Jump to content
Sign in to follow this  
Beyond

Medio-oriente

Recommended Posts

allora amico mio, se parliamo di questioni serie ti posso dire che personalmente questa morte, peraltro annunciata attesa e scritta da tempo, mi spaventa moltissimo. cos? come mi spaventano moltissimo tutte le rivolte negli altri stati dell'africa del nord. temo infatti che il colonnello e molti di quelli come lui potrebbero anche essere stati alla fin dei conti uno dei mali minori ( si fa per dire naturalmente!) di quella zona. forse in troppi hanno dimenticato troppo in fretta cos'? diventata la ex Jugoslavia dopo Tito.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non solo di Berlusconi ovviamente, ho fatto il suo esempio perch? da italiano ? ovviamente il primo che mi ? venuto in mente, ma ? certo che questi dittatori che sino al giorno prima erano sostenuti e facevano tranquillamente affari con i governi occidentali una volta che si ? deciso di farli fuori fanno molto pi? comodi morti che vivi.

Altrimenti si rischia che finiscano al tribunale dell'Aia e magari chiedano di sentire come testimoni Clinton e Chirac come fece Milosevic.

 

P.s. Scusa se mi permetto Claudio ma se possibile cercherei di evitare epiteti tipo "nano" altrimenti si finisce per mandare in vacca i topic di attualit? come l'ultima volta. :thumbsup:

 

 

scusami tu leno !!! hai perfettamente ragione. ho provveduto a modificare il mio messaggio

Edited by mammamia

Share this post


Link to post
Share on other sites

e pensa Osre che io NON lo voto !!! fai te .....

Lo so, lo so :asd:

Io pi? che altro non credo quasi mai ai complotti. L'unico dubbio, anzi l'unica certezza (sul fatto che si tratti di una balla) ? quella sui proiettili a zig zag di Oswald, ma per il resto. Pure Saddam di cose, a detta di molti, da dire ne aveva a migliaia, eppure non ha detto niente di nuovo.

 

Gheddafi ? semplicemente morto in uno scontro a fuoco. Mettiamoci che in quei posti c'? un concetto di giustizia che col garantismo non ha niente a che vedere ed ecco che prevale il desidero di vendetta e la morte.

 

La riflessione che mi sento di fare ? che bene o male questi dittatori fanno tutti la stessa fine prima o poi. Prima a fare i despoti sui letti di caviale, poi nascosti come i topi in fosse sottoterra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora amico mio, se parliamo di questioni serie ti posso dire che personalmente questa morte, peraltro annunciata attesa e scritta da tempo, mi spaventa moltissimo. cos? come mi spaventano moltissimo tutte le rivolte negli altri stati dell'africa del nord. temo infatti che il colonnello e molti di quelli come lui potrebbero anche essere stati alla fin dei conti uno dei mali minori ( si fa per dire naturalmente!) di quella zona. forse in troppi hanno dimenticato troppo in fretta cos'? diventata la ex Jugoslavia dopo Tito.

 

 

Io penso che dalla Jugoslavia all'Afganistan passando per l'Iraq e la Libia si dovrebbe ormai aver capito che intervenire dall'esterno anche con le migliori intenzioni (e non ? che se ne siano viste molte in questi anni) ? sempre molto pericoloso e si rischia spesso di far molto pi? male che bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La riflessione che mi sento di fare ? che bene o male questi dittatori fanno tutti la stessa fine prima o poi. Prima a fare i despoti sui letti di caviale, poi nascosti come i topi in fosse sottoterra.

 

Non tutti, Osre, anzi. Nel mio archivio ho questo articolo (non ricordo la data), dedicato alla sorte di un gran bel p? di dittatori. Ve lo passo per interesse storico-cronachistico.

 

img028px.jpg

 

img029l.jpg

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io penso che dalla Jugoslavia all'Afganistan passando per l'Iraq e la Libia si dovrebbe ormai aver capito che intervenire dall'esterno anche con le migliori intenzioni (e non ? che se ne siano viste molte in questi anni) ? sempre molto pericoloso e si rischia spesso di far molto pi? male che bene.

 

Chi di dovere la sa benissimo, ma non ? rilevante per i loro obiettivi.

 

Spero che almeno l'opinione pubblica ci rifletta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non tutti, Osre, anzi. Nel mio archivio ho questo articolo (non ricordo la data), dedicato alla sorte di un gran bel p? di dittatori. Ve lo passo per interesse storico-cronachistico.

 

 

Ci aggiungerei Idi Amin Dada sanguinario dittatore dell'Uganda sostenuto da molti stati occidentali (Inghilterra in primis) e morto nel 2003 nel suo letto senza aver mai pagato per i suoi crimini.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci aggiungerei Idi Amin Dada sanguinario dittatore dell'Uganda sostenuto da molti stati occidentali (Inghilterra in primis) e morto nel 2003 nel suo letto senza aver mai pagato per i suoi crimini.

 

S?, infatti nelle righe finali dell'articolo viene citato come ancora in vita a godersi la "dorata pensione": sembra che l'articolo sia pi? o meno del 1998.

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo anche che i morti non parlano e di cosette interessanti anche sul nostro capo del governo il buon Ghedaffi probabilmente ne aveva parecchie da dire.

