Jump to content
Sign in to follow this  
Beyond

Medio-oriente

Recommended Posts

Certo, quella gente = lui e tutti quelli che gli vanno dietro.

 

Io penso questo. Gli islamici sono rimasti al medioevo e questo mi pare una cosa cos? ovvia che negarlo ? ridicolo, basta vedere i diritti umani nei loro paesi a che livelli sono. Poi tu di me puoi pensare quello che ti pare, non mi interessa minimamente, ho smesso da tempo di incavolarmi per quello che gli altri pensano di me.

Edited by Osrevinu

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok avevo capito bene

 

un parere su di te mi permetter? di darlo solo dopo qualche anno che ti avr? conosciuto di persona e solo se me lo chiedi, il mio motto ? "vivi e lascia vivere" ;-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok avevo capito bene

 

un parere su di te mi permetter? di darlo solo dopo qualche anno che ti avr? conosciuto di persona e solo se me lo chiedi, il mio motto ? "vivi e lascia vivere" ;-)

Ma no, tu puoi e devi avere sul sottoscritto tutte le opinioni che vuoi, ci mancherebbe. Ma questo non vuol dire che a me debba interessare. Non la prendere a male, il mio disinteresse ? frutto del fatto che finalmente ho capito che me ne devo fregare di quello che gli altri pensano di me semplicemente perch? io non vivo in funzione degli altri. Se faccio, dico, penso, una cosa di quello che poi gli altri pensano non mi interessa.

 

Semplicemente ribadisco quello che ho detto: un tale e chi gli va dietro, che pensa e dice le boiate dette da quel tizio l?, per me ? una bestia, punto.

Edited by Osrevinu

Share this post


Link to post
Share on other sites

e dire che gli islamici sono peggio delle bestie ed hanno una cultura inferiore a casa mia si chiama razzismo e sentirsi superiori agli altri si chiama arroganza

 

In nome di questo perbenismo culturale cosa dovremmo fare? Fare contorsionismi ideologici sulla parit? dei sessi, il rispetto dell'orientamento sessuale, purch? in occidente, anzi per gli occidentali. Con riferimento agli islamici invece va bene che pratichino l'inferiorit? della donna, ammazzino i gay, predichino la distruzione di Israele ecc.. perch? altrimenti a muovere un pensiero critico "siamo razzisti" .. (?)

 

Poi tocca vedere sparire i canti di Natale e il presepio da scuole e asili perch? magari il "Mohammed di turno" si offende .. (che poi nessuno si preoccupa di chiedere a Mohammed cosa ne pensa, ed anzi questo presumere che si offenda questo s? ? razzismo, un'offesa all'intelligenza delle persone .. ma quello ? un altro discorso).

 

Razzismo ? pensare che un'altra persona perch? ha la pelle diversa o una diversa religione sia inferiore; ben diverso ? valutare il contenuto di una cultura o presunta tale, anche per verificarne la compatibilit? con lo status dei diritti raggiunto nel mondo progredito.

Edited by Phoebe4Ever

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rientro nel topic con due riflessioni generali e non dirette a un solo utente:

 

I. Quanti di quelli che parlano di islamismo sono stati o hanno vissuto in un Paese a maggioranza islamica? Quanti di questi hanno avuto rapporti, anche intimi con persone islamiche? Potrei rispondere "io" ad entrambe le domande, sar? per questo che ho un'idea un po' diversa. Ho imparato a giudicare i singoli e non i popoli o i gruppi religiosi (specialmente se composti da miliardi di persone)

 

II. Mi fa incazzare quando si parla di crocifisso nelle aule o quando, pi? recentemente, si parla di ora di religione il citare i soli Mohammed di turno. I Mohammed in Italia per ora sono una minoranza non paragonabile agli atei e agnostici. Perch? quando si toccano questi argomenti si pensa solo ai Mohammed?

 

P.S. per me razzismo non ? valutare le persone in base all'etnia o alla religione. Per me il razzismo ? generalizzazione, ossia il pensare di poter classificare in un sol botto milioni di individui in base a un solo parametro

Edited by ClaudioMuse

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rientro nel topic con due riflessioni generali e non dirette a un solo utente:

 

I. Quanti di quelli che parlano di islamismo sono stati o hanno vissuto in un Paese a maggioranza islamica? Quanti di questi hanno avuto rapporti, anche intimi con persone islamiche? Potrei rispondere "io" ad entrambe le domande, sar? per questo che ho un'idea un po' diversa. Ho imparato a giudicare i singoli e non i popoli o i gruppi religiosi (specialmente se composti da miliardi di persone)

 

II. Mi fa incazzare quando si parla di crocifisso nelle aule o quando, pi? recentemente, si parla di ora di religione il citare i soli Mohammed di turno. I Mohammed in Italia per ora sono una minoranza non paragonabile agli atei e agnostici. Perch? quando si toccano questi argomenti si pensa solo ai Mohammed?

