Jump to content
Jack Tanner

NASCAR Sprint Cup Series 2011

Recommended Posts

c'era michael waltrip su italia 1 :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

davvero? perch? Michael Waltrip su Italia1?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ha recitato nel telefilm "my name is earl"

 

my-name-earl146.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

La NASCAR ? diventata popolare grazie a gare divertenti

Si sa che la spinta decisiva l'ha avuta dalla spaccatura CART-IRL.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su questo non sono proprio d'accordissimo. Parzialmente ? vero, nel senso che la spaccatura della CART ha portato il pubblico a non capire bene cosa guardare, cio? se seguire la CART con la sua tecnologia e i piloti migliori o seguire la IRL e la sua Indy 500. Questo ha contribuito a dirottare molto pubblico sulla NASCAR, ma se le gare stock-car fossero state noiose, nessuno le avrebbe guardato. La NASCAR ha avuto una grandissima decade negli anni '90, prima e dopo la spaccatura CART.

 

Il problema odierno ? che la NASCAR ormai ha un po' stufato al pubblico generalista e i vertici stanno facendo un sacco di cavolate per mantenere un pubblico destinato a vedere altri sport e rischiando di perdere il nocciolo duro degli appassionati. Succede lo stesso in Italia: negli anni in cui la Ferrari cercava il titolo dopo 20 anni, l'Italia intera era appesa alle sorti della rossa. Ogni vittoria di Schumacher compariva in prima pagina della Gazzetta, in tutti i TG...mi ricordo il giorno della squalifica della Malesia: il programma di domenica di Costanzo inizio quasi come in una giornata di lusso. Vinto il titolo e dominate le stagioni successive, le vittorie Ferrari non se le filava quasi pi? nessuno. Difficilmente aprono un TG nazionale.

 

Stesso discorso con Rossi e la motoGP: e qui il paragone ? ancora migliore. Il giorno che Rossi non correr? pi?, vedrete che il pubblico delle moto cadr? vertiginosamente...e soprattutto, le idiotiche modifiche regolamentari, il far diventare le altre due categorie una sorta di fastidio per la motoGP, il paddock separato, la moto2 monomarca, la moto3 con moto da cross, finiranno per allonatanare chi da 50 anni segue il motomondiale.

 

Tanto per fare un esempio: nel 1992, cinque piloti si giocarono il campionato all'ultima gara ad Atlanta, e la classifica era cos? corta che Kulwicki per vincere cerc? di fare il maggior numero di giri in testa, per non regalare i 5 punti di bonus a Elliott, mentre il favorito Allison si schiantava e perdeva tutto. Dimenticavo una cosa: non c'era il Chase e contavano tutte quante le 29/30 gare del calendario.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nonostante segua le gare americane da diversi anni non ho mai realmente capito una cosa: prima della scissione dell'IndyCar, quale serie era più popolare, l'IndyCar o la Nascar? Per dire erano più famosi al grande pubblico Dale Earnhardt e Darrell Waltrip o Michael Andretti e Al Unser Jr.? O per citare due giovani (allora :asd: ) Robby o Jeff Gordon? E oggi, anche se ovviamente va da stato a stato, da zona a zona, se vado in giro per esempio a New York e chiedo ai passanti, su dieci quanti mi sanno dire chi è Jimmie Johnson? E quanti avrebbero saputo chi era Sam Hornish, ai tempi della vittoria a Indy?

Edited by penske fan

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pi? che le individualit?, secondo me tirava di pi? l'aspetto tecnico. La CART era molto attraente da questo punto di vista quindi la bilancia pendeva da quella parte. In pi? la 500 miglia era ancora luogo di novit? tecniche che generavano interesse. E ora ci si ritrova con una marea di frignoni che rimpiangono quelle macchine e guardano solo al passato invece che al futuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'aspetto tecnico interessa soprattutto lo zoccolo duro, gli appassionati nel vero senso del termine. Ma la popolarit?, ? triste ma ? cos?, viene soprattutto dalla capacit? di saper attirare chi ? marginalmente interessato all'automobilismo e vuole vedere solo gare divertenti. Chi era realmente appassionato negli anni '90 penso che continui a seguire l'IndyCar, seppur con rimpianto per quello che fu. E non nego che, pur non disdegnando le gare di oggi, anch'io rimpiango macchine, piloti e gare degli anni '90 e aspetto con trepidazione il 2012. Tornando al pubblico, a Indy certamente non si arriva al mezzo milione grazie agli appassionati, ma grazie a chi va allo Speedway come ad una grande festa, il cui culmine ? la gara, della quale questo pubblico non sa poi molto. Anche in Nascar ci sono i grandissimi appassionati che sanno tutto sui motori ecc, ma il successo di ascolti come diceva chatruc ? dovuto al pubblico generalista, ed ? quello che stanno perdendo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

