Jump to content
Garviel Loken

Jenson Button

Recommended Posts

il paragone con Alonso nel 2005 non regge (ricordo che oltre a Suzuka, ove contava per il singolo "GRAND PRIX", e per il costruttori, si è sbizzarrito anche a Melbourne, mentre in altre gare partiva sempre davanti..), cmq in quella stagione Fernando aveva una macchina nettamente inferiore come prestazioni rispetto alla Mclaren, la Mp4-20 era una F2002-F2004 inaffidabile, l'unica cosa da fare era inseguire le frecce d'argento.

 

mentre Button lo scorso anno ha avuto la macchina migliore anche in molte gare della seconda parte stagionale, e Barrichello con le sue vittorie è li a dimostrarlo... infatti mentre Rubens vinceva e otteneva ottime performance, Jenson si limitava a prendere i punti che gli servivano.

 

detto questo, titolo meritatissimo per Button, è stato sicuramente il miglior pilota lo scorso anno.

Edited by dave

Share this post


Link to post
Share on other sites

Button ? un buon pilota, che merita di essere in testa al campionato del mondo. E' attento, guardingo, non si butta a capofitto nei sorpassi perch? sinora non ne ha avuto bisogno.

L'anno scorso, nella parte centrale della stagione avrebbe dovuto rischiare di perdere 3, 4 punti a gara magari per un sorpasso sbagliato, quando nelle prime gare aveva accumulato un vantaggio cos? consistente che chiedeva solo di essere gestito?

E Alonso nel 2005 non aveva fatto la stessa cosa?

 

Quando Jenson ha avuto un mezzo decente, come la Bar del 2004 (?) ha dimostrato di saperci fare, cogliendo qualche podio e una vittoria in Ungheria, sotto l'acqua (vado a memoria, allora avevo 13 anni, non so se ricordo bene).

 

Rosberg si ? girato sotto l'acqua, eppure tutti quanti gli fate i complimenti, Button no e lo trattate male: qualcosa non torna.

 

Anche Button ? andato lungo e ha perso gli stessi secondi di Rosberg solo che per sua fortuna Ham era pi? distante.

Comunque io faccio i complimenti a tutti e due.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mentre il titolo era ancora da decidere, non si ? sbizzarrito.

 

Quando il titolo era ormai suo, si ? sbizzarrito.

 

Che ne pensate?

considera che quell'anno o era davanti o era dietro alle mclaren (imprendibili).solo a silverstone per poco non passava monty ai box(tra l'altro il colombiano fece l'impresa di passarlo alla partenza,nonostante il mostruoso lc della renault)

http://www.youtube.com/watch?v=ZOng0bIA12U

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche Button ? andato lungo e ha perso gli stessi secondi di Rosberg solo che per sua fortuna Ham era pi? distante.

Comunque io faccio i complimenti a tutti e due.

 

Cavolo, avevo dimenticato il lungo finale, hai ragione. Per? diciamo che era in una situazione abbastanza tranquilla e a fine gara, anche se queste sono scusanti che lasciano il tempo che trovano.

Resta il fatto che vincere sotto la pioggia ? sempre stato sinonimo di bravura, per? se vince Button ? un miracolato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cavolo, avevo dimenticato il lungo finale, hai ragione. Per? diciamo che era in una situazione abbastanza tranquilla e a fine gara, anche se queste sono scusanti che lasciano il tempo che trovano.

Resta il fatto che vincere sotto la pioggia ? sempre stato sinonimo di bravura, per? se vince Button ? un miracolato.

 

Forse dipende dal fatto che le vittorie di Button sono vittorie pi? di strategia che di forza e questo pu? dare adito a letture differenti.

Comunque ormai sul valore di Button l'unico che ha dei dubbi penso sia rimasto PhoebeForever.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vinceva Schumacher(o anche Alonso o Hamilton) gare sotto la pioggia (gare in cui la valenza strategica era molto piu importante delle gare bagnate di ora, o magari gare bagnate decise da Bridgestone o Michelin) ed era un Dio. Vince Button 2 gare su 2 sotto la pioggia nel 2010 con una monoposto che non è la migliore ed è un miracolo, fortuna, ha vinto una gara anomala... Viva la coerenza.. bah.

Edited by Bissiolol

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le botte di c**lo sono finite. Barcellona, pista tecnica, gara asciutta e l? si torna ai valori del Bahrein.

 

Sei pi? imprevedibile del migliore Maradona.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jenson ? molto intelligente e nessuno di noi due ha una predisposizione all'aggressivit? nei confronti dell'altro.

