Jump to content
Sign in to follow this  
Hunaudieres

Circuiti: chi è dentro, chi è fuori

Recommended Posts

Non dirlo che poi ti prendono sul serio :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

22 corse di cui 13 in meno di 5 mesi e poi nove in quattro mesi. Sette doppiette. Troppe gare secondo me ma è vero che il mercato offre quello. Rinunciare a 35/45 milioni per ogni gara nuova sarebbe folle.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aumento dei costi per i team sicuramente. 

Ci vorranno doppie squadre di meccanici.

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, chatruc ha scritto:

22 corse di cui 13 in meno di 5 mesi e poi nove in quattro mesi. Sette doppiette. Troppe gare secondo me ma è vero che il mercato offre quello. Rinunciare a 35/45 milioni per ogni gara nuova sarebbe folle.

Se espandere il calendario desse tanti profitti, con Ecclestone saremmo arrivati a 30 gare. Si vede che l'equazione più gare=più profitti non è proprio banalissima come la fai tu. Detto ciò, sono favorevolissimo ad un allargamento ulteriore a nuovi paesi e nuovi circuiti. C'è posto per tutti :baraldi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tanto certi GP come Zandvoort o quello del Vietnam saranno di passaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

È la cosa meno importante, ma dopo l'incidente di oggi credo che possiamo dire addio a Eau Rouge-Raidillon per come la conosciamo adesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Di certo partirà la nuova stagione della caccia alle streghe, e nessuno oserà toccare l'unico colpevole della tragedia di oggi, ovvero le vie di fuga asfaltate.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Entrambe le vetture di Correa e Hubert si trovano fuori dalla "pista" nel momento dell'impatto fatale. Lo statunitense anche lui non aveva più controllo dell'auto. lo avrebbe centrato ugualmente. Andrebbe ampliata a destra sicuramente, per evitare un rimbalzo troppo forte.

Share this post


Link to post
Share on other sites

lì è asfalto perché c'è la corsia di uscita dalla pit lane delle categorie minori, c'entra poco la via di fuga in ghia/asfalto

 

semmai è tutto lo spazio sulla destra che è limitato

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non bisogna confondere cause con effetti.

 

Una vettura inerme in mezzo alla pista in un tratto veloce è una situazione rara.

 

Se poi proprio in questa situazione rara passa una vettura che non evita l'impatto, la situazione risulta eccezionale.

 

Oggi è successo questo e può capitare in qualsiasi pista. Ad esempio una vettura in pieno rettilineo rompe una sospensione, scarta a lato sbatte e rimbalza proprio mentre un altro pilota non se lo aspetta.

 

La via di fuga in asfalta c'entra in questo caso specifico, perchè Hubert è stato centrato da Correa in via di fuga  ma con l'asfalto è come se fosse pista. Ma con la ghiaia cosa sarebbe successo? Probabilmente Correa non sarebbe andato sulla via di fuga ma avrebbe forse centrato Alesi in pista. E se fosse finito sulla ghiaia a tale velocità, avrebbe tirato dritto come Bianchi a Suzuka volandoci sopra.

 

Nel 1996 ci fu in prova un miracolo a Magny Cours. Coulthard esce dopo il curvone, salta sulla ghiaia, sbatte e rientra in pista: Villeneuve lo manca di circa 10 cm passando sull'erba . Ancora oggi Coulhard deve ringraziare Villeneuve. Non riesco a trovare video o foto.

 

La mia conclusione è che il tratto è pericoloso ma accettabile. Casomai si potrebbe ampiare la via di fuga riempiendo dietro di terra.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Via di fuga più ampia e proporzionata con la velocità. La Signes oggi non sarà affascinante come un tempo, ma con 1 km di via di fuga prima delle barriere là non si fa più male nessuno.

 

Mi dispiace ma penso che a SPA debbano valutare una cosa del genere in quel punto (se possibile)

Share this post


Link to post
Share on other sites

si però poi siam sempre lì....è giusto modificare curve storiche....non so io sono combattuto

Share this post


Link to post
Share on other sites

ragazzi l'incidente non è avvenuto in via di fuga ma nel tratto di pista che separa la corsia di accelerazione della seconda pit lane dalla pista stessa 

Share this post


Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

ragazzi l'incidente non è avvenuto in via di fuga ma nel tratto di pista che separa la corsia di accelerazione della seconda pit lane dalla pista stessa 

No, è una parte di asfalto al di là del cordolo, quindi non è pista.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' oltre la riga bianca, per la F1 è fuori pista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

certo ma non è una via di fuga

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Ruberekus ha scritto:

certo ma non è una via di fuga

cosa? se quella non è via di fuga stai praticamente dicendo che in uscita dal Radillion non c'è la via di fuga, è un tratto al di là della linea bianca è ovvio che sia via di fuga sennò cosa è?

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Alex_Ferrari ha scritto:

cosa? se quella non è via di fuga stai praticamente dicendo che in uscita dal Radillion non c'è la via di fuga, è un tratto al di là della linea bianca è ovvio che sia via di fuga sennò cosa è?

La corsia d'accelerazione della vecchia pit-lane, che è ancora utilizzata per alcune gare ed è stata spostata dopo l'Eau Rouge da qualche anno. In effetti questo particolare aggiunge fatalità a fatalità. 

Edited by S. Bellof

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma no, non è una via di fuga e non è manco pensabile che lo sia, come si fa a considerare via di fuga un tratto di asfalto che corre tra due corsie percorse dalle auto ? o si cambia la natura del circuito, abolendo l'altra pit lane, oppure quel tratto non sarà mai una via di fuga

 

semmai il problema è nello spazio che c'è tutto a destra, dove ha sbattuto Hubert, che è troppo limitato 

1 minuto fa, S. Bellof ha scritto:

La corsia d'accelerazione della vecchia pit-lane, che è ancora utilizzata per alcune gare ed è stata spostata dopo l'Eau Rouge da qualche anno. In effetti questo particolare aggiunge fatalità a fatalità. 

esatto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, S. Bellof ha scritto:

La corsia d'accelerazione della vecchia pit-lane, che è ancora utilizzata per alcune gare ed è stata spostata dopo l'Eau Rouge da qualche anno. In effetti questo particolare aggiunge fatalità a fatalità. 

Per me è da considerarsi comunque una via di fuga, ad esempio se uno rompe il motore e parcheggia la macchina lì per me si può dire che si è fermato nella via di fuga. Ma forse queste sono solo sottigliezze lessicali che adesso hanno poca importanza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×