 

P.S. per me razzismo non ? valutare le persone in base all'etnia o alla religione. Per me il razzismo ? generalizzazione, ossia il pensare di poter classificare in un sol botto milioni di individui in base a un solo parametro

 

Io cambierei l'ora di religione facoltativa in un'ora obbligatoria di storia delle religioni, sarebbe utile perch? farebbe capire il perch? di molte tradizioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Ho imparato a giudicare i singoli e non i popoli o i gruppi religiosi (specialmente se composti da miliardi di persone)

 

II. Mi fa incazzare quando si parla di crocifisso nelle aule o quando, pi? recentemente, si parla di ora di religione il citare i soli Mohammed di turno. I Mohammed in Italia per ora sono una minoranza non paragonabile agli atei e agnostici. Perch? quando si toccano questi argomenti si pensa solo ai Mohammed?

 

P.S. per me razzismo non ? valutare le persone in base all'etnia o alla religione. Per me il razzismo ? generalizzazione, ossia il pensare di poter classificare in un sol botto milioni di individui in base a un solo parametro

 

Sono talmente d'accordo con Te che non ho mai giudicato nessuna persona, ma ho parlato e valutato l'ideologia - religiosa (mi auguro si possa fare con l'islam come si fa qui in Italia con il cattolicesimo) che nella sua sostanza si palesa concretamente in modo a volte drammatico, basti vedere la situazione delle vignette anti Maometto, e valutato comportamenti concreti, realt? normative ecc..

Sono situazioni reali che dobbiamo giudicare, altrimenti cadiamo vittime di una neutralit? di pensiero che porta poi a contorsionismi ideologici incredibili, come quello che i gay in Italia ? giusto che abbiano diritti, ma non sarebbe criticabile l'Iran che li impicca in piazza .. la cosa non torna.

 

Sul secondo punto, non parlavo di Mohammed di turno ma dei "benpensanti" che ritenendo, peraltro a torto, di far piacere al Mohammed di turno azzerano e sterilizzano la nostra cultura e la nostra tradizione.

Il passaggio ? questo.

 

A scuola penso che sia importante insegnare il Cattolicesimo che ? la religione della nostra cultura. Poi se uno non vuole seguire, l'ora di religione non ? obbligatoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me ? piaciuto il discorso di Obama all'ONU quando ha detto che bisogna farla finita col doppiopesismo. Cio? ha posto l'accento sul fatto che era sbagliato fare quelle vignette dissacranti contro Maometto, ma non vede altrettanta indignazione quando nei paesi islamici si danno fuoco alle chiese (se ci sono, visto che in quei posti la libert? religiosa ? un optional) o si dissacrano simboli cristiani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

perch? il punto di partenza di molti ? che " siccome sono indietro" gli va tollerato tutto. E allora chi ? il razzista ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Veramente Iraq e Afghanistan sono diventati un cumulo di macerie e cadaveri provocati da armi di noi Paesi "Civili", e non credo che ci? sia stato fatto per rendere "evoluti" quei popoli o perch? c'era il velo per le donne o perch? impiccano i blasfemi o gli omosessuali....

 

Non credo che, chi si vede arrivare da duecento anni bombe occidentali addosso che provocano morti e distruzione, possa pensare davvero che il nostro felice e gioioso e libero ed evoluto laicismo (?) e liberalismo sia davvero l'Eden.

 

Insomma, col vostro Paese raso al suolo, forse anche voi avreste sentimenti un p? esacerbati verso il western way of life...

 

(Anche se poi, noi e loro, guardiamo i telefilm americani e inconsciamente crediamo che quella sia la realt? stupenda della vita vera americana).

 

Insomma, ci indigniamo per talune loro usanze barbare (giustamente), ma poi quando ci interessa entrare in contatto con loro ? solo per motivi economico-strategico-militari, e quindi usiamo modi molto pi? barbari, violenti e distruttivi per questo "contatto" tra civilt?...

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io cambierei l'ora di religione facoltativa in un'ora obbligatoria di storia delle religioni, sarebbe utile perch? farebbe capire il perch? di molte tradizioni

Esatto!