 

Queste parole di Hamilton sono forse un velato riferimento ad Alonso? :whistle:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse dipende dal fatto che le vittorie di Button sono vittorie pi? di strategia che di forza e questo pu? dare adito a letture differenti.

Comunque ormai sul valore di Button l'unico che ha dei dubbi penso sia rimasto PhoebeForever.

 

Non ho nessun dubbio, solo certezze che Button non vale niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jenson ? molto intelligente e nessuno di noi due ha una predisposizione all'aggressivit? nei confronti dell'altro.

 

Queste parole di Hamilton sono forse un velato riferimento ad Alonso? :whistle:

 

Nel frattempo Button ha paragonato lo stile di guida inflessibile di Hamilton a quello di ?un pitbull,

 

lo conosce e quindi sa che ? meglio evitare "morsi" :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho nessun dubbio, solo certezze che Button non vale niente.

 

Addirittura certezze... :rotfl:

 

Ps. Nessuno si sogna di farti rinsavire, puoi pensare tutto quello che vuoi... Certo ? che con quel nome indicato su "pilota preferito" non sei tanto credibile.... :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Jenson ? molto intelligente e nessuno di noi due ha una predisposizione all'aggressivit? nei confronti dell'altro.

 

Queste parole di Hamilton sono forse un velato riferimento ad Alonso? :whistle:

 

Beh forse Button non ? predisposto per essere aggressivo, ma Hamilton se avesse possibilit? e ne avesse necessit?, sarebbe aggressivo nei confronti del compagno.

Inoltre sappiamo benissimo come Hamilton faccia presto a rimangiarsi quello che dice :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma come si fa a dire che Button non vale niente? non sarà un fenomeno, non avrà la velocità di un Vettel, Massa o Kubica, ma è pur sempre un campione del mondo, un pilota che sta difendendo il titolo davvero alla grande, guidando con la testa piu che altro, trovo davvero ridicole alcune critiche su Button, non gli si può dire proprio nulla a questo qui.

 

anzi dirò di piu, se avete notato per una parte di gara (quando doveva difendersi dall'assalto di Lewis) girava addirittura piu forte di Hamilton sul bagnato, quindi ha dimostrato di avere anche delle buone qualità di guida sul bagnato.

 

io penso che Lewis non avrà problemi nel mettersi dietro Button, ma sicuramente per la Mclaren era la miglior scelta possibile tra quelli disponibili, non a caso sono primi nel costruttori al momento.

Edited by dave

Share this post


Link to post
Share on other sites
chinamcla.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Far? la fine di Gibernau in MotoGP.

Share this post


Link to post
Share on other sites

26893_387787792977_162516082977_3895800_6581782_n.jpg

:asd: :asd: :asd:

 

50 minuti di applausi!!!! :asd::rotfl::D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ha ben scritto Carlo Cavicchi sul suo blog, "[...]senza la safety car intervenuta giustamente per liberare la pista dai detriti dell?ala di Alguersuari Button poteva vincere con 40? di vantaggio sul secondo classificato. Nessuno lo ha sottolineato, ma non ? una novit?.[..]"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come ha ben scritto Carlo Cavicchi sul suo blog, "[...]senza la safety car intervenuta giustamente per liberare la pista dai detriti dellala di Alguersuari Button poteva vincere con 40 di vantaggio sul secondo classificato. Nessuno lo ha sottolineato, ma non è una novità.[..]"

 

***, lungi da me voler sminuire Button che domenica ha fatto una gara perfetta e ha meritato di vincere, però bisogna anche essere realisti: se Lewis avesse adottato la strategia di Jenson avrebbe vinto in carrozza mentre se Button avesse adottato quella di Hamilton probabilmente sarebbe arrivato dalle parti di Massa.

Button finora è stato bravo a supplire con le sue intuizioni alla differenza di talento con Lewis ma non penso che andrà avanti così per sempre.

Edited by 76LENO

Share this post


Link to post
Share on other sites

La storia di Button, non solo di quest'anno, ma in generale, mi pare simile a tanti altri casi.

 

Divertitevi qualche minuto con me.

 

Primo caso: Campionato Mondiale 1959.

Tutti sono convinti che il migliore, quello con la classe più cristallina, il pilota più forte di tutti sia Stirling Moss, giustamente. Poi c'è Brooks, uno oggi dimenticato ma che era in grado di battere tutti i suoi avversari diretti. E infine c'era Jack Brabham, già 33enne senza ancora nulla di eccezionale da raccontare.