TEST A DAYTONA

 

I tempi della prima sessione (vetture singole)

 

1 - Clint Bowyer (Chevy) - Childress - 184.219 mph (296.471 kmh)

2 - Jeff Gordon (Chevy) - Hendrick - 183.880

3 - Mark Martin (Chevy) - Hendrick - 183.378

4 - Jamie McMurray (Chevy) - Ganassi - 183.128

5 - Juan Pablo Montoya (Chevy) - Ganassi - 182.997

6 - Brad Keselowski (Dodge ) - Penske - 182.912

7 - Carl Edwards (Ford) - Roush - 182.693

8 - Joey Logano (Toyota) - Gibbs - 182.634

9 - Jeff Burton (Chevy) - Childress - 182.604

10 - Paul Menard (Chevy) - Childress - 182.578

11 - Dale Earnhardt Jr. (Chevy) - Hendrick - 182.445

12 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs - 182.404

13 - Kyle Busch (Toyota) - Gibbs - 182.275

14 - Kurt Busch (Dodge) - Penske - 182.234

15 - Greg Biffle (Ford) - Roush - 182.223

16 - Ryan Newman (Chevy) - Penske - 182.153

17 - Bill Elliott (Chevy) - Phoenix - 182.153

18 - Kevin Harvick (Chevy) - Childress - 182.149

19 - Trevor Bayne (Ford) - Wood - 181.877

20 - David Ragan (Ford) - Roush - 181.715

21 - Tony Stewart (Chevy) - Stewart-Haas - 181.550

22 - Regan Smith (Chevy) - Furniture Row - 181.349

23 - Brian Vickers (Toyota) - Red Bull - 181.203

24 - Todd Bodine (Toyota) - Germain - 181.130

25 - Marcos Ambrose (Ford) - Petty - 180.926

26 - Jimmie Johnson (Chevy) - Hendrick - 180.905

27 - David Reutimann (Toyota) - Waltrip - 180.861

28 - Kasey Kahne (Toyota) - Red Bull - 180.792

29 - AJ Allmendinger (Ford) - Petty - 180.560

30 - Matt Kenseth (Ford) - Roush - 180.542

31 - Casey Mears (Toyota) - Germain - 180.242

32 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Waltrip - 180.104

33 - Steve Wallace (Toyota) - Wallace - 178.508

 

I tempi della prima sessione (drafting)

 

1 - David Reutimann (Toyota) - Waltrip - 195.780 mph (315.077 kmh)

