Jump to content
Sign in to follow this  
Osrevinu

2010.12 | Gran Premio d'Ungheria - Budapest [Presentazione]

Recommended Posts

12ungheria.jpg
Formula 1 ENI Magyar Nagydij 2010 - Budapest
832° Gran Premio
Round 12/19
30-31 Luglio - 1 Agosto 2010


immaginelj.png
infow.gifINFO
Lunghezza del circuito: 4,381 km
Giri da percorrere: 70
Distanza totale: 306,630 km
Numero di curve: 14 - 8 destra, 6 sinistra
Mescole Bridgestone: supersoffici/medie

icocrono.jpgRECORD
Giro prova: 1:18.436 - R Barrichello - Ferrari - 2004
Giro gara: 1:19.071 - M Schumacher - Ferrari - 2004
Distanza: 1h35:26.131 - M Schumacher - Ferrari - 2004
Vittorie pilota: 4 - M Schumacher
Vittorie team: 9 - McLaren
Pole pilota: 7 - M Schumacher
Pole team: 7 - McLaren, Ferrari
Km in testa pilota: 1.215 - M Schumacher
Km in testa team: 2.467 - McLaren
Migliori giri pilota: 4 - M Schumacher
Migliori giri team: 9 - Williams
Podi pilota: 7 - M Schumacher, A Senna
Podi team: 20 - McLaren
70606768.gifOrari del Gran Premio d'Ungheria

Venerdì 30 Luglio
10:00-11:30 - Prove Libere 1
14:00-15:30 - Prove Libere 2

Sabato 31 Luglio
11:00-12:00 - Prove Libere 3
14:00-15:00 - Qualifiche - Diretta Rai Due

Domenica 1 Agosto
14:00 - Gara - Diretta Rai Uno



Neanche il tempo di riprendersi dal Gran Premio di Germania che la Formula 1 arriva a Budapest per il Gran Premio d'Ungheria, sulla pista dell'Hungaroring che sorge nella periferia est della capitale magiara.

Si arriva a Budapest sull'onda delle polemiche. La gara in terra teutonica è stata dominata delle Ferrari che si sono imposte con una doppietta: primo Alonso, secondo Massa. Ma al centro dell'attenzione non è finita l'ottima prestazione fornita dal Cavallino ma il palese ordine di scuderia che ha costretto Massa, ad una decina di giri scarsi dal termine della gara, a cedere il primo posto ad Alonso.

Neanche a dirlo, si è scatenato un pandemonio, Christian Horner, team manager della Red Bull, ha parlato di gara manipolata (forse dimenticando di aver chiesto, appena poche gare fa, a Webber di farsi da parte per lasciare passare Vettel), e la stampa brasiliana ha sparato a zero sulla Ferrari per aver trattato Massa da zerbino.

A difesa della Ferrari si è invece schierato l'ex ferrarista, ora pilota Mercedes, Michael Schumacher che ha detto di "capire al 100% le motivazioni della casa italiana" e che i team di Formula 1 sono nel circus "per vincere il mondiale". Molto dignitosa inoltre, la reazione della McLaren che per bocca di Martin Whitmarsh ha fatto sapere che non intendere rilasciare dichiarazioni pubbliche sulle tattiche degli altri team.

La vincenda si è, per ora, chiusa con i commissari di Hockenheim che hanno multato la Ferrari di 100.000 dollari e hanno rimesso l'intera questione al Consiglio Mondiale che si terrà a Parigi alla fine di Agosto. In tutta onestà ci pare che si stia discutendo eccessivamente della questione. I team order in Formula 1 sono sempre esistiti e continueranno ad esistere e continueranno ad essere attuati in modo più o meno palese.

Oltre alle polemiche sull'ordine di scuderia della Ferrari gli strali dei team rivali sono abbattuti sulla Red Bull e sulla stessa Ferrari per presunte irregolarità alle ali anteriori delle due squadre. In particolare sarebbe stato provato, attraverso evidenze fotografiche, che le ali sarebberro eccessivamente flessibili. La McLaren ha già fatto sapere di essere al lavoro per copiare la soluzione adottata da Ferrari e Red Bull.

