Jump to content
mammamia

film documentario Ayrton Senna

Recommended Posts

Se mi dici che ci furono altre affermazioni un po' pi? "cattivelle" di Senna e pi? pacate di Prost ? gi? tutto diverso. Che in pista Senna non fosse un santo lo so e di questo sono ben contento, i santerellini non mi piacciono. :asd:

Per? non ho mai visto nulla di moralmente scorretto in ci? che ha fatto lui, in Prost s?. Comunque non vorrei continuare la diatriba infinta su questa cosa. Io, alla fine, il pilota che preferivo tra tutti era Mansell, quindi magari neanche ci rientro in questo argomento. Forse chi ha vissuto appieno il periodo con relative dichiarazioni pu? sapere meglio di me cosa ? successo davvero e cosa ? stato nascosto.

 

... diciamo cos?: a mia memoria, non ho MAI sentito Ayrton rilasciare una intervista in cui tentasse di tirare al suo mulino cose che potessero aiutarlo ma solo quando veniva coinvolto in situazioni controverse. Come dire che Ayrton non faceva polemiche a ciel sereno con gli avversari. Si lamentava ma non andava mai cercando scuse tipo "quello li ha un motore meno spompato del mio" ..... o via dicendo. Invece Prost, ma anche Piquet, erano maestri a iniziare polemiche senza che ci fossero scontri o incomprensioni in pista. Di contro Ayrton ebbe screzi solo perch? coinvolto in eventi che lui riteneva scorretti in pista e decisioni ancor pi? ingiuste (vedi ad esempio Suzuka 1989 e via discorrendo). Prost era come una goccia nel marmo, intervista dopo intervista, metteva il tarlo della polemica, anche senza che ce ne fosse motivo. Ayrton da questo punto di vista, invece, ? sempre stato solare. Ricordo Piquet che diceva di Ayrton gay. Affermazione che non era collocabile in un contesto particolare, ma che aveva solo come scopo quello di deconcentrare Ayrton che era nella fase di grande ascesa in F1. Cos? Prost: le polemiche con Honda, il suo sentirsi "scaricato" dalla Honda a favore di Ayrton. Forse avevano una ragion d'essere ? No. Erano solo il frutto di cocenti sconfitte in pista. Ayrton non l'ho mai sentito dire che ha perso perch? all'altro hanno messo un motore migliore. Si lamentava del Cosworth che non era quello ufficiale della Benetton, ma come dargli torto ? Era un dato di fatto.

Edited by luke36

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente l'avrei amato come amo Hamilton ora. C'? poco da fare. Se si "decide" di tifare per certa gente devi rassegnarti a vederli vincere poco ma emozionarti tantissimo... [tanto per dire, l'ultima uscita di Mansell su Hamilton era decisamente evitabile, ma si sa che ad una certa et?... :asd:]

 

 

Mansell in realt? stravede per Hamilton e che non vuole che qualcuno usurpi il suo titolo di pilota pi? pazzo degli ultimi 30 anni.

E' solo questo il motivo per cui esorta Lewis a mettere la testa a posto.:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

... diciamo cos?: a mia memoria, non ho MAI sentito Ayrton rilasciare una intervista in cui tentasse di tirare al suo mulino cose che potessero aiutarlo ma solo quando veniva coinvolto in situazioni controverse. Come dire che Ayrton non faceva polemiche a ciel sereno con gli avversari. Si lamentava ma non andava mai cercando scuse tipo "quello li ha un motore meno spompato del mio" ..... o via dicendo. Invece Prost, ma anche Piquet, erano maestri a iniziare polemiche senza che ci fossero scontri o incomprensioni in pista. Di contro Ayrton ebbe screzi solo perch? coinvolto in eventi che lui riteneva scorretti in pista e decisioni ancor pi? ingiuste (vedi ad esempio Suzuka 1989 e via discorrendo). Prost era come una goccia nel marmo, intervista dopo intervista, metteva il tarlo della polemica, anche senza che ce ne fosse motivo. Ayrton da questo punto di vista, invece, ? sempre stato solare...

 

 

Piquet molto pi? di Prost secondo me.

Comunque anche Senna nel 92 e sopratutto nel 93 non disdegnava questa tecnica non propriamente sportivissima.

Quando il francese era in Williams le punzecchiature a freddo del brasiliano si sprecarono.

E' anche vero che chi semina vento.... :zizi:

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Qui Senna nn mi sembra affatto solare come luke dice, come se dover avere la Williams fosse un atto dovuto....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi riferivo proprio a episodi come questo. :zizi:

Diede una grossa mano a far licenziare Mansell con le sue dichiarazioni, del resto non mi sembra che il brasiliano nell'88 quando il Leone correva con la spompata Williams Judd abbia proposto di affidare anche a lui una Mclaren Honda.

