon fine perch? Russia e Cina non hanno acconsentito, come stupidamente hanno fatto con la Libia. Ma il governo di estrema destra israeliano ha concluso che coinvolgendo il prestigio americano nel rovesciamento del governo di Assad in Siria, il compito verr? svolto.

 

Questo licenza l?Iran. Il governo israeliano sa che non pu? essere schietto e chiedere agli americani di entrare in guerra contro l? Iran, in modo che Israele possa rubare il sud del Libano. Ma se la paura di bombe atomiche inesistenti riesce a provocare il supporto della popolazione occidentale ad un attacco all? Iran, l? Iran pu? essere eliminato come rifornitore di Hezbollah, e Israele pu? rubare l? acqua del Libano.

 

Non c? ? nessuna discussione sulla stampa o sui media televisivi statunitensi del vero scopo. Dubito se ne discuta in Europa, che ? un insieme di stati fantoccio americani[..]".

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domenico, ho postato documenti su Palestina, Afghanistan, Iran e tu te ne sei strafottuto.

 

Poi te ne vieni con questa accusa. Ma hai capito oppure no che la guerra in Siria E' STATA PROVOCATA AD ARTE???!?!?!?

 

E allora, sempre se lo hai capito, che caxxo significa la tua domanda?!

 

L'Occidente ha creato la guerra in Siria, e ora tu mi domandi se avrebbe dovuto appoggiare Assad o se stesso?!?!

 

Ma almeno hai letto l'ultimo articolo che ho postato?

 

No, perch? se continui a parlare come al bar senza documentarti, non vedo allora perch? intervieni in questo topic in modo non costruttivo, anzi, del tutto sordo a stimoli esterni.

Io ho letto tutto. Sei tu che hai il disco incagliato a ripetere sempre le stesse cose sull'America cattiva e tutti vittime dell'imperialismo. Pubblichi OPINIONI, non fatti incontrovertibili, e le opinioni sono di per s? stesse di parte.

Ora la guerra in Libia ? stata provocata ad arte? rotfl Ma ce le hai le prove di questo che dici o queste si riducono ad articoli pubblicati da gente che accusa l'occidente di fare propaganda ma non mi pare che loro nei loro scritti non ne facciano, anzi la fanno al contrario.

 

Ho letto pure l'ultimo che hai messo... Complimenti. Un lavoro degno di uno sceneggiatore di Hollywood... e quello che crede alle favole sarei io. Com'? facile pubblicare articoletti come quelli e lanciare accuse senza nessuna prova... ora il "socio" di Assange si d? per certo che ? stato torturato, che le donne dicono falsit?, che il pubblico ministero sia pagato dagli Stati Uniti, ecc... Ma come ca**o fai a pretendere che io prenda per buona una roba del genere io non lo so... Se su Assange gi? l'altro articolo che pubblicasti era pieno di ca**ate, questo ne ? zeppo.

 

Il tuo problema ? proprio questo: dici di postare documenti, quando invece posti opinioni. Opinioni che ricalcano sempre il solito ritornello, su tutti il complotto sionista. Facile far passare le opinioni per verit?.

 

Ah, e vedo che la data dell'Apocalisse ? stata un'altra volta posticipata... ora ? la settimana prima delle elezioni americane. Ma lo vedi che te le tiri appresso da solo le risposte ironiche?

 

La prossima volta prima di intervenire da qualche parte ti chieder? il permesso non temere :up:

Poi se per "documentarti" intendi leggere le tue teorie complottiste e sposarle, sei fuori strada.

 

Sono daccordo, e per la stessa "idiozia" non ha esitato a far attaccare i serbi ai tempi della pulizia etnica in Kosovo ma si ? ben guardata da appuntare alcunch? ad Israele che fa su per gi? le stesse cose a Gaza.

 

Cmq la Turchia ha reagito immediatamente senza consultare nessuno,russi o non russi. Erdogan ? uno che non va troppo per il sottile quando viene stuzzicato.

Quando vuoi possiamo parlare dei missili che da Gaza e dal sud del Libano cadono su Israele ogni giorno... sai lo so di che sto parlando perch? li ho presi pure io in testa.

Edited by Osrevinu

Share this post


Link to post
Share on other sites

A casa mia, quella notizia del New York Times circa l'offerta dell'Iran (che dici di aver letto) E' UN FATTO, nella misura in cui tu ritieni "fatti" quelli che senti al tg o sui giornali o sulle agenzie.

 

Quindi la tua accusa cade.

 

Ma continua pure a credere nel Pensiero Unico secondo cui l'Occidente va aggratis ad aiutare i Popoli Islamici ad ottenere la Libert?...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Quando vuoi possiamo parlare dei missili che da Gaza e dal sud del Libano cadono su Israele ogni giorno... sai lo so di che sto parlando perch? li ho presi pure io in testa.

 

Ogni giorno mi sembra francamente poco credibile, inoltre c'? una sproporzione enorme.

Lo so di che parli....

Edited by alexf1 fan

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×