Per quanto riguarda il Gran Premio d'Ungheria, siamo alla venticinquesima edizione valida per il Campionato del Mondo di Formula 1, tutte disputate all'Hungaroring che è rimasto pressoché uguale a sè stesso per circa vent'anni, fino al 2003 quando una serie di lavori di ammodernamento allungarono il tracciato di circa settecento metri.

La pista di Budapest è un vero toboga, Hakkinen una volta disse: "E' come guidare a Monte Carlo, ma senza il mare, le case e i marciapiedi". La sede stradale è molto stretta e la pista è quasi sempre coperta da un velo di polvere che rende l'aderenza molto aleatoria, basta uscire di poco dalla linea "pulita" e si è fregati! Bisogna fare i conti anche con le temperature che sono sempre abbastanza alte e che rendono i settanta giri da percorrere un vero calvario.

Non mancano tuttavia i colpi di scena: proprio la strettezza del circuito e la sua imprevedibilità in termini di aderenza può favorire dei ritiri improvvisi o errori che possono pregiudicare un intero weekend.

Un po' di storia.

Ancora oggi spesso si crede che il primo Gran Premio d’Ungheria sia stato disputato nel 1986, un’edizione decisa dal famoso e fantastico sorpasso di Piquet su Senna all’esterno della prima curva, con la Williams in sbandata e controsterzo quasi come fosse un kart.

In realtà quella fu la seconda volta che le macchine da Gran Premio mettevano le ruote a Budapest; per la prima bisogna tornare indietro di cinquant’anni esatti, al 1936, anno in cui gli organizzatori ungheresi, dopo diversi rinvii negli anni precedenti, riescono a mettere in piedi un Gran Premio che si disputa su un circuito ricavato dalle strade di un parco nel centro cittadino della capitale magiara. A vincere è Tazio Nuvolari sull’Alfa della Scuderia gestita da Enzo Ferrari, che batte il dominatore di quella stagione, l’asso tedesco Bernd Rosemeyer sulla sua Auto Union.

L’eco di quella vittoria si farà sentire anche cinquant’anni dopo, quando, dopo la mediocre prova delle Ferrari nell’edizione del 1986, il Drake disse per telefono al fido Franco Gozzi: “In Ungheria io ho già vinto nel ’36 con Nuvolari. Con i giornalisti devi parlare di quella edizione, non di questa!”.

L'edizione del 1986 passa alla storia anche per essere stato il primo Gran Premio ad essere disputato al di là della cortina di ferro. Il brasiliano Piquet su Williams-Honda bissa il successo nel 1987, sempre davanti al suo connazionale Ayrton Senna su Lotus, che a sua volta trionferà l’anno successivo in un duello serrato col compagno di team Alain Prost, entrambi a bordo della imbattibile McLaren Honda.

Memorabile l’edizione del 1989: la Ferrari di Mansell parte addirittura dodicesima, sembra una condanna in una pista dove i sorpassi sono quasi impossibili, ma il "leone" inglese riesce a sorpassare uno dopo l’altro tutti gli avversari, fino a raggiungere e superare dapprima la McLaren di Prost e poi quella di Senna, che resiste fino a quando, nel doppiaggio di Johansson, ha un’esitazione di cui Mansell approfitta immediatamente, andando a vincere una delle sue gare più entusiasmanti della sua carriera.