2 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Waltrip - 195.776

3 - Brian Vickers (Toyota) - Red Bull - 194.334

4 - Kasey Kahne (Toyota) - Red Bull - 194.334

5 - Tony Stewart (Chevy) - Stewart-Haas - 186.858

6 - Jeff Gordon (Chevy) - Hendrick - 184.638

7 - Clint Bowyer (Chevy) - Childress - 183.963

8 - Jamie McMurray (Chevy) - Ganassi - 183.910

9 - Kyle Busch (Toyota) - Gibbs - 183.557

10 - Carl Edwards (Ford) - Roush - 183.512

11 - Juan Pablo Montoya (Chevy) - Ganassi - 183.475

12 - Joey Logano (Toyota) - Gibbs - 183.348

13 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs - 183.180

14 - Mark Martin (Chevy) - Hendrick - 183.150

15 - Dale Earnhardt Jr. (Chevy) - Hendrick - 183.012

16 - Brad Keselowski (Dodge) - Penske - 182.689

17 - Regan Smith (Chevy) - Furniture Row - 182.674

18 - Kevin Harvick (Chevy) - Childress - 182.563

19 - Marcos Ambros (Ford) - Petty - 182.537

20 - Kurt Busch (Dodge) - Penske - 182.534

21 - Jeff Burton (Chevy) - Childress - 182.408

22 - Paul Menard (Chevy) - Childress - 182.363

23 - Greg Biffle (Ford) - Roush - 182.297

24 - Ryan Newman (Chevy) - Stewart-Haas - 182.149

25 - Trevor Bayne (Ford) - Wood - 182.098

26 - Todd Bodine (Toyota) - Germain - 181.748

27 - David Ragan (Ford) - Roush - 181.488

28 - Bill Elliott (Chevy) - Phoenix - 181.378

29 - AJ Allmendinger (Ford) - Petty - 181.134

30 - Jimmie Johnson (Chevy) - Hendrick - 181.065

31 - Dave Blaney (Chevy) - Baldwin - 180.945

32 - Matt Kenseth (Ford) - Roush - 180.897

33 - Casey Mears (Toyota) - Germain - 180.455

34 - Steve Wallace (Toyota) - Wallace - 179.870

Share this post


Link to post
Share on other sites

I tempi del 2? giorno

 

1 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs - 45.716

2 - Tony Stewart (Chevy) - Stewart-Haas - 45.719

3 - Joey Logano (Toyota) - Gibbs - 45.757

4 - Brad Keselowski (Dodge) - Penske - 45.873

5 - Jeff Burton (Chevy) - Childress - 45.954

6 - Brian Vickers (Toyota) - Red Bull - 45.955

7 - Dale Earnhardt Jr. (Chevy) - Hendrick - 46.037

8 - Jimmie Johnson (Chevy) - Hendrick - 46.037

9 - Kyle Busch (Toyota) - Gibbs - 46.054

10 - Kasey Kahne (Toyota) - Red Bull - 46.170

11 - Steve Wallace (Toyota) - Wallace - 46.468

12 - Clint Bowyer (Chevy) - Childress - 48.583

13 - Jamie McMurray (Chevy) - Ganassi - 48.946

14 - Juan Pablo Montoya (Chevy) - Ganassi - 48.953

15 - Jeff Gordon (Chevy) - Hendrick - 49.125

16 - Mark Martin (Chevy) - Hendrick - 49.230

17 - Ryan Newman (Chevy) - Penske - 49.377

18 - Paul Menard (Chevy) - Childress - 49.392

19 - Greg Biffle (Ford) - Roush - 49.409

20 - Carl Edwards (Ford) - Roush - 49.520

21 - Trevor Bayne (Ford) - Wood - 49.573

22 - Marcos Ambrose (Ford) - Petty - 49.575

23 - Kurt Busch (Dodge) - Penske - 49.590

24 - Kevin Harvick (Chevy) - Childress - 49.597

25 - AJ Allmendinger (Ford) - Petty - 49.661

26 - Bill Elliott (Chevy) - Phoenix - 49.698

27 - David Reutimann (Toyota) - Waltrip - 49.743

28 - David Ragan (Ford) - Roush - 49.768

29 - Landon Cassill (Toyota) - Carter - 49.790

30 - Matt Kenseth (Ford) - Roush - 49.854

31 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Waltrip - 49.894

32 - Regan Smith (Chevy) - Furniture Row - 49.900

33 - Dave Blaney (Chevy) - Baldwin - 49.925

34 - Casey Mears (Toyota) - Germain - 50.241

Share this post


Link to post
Share on other sites

22 gennaio 2010, 5? turno

 

1 - Brad Keselowski (Dodge) - Penske - 198.605 mph (319.881 kmh)

