Jump to content
Sign in to follow this  
sundance76

It's TIME for Gilles

Recommended Posts

Gilles Villeneuve, insieme a Jim Clark e Schumacher, ha avuto il rarissimo privilegio di vedersi dedicata la copertina dalla rivista TIME, nel 1981.

Qualche anno fa, una testimonianza su Gilles scatenava ancora ondate di entusiasmo fra coloro che non lo avevano mai visto "in diretta". Oggi, che le nuove generazioni sembrano di una saggezza strana e maledicono i piloti che fanno "casino", sembra che la "febbre Villeneuve" sia irrimediabilmente scomparsa e confinata ai "vecchi".

 

Io comunque ci provo, e posto l'articolo completo della rivista, che riuscii a trovare avventurosamente nell'estate 1994 (avevo 18 anni, e Gilles era gi? scomparso da 12 anni, 1982).

 

img000.th.jpg

 

img001ssj.th.jpgimg002ud.th.jpg

 

img003mr.th.jpgimg004zg.th.jpg

 

img005nz.th.jpgimg006p.th.jpg

 

img007eh.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come già tempo fa riportai in un altro topic, ecco come finiva quel lungo servizio (7 pagine ) che la rivista dedicava al mondo dei Grand Prix:

 

"......Then, more happily, there is Gilles Villeneuve, 29, part old breed, part new, all competitor: twice a winner this year. Enzo Ferrari, for whom he races, calls him the next Tazio Nuvolari, Ferrari's favourite Grand Prix driver of all time. Villeneuve is handsome, dashing, infectiously enthusiastic for the sport, a man whose vigorous will to win seems notably unspoiled by pugnacity. He is a bit of a zany, screeching into Ferrari headquarters and doing a power spin right out in front, then laying a patch of burnt rubber ("I love the smell of the burning rubber") in his way out. He talks endlessy about Grand Prix, but he says it best in describing his idea of the perfect Grand Prix.

"The ideal race is qualifying on the pole, having a flat tyre after five laps, coming in the pit to change, going out again in twelfth place, coming back through the field, passing everybody - and winning."

Welcome, Mr. Villeneuve. Grand Prix can use you."

 

Grande Gilles!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tradotto alla meglio, diventerebbe:

 

"...Poi, pi? felicemente, c'? Gilles Villeneuve, pilota in parte della vecchia razza, in parte della nuova, sempre competitivo: due volte vincitore quest'anno. Enzo Ferrari, per il quale egli corre, lo considera il nuovo Tazio Nuvolari, da sempre il pilota preferito di Ferrari.

Villeneuve ? bello, focoso, contagiosamente entusiasta di questo sport, un uomo la cui forte voglia di vincere non sembra molto penalizzata dalla combattivit?. E' un p? spaccone, frenando a ruote bloccate nel paddock e facendo testacoda, lasciando segni neri di gomma bruciata dietro di s? ("Amo l'odore della gomma bruciata"). Parla senza fine del Gran Premio, ma raggiunge il suo massimo nel descrivere la sua idea del perfetto Grand Prix:

"La corsa ideale sarebbe qualificarsi in pole, avere un guaio alle gomme dopo 5 giri, entrare ai box per cambiarle, scendere in dodicesima posizione, ritornare in pista, sorpassare tutti - e vincere".

Benvenuto, Mister Villeneuve. Il Gran Premio pu? "usarti".

Share this post


Link to post
Share on other sites

sun qual ? la copertina del time dedicata a schumacher?

Share this post


Link to post
Share on other sites

sun qual ? la copertina del time dedicata a schumacher?

 

Se aspetti un'oretta, appena ho un minuto te la scannerizzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie intanto mi dici il numero :zizi:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sun, tu e lo scanner siete una coppia formidabile :D

Grazie mille per l'articolo.

Ero sempre stato curioso di sapere cosa ci fosse scritto nell'articolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono contento che ci siano utenti interessati a questi articoli "storici".

 

Come si legge, Gilles era una specie di cacio sui maccheroni nella F1 dell'epoca (1981), già piena di sponsorizzazioni multimiliardarie, di tecnologia e di glamour, ma ancora in grado di affascinare con la sua componente di rischio e di coraggio. Villeneuve era appunto, come dice l'ultima frase dell'articolo, uno degli elementi di spicco nella popolarità dello sport dei "Grand Prix".

