Jump to content
Beyond

Spam spam spam

Recommended Posts

http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/10_maggio_25/Giannattasio-galleria-comune-diviso-sui-restauri-1703078347602.shtml

 

che st***ta, immagino l'efficenza energetica in un luogo che è un gigantesco spiffero

 

ma d'altronde i Moratti devono vedere petrolio...

Edited by Hunaudi?res

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poco fa mi ? capitato un fatto strano.

accento napoletano = inghippo di mezzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

accento napoletano = inghippo di mezzo

Paisa', mo' nun t'allarga'

 

 

 

 

:asd:

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che magnata... :sbav: devo ammettere che il sodalizio gastronomico con Beyond mi piace :asd:

 

Antipasto: panzarotto (alias crocch? di patate), palla di riso (alias arancino), frittatina di maccheroni e met? rotolo di pizza fritta (pasta ripiena di ricotta, mozzarella e un po' di salumi arrotolata e fritta)

 

Pizza: diavola (margherita con salame piccante e olio piccante)

 

Dolce: pezzetti di pasta di pane fritti con zucchero e abbodante nutella cosparsa

 

 

Risultato: :sbav:

 

Io mi sarei saziato a met? antipasto. :zrzr:

 

Spero almeno abbiano usato l'olio d'oliva per friggere tutta quella roba, altrimenti hai fatto scorta di colesterolo per l'eternit?. :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io mi sarei saziato a metà antipasto. :zrzr:

 

Spero almeno abbiano usato l'olio d'oliva per friggere tutta quella roba, altrimenti hai fatto scorta di colesterolo per l'eternità. :asd:

Dilettante :asd:

 

Comunque sull'uso di materie prime di qualità non dico che sono certo al 100%, ma poco di manca: non so quanti ristoranti abbiano la cucina visibile a tutti i clienti...penso che già questo sia sinonimo di garanzia. In genere tutte le pizzerie-friggitorie famose di Napoli tengono il forno e il calderone (rigorosamente di rame stagnato) per le fritture a vista di chiunque entri nel locale.

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cucina a vista ? buon segno, che olio usano per friggere?

Non ho guardato sinceramente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque ho trovato una foto di uno degli antipasti che abbiamo preso

s50574452099_1790583_6911.jpg

 

Lo chiamano "corna di Maradona". Praticamente è un tubo di pasta per la pizza ripieno di ricotta, mozzarella, cicoli (sarebbero gli scarti della produzione dello strutto...molto buoni da mangiare anche sul pane) e, penso, salame e poi fritto.

 

Questo abbiamo fatto a metà io e Beyond :zizi:

Edited by Ferrarista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ecco anche una foto degli "angioletti"

 

n64066762536_6481.jpg

 

ovvero i pezzetti di pasta fritta con zucchero e nutella

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque ho trovato una foto di uno degli antipasti che abbiamo preso

s50574452099_1790583_6911.jpg

 

Lo chiamano "corna di Maradona". Praticamente ? un tubo di pasta per la pizza ripieno di ricotta, mozzarella, cicoli (sarebbero gli scarti della produzione dello strutto...molto buoni da mangiare anche sul pane) e, penso, salame e poi fritto.

 

Questo abbiamo fatto a met? io e Beyond :zizi:

una specie di sgabeo :sbav: ma lo cuociono gi? farcito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mio Alonso, solo le corna di Maradona saranno 2000kcal e 100g di grasso. :zrzr:

nah... :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

7 motivi per scappar via da Facebook

 

FOGGIA. Lasciare Facebook ? difficile come smettere di fumare. A questo efficace paragone giungono quelli di QuitFacebookDay.com, movimento di protesta contro Facebook. Il 31 maggio prossimo sar? la data di abbandono da Facebook per tutti coloro che, aderendo a questa iniziativa, dimostreranno la propria contrariet? al modo con cui vengono trattati i propri dati personali sul social network pi? famoso del mondo.

 

Nel frattempo il fondatore Mark Zuckerberg ha fatto una sorta di mea culpa sulla privacy policy di Facebook. Sono stati commessi troppi errori in tema di privacy, ha scritto nero su bianco Zuckerberg in un articolo apparso sul Washington Post, e verranno presto aggiornate le norme sulla privacy per renderle piu' semplici. I piu' maligni, pero', hanno visto in questa retro-marcia un chiaro segno di paura per le ipotesi di abbandono di massa del 31 maggio prossimo. Al di la' del mea culpa di Zuckerberg, le motivazioni per uscire dal social network in blu sono molteplici. Qui di seguito si riporta una lucida interpretazione di quali siano alcuni dei motivi piu' rilevanti per non usare piu' Facebook.

