Jump to content
Osrevinu

2010.11 | Gran Premio di Germania - Hockenheim [Presentazione]

Recommended Posts

Articolo molto bello, *** :thumbsup:

 

Grazie :)

Era il primo per me :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come lo faceva lui potevano farlo anche gli altri...per me ? stato uno dei tanti cambiamenti che hanno ultraregolato le gare fino ad annullare sempre pi? la possibilit? di vedere vere battaglie in pista, poi non so se andando indietro nella storia della F1 Schumacher sia stato cos? tanto "recordman" o se non fosse lo spirito dei tempi piuttosto a voler limitare le battaglie con la motivazione (oltre un certo punto la scusa) della sicurezza.

 

Ci vorrebbe un po' di "deregulation" in F1, farebbe solo bene.

 

In realt? ? l'inverso. Se anche lui lo avesse fatto solo qualche volta, non ci sarebbe stato alcun bisogno di "regolare".

Ma ? ovvio che l'abuso sistematico porta a una regolamentazione normativa...

Share this post


Link to post
Share on other sites

In quella li del '92 da quyanto ricordo, Patrese ando' in testacoda alla fine del rettilieneo che immetteva sul motodrom, ho l'imnpressione che Senna abbia usato tutta la sua astuzia su quelle staccate, nella sua autobiografia Mansell ha citato piu' volte il fatto che staccasse in maniera imprevedibile come fece a Suzuka nel 1991; non ? escluso che Patrese sia stato tratto in inganno anche lui da questa tattica, Senna era cosi' a volte finiva anche sopra le righe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie :)

Era il primo per me :D

Buona la prima :asd::up:

Share this post


Link to post
Share on other sites

In quella li del '92 da quyanto ricordo, Patrese ando' in testacoda alla fine del rettilieneo che immetteva sul motodrom, ho l'imnpressione che Senna abbia usato tutta la sua astuzia su quelle staccate, nella sua autobiografia Mansell ha citato piu' volte il fatto che staccasse in maniera imprevedibile come fece a Suzuka nel 1991; non ? escluso che Patrese sia stato tratto in inganno anche lui da questa tattica, Senna era cosi' a volte finiva anche sopra le righe

 

Effettivamente, staccare 10 metri pi? tardi dell'avversario ? una mossa molto astuta. Per? dopo bisogna anche stare in pista (e non tutti lo fanno). :asd:

 

Tuttavia, ? sufficiente guardare l'ultimo filmato (bisogna fare click sulla freccina) per vedere che Patrese, dopo che per 2 volte aveva superato Ayrton sul dritto all'interno della variante di ritorno e non era riuscito a passare, tent? una mossa a sorpresa all'ingresso del motodrom, ma se metti due ruote sull'erba e poi ti attacchi troppo ai freni con le ruote sterzate ? normale che ti parta il posteriore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ottima la goodyear che non faceva gomme di marmo che potevano durare tutta una gara

 

Forse non se n'? accorto nessuno, ma domenica scorsa Vettel ha fatto 51 dei 52 giri previsti con le stesse gomme, ha rimontato dal 24? al 7? posto e ha fatto segnare il suo giro pi? veloce (il 3? assoluto, dietro ad Alonso e Massa con gomme nuove) all'ultimo passaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Patrese in quella gara ci mise ben 4 giri a sorpassare Schumacher che aveva un motore ridicolo in confronto e non aveva cambiato le gomme.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse, a volte, esagerava....

 

Cmq quel decennio , per me, ? stato indimenticabile e, probabilmente, irripetibile...

 

Al Monte 84 dissi "Questo sul bagnato ? un grande", poi arriv? il resto...

 

Ganzo, quando lancia il volante! (Perse l'alettone post. in pieno rettilineo!)
:verymad:

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'Autosprint del GP di Germania 1992. Se avete desiderio di vedere anche le pagine delle qualifiche, della vita nel paddock o della situazione Ferrari, chiedete pure:

 

img115h.th.jpg

 

img116e.th.jpgimg117sj.th.jpg

 

img118t.th.jpgimg119u.th.jpg

 

img120q.th.jpgimg121.th.jpg

 

img124h.th.jpgimg125r.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Patrese in quella gara ci mise ben 4 giri a sorpassare Schumacher che aveva un motore ridicolo in confronto e non aveva cambiato le gomme.

 

Vero. Schumacher si difese benissimo costringendo Patrese sempre alla traiettoria sfavorevole per la staccata successiva fino a quando blocc? le ruote in frenata alla chicane.

 

http://www.youtube.com/watch?v=vgLGrtsDZG8&feature=related

Share this post


Link to post
Share on other sites

In realt? ? l'inverso. Se anche lui lo avesse fatto solo qualche volta, non ci sarebbe stato alcun bisogno di "regolare".