... su Ustica con dei caccia guardacasao francesi a giro per il mediterraneo....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema della Libia sono le lotte tribali, essendo a maggioranza Musulmana non ? dilaniato da lotte interne, tipo quella del libano di fine anni '70, in certi casi come la Somalia abbiamo un esercito che ? debole nei confronti delle milizie formate dalle varie componenti etniche, io penso che come stabilit? possa farcela nel medio periodo ad arrivare ad averla, anche se penso che i partiti Islamici in ceryi casi siano anche peggio dei Satrapi, anche se non sempre; in Turchia per esempio c'? al potere un partito Islamico assai migliore di partiti laici corrotti fino al midollo e fiancheggiatrici delk terrorismo, come ad esempio in Siria o fino a poco tempoi fa Egitto

Share this post


Link to post
Share on other sites

; in Turchia per esempio c'? al potere un partito Islamico assai migliore di partiti laici corrotti fino al midollo e fiancheggiatrici del terrorismo, come ad esempio in Siria o fino a poco tempo fa Egitto

 

Egitto? Beh, guarda che fino a un anno fa Mubarak era definito il campione dell'islam "moderato". Oggi diventa un fiancheggiatore del terrorismo?

 

Inoltre sono abbastanza discutibili queste definizioni ormai entrate nel tessuto cerebrale: coloro che fiancheggiano Israele o attaccano l'Iraq (inventando motivi inesistenti), sono Stati definiti moderati e amanti della pace. Coloro che fiancheggiano i palestinesi e non attaccano nessuno Stato, sono Stati definiti terroristi.

 

E' una contraddizione troppo grande, e quantomeno una semplificazione troppo erratica.

 

Quindi, per mantenere la discussione a un certo livello, eviterei di dare per scontati in partenza certe divisioni in totalmente buoni e totalmente cattivi.

Mi sembra che in questo e in altri topic (uno dedicato al terrorismo) c'? stata ampia possibilit? di approfondire quanto male possa fare un'errata definizione a parole dei fenomeni socio-politico-militari.

 

Tornando In Topic, io sono pessimista su un futuro unitario della Libia, viste le divisioni che sono pronte ad esplodere.

 

Ho la sensazione che ? solo un cambio di regime, non necessariamente migliore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Egitto? Beh, guarda che fino a un anno fa Mubarak era definito il campione dell'islam "moderato". Oggi diventa un fiancheggiatore del terrorismo?

 

Inoltre sono abbastanza discutibili queste definizioni ormai entrate nel tessuto cerebrale: coloro che fiancheggiano Israele o attaccano l'Iraq (inventando motivi inesistenti), sono Stati definiti moderati e amanti della pace. Coloro che fiancheggiano i palestinesi e non attaccano nessuno Stato, sono Stati definiti terroristi.

 

E' una contraddizione troppo grande, e quantomeno una semplificazione troppo erratica....

 

Nel tessuto cerebrale entrano anche troppe definizioni semplicistiche di terrorismo, come se questo non esistesse. Sono tutte fandonie raccontate da certi giornali, il numero elevato di copie vendute secondo me ? un indice di questo fatto, cio? di imprimere nelle menti della gente che il terrorismo non esista che solo sia un'invenzione, ma al di l? di questo Israele non c'entra niente, tradizionalmente la Siria ? sempre stato un regime laico ma corrotto, ma ? stata anche artefice di parecchi trasformismi a fine anni '70. Dell'Egitto stesso di Mubarak non si pu? dire che sia filoIsraele pur essendo un regime laico anch'esso e corrotto, in massima parte non possiamo dire chi fiancheggia nemmeno Israele o no essendo paesi inb massima dittatoriali la cui politica non ? fatta alla luce del sole, quindi non mi metterei mai a dire quello ? buono quello ? cattivo, una definbizione semplicistica non esiste

Edited by tigre

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Libia del post Gheddafi mi fa parecchia paura, anche se Gheddafi era un criminale ed un dittatore, ma questi ribelli (chi c'? dietro?) come e cosa sono?

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'unica cosa certa ? che da qui in poi sar? sempre pi? un escalation di sbarchi di clandestini. Questa crisi mediorientale ? come pioggia sul bagnato: gi? le nostre citt? sono stracolme di gente straniera, zingari, cinesi, africani, asiatici, sud americani ... Se come sembra gli sbarchi porteranno ad aumentare la presenza di nord africani nelle nostre citt?, considerando la situazione attuale, non oso immaginare a quali livelli critici arriveremo: in termini di furti, rapine, stupri, accattonaggio, scuole con classi con l'80% di bambini stranieri ecc.. Milano ? gi? oggi una citt? che fa paura. Poco tempo fa ho subito un tentativo di furto e da allora prendo il tram trattenendo il fiato da quando parto a quando arrivo in stazione, dove passo il tempo appoggiato con la schiena contro il muro.

Quali rimedi si troveranno a queste criticit? che si prospettano, non ne ho idea, anche perch? non serve a niente il "fora di ball" di un noto politico italiano, se poi non si prendono decisioni concrete.

Edited by Phoebe4Ever

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah dubito che la caduta del regime di Gheddafi possa incidere pi? di tanto sull'immigrazione in Italia, la gran parte della responsabilit? su questi fenomeni riguarda l'inefficiente legge sull'immigrazione attualmente in vigore (la legge fascio-troglodita) contribuendo a burocratizzare, rallentare e spendere denaro senza risolvere nulla, da questo punto di vista sarei d'accordo pure io su una legiferazione pi? "ferrea" (ma anche pi? efficiente) in linea con molti altri paesi europei, altrimenti dubito le cose cambieranno molto a prescindere dalla situazione socio-politica dei paesi del nord Africa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

lavoro per tutti non ce n'? e presto lo faranno anche gli italiani tranquillo...e poi ricordati che la criminalit? pi? pericolosa ? gestita da italiani non dagli immigrati!

e comunque ? un ragionamento utilitaristico il nostro, perch? il popolo libico aveva tutta la necessit? di cambiare il potere, poi dell'immigrazione italiana se ne sbattono altamente, come ? logico..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×