 

PRIVACY, FACCENDA POCO SERIA Sembra che la considerazione che Facebook ha della nostra riservatezza sia cosa gradualmente poco seria. Come nota un acuto commento presente su Eff.org, negli anni la privacy policy di Facebook ? cambiata: si ? passati da una altissima considerazione dei dati personali (Nessuna informazione personale sara' disponibile ad altri utenti, che non appartengono ad alcun gruppo da noi sottoscritto) ad alcune informazioni che sono di pubblico dominio (nome, foto del profilo, lista di amici, sesso, nazione e gruppi sottoscritti).

 

UN MONDO NON NOSTRO Le foto, i video e ogni altro contenuto da noi immesso su Facebook non appartengono pi? a noi. Abbiamo la falsa sensazione di stare in una stanza di casa nostra, dove siamo proprietari di tutto ci? che ci circonda, ma, invece, una volta entrati in questo social network perdiamo i diritti di proprieta' intellettuale su ci? che vi inseriamo. Ogni utente concede a Facebook la possibilit? di fruire liberamente di qualunque contenuto da noi immesso, che pu? essere addirittura concesso in sotto-licenza ad altri, senza poter invocare neppure un centesimo per i relativi diritti d'autore. La c.d. Licenza Ip di Facebook, per?, termina nel momento in cui un utente decida di eliminare quei contenuti sul proprio account, a meno che tali contenuti non siano stati condivisi con terzi e che questi non li abbiano eliminati (art. 2.1 dichiarazione dei diritti di Fb). Quando vengono eliminati i contenuti, per?, questi potrebbero essere conservati come copie di back-up per un determinato (ma non precisato, Nda) periodo di tempo (art. 2.2 dichiarazione dei diritti).

 

SPETTEGOLEZZO IRREFRENABILE Quando si pubblicano commenti sul profilo di un altro utente, quanto viene scritto sar? soggetto alle impostazioni sulla privacy di questo secondo utente. Dunque, se la sua bacheca fosse visibile a chiunque, anche il nostro commento non rimarrebbe delimitato alle mura dei nostri amici, ma potrebbe essere letto da chiunque (sez. 3 privacy policy di Fb).

 

I NOSTRI PAGAMENTI Secondo quanto riporta la sez. 2 della privacy policy, pu? accadere che Facebook memorizzi i dati relativi alle transazioni o ai pagamenti che effettuiamo sul sito. Possiamo modificare tali impostazioni nella pagina dei pagamenti. Ma se Facebook vorr? puntare probabilmente a una integrazione sempre maggiore con siti dove si acquistano beni e servizi, tali informazioni non dovrebbero essere riservate di default?

 

AMICI TRADITORI Pur se si utilizza Facebook in maniera accorta e particolarmente attenta alla propria privacy, i problemi potrebbero venire dai nostri amici. La piattaforma del social network funziona in maniera poco chiara, anche quando i nostri amici si connettono a una applicazione. Se questa applicazione desiderasse accedere a qualsiasi contenuto o informazione (compresa la propria lista degli amici), dovrebbe ottenere il permesso specifico dal nostro amico. Se questi lo concede, il terzo potr? accedere in linea generale al contenuto e alle informazioni su di noi a cui ha accesso il nostro amico. Per esempio, se un amico fornisce a una applicazione terza la possibilita' di accedere a una foto che abbiamo condiviso solo con questo amico, il terzo potr? visualizzare o stampare la foto (sez. 4 privacy policy).

 

COSA SANNO DI NOI I MOTORI DI RICERCA Per consentire una maggiore diffusione dei nostri dati, Facebook consente ai motori di ricerca di accedere alle nostre informazioni pubbliche. Nome, immagine del profilo, liste di amici e di gruppi e tutti gli altri dati impostati come visibili a tutti sono a disposizione dei motori di ricerca, senza necessit? di alcuna registrazione.

 

NESSUN OBLIO Anche dopo che avrete preso la (tormentata?) decisione di uscir fuori da Facebook (eliminando il proprio account e non solo disattivandolo), ricordate che le copie delle informazioni e delle immagini a suo tempo caricate, condivise con gli altri, oppure memorizzate da altri utenti continueranno a essere visibili altrove (sez. 3 privacy policy). E' possibile che le informazioni eliminate vengano conservate in copie di back-up per un massimo di 90 giorni, ma non saranno disponibili ad altri (sez. 7 privacy policy). Ma la domanda ?: chi garantisce la reale cancellazione anche dopo i 90 giorni?

http://it.notizie.yahoo.com/32/20100526/ttc-7-motivi-per-scappar-via-da-facebook-50264ec_1.html

http://www.youtube.com/watch?v=AWx3BgT3Aw4

:superlol:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×