Jump to content
RAINIERI

Incidente Kubica in Rally in Liguria

Recommended Posts

dopo aver letto le dichiarazioni del dottor Rossello posso giustificare quei giornalisti che parlavano di amputazione. l'arto come vi avevo detto nel primissimo pom era quasi amputato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.gazzetta.it/Motori/Formula1/06-02-2011/incidente-un-rally-8057234170.shtml

 

 

Ma finora avevo letto solo della mano destra... :unsure:

Non ci farei troppo caso... ho appena letto un articolo su Repubblica.it in cui si dice che in canada Kubica si era fratturato una gamba, per dire...

Share this post


Link to post
Share on other sites

tranquillo ... hanno scritto una caxxata

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si parla di un anno di riabilitazione almeno. Spero tanto che torni al 100%, non merita di uscire dal circus. Ma va detto che un anno senza Formula 1 non ? poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.gazzetta.it/Motori/Formula1/06-02-2011/incidente-un-rally-8057234170.shtml

 

 

Ma finora avevo letto solo della mano destra... :unsure:

t?..

Share this post


Link to post
Share on other sites

la situazione sembra ormai abbastanza tranquilla. buona notte a tutti !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pensa che oggi Robert ha centrato un rail andandoci contro a marcia indietro proprio dove era "tagliato" ed ? per questo che la macchina si ? aperta. 2 metri prima o dopo non sarebbe capitato assolutamente nulla. vero che occorrono due stili ma direi pi? due approcci diversi ma chi sa andare forte per davvero ( e sono pochissimi)non ha troppi problemi credimi.

perdonami,ma come ha fatto l'auto a danneggiarsi in quel modo se ha colpito il rail con il posteriore?

dalle foto si vede che che l'avantreno ? ripiegato in dentro,il rail ? stato preso frontalmente!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si parla di un anno di riabilitazione almeno. Spero tanto che torni al 100%, non merita di uscire dal circus. Ma va detto che un anno senza Formula 1 non ? poco.

Boh quello mi pare il problema minore...sar? pessimista, ma io credo che difficilmente torner? a correre. Non dimentichiamoci anche della gamba. Di quella non sappiamo assolutamente niente: magari rester? pi? corta dell'altra, oppure sar? molto indebolita...e non si contano i piloti di F1 che hanno dovuto abbandonare la carriera per incidenti che hanno coinvolto le gambe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

perdonami,ma come ha fatto l'auto a danneggiarsi in quel modo se ha colpito il rail con il posteriore?

dalle foto si vede che che l'avantreno ? ripiegato in dentro,il rail ? stato preso frontalmente!

Credo proprio di si...e questo spiega perch? l'hanno dovuto estrarre dal posteriore: l'anteriore era totalmente accartocciato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi dispiace davvero per Kubica e son contento che non sia in pericolo di vita... spero che l intervento sia andato nel migliore dei modi possibile ma in ogni caso penso che sicuramente per il 2011 non lo rivedremo in F1.. speriamo che possa riprendersi per il 2012 ma sicuramente ora ? molto pi? importante la sua salute

Share this post


Link to post
Share on other sites

io conosco l'esempio di Archie Brown

Cio

Share this post


Link to post
Share on other sites

anche heidfield ha una gamba più corta ma corre, e anche schumacher che con una frattura multipla è tornato a correre. Si deve comunque vedere l'entità, ma per ora non mi pare che le condizioni della gamba hanno destato molte preoccupazioni. Cosa diversa è per la mano, se non avrà presa e mobilità nelle dita sarà molto difficile tornare a correre in f1, con tutti i manettini e cavolate varie da attivare sul volante, sempre che non trovi delle diverse soluzioni tecniche per sopperire ad alcuni deficit motori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Archie Brown

 

William Archibald Scott Brown noto come Archie nasce il 13 maggio 1927 a Paisley Renfrewshire. Durante la sua gravidanza sua madre ha avuto la rosolia e Archie ? nato con una invalidit? grave alle gambe e al braccio destro e grazie a delle operazioni e alla sua determinazione ? riuscito ad avere una vita normale.