Moss domina a Monaco, poi rompe, e Brabham vince. E nel seguito della stagione continua a mantenersi al vertice della classifica.

 

Tutti continuano a dire: "Sì, aspetta qualche gara e poi Moss ne farà polpette...". Ma Moss continua a impelagarsi in guai di ogni genere, cambia vettura a ogni GP (il suo team manager era Rob Walker, quindi un team privato che comprava le vetture che voleva) e non segue adeguatamente lo sviluppo di nessuna.

Intanto si affaccia Brooks con la Ferrari, ma nonostante alcune vittorie il motore anteriore è ormai sorpassato.

Si arriva a fine anno, continuando a dire ostinatamente che questo Jack Brabham non è granchè. Eppure, dopo l'ultimo GP, Brabham sulla Cooper è campione del mondo, Brooks è secondo, mentre Moss è solo terzo...

 

Inizia l'inverno, tutti a dire che è stato un caso, che Brabham ha vinto per fortuna, che il 1960 sarà finalmente, come è giusto che sia, l'anno di Moss. Brabham non risponde, se ne torna in Australia a passare l'inverno in famiglia (anzi, lì è estate).

 

Mondiale 1960.

Affiancato nel team Cooper dal giovane Bruce McLaren che vince il primo GP stagionale, Jack Brabham infila una sensazionale serie di cinque vittorie consecutive, vincendo il titolo ad agosto ben in anticipo sulla fine del mondiale. Due volte consecutive campione del mondo. Il prossimo che ci riuscirà sarà Prost oltre 25 anni dopo.

 

Illuminante, non vi pare?

 

Ma andiamo avanti. Passano 5 anni retti dalla formula di 1500 cc., dominati sostanzialmente da Clark.

 

Nel 1966, col raddoppio regolamentare di cilindrata, i motori passano da 1500 a 3000: è il famoso "Return to Power", il ritorno alla potenza. Tutti danno giustamente per favorita la Ferrari e il suo pilota di punta, John Surtees già campione nel 1964. Gli inglesi sono sprovvisti al momento di un motore valido.

Nessuno fa caso a Jack Brabham, ormai quarantenne, diventato Costruttore-pilota con la sua modesta Brabham a motore Repco. Tutti a dire "Che sarà mai questo Repco? La Ferrari vincerà facile" Bene, mentre i campioni celebrati, Clark, Hill, faticano coi loro motori, e mentre la Ferrari si complica la vita sparandosi sui maroni licenziando Surtees appena dopo la vittoria a Spa, e tagliando le gambe a Bandini con incredibili guai di affidabilità mentre è nelle prime posizioni (sia in gara sia in Classifica) ecco che Jack Brabham infila 4 vittorie consecutive, chiudendo i conti già a Monza con due gare di anticipo (su 9 in calendario....). Terzo titolo mondiale, ma se nessuno vuole convincersi che sia bravo, pazienza.

 

Non vi basta? Eccoci all'anno successivo, 1967.

Ci si ostina a scrivere che le Brabham tecnicamente non sono granchè, eppure... Il secondo pilota Brabham, Denis Hulme, comincia a vincere a Monaco, e si installa al comando della classifica.

Tutti a dire: "E' un caso, vedrete che Jack Brabham lo ridimensionerà". E invece Jack non riesce a prendere quota, perde varie occasioni.

Nel frattempo debutta l'eccezionale Lotus49 col nuovissimo Cosworth, Clark e Hill sembrano destinati a distruggere tutti quanti, Hulme compreso. E invece la nuova arma è ancora fragile, Clark spesso domina, molte volte vince, ma molte altre volte si ritira.

 

E tra le battute a vuoto di Clark e Hill, le indecisioni e il disappunto del suo caposquadra Jack Brabham, ecco che Hulme è sempre lì, con un secondo, un terzo o un quarto posto, da aggiungere alla seconda vittoria stagionale in Germania, ottenuta dopo il ritiro del dominatore Gurney su Eagle (il cui meccanico era Jo Ramirez, quello dell'avatar di Phoebe4ever...).

E va così anche nell'ultimo GP in Messico: Clark tanto per cambiare domina e vince il suo 4° GP della stagione, Brabham arriva secondo, ma Hulme con un tranquillo terzo posto, vince il Campionato del Mondo....

 

Le chiacchiere e le opinioni stanno a zero, perchè restano opinioni. Al momento, fine aprile 2010, Button è in testa alla classifica, ha vinto più Gran Premi di tutti, ha vinto 2 gare e il suo compagno nessuna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×