Edited by Leno

Share this post


Link to post
Share on other sites

esatto altra cultura...in Italia o Ferrari o niente, anche nel modellismo big scale vendere un modello non Ferrari ? dura...

 

 

Beh, in Italia ci sei anche tu, che sei "O Senna o Niente": mi sbaglio? ... :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi riferivo proprio a episodi come questo. :zizi:

Diede una grossa mano a far licenziare Mansell con le sue dichiarazioni, del resto non mi sembra che il brasiliano nell'88 quando il Leone correva con la spompata Williams Judd abbia proposto di affidare anche a lui una Mclaren Honda.

Per forza che non voleva cambiare perch? la McLaren del 88 vinceva. invece la Willams del 88 non andava.

Mentre nel 92 fu il contrario la Mecca non andava e la Willams vinceva.

Ayrton voleva sempre una macchina che poteva puntare al titolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh, in Italia ci sei anche tu, che sei "O Senna o Niente": mi sbaglio? ... :asd:

Anch'io Sun :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi aggiungo che mi ha commosso come non mai vedere Ron Dennis in diverse occasioni. E' stato veramente bellissimo, soprattutto al funerale. Non so se sia un gran bastardo oppure no, ma come persona mi ? sempre stato particolarmente simpatico.

 

Con Ayrton non si sono lasciati affatto bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma infatti anche Ayrton era riconosciuto come uno molto bravo nel "maneggiare" i media per usarli a suo favore. Mi ricordo le sue infuocate dichiarazioni nel 1992 contro Prost che aveva ottenuto il contratto con Williams per il '93.

Cose del tipo "E' da codardi correre con una macchina tanto superiore e impedire di farla guidare anche a me".

"Per quella Williams correrei anche gratis"... e via dicendo.

Va ricordato che Senna aveva rifiutato di firmare per Williams negli anni precedenti.

 

Tutte cose lecite, sia da parte di uno che dell'altro. Niente di male.

Edited by sundance76

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per forza che non voleva cambiare perch? la McLaren del 88 vinceva. invece la Willams del 88 non andava.

Mentre nel 92 fu il contrario la Mecca non andava e la Willams vinceva.

Ayrton voleva sempre una macchina che poteva puntare al titolo.

 

 

Infatti ma non mi sembra sinceramente il massimo della sportivit?, anche perch? non penso fosse l'unico a volere sempre una macchina per puntare al titolo.

Da questo punto di vista Schumacher era molto pi? umile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con Ayrton non si sono lasciati affatto bene.

:zizi:

Infatti Gio se nn sbaglio Ayrton nel 93 l'ultimo anno con Dennis gareggiava a cache 1 milione di dollari a gara.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Mi dispiace, lo ricordo in tantissime interviste. Era da tempo un'istituzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Qui Senna nn mi sembra affatto solare come luke dice, come se dover avere la Williams fosse un atto dovuto....

 

 

 

.... si ricordo. Ma ancora a "azione --> reazione". Ovviamente si riferisce al fatto che PRost, in anno sabatico, abbia gi? scelto la Williams 1993 e si lamenta del fatto che possa accadere che un tricampione del mondo, peraltro a piedi, possa dettare le sue condizioni (e secondo me Ayrton gi? sapeva che Prost aveva messo il "niet" al suo arrivo in Williams nel 1993). Inoltre mi sembra che nella sua analisi, sia Mansell che Prost siano assolutamente concordi con il suo pensiero ed esempio.

 

La cosa bella di questo video ? che si tratta di una conferenza stampa post gara ma di tutto si parla tranne che della gara, se non nelle prime domande. Poi prende il sopravvento l'agonismo e il dualismo tra Prost e Senna. Come dire che all'epoca non si avevano proprio peli sulla lingua. Insomma una vera conferenza stampa :)

 

Non credo che per Ayrton fosse un atto dovuto avere la Williams 1993. Credo che fosse, per lui, vergognoso che un pilota, in quel momento in "poltrona", potesse dettere le condizioni senza lottare in pista e meritarsi di guidare la Williams. Infatti porta come esempio il fatto che il 1991 e 1992 siano stati dei campionati bellissimi, non condizionati da decisioni discutibili. Ma ci tiene a sottolineare come il 1993 sia di fatto un ritorno al passato (1989 e 1990) con la "politica" (vedi motori Renault che volevano un pilota francese in Williams) che la fa da padrona.