 

Per Beyond, ecco qua il numero di TIME del 3 settembre 2001 (all'interno c'è scritto "VOL. 158 NO. 10 ):

 

img009jr.th.jpg

 

img010m.th.jpgimg011ib.th.jpg

 

img012o.th.jpgimg013p.th.jpg

 

img014ac.th.jpgimg015ic.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come gi? tempo fa riportai in un altro topic, ecco come finiva quel lungo servizio (7 pagine ) che la rivista dedicava al mondo dei Grand Prix:

 

"......Then, more happily, there is Gilles Villeneuve, 29, part old breed, part new, all competitor: twice a winner this year. Enzo Ferrari, for whom he races, calls him the next Tazio Nuvolari, Ferrari's favourite Grand Prix driver of all time. Villeneuve is handsome, dashing, infectiously enthusiastic for the sport, a man whose vigorous will to win seems notably unspoiled by pugnacity. He is a bit of a zany, screeching into Ferrari headquarters and doing a power spin right out in front, then laying a patch of burnt rubber ("I love the smell of the burning rubber") in his way out. He talks endlessy about Grand Prix, but he says it best in describing his idea of the perfect Grand Prix.

"The ideal race is qualifying on the pole, having a flat tyre after five laps, coming in the pit to change, going out again in twelfth place, coming back through the field, passing everybody - and winning."

Welcome, Mr. Villeneuve. Grand Prix can use you."

 

Grande Gilles!

 

 

grandissimo Gilles, io questa frase la metto in firma

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie sun

 

irvine versione predictor "he'll have seven by the time he retires" :closedeyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Begli articoli :up:

 

Andando un attimo OT, ma il film 'Villeneuve' non è più uscito o sbaglio?

Edited by brabham

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie sun

 

irvine versione predictor "he'll have seven by the time he retires" :closedeyes:

 

S?, bravo, giusto!! Irvine aveva previsto gli altri tre titoli prima del ritiro.

 

E poi l'autore dell'articolo scrive che ora che ha raggiunto Prost a quota 4 titoli e 51 vittorie, si tratta soltanto di capire di quanto lo superer?, di 10, 20 o 30 vittorie. Ebbene, Schumacher ne ha aggiunte oltre 40...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie *** :thumbsup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono arrivato a vedere la F1 fino al GP di Monaco 1981 (finito di vedere proprio 10 minuti fa) e continuo a chiedermi cosa trovaste di cos? grandioso in Villeneuve se non il correre per la Ferrari e guidare come un matto (il che lo portava spesso e volentieri fuori pista.)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono arrivato a vedere la F1 fino al GP di Monaco 1981 (finito di vedere proprio 10 minuti fa) e continuo a chiedermi cosa trovaste di cos? grandioso in Villeneuve se non il correre per la Ferrari e guidare come un matto (il che lo portava spesso e volentieri fuori pista.)

 

Il mondo ? bello perch? ? vario...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare anche strano che SirVanahan si faccia una tale domanda proprio dopo aver visto il GP di Monaco '81.

 

Con una Ferrari che aveva solo un motore potente ma scorbutico e con ritardo di risposta, quindi del tutto inadatto al Principato, ma un telaio che faceva acqua da tutte le parti, quindi ancora peggio per il circuito monegasco, Gilles ottiene il secondo tempo in qualifica, e gi? parliamo di una grande impresa di pilotaggio.

 

In gara, con una tattica forzatamente in difesa vista la macchina, Villeneuve non fa alcun errore, non tocca da nessuna parte, mentre Piquet si stampa alle piscine per un equivoco con un doppiato. Quando Jones ha guai all'alimentazione, Villeneuve lo passa in corrispondenza dell'uscita dei box, un punto abbastanza pericoloso.

 

Al di l? della vittoria, e del fatto che i guai di Jones l'hanno favorita, mi sembra che questa sia una delle migliori gare a livello di pilotaggio di Villeneuve...

Quindi le perplessit? di SirVanahan mi sembrano fuori contesto nel momento in cui dice di aver appena visto il GP di Monaco...

 

AS n. 20 del 1991:

 

img016.th.jpgimg017.th.jpg

 

 

 

img016.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho visto un Villeneuve che si ? fatto passare da Jones e da Patrese. Ho visto Patrese fermarsi, Piquet andare a sbattere per colpa di Tambay, e sorpassare Jones che in rettilineo era praticamente fermo! Cavolo Villeneuve aveva oltre 30 secondi di ritardo prima del problema di Jones!!! Trenta!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Caro Sir, parli come se Villeneuve avesse la miglior macchina quel giorno a Monaco... Se per te ? cos?, ? inutile discutere.

 

Anzi, sarebbe meglio farlo nel topic apposito sul canadese, a mio parere. Sarebbe la sede pi? appropriata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"The ideal race is qualifying on the pole, having a flat tyre after five laps, coming in the pit to change, going out again in twelfth place, coming back through the field, passing everybody - and winning."

 

? esattamente ci? che noi ragazzi ci aspettavamo da lui. E qualche volta c'? andato anche molto vicino.

 

diapo063.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sir guarda Jarama '81... :sbav: cambierai idea.

 

Non ricordo nessuno che abbia vinto una gara dopo aver tenuto dietro per 50 giri 4 macchine nettamente pi? veloci di lui... solo Schumacher c'? andato vicino, proprio nel circuito intitolato a Gilles, nel 2003, ma erano altre macchine, altri tempi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×