E sarebbe anche utile per capire tante cose sui tuoi compagni di banco

 

Sono situazioni reali che dobbiamo giudicare, altrimenti cadiamo vittime di una neutralit? di pensiero che porta poi a contorsionismi ideologici incredibili, come quello che i gay in Italia ? giusto che abbiano diritti, ma non sarebbe criticabile l'Iran che li impicca in piazza .. la cosa non torna.

Certo, l'assoluta neutralit? ti porterebbe a dire che napoletani e tedeschi sono potenzialmente uguali quando non ? cos? (sono napoletano io!). Per? quello che dal topic non emerge ? che l'Islam ? un modo variegato e complesso quanto il Cristianesimo se non di pi?. Anche l? ci sono una valanga di atei e agnostici, un'infinit? di modi diversi di vivere la religione tali che alcune semplificazioni lette in questo topic mi fanno sorridere :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cortocircuito che non capisco nella posizione di utenti come Osre e in misura pi? moderata Phoebeforever ? che pretendono* che gli islamici che vivono in occidente abbandonino i loro usi e tradizioni a favore di quelle del paese che li ospitano ma allo stesso tempo sono favorevoli che noi andiamo nei loro paesi d'origine e con metodi molto pi? violenti (bombardamenti, occupazione armata,chek point...) imponiamo la nostra cultura (e deprediamo le loro richezze ovviamente).

Sinceramente ci vedo poca coerenza e una grande ipocrisia in questo modo di ragionare.

 

*giustamente? non lo so, per me un immigrato dovrebbe semplicemente rispettare la legge del paese che lo ospita e tenersi i propri usi e costumi se questi non sono ovviamente incompatibili con tale legge.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il cortocircuito che non capisco nella posizione di utenti come Osre e in misura pi? moderata Phoebeforever ? che pretendono* che gli islamici che vivono in occidente abbandonino i loro usi e tradizioni a favore di quelle del paese che li ospitano ma allo stesso tempo sono favorevoli che noi andiamo nei loro paesi d'origine e con metodi molto pi? violenti (bombardamenti, occupazione armata,chek point...) imponiamo la nostra cultura (e deprediamo le loro richezze ovviamente).

Sinceramente ci vedo poca coerenza e una grande ipocrisia in questo modo di ragionare.

 

*giustamente? non lo so, per me un immigrato dovrebbe semplicemente rispettare la legge del paese che lo ospita e tenersi i propri usi e costumi se questi non sono ovviamente incompatibili con tale legge.

Ma chi mai l'ha detta sta cosa? Mah :wacko2:

 

Ho sempre detto che chi vuole venire qua ? il benvenuto a patto che venga a lavorare e non a delinquere e che quindi rispetti le leggi, gli usi e i costumi italiani e non pretenda di imporre qui da noi quello che vuole lui (tipo pretendere di levare il crocifisso dalle aule o impedire che i bambini italiani festeggino il Natale a scuola, ecc...).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma chi mai l'ha detta sta cosa? Mah :wacko2:

 

Ho sempre detto che chi vuole venire qua ? il benvenuto a patto che venga a lavorare e non a delinquere e che quindi rispetti le leggi, gli usi e i costumi italiani e non pretenda di imporre qui da noi quello che vuole lui (tipo pretendere di levare il crocifisso dalle aule o impedire che i bambini italiani festeggino il Natale a scuola, ecc...).

 

 

 

 

Per? sei favorevole che noi andiamo in Afganistan a liberare le donne dal burqua e quindi a imporre i nostri di usi e costumi in casa altrui usando tra l'altro metodi molto pi? violenti come l'occupazione militare che ha fatto non dimentichiamolo migliaia di morti.

Insomma sei favorevole a fare a casa degli altri quello che non vuoi gli altri facciano a casa tua.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per? sei favorevole che noi andiamo in Afganistan a liberare le donne dal burqua e quindi a imporre i nostri di usi e costumi in casa altrui usando tra l'altro metodi molto pi? violenti come l'occupazione militare che ha fatto non dimentichiamolo migliaia di morti.

Insomma sei favorevole a fare a casa degli altri quello che non vuoi gli altri facciano a casa tua.

Ma chi l'ha detto? Io ho sempre e solo parlato di elevazione culturale di quei popoli che vivono (perch? ce li fanno vivere) nell'ignoranza e nel medioevo.