 

 

Se vogliamo qui Ayrton appare anche un p? ingenuo. Come se ci si dovesse scandalizzare del fatto che la Renault abbia imposto a Williams Prost e che Prost abbia imposto a Williams il "NIET" sull'arrivo (possibilissimo) di Ayrton in Williams gi? dal 1993. Per? per lui questo lo faceva andare "ai pazzi" :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fu noto che nel 1986 Senna viet? alla Lotus l'ingaggio di Warwick. Lo disse esplicitamente. Prefer? il pi? "tranquillo" Dumfries.

 

"La presenza di Warwick nel team creerebbe solo problemi. La Lotus deve seguire solo una vettura al 100% e lui non si adatterebbe a fare da seconda guida. La mia permanenza in squadra ? legata a questo. Prima voglio vedere chi sar? il mio compagno, poi decider?". (Gennaio 1986).

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fu noto che nel 1986 Senna viet? alla Lotus l'ingaggio di Warwick. Lo disse esplicitamente. Prefer? il pi? "tranquillo" Dumfries.

 

"La presenza di Warwick nel team creerebbe solo problemi. La Lotus deve seguire solo una vettura al 100% e lui non si adatterebbe a fare da seconda guida. La mia permanenza in squadra ? legata a questo. Prima voglio vedere chi sar? il mio compagno, poi decider?". (Gennaio 1986).

 

 

 

.... si si si si :)

 

Ricordo anche che Lotus fece carte false per avere Ayrton. Mi sembr? all'epoca anche giusto che Ayrton facesse la prima donna. Penso che sia poco corretto dire che "impose" Dumfries a Warwirk. Diciamo che fu la Lotus a imporre Ayrton come primo pilota nelle annate 1985 e 1986, come peraltro si vede nel filmato. Quindi Ayrton non fece altro che interpretare il ruolo per cui aveva firmato il contratto.

 

http://www.youtube.com/watch?v=clrr_Hlfri8

Edited by luke36

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se voi foste Prost, cio? uno che nell'86-87 sugger? a Ron Dennis di prendere Senna e di non avere nessun veto per nessuno.

 

Se nei due anni di convivenza tra voi e Senna scoppiano litigi man mano sempre pi? pesanti (Estoril '88, Imola '89, Suzuka '89), e poi decidete di andarvene.

 

Se qualche anno dopo la Williams vi vuole, voi che fate?

 

Aprireste le porte a Senna con cui avete litigato pi? volte rendendo l'ambiente di lavoro irrespirabile e impossibile? Non credo.

 

Credo che fareste presente che con entrambi in squadra succederebbero casini.

 

Insomma, io comprendo Senna, ma comprendo anche Prost....

 

Dire poi che Prost ? un codardo mi sembra esagerato. Prost ha vinto i suoi quattro mondiali avendo sempre come compagno un Campione del Mondo (85 con Lauda, 86 con Rosberg, 89 con Senna, 93 con Hill, e aggiungiamo il '90 con Mansell in Ferrari).

 

Insomma, tutto si pu? dire, ma non che Prost scappava dal confronto diretto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che i campionissimi sono fatti tutti pi? o meno della stessa pasta, stronzaggine agonistitca compresa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se voi foste Prost, cio? uno che nell'86-87 sugger? a Ron Dennis di prendere Senna e di non avere nessun veto per nessuno.

 

Se nei due anni di convivenza tra voi e Senna scoppiano litigi man mano sempre pi? pesanti (Estoril '88, Imola '89, Suzuka '89), e poi decidete di andarvene.

 

Se qualche anno dopo la Williams vi vuole, voi che fate?

 

Aprireste le porte a Senna con cui avete litigato pi? volte rendendo l'ambiente di lavoro irrespirabile e impossibile? Non credo.

 

Credo che fareste presente che con entrambi in squadra succederebbero casini.

 

Insomma, io comprendo Senna, ma comprendo anche Prost....

 

Dire poi che Prost ? un codardo mi sembra esagerato. Prost ha vinto i suoi quattro mondiali avendo sempre come compagno un Campione del Mondo (85 con Lauda, 86 con Rosberg, 89 con Senna, 93 con Hill, e aggiungiamo il '90 con Mansell in Ferrari).

 

Insomma, tutto si pu? dire, ma non che Prost scappava dal confronto diretto...

 

 

.... si ma infatti. ad Ayrton giravano le palle da morire. Voleva lui la Williams Renault. Probabilmente a ruoli invertiti, Ayrton non avrebbe posto il niet a Prost, proprio perch? Ayrton voleva battere Prost sempre e soltanto in pista e quindi la cosa lo avrebbe stimolato a dare ancora di pi?.

 

Invece emerse una famosa telefonata fatta da Williams a Prost e nel film Senna negli inserti speciali, se ne parla anche e cio? che Williams pavent? l'ipotesi che Ayrton potesse arrivare in Williams nel 1993. Prost si inalber? sostenendo che o lui o Senna. Insomma rifiut? il confronto :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×