2 - Kurt Busch (Dodge) - Penske - 198.579

3 - Kyle Busch (Toyota) - Gibbs - 197.737

4 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs - 197.737

5 - Joey Logano (Toyota) - Gibbs - 197.728

6 - Brian Vickers (Toyota) - Red Bull - 197.659

7 - Kasey Kahne (Toyota) - Red Bull - 197.659

8 - AJ Allmendinger (Ford) - Petty - 197.589

9 - Jeff Gordon (Chevy) - Hendrick - 197.585

10 - Carl Edwards (Ford) - Roush - 197.403

11 - Steve Wallace (Toyota) - Wallace - 194.641

12 - Greg Biffle (Ford) - Roush - 185.082

13 - Kevin Harvick (Chevy) - Childress - 184.460

14 - Bill Elliott (Chevy) - Phoenix - 184.090

15 - Mark Martin (Chevy) - Hendrick - 183.948

16 - Josh Wise (Chevy) - Hendrick - 183.887

17 - Juan Pablo Montoya (Chevy) - Ganassi - 183.640

18 - Trevor Bayne (Ford) - Wood - 183.599

19 - Jamie McMurray (Chevy) - Ganassi - 183.591

20 - Paul Menard (Chevy) - Childress - 183.531

21 - Landon Cassill (Toyota) - Germain - 183.214

22 - Marcos Ambro3s (Ford) - Petty - 183.169

23 - David Ragan (Ford) - Roush - 183.087

24 - Casey Mears (Toyota) - Germain - 182.871

25 - Dave Blaney (Chevy) - Baldwin - 182.660

26 - Matt Kenseth (Ford) - Roush - 182.264

27 - Michael McDowell (Toyota) - Whitney - 178.891

 

22 gennaio 2010, 6? turno

 

1 - Joey Logano (Toyota) - Gibbs - 197.516 mph (317.871 kmh)

2 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs - 197.511

3 - Tony Stewart (Chevy) - Stewart-Haas - 197.446

4 - Ryan Newman (Chevy) - Stewart-Haas - 197.442

5 - AJ Allmendinger (Ford) - Petty - 196.386

6 - Steve Wallace (Toyota) - Wallace - 195.274

7 - Jamie McMurray (Chevy) - Ganassi - 184.850

8 - Juan Pablo Montoya (Chevy) - Ganassi - 184.828

9 - Jeff Gordon (Chevy) - Hendrick - 184.419

10 - Mark Martin (Chevy) - Hendrick - 184.139

11 - Paul Menard (Chevy) - Childress - 183.602

12 - Greg Biffle (Ford) - Roush - 183.471

13 - Brad Keselowski (Dodge) - Penske - 183.068

14 - Kurt Busch (Dodge) - Penske - 182.942

15 - Kevin Harvick (Chevy) - Childress - 182.778

16 - Bill Elliott (Chevy) - Phoenix - 182.678

17 - Trevor Bayne (Ford) - Wood - 182.552

18 - Marcos Ambrose (Ford) - Petty - 182.526

19 - Kyle Busch (Toyota) - Gibbs - 182.504

20 - Josh Wise (Chevy) - Hendrick - 182.400

21 - Carl Edwards (Ford) - Roush - 182.253

22 - Brian Vickers (Toyota) - Red Bull - 182.201

23 - David Ragan (Ford) - Roush - 182.050

24 - Dave Blaney (Chevy) - Baldwin - 181.914

25 - Matt Kenseth (Ford) - Roush - 181.881

26 - Kasey Kahne (Toyota) - Red Bull - 181.796

27 - Landon Cassill/Todd Bodine (Toyota) - Germain - 181.763

28 - Casey Mears (Toyota) - Germain - 180.719

29 - Michael McDowell (Toyota) - Whitney - 176.616

Share this post


Link to post
Share on other sites

E non nego che, pur non disdegnando le gare di oggi, anch'io rimpiango macchine, piloti e gare degli anni '90

Per carit?, pure io........ma quello che vedo in giro per internet rasenta l'autofustigazione di massa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A ma per quello basta farsi un giro nella sezione f1 di questo stesso forum, e c'? da capirli :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

continuo a vedere questo nuovo sistema assurdo! speriamo di non vedere piloti accontentarsi di arrivare tra i primi 10, anche se credo che succedera'!!! perche' rischiare? per guadagnare un punto in piu'???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brian France ha detto "Anche molti dei nostri tifosi pi? fedeli non comprendevano appieno il sistema di punteggio che abbiamo usato fino ad oggi", allora io sono un genio perch? non lo trovasvo affatto complicato :asd:

 

Queste modifiche del punteggio spingono i piloti a non tenere in considerzione la top-5 e la top-10 come prima vista la poca differenza di punti dalle altre posizioni e questo mi spaventa...Zodiac non abbattiamoci...vediamo, magari finiremo per approvarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che Brian France rasenti la stupidit?: se il sistema di punteggio ? quello da quasi 40 anni, allora i vecchi fan sono stupidi che non lo capiscono ancora!!!

 

Il vecchio sistema era cos?: primi dodici a scalare di cinque, poi quattro e infine tre. Ci? significa, lottare per la posizione tra i primi 10/12 conta tanto, poi non tanto, alla fine poco. Il sistema attuale comunque ? pi? facile da capire.