Ma su una pista come l’Hungaroring, la normalità è costituita dai “tappi” e dai “trenini”, come avviene nel 1990 quando Boutsen su Williams vince dalla pole (mentre infuriano polemiche per le condotte di gara di Senna e Berger, entrambi su McLaren, che “spingono” fuori pista rispettivamente Nannini e Mansell, che lottavano per la vittoria). Anche nel 1991 la pole position si rivela fondamentale, con Senna che vince rintuzzando gli attacchi delle Williams di Mansell e Patrese.
Ayrton si ripeterà anche l’anno successivo, ma la festa è tutta per il secondo arrivato, proprio Nigel Mansell, che in quella gara diventa finalmente campione del mondo con ben cinque gare di anticipo sulla fine del campionato, un record che sarà battuto nel 2002 da Schumacher, che a Magny-Cours, in Francia vincerà il titolo con ben sei gare di anticipo. Schumacher risulta vittorioso all'Hungaroring anche nel 2001 dove insieme alla vittoria si aggiudica anche il mondiale.

Nel 1993 Damon Hill ottiene qui il suo primo successo in F1, che ripeterà due anni dopo sempre al volante della Williams Renault, ma l’inglese è grande protagonista anche nel 1997 quando alla guida di una modesta Arrows Yamaha (dotata però delle performanti gomme Bridgestone) conduce sorprendentemente in testa il Gran Premio fino all’ultimo giro, quando il cambio va in tilt costringendolo al secondo posto e favorendo la seconda vittoria consecutiva del suo ex compagno di squadra Jacques Villeneuve su Williams-Renault.

Nel 1998 Schumacher con la Ferrari riesce a trionfare cambiando in corsa la strategia compiendo ben tre pit stop, in pratica correndo quattro stint di gara sempre a ritmo di qualifica. I due anni successivi vedono la perentoria doppietta di Hakkinen sulla argentea McLaren Mercedes.

Nel 2002 la Ferrari schiacciasassi già campione a luglio con Schumacher, regala una giornata di gloria a Barrichello, mentre il tedesco due anni dopo otterrà la sua quarta vittoria in Ungheria (solo la prima, nel ’94, con la Benetton, le altre su Ferrari) risultando a tutt’oggi il pilota con più affermazioni in questa gara. Il successo del 2004 regala al Cavallino anche il quattordicesimo mondiale costrtuttori nell'anniversario della scomparsa del Drake.

Il 2003 è l’anno della prima vittoria della carriera per Alonso, che diviene fino a quel momento anche il più giovane vincitore di un Gran Premio, mentre la Renault torna al successo in Formula 1 vent’anni dopo la sua ultima affermazione come Costruttore totale. Nell’ultimo quinquennio c’è stata una prevalenza delle McLaren Mercedes, vittoriose nel 2005 con Raikkonen, poi due anni dopo con Hamilton (dopo le furiose polemiche con Alonso nelle qualifiche, che costano una penalità in classifica al team) che si ripete nel 2009, mentre nel 2008 è Kovalainen a trovare la sua grande giornata che lo porta a vincere il suo primo, e per ora unico, Gran Premio approfittando della sfortuna del ferrarista Massa, vittima di una rottura di motore nelle ultime fasi dopo aver dominato la gara sin dall’inizio.

La sequenza delle recenti vittorie delle Frecce d’Argento è interrotta solo dalla rocambolesca edizione 2006, l’unica finora disputata sotto la pioggia: già nelle qualifiche i due protagonisti della lotta iridata, Schumacher e Alonso, incappano in penalizzazioni che si tramutano in pesanti arretramenti in griglia. In gara Alonso va addirittura in testa ma si ritira per una ruota mal fissata, mentre Schumacher butta via un sicuro piazzamento rompendo lo sterzo in un contatto mentre tenta di resistere sull’asciutto con le gomme ormai finite. Ad emergere dalla lotteria è Jenson Button, che coglie la sua prima vittoria in Formula 1 e regala alla Honda l’unico successo da quando è rientrata nel Mondiale come costruttore.