Poi ci sono quelli che effettivamente sono pazzi fanatici e ne sono parecchi purtroppo. E con quelli l? non c'? dialogo che tenga.

Edited by Osrevinu

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma chi l'ha detto? Io ho sempre e solo parlato di elevazione culturale di quei popoli che vivono (perch? ce li fanno vivere) nell'ignoranza e nel medioevo.

 

 

In diversi interventi ti ho sentito difendere gli interventi Nato in Afganistan e Iraq, se non ? cos? vorra dire che mi son sbagliato o che hai cambiato idea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In diversi interventi ti ho sentito difendere gli interventi Nato in Afganistan e Iraq, se non ? cos? vorra dire che mi son sbagliato o che hai cambiato idea.

Non ho cambiato nessuna idea visto che non mi pare che gli interventi militari in Afghanistan e Iraq siano stati fatti per motivi "culturali".

L'Afghanistan ? stata una risposta (a torto o a ragione) all'11 settembre; l'Iraq alla minaccia (rivelatasi falsa) costituita da Saddam.

 

Io non ho mai parlato di imporre la cultura occidentale al resto del mondo, come invece fanno i musulmani che sento io che ogni 3x2 parlano di islamizzazione della societ? e str****te del genere. Io ho sempre parlato di educazione alla cultura occidentale, mi pare un po' diverso. Ma poi pi? che alla cultura al modo di vivere dell'occidente, ai diritti umani, alla libert?, alla democrazia.

Edited by Osrevinu

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho cambiato nessuna idea visto che non mi pare che gli interventi militari in Afghanistan e Iraq siano stati fatti per motivi "culturali".

L'Afghanistan ? stata una risposta (a torto o a ragione) all'11 settembre; l'Iraq alla minaccia (rivelatasi falsa) costituita da Saddam.

 

Io non ho mai parlato di imporre la cultura occidentale al resto del mondo, come invece fanno i musulmani che sento io che ogni 3x2 parlano di islamizzazione della societ? e str****te del genere. Io ho sempre parlato di educazione alla cultura occidentale, mi pare un po' diverso. Ma poi pi? che alla cultura al modo di vivere dell'occidente, ai diritti umani, alla libert?, alla democrazia.

 

 

Cambi le parole ma il concetto rimane identico, non vedo differenza fra "islamizzazione della societ?" e "educazione alla societ? occidentale".

E fra i due per il momento quelli che hanno usato maggior violenza arrivando ad invedere stati sovrani per raggiungere lo scopo sono stati gli occidentali.

Sulla guerra in Afganistan l'ho letto solo io che tra le motivazioni c'era anche quella di liberare gli afgani e in particolar le donne dal giogo dei talebani?

E si che ce l'hanno ripetuto in tutte le salse con fior fior di articoli pieni di retorica la storia del burqua e dei diritti delle donno afgane violati, Fallaci compresa che se non sbaglio consideri la tua "bibbia laica".

Si vede che ora, con gli americani pronti a trattare con il Mullah Omar per ridare un minimo di stabilit? al paese, questi argomenti non sono pi? di moda.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno ha mai detto che si andava in Afghanistan col motivo di liberare le donne dal giogo dei talebani come hai detto tu. Qualcuno avr? parlato anche di quello, ma di certo non era il principale dei motivi e nessuno l'ha mai spacciato come tale.

Che poi in quel paese, e non solo l?, ma in tutto il mondo islamico, si faccia carne da porco dei pi? elementari diritti civili e umani, non ? certo un'invenzione mia.

 

La stessa Fallaci in tutti i suoi scritti (ti conviene rileggerli) parla degli interventi militari di quegli anni in modo del tutto marginale, ne fa qualche accenno nella Forza della Ragione, per il resto parla sempre e solo in termini di paragone tra le due civilt

Share this post


Link to post
Share on other sites

I suoi scritti (e quelli di altri) sono la piattoforma ideologica su cui si basano quegli interventi, non nascondiamoci dietro a un dito.

La Fallaci nei suoi ultimi scritti tra l'altro ha pi? volte ribadito il suo sostegno e apprezzamento per la politica estera di Bush Jr.

Capisco che ora che le guerre in Afganistan e in Iraq si sono rivelate un fallimento si cerca di aggiustare il tiro e di sembrare un po' pi? moderati in proposito ma io il clima dell'epoca e l'esaltazione della Fallaci guerrafondaia come fosse una nuova Giovanna d'Arco me li ricordo bene cos? come la retorica della Civilt? Superiore e del portare la Democrazia agli oppressi.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×