 

Altra mossa da genii: le gare dell'ultimo terzo di stagione saranno posticipate di un'ora per non essere in contemporanea con l'inizio delle partite di football...quindi ? ovvio che chi guarda il football, dopo il primo terzo di partita cambier? canale per guardare la NASCAR!!! ma dai, se uno guarda il football, gli piace quello e basta. In Italia, quando ci sono gran premi i prima serata, pensate che quelli che vanno al bar a guardarsi la partita rimangono a casa per il GP?

 

Torniarmo al tema prescissione IndyCar/CART: fino agli anni '80, dico ottanta, la CART era molto pi? popolare perch? molto apprezzata a livello nazionale e piloti e sponsor guadagnavano molto di pi? rispetto alla NASCAR. Le stock car invece erano le pi? popolari solo nel sudest degli Stati Uniti. In fin dei conti, oltre a Fittipaldi, i vari Andretti e Unser, in CART c'erano Ford, Chevrolet, Buick, ALFA Romeo, Porsche...diciamo era una categoria nazionale dal profumo leggermente internazionale (c'erano Moreno, Giacomelli, i due Fabi). Tutte le gare andavano in diretta sin dai primi anni '80 e spesso su canali nazionali.

 

La NASCAR correva con Ford, Chevrolet, Pontiac, Oldsmobile, Buick...era esclusivamente una categoria nazionale. La prima stagione completa in TV fu quella del 1987, spesso non in diretta. Pensate che la prima Pepsi 400 di Daytona in diretta fu quella del 1990...e quasi sempre su ESPN (a pagamento).

 

Con il film Giorni di Tuono del 1990, la NASCAR aument? la sua considerazione, ma la CART cominciava a contare con Mansell, Villeeuve, Piquet, Mercedes...gare in Australia, Canada, si pensava gi? a Giappone, Brasile...

 

Pur se la NASCAR era pi? importante, fino al 1995, la CART era pi? popolare. Con la scissione CART/IRL, la prima resta senza la Indy 500, la seconda con team e piloti di secondo ordine. Inoltre la CART viene invasa da sponsor e piloti stranieri, con il solo Vasser a resistere tra i protagonisti. Quindi il pubblico dal 1997 pi? o meno predilige la NASCAR. La CART poi si ? affossata da sola con la scelta di quotarsi in borsa e altre menate (20 gare l'anno, spesso senza appeal), la IRL invece fece un bel lavoro con costi contenuti e tante macchine ma poi si rovinarono da soli facendo aumentare i costi con l'arrivo di grandi costruttori. Quando Oldsmobile, Nissan e poi Chevrolet fornivano tutti, le cose andavano benissimo dal punto di vista dei soldi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie della spiegazione, che aumenta ulteriormente l'ira nei confronti di Tony George :asd: . Poi, anche se siamo un po' OT, diciamoci la verità, l'IRL nei primi anni, pur con l'equilibrio dei costi ecc., era una categoria inguardabile. Ho visto da poco la partenza della Indy500 del 1997...uno spettacolo indecoroso, medie poco superiori alle 200 mph, rombo dei motori (derivati di serie) orrendo rispetto a quello cui si era abituati, macchine proprio brutte. Col tempo le cose sono migliorate, c'erano buoni piloti (Lazier, Ray) e qualche campione (Stewart, Brack e poi Hornish), ma il confronto con la CART è sempre stato stridente e alla fine ci hanno pensato le Indy500 2000 e 2001 a mettere bene in chiaro le cose. Tornando al discorso della popolarità, visto che si fa spesso il confronto col football, Johnson o Earnhardt Jr. possono rivaleggiare con un Payton Manning o siamo proprio su mondi diversi?

Edited by penske fan

Share this post


Link to post
Share on other sites

non conosco abbastanza le personalit? di spicco degli altri sport per rispondere alla tua domanda.

Quello che non mi piace ? che la gente si fissa troppo con alcuni piloti per poi dopo non seguire pi? la serie se questi ultimi vanno male. (speravo che gli americani non facessero come noi europei, ma vedo che purtroppo ? lo stesso)

Questo per me non ? seguire uno sport, ma ammazzare il tempo non sapendo cosa fare! <_<

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×