Tornando al presente il circus della Formula 1 si interroga sullo stato di forma della Ferrari, il Cavallino è risorto o si è trattato di un fuoco di paglia? E soprattutto, come reagirà Massa dopo i fatti di Hockenheim? Domande da una difficile risposta, di sicuro il brasiliano avrà voglia di far bene sulla pista che lo scorso anno stava per stroncargli la carriera a seguito dell'impatto contro il suo casco di una molla persa dalla Brawn di Barrichello, e Alonso di certo non ci sta a fare la parte di quello che vince grazie ai favori degli altri.

A tutto ciò vanno aggiunti i dissidi tra i team sulle ali di Ferrari e Red Bull ed ecco che ci sono tutti gli ingredienti per un weekend davvero esplosivo.

Domenico Della Valle - Francesco Ferrandino



alloro.gifAlbo d'oro

01. 1936 T Nuvolari - Alfa Romeo
02. 1986 N Piquet – Williams Honda
03. 1987 N Piquet – Williams Honda
04. 1988 A Senna – McLaren Honda
05. 1989 N Mansell – Ferrari
06. 1990 T Boutsen – Williams Renault
07. 1991 A Senna – McLaren Honda
08. 1992 A Senna – McLaren Honda
09. 1993 D Hill – Williams Renault
10. 1994 M Schumacher – Benetton Ford
11. 1995 D Hill – Williams Renault
12. 1996 J Villeneuve – Williams Renault
13. 1997 J Villeneuve – Williams Renault
14. 1998 M Schumacher – Ferrari
15. 1999 M Hakkinen – McLaren Mercedes
16. 2000 M Hakkinen – McLaren Mercedes
17. 2001 M Schumacher – Ferrari
18. 2002 R Barrichello – Ferrari
19. 2003 F Alonso – Renault
20. 2004 M Schumacher – Ferrari
21. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
22. 2006 J Button – Honda
23. 2007 L Hamilton - McLaren Mercedes
24. 2008 H Kovalainen - McLaren Mercedes
25. 2009 L Hamilton - McLaren Mercedes


F1GrandPrix.it

Share this post


Link to post
Share on other sites

Doveva essere aperto domani, ma siccome ci sono state richieste di apertura anticipata ecco qui!

Share this post


Link to post
Share on other sites

speriamo in una gara normale :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo aver visto la Ferrari migliore della stagione direi che ho un p? di ottimismo. Ogni gara per noi ? fondamentale d'ora in poi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

speriamo in una gara normale :asd:

 

Cioe' una gara dove qualcuno per un qualsiasi motivo lascia strada ad alonso?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Considerando che arriveranno praticamente tutti con le stesse componenti della Germania sono ottimista per la Ferrari... Massa se riuscir? a comportarsi come in Germania(prima dei fattacci :whistle: ) anche qui sar? davvero un campione, perch? penso che un blocco mentale nel percorrere quei tratti in cui vi fu l'incidente dello scorso anno ? quasi inevitabile...

Share this post


Link to post
Share on other sites

McLaren Mercedes #1 - Jenson Button - 5 motori

McLaren Mercedes #2 - Lewis Hamilton - 5

Mercedes Benz #3 - Michael Schumacher - 5

Mercedes Benz #4 - Nico Rosberg - 5

RBR Renault #5 - Sebastian Vettel - 6

RBR Renault #6 - Mark Webber - 5

Ferrari #7 - Felipe Massa - 6

Ferrari #8 - Fernando Alonso - 6

Williams Cosworth #9 - Rubens Barrichello - 5

Williams Cosworth #10 - Nico Hulkenberg - 5

Renault #11 - Robert Kubica - 5

Renault #12 - Vitaly Petrov - 4

Force India Mercedes #14 - Adrian Sutil - 5

Force India Mercedes #15 - Vitantonio Liuzzi - 5

STR Ferrari #16 - Sébastien Buemi - 5

STR Ferrari #17 - Jaime Alguersuari - 5

Lotus Cosworth #18 - Jarno Trulli - 5

Lotus Cosworth #19 - Heikki Kovalainen - 5

HRT Cosworth #20 - Sakon Yamamoto - 5

HRT Cosworth #21 - Bruno Senna - 5

BMW Sauber Ferrari #22 - Pedro De La Rosa - 7

BMW Sauber Ferrari #23 - Kamui Kobayashi - 5

Virgin Cosworth #24 - Timo Glock - 5

Virgin Cosworth #25 - Lucas Di Grassi - 5

Edited by gio66

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cioe' una gara dove qualcuno per un qualsiasi motivo lascia strada ad alonso?

certo che no.