La passione negli sport motoristici gli nacque fin da bambino, quando suo padre gli costru? una piccola macchina per aiutare la sua mobilit?. La sua prima competizione fu nel 1951 con una MG acquistata con un lascito e dopo la sua carriera si lega a quella di Brian Lister cominciando a vincere gare. Nel 1954 con la MG-Lister al Oulton Park Empire Trophy dove Archie vince la classe, ma dopo viene squalificato e la sua licennza di corsa viene tolta per due mesi dopo la protesta di un altro concorrente. Lister ha poi scelto per il potere Bristol per il 1955 e divenne un punto di riferimento della classe due litri e oltre.

Nel 1956 entra a competere nella sua prima gara di Formula 1 con la Connaught B ritirandosi al Gran Premio di Gran Bretagna. Nel Gran Premio d'Italia raggiunge la pole provvisoria, ma dopo per ragioni mediche gli viene negato di correre e dopo rifiuta l'offerta di BRM su consiglio di Mike Hawthorn. Guidando la 300bhp Lister-Jaguar Archie vince 12 delle 14 gare previste.

Nella stagione 1958 Brown voleva partecipare a Le Mans, ma durante la partecipazione di una gara di vetture sportive a Spa ha avuto un incidente che ha fatto esplodere la vettura e ha lasciato il corpo pieno di gravi ustioni, che lo hanno portato alla morte il giorno dopo in ospedale.

 

nonostante il problema che aveva fino alla nascita ? riuscito a correre ... peccato che sia negli anni 50 questo esempio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ovviamente il mio augurio ? che un pilota talentuoso come lui torni e in piena forma ed ? questo che spero profondamente. Ma a mio parere la vedo una cosa molto complicata...ma ? appunto un mio sentore, nulla di pi?.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah e poi a tutto ci? c'? da aggiungere il fattore psicologico. Qualche anno fa io ho investito una persona (fortunatamente non si ? fatta niente) e per un po' ho avuto paura a ripassare in auto nello stesso luogo dell'incidente...posso solo immaginare cosa gli possa passare per la testa dopo aver visto la morte in faccia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ? certo il primo incidente cheha, e in passato ha reagito molto bene, perch? mai ora dovrebbe subire dei traumi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ultimo bollettino ascoltato dalla voce dell'inviato sky:

ore 21.50 circa

recuperata la mano e l'intervento fa ben sperare per la piena funzionalit?.

si chiarisce che non si trattava di emorragia interna ma che l'emorragia era comunque estesa e ha pensare che Robert fosse in pericolo di vita, questo prima che la situazione fosse stabilizzata come da bollettino del manager detto a sky alle 17 circa e postato qui.

allora era cominciata l'operazione di ricostruzione conclusa bene anche per la parte nervosa. ora il decorso lento e si attende la notte per vedere la reazione del fisico.

il manager ? fiducioso e anche i medici.

 

grazie Claudio dei pronti aggiornamenti!!!

buon riposo a tutti e Robert in particolare, speriamo che tutto vada bene. come dice il suo manager, "? di tempra forte" :)

forza KUBO!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ? certo il primo incidente cheha, e in passato ha reagito molto bene, perch? mai ora dovrebbe subire dei traumi.

Infatti ho detto che ? una mia sensazione. La speranza ? che sia tutto come dici tu.

Share this post


Link to post
Share on other sites

perdona Lotus ma per una volta su mille non sarei d'accordo con te. Nei rally conta TROPPO la fatalit?, direi pi? che nelle gare in pista. Poi anche i rally hanno avuto le loro morti eccellenti ... Toivonen ( uno dei se non il migliore di tutti) e Bettega i primi due che mi vengono in mente. Pensa che oggi Robert ha centrato un rail andandoci contro a marcia indietro proprio dove era "tagliato" ed ? per questo che la macchina si ? aperta. 2 metri prima o dopo non sarebbe capitato assolutamente nulla. vero che occorrono due stili ma direi pi? due approcci diversi ma chi sa andare forte per davvero ( e sono pochissimi)non ha troppi problemi credimi.

Mi devo assolutamente fidare della tua maggiore esperienza e sapienza. :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×