Jump to content
Sign in to follow this  
Hunaudieres

Circuiti: chi è dentro, chi è fuori

Recommended Posts

Sul vecchio Hockenheimring avrebbero dovuto usare il DRS al contrario, cioè chiudendo l'ala solo nel Motodrom quando stai a meno di un secondo da chi ti precede. :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

interessante punto di vista di Vettel (con cui sono d'accordo): tornare a correre negli autodromi e non nelle città (megalopoli)
https://f1grandprix.motorionline.com/f1-vettel-vota-per-le-piste-tradizionali-non-ce-bisogno-di-andare-a-correre-nelle-citta/

22 hours ago, chatruc said:

 

Ragionando su tante piste, oggi sembra impossibile che una volta si corresse su una pista senza pensare alla cartellonistica. Con Silverstone nel 1991 e Hockenheim nel 2002 si fece proprio quello, modificare la pista per avere più cartellonistica. Fino agli anni '80 si correva dove capitava, negli anni '90 dove capitava ma pieno di chicane e curve lente, dal 1999 su piste appositamente disegnate in funzione della TV.

questa è la storia.
come hanno già detto il principale leitmotiv erano gli introiti derivanti dagli sponsor dei cartelloni, a caro prezzo di sacrificare lo spettacolo.
e anche per le stringenti norme sull'ambiente del Lander Baden-Wuttemberg non hanno potuto salvare il vecchio layout: hanno dovuto rimuovere asfalto, bitume e i substrati e ripiantare nuovi alberi (ogni tanto fanno l'inquadratura dall'elicottero/drone in cui si vede la differenza fra la foresta circostante e l'area "verde" del vecchio layout)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, AlexAtlantis ha scritto:

interessante punto di vista di Vettel (con cui sono d'accordo): tornare a correre negli autodromi e non nelle città (megalopoli)
https://f1grandprix.motorionline.com/f1-vettel-vota-per-le-piste-tradizionali-non-ce-bisogno-di-andare-a-correre-nelle-citta/

questa è la storia.
come hanno già detto il principale leitmotiv erano gli introiti derivanti dagli sponsor dei cartelloni, a caro prezzo di sacrificare lo spettacolo.
e anche per le stringenti norme sull'ambiente del Lander Baden-Wuttemberg non hanno potuto salvare il vecchio layout: hanno dovuto rimuovere asfalto, bitume e i substrati e ripiantare nuovi alberi (ogni tanto fanno l'inquadratura dall'elicottero/drone in cui si vede la differenza fra la foresta circostante e l'area "verde" del vecchio layout)

 

Anche perchè per fare la parte nuova hanno devastato mezza foresta. In questo caso ero d'accordo con i verdi. Io non avrei concesso di toccare nulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, S. Bellof ha scritto:

 

Senza considerare la pericolosità del vecchio circuito, totalmente inadatto a garantire nemmeno i troppo permissivi standard di sicurezza attuali. E poi il circuito attuale è molto più completo e senza tutti quei fastidiosi alberi che nascondevano gli accattivanti cartelloni pubblicitari.

 

:asd:

 

quanto adoravo quella pista...

per certi versi pure superiore a Spa.. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi viene da vomitare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si diceva lo stesso di Yeongam :sweat:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma il rettilineo infinito modello Baku è interessante perché unico. Ora cominciano a replicarlo in serie senza capire che, così facendo, elimineranno quella specificità e lo renderanno insignificante.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, S. Bellof ha scritto:

Ma il rettilineo infinito modello Baku è interessante perché unico. Ora cominciano a replicarlo in serie senza capire che, così facendo, elimineranno quella specificità e lo renderanno insignificante.

 

però a baku c'è solo quello di rettilineo serio, mentre qui ce ne sono già due quindi il risultato è diverso

Share this post


Link to post
Share on other sites

quello del vietnam è particolare i due mega rettilinei e la rotonda, potevano impegnarsi di più nella caratterizzazione della parte guidata però

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nei cittadini è diverso.