Edited by frank312f1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunatamente mi perder? pure questa gara. :up:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fortunatamente mi perderò pure questa gara. :up:

 

Se non ti piace puoi non guardarne nemmeno una, mi fa sorridere che per alcuni la formula 1 e morta già un centinaio di volte e il dopogara sono sempre qui a scannarsi :asd:

Edited by 248f1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ogni tanto bisogna pure vedere cose ridicole.. :zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ogni tanto bisogna pure vedere cose ridicole.. :zizi:

 

bella firma :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io la vedr? ma non credo che mi divertir? molto. Come sempre in questi casi attender? qualche intervento dall'esterno per aumentare lo spettacolo :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah..io la guardo perchè mi piace da morire, l'attesa...poi la partenza e la gara...

 

Non riesco a concepire di guardare una cosa considerandola una m***a, sembra più un luogo comune alle volte..

Edited by 248f1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah..io la guardo perchè mi piace da morire, l'attesa...poi la partenza e la gara...

 

Non riesco a concepire di guardare una cosa considerandola una m***a, sembra più un luogo comune alle volte..

Il mondiale è composto da 19 gare, alcune più belle, alcune più brutte. In questo caso non la guarderò per spettacolo ma solo per la passione che ho e per vedere chi la spunterà. Se dovesse piovere o si creasse qualche situazione particolare non potrei che essere felice. Tu mi vuoi dire che la guarderai per vedere i sorpassi?

Edited by Apocalisse

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mondiale ? composto da 19 gare, alcune pi? belle, alcune pi? brutte. In questo caso non la guarder? per spettacolo ma solo per la passione che ho e per vedere chi la spunter?. Se dovesse piovere o si creasse qualche situazione non potrei che essere felice. Tu mi vuoi dire che la guarderai per vedere i sorpassi?

 

Io durante la gara sono sempre in tensione sopratutto alla partenza.. certo alcune gare sono migliori e altre peggiori, mai generale sento molto le sorti della gara delle Rosse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'edizione del 1986 passa alla storia anche per essere stato il primo Gran Premio ad essere disputato al di l? della cortina di ferro.

 

Credo che sia stato il capolavoro diplomatico di Ecclestone. Dopo i tentativi falliti di organizzare un GP sulla Piazza Rossa, ? riuscito comunque a portare lo sport capitalista per antonomasia in un paese comunista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io durante la gara sono sempre in tensione sopratutto alla partenza.. certo alcune gare sono migliori e altre peggiori, mai generale sento molto le sorti della gara delle Rosse.

Ma infatti la tua posizione ? diversa dalla mia, fino allo scorso anno era cos? anche per me, quest'anno che non tifo nessuno con molta enfasi la tensione ? calata e quindi mi baso molto di pi? sullo spettacolo. In ogni caso anche negli scorsi anni quando si arrivava a Budapest mi basavo soltanto sulla tensione data dal risultato e dalla partenza, purtroppo questa pista a livello di spettacolo ha sempre lasciato a desiderare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah..io la guardo perch? mi piace da morire, l'attesa...poi la partenza e la gara...

 

Non riesco a concepire di guardare una cosa considerandola una m***a, sembra pi? un luogo comune alle volte..

Idem. Mi sono guardato tutte le gare, pure le pi? pallose di questi quattordici anni, non me ne sono perso neanche una, anzi una sola Monaco 2000, e continuer? a guardarle.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Meglio questo che quella boiata di Valencia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×