Jump to content
Sign in to follow this  
sundance76

RALLY: le regine della strada

Recommended Posts

Un bell'articolo di Quattroruote dell'agosto 1986, con disegni in spaccato e commenti con bellissimi aneddoti non solo tecnici ma anche sportivi del grande Sandro Munari (il più grande rallista italiano di sempre insieme a Biasion) e Cesare Fiorio sui modelli che hanno fatto la storia dei rallyes dalla fine degli anni '50, vale a dire l'epoca pioneristica, sino alla metà degli '80, cioè la stagione conclusiva dei sofisticati e pericolosi modelli del Gruppo B.

 

Si respira un'aria che sembra davvero appartenere a un altro sport (rispetto al miserrimo Wrc di oggi).

 

Leggeteli! Non impigritevi. Non ve ne pentirete.

 

- Citroen DS

- Mini Cooper

- Porsche 911

- Lancia Fulvia Coupè

- Alpine 1600 S

- Lancia Stratos

- Audi Quattro

- Peugeot 205 Turbo 16

 

img692.th.jpgimg693.th.jpg

 

img694.th.jpgimg695.th.jpg

 

img696s.th.jpgimg697.th.jpg

 

img698.th.jpgimg699.th.jpg

 

img700f.th.jpgimg701.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

un contributo personale ... di queste ho corso con tre ... 911, A110, Stratos

la pi? facile la A110 che si guidava da sola, era facile da portare al proprio (di chi la guidava) limite ma mancava decisamente di cavalleria. solo le ultimissime con il Mignotette 1.8 avevano cavalli. la pi? divertente comunque

la pi? difficile e di gran lunga ! era la Stratos, praticamente impossibile da far andare forte per gente normale e molto difficile comunque anche per i piloti veri. se riuscivi a mettere dentro il muso il pi? era fatto ma specialmente sul veloce c'era da remare parecchio per riuscirci e finiva che alzavi troppo il piede e non andavi avanti

la 911 era facile per me che ho corso tanto con quella macchina (avevo gi? cominciato con i vecchi 356)e aveva una trazione mostruosa. macchina molto molto sincera il problema era che sul veloce tendeva ad alzare un po' troppo il muso. a differenza di quanti possono credere era una gran macchina sulla neve !

claudio

Share this post


Link to post
Share on other sites

un contributo personale ... di queste ho corso con tre ... 911, A110, Stratos

la pi? facile la A110 che si guidava da sola, era facile da portare al proprio (di chi la guidava) limite ma mancava decisamente di cavalleria. solo le ultimissime con il Mignotette 1.8 avevano cavalli. la pi? divertente comunque

la pi? difficile e di gran lunga ! era la Stratos, praticamente impossibile da far andare forte per gente normale e molto difficile comunque anche per i piloti veri. se riuscivi a mettere dentro il muso il pi? era fatto ma specialmente sul veloce c'era da remare parecchio per riuscirci e finiva che alzavi troppo il piede e non andavi avanti

la 911 era facile per me che ho corso tanto con quella macchina (avevo gi? cominciato con i vecchi 356)e aveva una trazione mostruosa. macchina molto molto sincera il problema era che sul veloce tendeva ad alzare un po' troppo il muso. a differenza di quanti possono credere era una gran macchina sulla neve !

claudio

 

E la 037? Mi diceva un pilota che ha corso tanto soprattutto con la stratos ma anche con la 037 che quest'ultima era una 'bestia' tremenda. Mentre la stratos riusciva a farla andare un po' in ogni condizione, la 037 era una macchina molto pi? evoluta tecnologicamente, difficile da assettare e molto sensibile alle regolazioni: se sbagliavi assetto, o lo facevi troppo sbilanciato per un certo tipo di condizione, diventava assolutamente ingestibile. Tu che esperienze hai?

Share this post


Link to post
Share on other sites

guarda ... per me la 037 è stata la macchina in assoluto più facile che abbia mai guidato. ti perdonava tantissimo e sugli assetti mi pare che ci fosse ben poco da inventare ma aveva bisogno di essere sempre abbastanza duro. era molto importante invece la pressione delle gomme, se la sbagliavi non andavi avanti. io penso proprio il contrario del tuo amico, la stratos io l'ho trovata molto molto difficile e infatti quelli che ci sono andati forte per davvero tipo Munari o Darniche li conti su una mano mentre sulla zero andavano forte quasi tutti. una vettura molto sincera e oltretutto una gran bestia sulla neve !

(guardati cosa fa ancora oggi la zero guidata da uno che ha 60 anni e che non corre più da oltre 10 sulla neve nella sezione io in pista al topic uno che fa lo scemo sul ghiaccio)

ciao !

Edited by mammamia

Share this post


Link to post
Share on other sites

quelli che ci sono andati forte per davvero tipo Munari o Darniche

 

Anche papà Filippi, fatte le dovute proporzioni.

Edited by gio66

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissimo post!!

 

Per caso hai anche qualche articolo pi? recente che copre dagli anni 80 fino ad oggi?

Magari anche sulla F1

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

la 911 era facile per me che ho corso tanto con quella macchina (avevo gi? cominciato con i vecchi 356)e aveva una trazione mostruosa. macchina molto molto sincera il problema era che sul veloce tendeva ad alzare un po' troppo il muso. a differenza di quanti possono credere era una gran macchina sulla neve !

claudio

 

Questa settimana su AS c'? uno stupendo servizio-intervista su Vic Elford, che con la 911 ci vinse il Rally di Montecarlo '68, e ha detto che se imparavi a guidare la 911 sulla neve poi eri in grado di fare qualunque cosa. Infatti poi lui ? diventato uno dei pi? polivalenti di sempre: campione europeo rally, vincitore delle classiche del Mondiale Sport come Sebring, Daytona, Nurburgring, Targa Florio, e persino poi 4? all'esordio con la F1 nel GP di Francia 1968..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×