Ti devi attenere a quello che c'è, e da lì creare il miglior circuito possibile.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Negli uffici di Liberty Media insistono con introdurre un ovale corto in F1. Si tratterebbe di andare a correre a Bristol, nel Tennessee, in un tracciato di 858 metri con curve alte 35°. La pista non sarebbe pericolosa pur senza vie di fuga perchè le velocità non sarebbero altissime, circa quasi costanti sui 300 all'ora. L'unica cosa da fare sarebbe introdurre la partenza lanciata perchè se qualcuno si ferma verrebbe subito raggiunto dai primi. Altro dubbio riguarda la durata della gara. Con il regolamento attuale (almeno 305 km), l'evento si terrebbe su soli 356 giri che si disputerebbero in circa un'ora esatta. Quindi si vorrebbe fare come in NASCAR, una gara di 500 giri (429 km) che si disputerebbe in circa un'ora e venticinque minuti.

 

Ecco sotto le prime simulazioni.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se uno va a muro succede un casino.

 

Si passa da un eccesso all'altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Giovy_1006 ha scritto:

Se uno va a muro succede un casino.

 

Si passa da un eccesso all'altro.

 

Se uno va a muro esce la pace car. Forse pensano di introdurre delle carene alle ruote per solo questa gara.

Share this post


Link to post
Share on other sites

molto bello

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, chatruc ha scritto:

Negli uffici di Liberty Media insistono con introdurre un ovale corto in F1. Si tratterebbe di andare a correre a Bristol, nel Tennessee, in un tracciato di 858 metri con curve alte 35°. La pista non sarebbe pericolosa pur senza vie di fuga perchè le velocità non sarebbero altissime, circa quasi costanti sui 300 all'ora. L'unica cosa da fare sarebbe introdurre la partenza lanciata perchè se qualcuno si ferma verrebbe subito raggiunto dai primi. Altro dubbio riguarda la durata della gara. Con il regolamento attuale (almeno 305 km), l'evento si terrebbe su soli 356 giri che si disputerebbero in circa un'ora esatta. Quindi si vorrebbe fare come in NASCAR, una gara di 500 giri (429 km) che si disputerebbe in circa un'ora e venticinque minuti.

 

Ecco sotto le prime simulazioni.

 

 

Non hai tutti i torti: manca solo un bell'ovale a questa F1 marrone.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, S. Bellof ha scritto:

Non hai tutti i torti: manca solo un bell'ovale a questa F1 marrone.

 

Se non fosse per il dominio Mercedes, sarebbe una F1 perfetta. Solo i circuiti difettano ma LM sta cercando di avvicinarsi alla IndyCar come tipologia di circuiti. Quindi la prima fase è quella di aggiungere un ovale corto, successivamente si penserà all'unificazione con la 500 miglia di Indianapolis. I costruttori premono perchè Mercedes, BMW e Audi (insieme a Porsche) vorrebbero fare un singolo investimento  (F1) per avere il doppio risultato (Indy 500). Soltanto a quel punto sarà da chiudere il cerchio con altre quattro tipologie di pista: ovale corto sterrato, gara su strada aperta, corsa a tappe e salita. La F1 deve diventare la campana di platino del motorsport mondiale.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, chatruc ha scritto:

 

Se non fosse per il dominio Mercedes, sarebbe una F1 perfetta. Solo i circuiti difettano ma LM sta cercando di avvicinarsi alla IndyCar come tipologia di circuiti. Quindi la prima fase è quella di aggiungere un ovale corto, successivamente si penserà all'unificazione con la 500 miglia di Indianapolis. I costruttori premono perchè Mercedes, BMW e Audi (insieme a Porsche) vorrebbero fare un singolo investimento  (F1) per avere il doppio risultato (Indy 500).

 

Magari entrassero BMW e Audi, così mancherebbe la Pozzi Ginori e saremmo al completo. Però la tua idea di un campionato totale, che riassuma F1, Indy, Rally e Pikes Peak, mi piace.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 26/7/2019 Alle 18:55, S. Bellof ha scritto:

 

Magari entrassero BMW e Audi, così mancherebbe la Pozzi Ginori e saremmo al completo. Però la tua idea di un campionato totale, che riassuma F1, Indy, Rally e Pikes Peak, mi piace.

Magara, almeno avremmo 3 Sebastian su cui bestemmiare ogni domenica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

×