Ma ? ovvio che l'abuso sistematico porta a una regolamentazione normativa...

 

E' esattamente il mio pensiero.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su Hockenheim c'è un aneddoto risalente a qualche anno fa :D

 

Nel 1939, le autorità sportive italiane, stanche di vedere i Gran Premi dominati dalle squadre tedesche, idearono un "colpo basso". Decisero che per l'anno 1939 ogni gara in territorio italiano (e quindi la cosa valeva anche per il GP di Tripoli, prima gara dell'anno, visto che la Libia era colonia Italiana) sarebbe stata disputata con la categoria cadetta di 1500 cc(come dire la GP2 dell'epoca), al posto delle ordinarie auto da GP da 3000 cc sovralimentato o 4500 aspirato.

 

Gli italiani, con Alfa e Maserati, erano maestri della categoria da 1500, mentre i Tedeschi non si erano mai cimentati con queste vetturette (e ti credo, dominavano alla grande nella categoria Grand Prix).

 

E c'è di più. Le autorità italiane resero nota la decisione verso la fine del 1938, per prendere di sorpresa i Tedeschi che a quel punto non avrebbero potuto approntare una vetturetta per le gare italiane.

 

Era infatti ritenuto impossibile progettare, costruire e collaudare in pochi mesi una nuova vettura.

 

Ma non avevano fatto i conti con la determinazione teutonica della Mercedes. In gran segreto, venne progettata a tempo di record una vettura di 1500 cc, la W165, e dopo il montaggio fu portata a sulla pista di Hockenheim per i primi collaudi, sempre avvolti dalla massima riservatezza.

 

I "rivali fraterni" dell'Auto Union, team che non si cimentò nel costruire una 1500 (era una squadra più piccola e meno ricca), riuscirono a conoscere il progetto segreto della Mercedes tramite il capomeccanico Wilhem Sebastian (che era un ex-Mercedes e che aveva vinto come copilota di Caracciola la Mille Miglia 1931, e che conosceva bene gli ambienti del dopo-lavoro frequentati dagli operai Mercedes).

Sebastian, una volta saputo del collaudo segreto di Hockenheim, andò ad appostarsi fra gli alberi intorno al circuito con un binocolo. Appena vide Caracciola, Lang e von Brauchitsch pronti con le loro tute bianche accanto al nuovo bolide d'argento, capì tutto. E molto sportivamente uscì dal nascondiglio e andò a tendere la mano verso il ds Mercedes, Alfred Neubauer, il quale, preso di sorpresa, disse: "Santo cielo! Cosa ci fai qui? Hai perso qualcosa?"

 

E Sebastian rispose ridendo: "Sì, ho appena perso il Gran Premio di Tripoli!". :D:D

Share this post


Link to post
Share on other sites

bisognerebbe correre su quel tratto d'erba :zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Patrese in quella gara ci mise ben 4 giri a sorpassare Schumacher che aveva un motore ridicolo in confronto e non aveva cambiato le gomme.

 

Motore ridicolo? era il Ford piu' potente sulla griglia.. allora Katayama ha fatto il miracolo l'anno dopo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nel GP del '90 Nannini con la stessa tattica usata da Alesi nel '91 e da Senna e Schumacher nel '92 riusc? a piazzarsi 2? tra le due Mclaren Honda con la Benetton Ford

Share this post


Link to post
Share on other sites

nel GP del '90 Nannini con la stessa tattica usata da Alesi nel '91 e da Senna e Schumacher nel '92 riuscì a piazzarsi 2° tra le due Mclaren Honda con la Benetton Ford

 

E Ayrton faticò non poco a superarlo.

 

OT

 

Mitico sergente Schultz!

“Io non ho visto niente” :rotfl:

 

/OT

Edited by gio66

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su Hockenheim c'? un aneddoto risalente a qualche anno fa :D

 

Nel 1939, le autorit? sportive italiane, stanche di vedere i Gran Premi dominati dalle squadre tedesche, idearono un "colpo basso". Decisero che per l'anno 1939 ogni gara in territorio italiano (e quindi la cosa valeva anche per il GP di Tripoli, prima gara dell'anno, visto che la Libia era colonia Italiana) sarebbe stata disputata con la categoria cadetta di 1500 cc(come dire la GP2 dell'epoca), al posto delle ordinarie auto da GP da 3000 cc sovralimentato o 4500 aspirato.

 

.......

 

Il solito dualismo fra Italiani e Barbari-Crucchi-Tedeschi; in effetti se pur riconducibili alla stessa ideologia ? difficile per me parlare di NaziFascismo, non ? mai stato un tuttuno, ognuno dei due ? stato il peggio del peggio in molte cose. Chiudo OT

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×